Relazioni queerplatoniche

La sezione dedicata all'attrazione romantica e all'aromanticismo.
Avatar utente
AnDieWelt
A-frodite
Messaggi: 1220
Iscritto il: mer mag 30, 2012 1:13 am
Orientamento: Dinosauroafricanonotturnocon6
Genere: occhitrapiantatovicinoabrescia

Re: Relazioni queerplatoniche

Messaggio da AnDieWelt »

Bakeneko ha scritto:
dom giu 13, 2021 5:25 pm
Io penso di aver avuto una relazione queerplatonica per un periodo di tempo.
Per me è un fidanzamento fuori dalla norma, che può essere scambiata per amicizia profondissima o amore platonico. Cioè con l'altra persona c'è un legame esclusivo, si può sempre e in ogni momento contare sull'altro in caso di difficoltà, ma si è come fratello e sorella. Gli altri amici si trovano tutti in un piano inferiore. Al primo posto c'è l'altro. C'è una fortissima complicità e sintonia mentale.
Che tipo di attrazione provo? Difficile da descrivere. È molto vicino all'amore fraterno. Hai presente quei fratelli che sono legatissimi e si difendono e si sostengono in ogni occasione? Non necessariamente c'è attrazione estetica, anche se il forte sentimento molto simile all'amore, può fartelo vedere in modo migliore anche sotto l'aspetto fisico. Per me è molto forte l'attrazione mentale. Ti piace la persona per com'è di carattere, perché quello che esprime è in sintonia con quello che sei tu.
Solo che essendo una cosa esclusiva, un tipo di amore su un altro livello, se io sono donna e l'altro è uomo, non può trovarsi una fidanzata/compagna/moglie, altrimenti la relazione non è esiste più, è come tradimento. Se io sono uomo e l'altra e donna, non può trovarsi un fidanzato/compagno/marito, altrimenti è tradimento. Se io sono donna e lui è uomo, può avere tutti gli amici maschi che vuole. Se io sono uomo e lei è donna, può avere tutte le amiche donne che vuole. Se siamo due uomini, possiamo anche sposarci con una donna e continuare la relazione queerplatonica senza che nessuno stia male. Se siamo due donne, possiamo anche sposarci con un uomo e continuare la relazione queerplatonica senza che nessuno stia male. Al massimo il marito o la moglie che comprende la situazione sosterrà questo tipo di amicizia perché appunto vede l'altro come un fratello o una sorella. Per me funziona così.
Tipo Sherlock e Watson. "Fratelli ma non di sangue". Poi Watson si sposa e sua moglie comprende l'amore fraterno tra i due e lo sostiene.
Non mi è chiarissimo: E' dunque più simile a un "fidanzamento" (termine improprio ma usiamolo per capirci), o a una forte amicizia?
Dapprima hai detto fidanzamento fuori dalla norma - ma la norma quale sarebbe? Ossia, cosa manca rispetto la norma? Perché in giro si può leggere che: ci può essere contatto fisico, ci può essere attrazione estetica, ci può essere esclusività - tutte cose che rendono difficile a quel punto, distinguerlo da una normale relazione (romantica?) insomma la differenza qual'è?
"Che cos'è la castità? Non è la castità una follia? Ma questa follia venne a noi e noi ad essa. Noi abbiamo offerto a questa ospite albergo e cuore: ora essa dimora in noi - e ci resti finche vuole!"

-Così parlò Zarathustra-

Mariii
Maxi-Mitosi
Messaggi: 263
Iscritto il: gio ott 01, 2020 2:53 pm
Orientamento: Asessuale - Omoromantica
Genere: Femmina

Re: Relazioni queerplatoniche

Messaggio da Mariii »

Pdydow_ ha scritto:
lun giu 14, 2021 1:52 pm
Io sento di capirti ^-^
Vedrai che con il tempo troverai chi ti capirà senza neanche che tu te ne accorga ^-^
Una parola Hahaha, grazie comunque 😁👌🏻

Avatar utente
Beta
Maxi-Mitosi
Messaggi: 236
Iscritto il: lun ago 02, 2021 4:50 pm
Orientamento: Angled Aroace
Genere: Femmina

Re: Relazioni queerplatoniche

Messaggio da Beta »

Ciao a tutti! Riporto in auge (spero XD) questo topic :D

Mi stavo documentando sulle QPR e ho visto questo video:



Che mi ha fatto pensare immediatamente che una QPR mi piacerebbe molto. Però stavo riflettendo che mi piacerebbe una relazione con queste caratteristiche (complicità, lealtà, legame molto profondo, fiducia reciproca, il poter contare sempre sull'altro) con una persona sola e mi aspetto che sia lo stesso per l'altro; in pratica, oltre che tutto l'elenco di elementi suddetti, ci sarebbe anche l'elemento dell'esclusività. La QPR non è necessariamente esclusiva, anzi: leggevo che si possono avere più partner QP. Però dal video mi sembrava di capire che la QPR potrebbe anche essere esclusiva ed esclusiva la vede anche bakeneko, che ha risposto alla domanda qualche post più in su. Aggiungete che per me sarebbe importante anche l'attrazione estetica, perché una persona (un uomo, nel mio caso) che io trovo leale, simpatica, di fiducia ecc. ma non mi attira esteticamente, per me rimane nella cosiddetta friendzone (non chiedetemi perché ... funziono così :lol: ). Un discorso al rovescio, invece, faccio per le donne: per me le donne possono essere solo amiche e non riesco a vederle in altro modo; anche con le amiche con cui ho un legame molto profondo e speciale, non mi figuro di andarci a vivere assieme, anche se so di poter contare su di loro in qualunque momento. Vi chiedo quindi un paio di cose:

- la QPR può essere anche esclusiva o comprende intrinsecamente e necessariamente che non lo sia?

- secondo voi, la mia idea di relazione con un uomo con cui c'è una grande fiducia reciproca, rispetto reciproco, lealtà, comprensione, intesa, complicità, attrazione estetica (almeno per me ... lui faccia come crede XD), attrazione platonica/mentale ed esclusività ... è una QPR?

Grazie per le risposte che vorrete darmi! :wink:

Avatar utente
Beta
Maxi-Mitosi
Messaggi: 236
Iscritto il: lun ago 02, 2021 4:50 pm
Orientamento: Angled Aroace
Genere: Femmina

Re: Relazioni queerplatoniche

Messaggio da Beta »

Ah, scusate ... sarà superfluo dirlo, ma ovviamente il sesso non è contemplato in tutto ciò :roll: :lol:

Rispondi