Il vostro orientamento romantico

Per tutto ciò che riguarda l'asessualità e gli asessuali.
Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29153
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Il vostro orientamento romantico

Messaggio da Bianca »

Cercare la bontà, non implica il farsi andar bene una persona scimunita.
Ma trovarla nell’altro, vuol dire aver già risolto molte cose.

Ho conosciuto geniacci di quelli cum laude, come dice Vera, assolutamente incapaci di relazionarsi.
Ingannano anche i cacciatori di teste e le aziende che si ritrovano a fare grossi errori nelle assunzioni.

Per mia esperienza personale, devo dire che con le persone buone d’animo, si ragiona, si limano gli spigoli, si superano i contrasti.

La bontà non è mai stata vista come qualità eccelsa, perché la sí abbina spesso a dabbenaggine, inoltre, viviamo in una società che ammira la furbizia, idolatra la scaltrezza e una diplomazia che giustifica i mezzi, anche cruenti.

In fondo, il delinquente, un po’ di ammirazione la riscuote sempre e l’invidia per quello che sa fare, ci va di pari passo.

Pur nutrendo questi sentimenti, puntiamo il dito, giudichiamo, condanniamo, l’importante è che agli altri sia chiaro: io mai!

ChiaraOb1
Junior
Messaggi: 8
Iscritto il: mer ott 27, 2021 5:51 pm
Orientamento: Sapioromantica
Genere: Agender

Re: Il vostro orientamento romantico

Messaggio da ChiaraOb1 »

Un tempo pensavo che una persona intelligente potesse essere in grado di capire che è giusto scegliere di essere buoni e comportarsi di conseguenza

Qualcuno una volta ha detto che bisogna essere forti senza mai perdere la tenerezza

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29153
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Il vostro orientamento romantico

Messaggio da Bianca »

Lo pensavo anch’io sai.
Pensavo che l’intelligenza aiutasse a scegliere il buono, il giusto.
Invece non è così.
Ci sono persone che impiegano la loro intelligenza per schiacciare il prossimo, perseguire i loro interessi, senza rimorsi, senza ripensamenti.
Sono persone malvagie che vanno a caccia proprio dei più deboli, dei più facilmente manipolabili.

Li usano per il loro tornaconto, per le loro mire.

Essere forti, non vuol dire essere cattivi, anzi, vuol dire capire meglio chi non riesce a combattere, chi non riesce ad affrontare le avversità.

La tenerezza è condivisione, comprensione, aiuto.

Avatar utente
Beta
Maxi-Mitosi
Messaggi: 236
Iscritto il: lun ago 02, 2021 4:50 pm
Orientamento: Angled Aroace
Genere: Femmina

Re: Il vostro orientamento romantico

Messaggio da Beta »

Antares ha scritto:
dom ott 24, 2021 7:53 pm
Morale della favola:
Uno, per quanto intelligente possa essere, se non ti ama (non ti vuole bene) non ti gioverà proprio a nulla.
Infatti devono esserci entrambe le componenti. L'ultimo ragazzo con cui sono uscita l'ho silurato perché era intelligente, ma stronzo.
In ogni caso io non sto parlando di verità assolute, sto parlando di me stessa: io con una persona che non sa parlare di altro se non dei Simpson non riesco a stare. Mi dispiace, ma sono fatta così. E non è un discorso aprioristico: non mi ci trovo proprio bene. Mi sembra anche ovvio: se una persona vuole parlare, che so, di fisica quantistica, magari vuole avere a che fare con qualcuno che la capisce, non con il compagno di scuola che pensa che la terra sia piatta. Non deve essere così per tutti, ma per me lo è. Ok, magari esempio sbagliato, perché questa è più cultura che intelligenza. Facciamo così: se io ho un diverbio con una persona, la reputo intelligente nel momento in cui riesce a sostenere le proprie tesi senza dare del deficiente a chi ha di fronte semplicemente perché ha un'opinione diversa. Io con una persona che non ha questo tipo di intelligenza non riuscirei mai a stare, perché si finirebbe solamente a litigare, visto che l'altro soggetto non sarebbe in grado di sostenere una conversazione, dal momento che ragiona nei termini "io ho ragione e tu no, punto".
Bianca ha scritto:
lun ott 25, 2021 2:03 pm
Beta, ti rendi conto della saggezza di Ant?
Certo :)
Bianca ha scritto:
lun ott 25, 2021 2:03 pm
Ci sono tanti tipi di intelligenza ed ogni volta è necessario interpretare quale tipo di intelligenza possieda il nostro interlocutore.
Verissimo, ma credo di averti spiegato sopra cosa intendo io :wink:
Bianca ha scritto:
lun ott 25, 2021 2:03 pm
A volte riesce ad ingannare sopperendo alla mancanza con la furbizia.
Ad esempio, si prepara bene su un argomento e porta il discorso su quello; tu resti colpita e pensi: peró!
Poi ci rifletti e inizi a parlare del tempo meteorologico e l’altro comincia a dire scemate; continui e si sposta su Greta (l’ha vista in tv) lo riporti sulla pioggia e si spazientisce, perché non gli lasci dire quello che vuole lui.
Attenzione, quando cerca di farti fare brutta figura (vorrebbe) parte con una domanda: ma tu, cose ne pensi di Draghi?
Ovviamente, lui sa dove è nato, che studi ha fatto, quali incarichi ha ricoperto, dove va in vacanza, che lingue parla.
Tutte le settimane compra la rivista di enigmistica ed usa quelle parole che ha imparato senza conoscerne l’esatto significato.

E alla fine capisci che anche la furbizia è una forma di intelligenza e quindi, merita un certo rispetto.
Questa è, come dicevo sopra, cultura e non intelligenza. Sono due cose molto diverse. Poi, certo, a me piace anche avere a che fare con gente acculturata, ma è un altro discorso. Comunque, prima o poi, una persona che mi prende per il naso come l'esempio da te fatto la scoprirei e qui arriviamo ad un'altra cosa che non sopporto: essere presa peri fondelli. E' il modo migliore per farmi perdere ogni stima della persona che ho di fronte. Ad ogni modo, ripeto: sapere vita morte e miracoli di Mario Draghi non è intelligenza, è solo cultura; l'intelligente lo vedi dai ragionamenti che fa, non dalle nozioni che sciorina.
Bianca ha scritto:
lun ott 25, 2021 2:03 pm
Buona ricerca Beta ma stai molto attenta, un domani, l’intelligenza che hai valutato essere esattamente quella che cercavi, potrebbe non piacerti più.
Lo terrò di sicuro a mente :) :wink:
Bianca ha scritto:
lun ott 25, 2021 2:03 pm
Se posso darti un suggerimento, cerca una persona buona.
La bontà è una qualità che, in genere, comprende tutte le altre e se anche tu dovrai spiegarle qualcosa, non ti farà mai del male.
Infatti cerco anche una persona buona. Come dicevo sopra ad Ant, le due cose devono essere contemporaneamente presenti, cosa me ne frega di uno intelligente e stronzo? O, peggio ancora, cattivo?
Vera ha scritto:
mer ott 27, 2021 2:26 pm
Ho appena finito di leggere il feed dello scambio di risposte tra Beta, Antares, Athos e Bianca... ragazzi vi adoro!!! :D
Questa conversazione è da incorniciare e appendere ai muri in giro: praticità prima di vuoto romanticismo... che poi dipende sempre molto, a parer mio, dal tipo di persona con cui uno si interfaccia, aldilà dell'intelligenza, direi che è una questione di empatia e sensibilità. Se una persona è intelligente magna laurea cum laude, non è detto che per forza di cose capisca e rispetti il prossimo e lo accompagni nelle scelte. Al contempo, è anche vero che se uno non è una cima, ma è testardo e poco aperto... si salvi chi può. Insomma, le sfaccettature sono molte, ma alla fine con "intelligenza" si accorcia la frase, pretendendo sia un po' di cervello che di intelligenza emotiva, am I right?
Secondo me, il romanticismo ognuno lo raggiunge a modo proprio, quando si ha un legame unico con una persona... insomma, per citare Beta: "avversione per le smancerie, effusioni e correlati e torniamo anche alla mia visione di relazione ideale, che è basata sul rispetto reciproco, sull'affinità di pensiero e di interessi, sulla forma mentis simile e sull'attrazione platonica, non certo sulle cenette al lume di candela e scatole di cioccolatini a forma di cuore per San Valentino". Cioccolatini sempre ben accetti, sia chiaro, ma se vengono regalati senza doppi fini. Non si dice mai di no al cioccolato, Beta, a meno che uno non sia allergico :lol: (te lo dice una che ha una riserva nel cassetto dell'ufficio, per i momenti difficili, e si sente in colpa a spendere fortune per comprarlo :mrgreen:). Ma, in fondo, se due persone sono "sincronizzate", i momenti romantici non vengono a crearsi così, un po' da soli? Forse, sono io che ho una visione per nulla a-romantica della vita :wink:
Grazie Vera per l'intervento, hai colto quanto volevo dire io :wink: E quoto il discorso sui cioccolatini, anche io li adoro :lol: :lol:
ChiaraOb1 ha scritto:
gio ott 28, 2021 9:57 am
L'intelligenza, almeno un minimo di logica e di capacità di pensiero indipendente e critico, per me sono veramente il minimo sindacale.
Ecco.
Bianca ha scritto:
gio ott 28, 2021 10:29 am
Cercare la bontà, non implica il farsi andar bene una persona scimunita.
Torni sul mio discorso, vedi? :wink:
Bianca ha scritto:
ven ott 29, 2021 12:20 pm
Lo pensavo anch’io sai.
Pensavo che l’intelligenza aiutasse a scegliere il buono, il giusto.
Invece non è così.
Ci sono persone che impiegano la loro intelligenza per schiacciare il prossimo, perseguire i loro interessi, senza rimorsi, senza ripensamenti.
Sono persone malvagie che vanno a caccia proprio dei più deboli, dei più facilmente manipolabili.

Li usano per il loro tornaconto, per le loro mire.

Essere forti, non vuol dire essere cattivi, anzi, vuol dire capire meglio chi non riesce a combattere, chi non riesce ad affrontare le avversità.

La tenerezza è condivisione, comprensione, aiuto.
Quoto tutto. E, quindi, ripeto quanto dicevo prima: non cerco solo l'intelligenza, cerco anche altre cose e sono in grado di allontanare qualcuno se è intelligente, ma è una brutta persona o una persona che non mi piace/non mi rispetta/non mi vuole bene.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29153
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Il vostro orientamento romantico

Messaggio da Bianca »

Sei in grado?
Innamorati e poi ne riparliamo.

Athos
Samurai Asexy
Messaggi: 651
Iscritto il: ven dic 11, 2020 11:44 pm
Orientamento: Eterosessuale aromantico
Località: Un braccio verso Pughtown e l’altro verso New Cumberland, per la testa abbiamo qualche problema...

Re: Il vostro orientamento romantico

Messaggio da Athos »

Suppongo si riferisse alla fase pre innamoramento, quando hai appena iniziato a conoscere una persona.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29153
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Il vostro orientamento romantico

Messaggio da Bianca »

Naaaaaaaa, lei si riferisce alla fase “cucinata a puntino”.

Athos
Samurai Asexy
Messaggi: 651
Iscritto il: ven dic 11, 2020 11:44 pm
Orientamento: Eterosessuale aromantico
Località: Un braccio verso Pughtown e l’altro verso New Cumberland, per la testa abbiamo qualche problema...

Re: Il vostro orientamento romantico

Messaggio da Athos »

Insisto nel pensare che si riferisse alla fase “inizio a far riscaldare il forno” :lol:

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29153
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Il vostro orientamento romantico

Messaggio da Bianca »

Quando cominci a rosolare il soffritto, è tardi per tornare indietro e se lo molli un attimo, si brucia.

Avatar utente
Beta
Maxi-Mitosi
Messaggi: 236
Iscritto il: lun ago 02, 2021 4:50 pm
Orientamento: Angled Aroace
Genere: Femmina

Re: Il vostro orientamento romantico

Messaggio da Beta »

Bianca ha scritto:
mar nov 02, 2021 10:30 pm
Sei in grado?
Innamorati e poi ne riparliamo.
Certo, è già successo e ha ragione At, mi riferisco alla fase pre. Anche perché non capisco a quale altra fase dovrebbe riferirsi: non capisco come ci si possa innamorare di una persona che ci tratta male, perché, automaticamente, tale persona dovrebbe farci scattare una repulsione e non un interesse, tanto meno un innamoramento. Chi prova interesse per gente che la tratta male è masochista o affetta da una sindrome di Stoccolma, non è certo innamorata. E, anche se questa cosa sia possibile, per me non lo è: io potrei innamorarmi (ammesso che io ne sia capace e ne sto veramente dubitando) solo di una persona che mi mostra rispetto per me e che si comporta bene con me, non certo di una brutta persona; ripeto, è già successo, perché ho allontanato uno perché mi aveva presa in giro e un'altro perché mi aveva trattata male durante metà del primo appuntamento.
So che siamo su un forum e, quindi, tutto quello che uno legge degli altri è puramente teorico, ma vi posso assicurare che, se mi conosceste, sapreste che tutto ciò per me non è teoria, ma pratica: qualsiasi mia amica o mio amico troverebbe quello che vi sto scrivendo su di me estremamente ovvio :wink:

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29153
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Il vostro orientamento romantico

Messaggio da Bianca »

Partito per conto suo.
Ultima modifica di Bianca il gio nov 11, 2021 10:42 am, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29153
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Il vostro orientamento romantico

Messaggio da Bianca »

Era a questo che volevo condurti: dar ragione ad At.

Sono certa che sei capace di fare quello che dici ma dimentichi che i rapporti non si svolgono sempre esattamente come negli esempi che tu porti.

Un uomo violento, di indole cattiva, bugiardo, traditore per natura, non si presenta mai così, manifestando il suo vero essere.
Sarebbe troppo facile e chi, più o meno innamorata, non saprebbe dargli un calcio nel sedere?

L’uomo che palesa fin dall’inizio i suoi difetti, alla fine è pure apprezzabile e ci si può perfino innamorare.

Nel gioco della seduzione invece, c’è simulazione, accondiscendenza persino esagerata, smancerie; puoi incontrare persino quello che ti apre la portiera della macchina e aspetta che tu salga.

Poi arriva la cena in cui lo vedi sputare le bucce dell’uva nel piatto e se sei forte come dici di essere, ti alzi e te ne vai.

Athos
Samurai Asexy
Messaggi: 651
Iscritto il: ven dic 11, 2020 11:44 pm
Orientamento: Eterosessuale aromantico
Località: Un braccio verso Pughtown e l’altro verso New Cumberland, per la testa abbiamo qualche problema...

Re: Il vostro orientamento romantico

Messaggio da Athos »

Bianca ha scritto:
gio nov 11, 2021 10:41 am
Era a questo che volevo condurti: dar ragione ad At.
Ma perché? :lol:
Bianca ha scritto:
gio nov 11, 2021 10:41 am
Poi arriva la cena in cui lo vedi sputare le bucce dell’uva nel piatto e se sei forte come dici di essere, ti alzi e te ne vai.
Ho riso più del dovuto.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29153
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Il vostro orientamento romantico

Messaggio da Bianca »

Caro At, continua a ridere…fa così bene.
I motivi per ridere, se non li abbiamo sottomano, dobbiamo cercarli, se ne avvantaggia sia lo spirito che il corpo.

Perché?
Stavo proprio aspettando la Beta….la Regina dei Razionali.

Avatar utente
Beta
Maxi-Mitosi
Messaggi: 236
Iscritto il: lun ago 02, 2021 4:50 pm
Orientamento: Angled Aroace
Genere: Femmina

Re: Il vostro orientamento romantico

Messaggio da Beta »

Athos ha scritto:
gio nov 11, 2021 11:18 am
Bianca ha scritto:
gio nov 11, 2021 10:41 am
Era a questo che volevo condurti: dar ragione ad At.
Ma perché? :lol:
Ma perché no? :P
Bianca ha scritto:
gio nov 11, 2021 10:41 am
Sono certa che sei capace di fare quello che dici ma dimentichi che i rapporti non si svolgono sempre esattamente come negli esempi che tu porti.
Giustissimo :wink: Però qui la conversazione si sposta su un piano diverso: non la qualità, ma il tempo. Tu una determinata caratteristica di una persona potresti non coglierla subito perché la nasconde bene, però prima o poi verrà a galla e a quel punto le opzioni sono due: o è una quisquilia o un tipo di caratteristica (o anche difetto) che puoi sopportare e, quindi, porti avanti il rapporto, oppure è un qualcosa che non puoi sopportare e la cosa finisce (o dovrebbe finire) lì. In altre parole: se tu ti innamori di una persona con certe caratteristiche la quale, però, finge di essere una persona che non è, nel momento in cui scopri chi è veramente, dovresti renderti conto che ti sei innamorata di una persona diversa e che la persona che hai ora di fronte non è quella di cui ti sei innamorata, perché ha finto di essere un'altra persona fino a questo momento. A me è successa una cosa simile con un amico: gli volevo un sacco di bene, ma lui per anni ha finto di essere una persona che non era solo per compiacermi (aveva un debole per me); quando, alla fine, ho scoperto chi era veramente (e, ovviamente, che mi aveva presa in giro per tutto il tempo) gli ho detto di sparire dalla mia vita. Primo: perché io mi fidavo tantissimo di lui ed, evidentemente, la mia fiducia era stata malriposta, visto che lui mi aveva presa in giro (e una cosa che con me non bisogna MAI fare è prendermi peri fondelli); secondo: perché la persona che era veramente a me non piaceva e non la volevo come amica.
Bianca ha scritto:
gio nov 11, 2021 10:41 am
Nel gioco della seduzione invece, c’è simulazione, accondiscendenza persino esagerata, smancerie; puoi incontrare persino quello che ti apre la portiera della macchina e aspetta che tu salga.
Per questo le persone, secondo me, bisogna frequentarle per un bel pezzo per conoscerle bene e, solo dopo, si può dire che ci si è innamorati. Se vedi uno che al primo appuntamento ti piace un casino per i modi e perché ti apre la portiera della macchina e provi qualcosa per quei modi, quella si chiama infatuazione, non innamoramento. Differenza importante che molta gente non capisce.
Bianca ha scritto:
gio nov 11, 2021 10:41 am
Poi arriva la cena in cui lo vedi sputare le bucce dell’uva nel piatto e se sei forte come dici di essere, ti alzi e te ne vai.
Io non mi alzo e me ne vado solo perché non mi piace fare scenate, ma, di certo, non ci esco più :lol: poi, oh, che ne so, magari sputare le bucce dell'uva nel piatto non mi darebbe fastidio, non saprei :lol: :lol: :lol: ok, momento di sdrammatizzazione a parte, se una è coerente, dovrebbe farlo. Io l'ho fatto non per dell'uva, ma perché uno mi aveva trattata male per metà della serata (come dicevo più sopra, se non ricordo male): avevo la tentazione di andarmene (tanto eravamo ciascuno con la propria macchina), ma, proprio perché non mi piace fare scenate, ho concluso la serata e il giorno dopo gli ho detto che non mi era piaciuto il suo comportamento e non ero interessata a proseguire oltre.

Rispondi