Cosa può provare un asessuale aromantico

La sezione dedicata all'attrazione romantica e all'aromanticismo.
Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29080
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Cosa può provare un asessuale aromantico

Messaggio da Bianca »

Non guardare ai tuoi sogni, ai tuoi bisogni, in modo così negativo.

Quickie
Troppo Asexy per AVEN
Messaggi: 532
Iscritto il: ven ago 14, 2015 11:25 am
Orientamento: Asessuale Aromantico
Genere: Agender

Re: Cosa può provare un asessuale aromantico

Messaggio da Quickie »

Concordo con Ed. Questo è il mio modo di sentire. Non è che tutti gli aromantici sono così. Come ti dicevo prima, pur rimanendo una certa istintività, l'amore non romantico è molto più variabile rispetto a quello romantico, perché non segue regole fisiologiche come ad esempio orientamento, determinate sensazioni ben precise o altro, varia molto da persona a persona. Sicuramente una persona aromantica sarà molto diversa da un romantico, ma poi devi considerare il carattere, eventuali esperienze positive o negative, modo di pensare ecc.. anche tra i romantici ci sono persone a cui non glie ne importa niente di trovare una persona, per vari motivi che possono essere anche non negativi, oppure a cui proprio non glie ne frega nulla del prossimo.
Se il problema era ''un aromantico non ama'' questa descrizione smentisce il luogo comune, un aromantico può amare eccome, anzi. Però ognuno è ovviamente diverso e ci saranno aromantici come Anima che cercano un rapporto queerplatonico (non trovandolo e se lo trovano è bene o male come il rapporto asessuale/sessuale, a meno che non trovino un altro aromantico queerplatonico ma statisticamente è ancora più difficile che per un asessuale trovare un altro asessuale) poi ci sono quelli che come me hanno un certo modo di intendere le relazioni, con rapporti esclusivi verso tutti e poi ci saranno anche quelli a cui non importerà molto dei rapporti e si concentreranno in altro, come fanno anche alcuni romantici in realtà. Si, siamo tutti diversi.
Bianca ha scritto:Non guardare ai tuoi sogni, ai tuoi bisogni, in modo così negativo.
Sono d'accordo con Bianca.
Il mio consiglio è vivere al meglio che puoi, senza cercare qualcuno a tutti i costi. Ma se ti capita questa grande opportunità non farti condizionare dalle esperienze passate, fai ciò che ti senti.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29080
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Cosa può provare un asessuale aromantico

Messaggio da Bianca »

Mai dimenticarsi che, nella vita, può sempre succedere qualcosa che non avevamo messo in conto.

Avatar utente
keymaster
A-postolo Asexy
Messaggi: 462
Iscritto il: mer mag 28, 2008 11:58 pm
Orientamento: asessuale, aromantico
Genere: cyborg
Località: Via Lattea, Sistema Solare, 3° pianeta

Re: Cosa può provare un asessuale aromantico

Messaggio da keymaster »

Uhmm, per me la risposta è in una semplice parola: nulla. Personalmente io non avverto alcun sentimento verso altre persone umane nè in questo tempo presente, nè in tempi passati. Ho molto piacere di condividere amicizie e di fornire anche aiuti molto concreti, ma a livello sentimentale sono sempre stato neutrale con chiunque. Apprezzo oltremodo il silenzio assoluto che ho nel mio appartamento durante lunghi periodi della giornata.
Peter: E lei Alice, è mestruata al momento?
Bibliotecario: Scusi, questo che c'entra?
Peter: Non rompiamo! Si inchini alla scienza!

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29080
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Cosa può provare un asessuale aromantico

Messaggio da Bianca »

Tigggggiuro che veramente vorrei conoscerti....
Penso che potrei picchiarti.

Avatar utente
Edward
AVENita di Classe A
Messaggi: 2738
Iscritto il: mar dic 09, 2014 10:49 pm
Orientamento:
Genere: f

Re: Cosa può provare un asessuale aromantico

Messaggio da Edward »

Non confondiamo i sentimenti con il solo amore romantico... Avere della amicizie significa provare dei sentimenti per le persone amiche... altrimenti che amicizie sarebbero?

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29080
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Cosa può provare un asessuale aromantico

Messaggio da Bianca »

Di amici che mi vogliono bene ne ho, qualche volta credo che mi pensino anche, ma l'amore è un'altra cosa.

Avatar utente
Haderian
Asexy
Messaggi: 365
Iscritto il: ven set 16, 2005 7:13 am
Orientamento: omosessuale
Genere: maschio

Re: Cosa può provare un asessuale aromantico

Messaggio da Haderian »

a parte quelli romantici anche io si può' dire che non provi sentimenti verso gli altri pero' mi capita di trovarmi bene con qualcuno e di frequentarlo spesso in certi periodi o di conoscere persone da molti anni e sentirle in qualche modo familiari. di solito cerco di evitare la parola amicizia ma in certi casi mi sembrerebbe strano definirli semplici conoscenti benché' devo ammettere che non si può' dire che io abbia dei veri e propri sentimenti in ambito amicizia.
Bianca ha scritto:Tigggggiuro che veramente vorrei conoscerti....
Penso che potrei picchiarti.
non capisco quanto tu sia seria. perche' pensi che una persona debba per forza provare dei sentimenti verso gli altri?

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29080
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Cosa può provare un asessuale aromantico

Messaggio da Bianca »

In questo caso o in generale?
Non è una cosa che penso solo io...
Tutti pensano che verso gli altri si provino dei sentimenti.
Non per forza, ma perché siamo esseri umani che partecipiamo, condividiamo, capiamo, viviamo emozioni.
Un cane che da tre anni vive in una famiglia, non pensi che ami i diversi componenti?
Noi, siamo leggermente superiori a un cane?

Avatar utente
Edward
AVENita di Classe A
Messaggi: 2738
Iscritto il: mar dic 09, 2014 10:49 pm
Orientamento:
Genere: f

Re: Cosa può provare un asessuale aromantico

Messaggio da Edward »

No, ma scusate, partiamo dalle basi: i sentimenti sono stati d'animo e emozioni che si provano per le persone e persino per le cose: proviamo sentimenti d'amore/affetto (ma anche, perché no, di odio o di chissà cos'altro) per la mamma, il fratello, l'amico, il fidanzato, la moglie, il gatto. Non provare sentimenti in generale è una cosa piuttosto grave che denota disagio psichico.
Dunque io penso che Key abbia usato la parola "sentimenti" intendendo sentimenti di passione e sentimenti romantici, anche perché lui stesso dice di avere amicizie, di voler bene alla famiglia e ai suoi animalini.
Questa discussione parla di cosa può provare un aromantico come Quickie, dunque è chiaro che proverà una serie di emozioni che non fanno parte del comparto romantico.

Io vi chiedo di non associare in via esclusiva la parola "sentimento" o "amore" al solo amore romantico, altrimenti noialtri pare che siamo senza amore e senza sentimenti, che è una cosa proprio brutta che non si può sentire. Ma neanche solo per questo... è un discorso che ho già fatto altre volte.

Secondariamente: non vedo perché, Bianca, dovresti desiderare di picchiare Key, che è una persona che si è posta qui sempre in modo educato, rispettoso, sobrio, senza imporre idee o giudicare gli altri. Vive la sua vita in modo sincero nei confronti di se stesso e degli altri, non fa male a nessuno: non mi pare proprio un modello di vita da condannare, anzi.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29080
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Cosa può provare un asessuale aromantico

Messaggio da Bianca »

Hai sicuramente ragione per quanto dici a proposito di Key...
Anzi, è una persona gentile e simpatica.
Il mio modo di esprimermi, trae in inganno, nel senso che, quando key si pronuncia in modo così distaccato, mi viene voglia di scuoterlo, strapazzarlo, ma con affetto.
Veramente, non c'è in me nessuna condizione malevola nei suo confronti, anzi!
Scusami Key! Ho detto di volerti picchiare, ma intendevo per finta!!!!

Infatti, non è ammissibile che una persona sia priva di sentimenti.
Tutti proviamo sentimenti, che possono essere positivi ma anche negativi.
Devo dirti che lo sforzo di non associare l'espressione "sentimento d'amore" al solo concetto romantico, è notevole.
Sentire affetto, anche su Aven, percepire benevolenza, simpatia, approvazione, aiuta a verificare un sentimento che, pur non nascendo nel modo tradizionale, come noi diamo per scontato, è ugualmente importante, solido e vero e io voglio crederci.

Avatar utente
keymaster
A-postolo Asexy
Messaggi: 462
Iscritto il: mer mag 28, 2008 11:58 pm
Orientamento: asessuale, aromantico
Genere: cyborg
Località: Via Lattea, Sistema Solare, 3° pianeta

Re: Cosa può provare un asessuale aromantico

Messaggio da keymaster »

Bianca ha scritto:Hai sicuramente ragione per quanto dici a proposito di Key...
Anzi, è una persona gentile e simpatica.
Il mio modo di esprimermi, trae in inganno, nel senso che, quando key si pronuncia in modo così distaccato, mi viene voglia di scuoterlo, strapazzarlo, ma con affetto.
Veramente, non c'è in me nessuna condizione malevola nei suo confronti, anzi!
Scusami Key! Ho detto di volerti picchiare, ma intendevo per finta!!!!

Infatti, non è ammissibile che una persona sia priva di sentimenti.
Tutti proviamo sentimenti, che possono essere positivi ma anche negativi.
Devo dirti che lo sforzo di non associare l'espressione "sentimento d'amore" al solo concetto romantico, è notevole.
Sentire affetto, anche su Aven, percepire benevolenza, simpatia, approvazione, aiuta a verificare un sentimento che, pur non nascendo nel modo tradizionale, come noi diamo per scontato, è ugualmente importante, solido e vero e io voglio crederci.
Gentilissima Bianca, come ho indicato in un altro mio messaggio di risposta, sono anche disponibile a ricevere il "picchiamento" (esiste tale termine?) da parte tua :)
Difatti io, essendo un cyborg, separo nettamente le due questioni. Per me il sentimento di amicizia è totalmente separato dal sentimento di affetto sentimentale. Fino ad oggi non ho mai avuto occasione di affrontare il sentimento di affetto sentimentale poiché non ne ho mai avuto interesse e ritengo che tale disinteresse si manterrà perpetuo. Ma per me non cambia nulla. :)
Peter: E lei Alice, è mestruata al momento?
Bibliotecario: Scusi, questo che c'entra?
Peter: Non rompiamo! Si inchini alla scienza!

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29080
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Cosa può provare un asessuale aromantico

Messaggio da Bianca »

Ti picchieró Key, con affetto, ma ti picchierò...

Disinteresse perpetuo?
Attento a te Key, attento a te.

Avatar utente
Haderian
Asexy
Messaggi: 365
Iscritto il: ven set 16, 2005 7:13 am
Orientamento: omosessuale
Genere: maschio

Re: Cosa può provare un asessuale aromantico

Messaggio da Haderian »

Edward ha scritto:Io vi chiedo di non associare in via esclusiva la parola "sentimento" o "amore" al solo amore romantico, altrimenti noialtri pare che siamo senza amore e senza sentimenti, che è una cosa proprio brutta che non si può sentire. Ma neanche solo per questo... è un discorso che ho già fatto altre volte.
Se era riferito al mio post non stavo associando queste parole al solo innamoramento. mi riferivo a questa cosa che ha scritto Keymaster che e' una sua condizione personale come lo e' quella di Quikie, non sono di per se rappresentative dell'aromanticismo
keymaster ha scritto:Personalmente io non avverto alcun sentimento verso altre persone umane nè in questo tempo presente, nè in tempi passati.
con sentimento penso non si intenda qualsiasi emozione o stato d'animo che un individuo può' provare ma un legame affettivo di tipo romantico o non romantico verso qualcuno, si volendo anche verso qualcosa ma penso sia un discorso un po' diverso, qui io mi concentravo sulle relazioni sociali. se non si prova nessuna emozione di solito la cosa e' vissuta come una condizione di profondo malessere, sono d'accordo, mentre se non si creano legami affettivi con nessuno non penso si tratti necessariamente di un disagio psichico.
finche' questa condizione non fa stare male ne se stessi ne gli altri non vedo il problema
Bianca ha scritto:Non è una cosa che penso solo io...
Tutti pensano che verso gli altri si provino dei sentimenti.
Non per forza, ma perché siamo esseri umani che partecipiamo, condividiamo, capiamo, viviamo emozioni.
Un cane che da tre anni vive in una famiglia, non pensi che ami i diversi componenti?
Noi, siamo leggermente superiori a un cane?
non vorrei risultare antipatico ma qui mi sento di fare un po' di retorica.
in generale non considero quello che pensa la maggior parte della gente un metro di giudizio affidabile
di solito si sa che i cani si affezionano a quelli che considerano parte del loro "branco", ci saranno anche cani che non lo fanno in ogni caso questa cosa non ha rilevanza. non penso che abbia senso applicare il concetto di superiorita' in base ai sentimenti che si e' in grado di provare piuttosto all'impegno che ci si mette per considerare il sentire altrui e non solo il proprio. comunque a parte l'OT il discorso si potrebbe fare complicato perche' le cose non sono nettamente separate ma si fondono in modo piutosto complesso.. ultimo commento, non ritengo la specie umana superiore a qualsiasi altra specie, anzi secondo i criteri che ritengo validi per considerare superiore una specie noi siamo di molto inferiori

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29080
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Cosa può provare un asessuale aromantico

Messaggio da Bianca »

Si è qui per dire quello che si pensa e tu non sei assolutamente antipatico!
La realtà è, indipendentemente dal ritenere, che tutti provano dei sentimenti nei confronti degli altri, addirittura si provano nei confronti di persone che neppure si conoscono, basati su impressioni di un attimo, su cose sentite.
Più gli altri ci sono vicini e più i sentimenti diventano reali, veri, importanti.
Ci saranno delle persone, anche vicine a noi, nei confronti delle quali, saremo indifferenti, perchè non li sentiamo in sintonia, non ci piacciono, non ci interessano, ma per altre, ci saranno condivisioni, contatti, fiducia, anche affetto o amore, a volte.

Mi dispiace contraddirti Had, ma la specie umana, è superiore a qualsiasi altra specie, per un particolare: la specie umana può scegliere, decidere, nessuna altra specie può farlo.
Questo la rende responsabile, nei confronti di tutto il resto del creato: noblesse oblige!

Rispondi