08/09/2023 Che cos’è la demisessualità e il demiromanticismo?

Per tutto il materiale divulgativo mediatico riguardante l'asessualità, nonché le iniziative e i progetti rivolti alla diffusione della visibilità.
Rispondi
Avatar utente
danyfantasy
Mega-Mitosi
Messaggi: 174
Iscritto il: lun lug 15, 2013 1:48 pm
Orientamento: asessuale aromantico
Genere: maschio

08/09/2023 Che cos’è la demisessualità e il demiromanticismo?

Messaggio da danyfantasy »

Articolo tratto dal sito carrodibuoi a questo link:
https://www.carrodibuoi.it/2023/09/08/c ... anticismo/

La demisessualità è un orientamento sessuale per cui si prova attrazione in presenza di un forte legame emotivo, o comunque in base a meccanismi di attrazione sessuale secondaria. L’attrazione sessuale primaria è quella che le persone provano in base a caratteristiche subito accessibili, come l’aspetto fisico, mentre quella secondaria si fonda su stima, interesse intellettuale o appunto un forte legame emotivo.

Secondo l’Ace Community Survey 2019 Report le persone demisessuali sono circa il 10% di quelle nello spettro asessuale e tra questə il 9.8% è sex-repulsed, il 26.9 sex-indifferent, il 24.5 è incerto mentre il 31.5 è sex-favorable.

Le persone demiromantiche sviluppano invece attrazione romantica in maniera simile, cioè dopo aver costruito un legame emotivo profondo quindi per l’attrazione romantica secondaria.

Le persone demi spesso hanno bisogno di legami emotivi di una certa intensità, e di un rapporto di fiducia, quindi può succedere che si trovino ad essere attratə, sessualmente o romanticamente da amic3 o comunque da persone con cui si ha un legame da molto tempo.

Il tempo in cui questo avviene può tuttavia variare e si può sperimentare attrazione dopo un forte legame emotivo indipendentemente dalla dimensione temporale.

Le persone demi subiscono anche afobia e micro-agressioni perché la nostra società è allo stesso tempo ipersessualizzata e sessuofobica: una persona che all’inizio non prova attrazione romantica ma poi ne prova viene vista come “redenta”, “un* stronz* che finalmente si comporta bene”, invece l’equivalente per l’attrazione sessuale viene visto come sospetto.

Le persone demi fanno parte a tutti gli effetti dello spettro aro e ace perché non esiste una linea che va da più o meno ma bisogna immaginarlo come un cerchio che contiene tutto.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29811
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: 08/09/2023 Che cos’è la demisessualità e il demiromanticismo?

Messaggio da Bianca »

L’articolo sopra, letto così, alla buona, fa pensare che l’attrazione secondaria sia molto più importante della primaria, in quanto, meno istintiva, meno superficiale.
Ciò spiegherebbe anche il motivo per cui, persone, uomini e donne, non particolarmente attraenti esternamente, vengano amate e conservino nella vita l’amore del partner che, evidentemente, non si é fermato alla prima impressione.

Rileggendo, mi viene da pensare che i demi riescano a spiegare la loro situazione in modo molto personale, mentre chi ne é fuori, veda meglio le differenze tra loro che non sono poche.

Anche chi vive una sessualità tradizionale, può avere criteri di attrazione simili a coloro che si definiscono demi.

Per quanto riguarda l’aromanticismo, che sia demi o totale, continua a mettere in subbuglio i miei pensieri che si alternano in un contesto che tocca gli estremi da una parte e dall’altra.

Ci sono aromantici che non hanno mai amato nessuno in vita loro e per nessuno, intendo anche consanguinei o amici ma se muore il gatto danno fuori di matto.

Nella mia esperienza di affetti, rientrano diverse persone e qualche animale: coetanei, insegnanti, educatori, medici, uomini importanti, persone con cui ho condiviso attività o interessi.
L’affetto nasceva, in genere, da ammirazione e stima.
Non ho mai nutrito sentimenti che potessero scaturire da interessi, utilitarismo, calcoli, piaggeria.
Molte volte sono stata ricambiata, non sempre.

Forse, in quello che scrivo si può intuire la mia difficoltà a comprendere gli aromantici.

Rispondi