Gray/aromantici: c'è rischio di apparire freddi?

La sezione dedicata all'attrazione romantica e all'aromanticismo.
Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29080
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Gray/aromantici: c'è rischio di apparire freddi?

Messaggio da Bianca »

Tu la fai facile, ma non è così.
Tu hai dimenticato di raccontarci che cosa era successo la sera prima, perché due interpretazioni così diverse dello stesso gesto, devono avere una spiegazione molto chiara.

Per due che si ritrovano al mattino a letto assieme e si conoscono, quindi non si sono incontrati la sera prima, l'interpretazione dei rispettivi gesti, deve essere analoga e non così differente.

Avatar utente
Edward
AVENita di Classe A
Messaggi: 2738
Iscritto il: mar dic 09, 2014 10:49 pm
Orientamento:
Genere: f

Re: Gray/aromantici: c'è rischio di apparire freddi?

Messaggio da Edward »

[rimosso]
Ultima modifica di Edward il ven feb 03, 2017 8:49 pm, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29080
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Gray/aromantici: c'è rischio di apparire freddi?

Messaggio da Bianca »

A me verrebbe da pensare che con questa V non quagliava.
Non avevate gli stessi sentimenti, non pensavate nello stesso modo, non traevate neppure le stesse conclusioni.

Avatar utente
Edward
AVENita di Classe A
Messaggi: 2738
Iscritto il: mar dic 09, 2014 10:49 pm
Orientamento:
Genere: f

Re: Gray/aromantici: c'è rischio di apparire freddi?

Messaggio da Edward »

[rimosso]
Ultima modifica di Edward il ven feb 03, 2017 8:49 pm, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29080
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Gray/aromantici: c'è rischio di apparire freddi?

Messaggio da Bianca »

Nel momento in cui, la vostra relazione, da amicizia è diventata qualcosa di più coinvolgente, la situazione è completamente cambiata.
Quella che definisci sintonia unica, reggeva l'amicizia, non l'amore.
Può succedere.
Quando il sentimento diventa più importante, non è detto che ciò che andava bene prima, vada bene ancora.
Avviene un cambiamento profondo che coinvolge manifestazioni, modo di esprimersi e di comportarsi.
Le due persone sperimentano un altro modo di intendersi, più impegnativo.
Può succedere che ciò che andava bene all'amicizia, all'amore non vada bene.
Ecco il motivo per cui, anche soltanto in uno dei due, viene meno la sincronizzazione.

Avatar utente
Edward
AVENita di Classe A
Messaggi: 2738
Iscritto il: mar dic 09, 2014 10:49 pm
Orientamento:
Genere: f

Re: Gray/aromantici: c'è rischio di apparire freddi?

Messaggio da Edward »

Ma perché "più coinvolgente", "più importante"?
A me sembra che certe volte la dinamica "amorosa" butti fuori atteggiamenti infantili, poco rispettosi verso l'altro, meno duraturi...

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29080
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Gray/aromantici: c'è rischio di apparire freddi?

Messaggio da Bianca »

Perché da amicizia è diventata amore.
Non sono tanto esperta, ma in genere non ci si ritrova a letto con gli amici, altrimenti, sono falsi amici, come quelle espressioni inglesi la cui traduzione ci suona in un modo e invece il significato è un altro.
Quando una persona è immatura, si comporta in linea con il suo livello mentale in qualunque situazione, anche nella dinamica amorosa.
Il poco rispetto, deriva da immaturità, ma anche da maleducazione: nessuno mai ha insegnato a queste persone, oltre che a crescere, anche a comportarsi bene.

Avatar utente
Enfys
Mega-Mitosi
Messaggi: 173
Iscritto il: ven ott 16, 2015 5:36 am

Re: Gray/aromantici: c'è rischio di apparire freddi?

Messaggio da Enfys »

E' un topic interessante, questo. Come è stato già detto, dipende da molti fattori e dalla percezione esterna. Il fatto di apparire freddi, dipende in primo luogo da come la persona con cui ci rapportiamo concepisce i rapporti. Ad esempio, il fatto che sia usanza comune scambiarsi il bacio sulla guancia quando si incontra un amico è visto come segno di affetto e chi non lo fa è freddo, in un certo senso.
Allo stesso modo, nel rapporto tutto dipende da come la persona vede ogni gesto e nel caso di una mancanza di tale gesto, si fa un pensiero sbagliato sul partner.
Mentre stabiliamo quanto sono affettuosi gli aromantici, io suggerisco: se non ce la fate proprio ad essere affettuosi, siate almeno gentili.
Questa frase mi spiazza un pochino... sembra quasi negativa, scusami. Hai per caso avuto qualche esperienza negativa di questo tipo? E...
Sì, si può essere affettuosi anche senza contatto fisico, cominciando con l'essere gentili.
Concordo pienamente che il contatto fisico non è un modo per dimostrare affetto. Per quanto riguarda la gentilezza, dipende da cosa intendi. Se parli di premura e manifestazioni d'affetto di questo tipo, son d'accordo che è un inizio, anzi, anche più; se parli di altro, mi piacerebbe capire cosa intendi.
Mi stavo domando: nelle dimostrazioni d'affetto romantiche i gray romantici e gli aromantici possono apparire freddi agli occhi di romantici e iper-romantici?
Secondo voi l'aver difficoltà a mostrarsi caldi è una caratteristica che dipende anche dall'orientamento romantico o solo dalla psicologia individuale?
Penso che l'impatto più decisivo lo abbia la psicologia, più che l'orientamento. Alla fin fine, l'orientamento determina se siamo attratti da qualcuno o meno, perciò non penso che sia quella la componente più rilevante; magari ha una piccola percentuale nel definire una persona calda o meno. Invece, la psicologia, o meglio, la natura di una persona ha un'influenza nettamente maggiore. Ad esempio, l'essere introverso od estroverso può incidere.

Ciò che in realtà determina una persona come calda o fredda, come dicevo prima, dipende da come si considera tali concetti. Se si osservassero i dettagli, si potrebbe capire molto più di quanto non viene detto. Per me una persona potrebbe non abbracciarmi o dirmi cose tenere (per fare un esempio), ma se si preoccupa per me e si assicura che io stia sempre bene, questo significa che tiene a me. Ma bisogna accorgersi di questi dettagli, delle cose non dette o fatte... solo, non tutti prestano attenzione a queste cose e ci si sofferma sulle apparenze.
(chiedo venia per l'off topic)

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29080
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Gray/aromantici: c'è rischio di apparire freddi?

Messaggio da Bianca »

La mia espressione che tu riporti per prima, in realtà, può essere rivolta a tutti.
Ci sono delle persone che per pudore, timidezza, carattere, non riescono ad essere affettuose.
Allora, a queste persone io dico: se l'affettuosità non fa parte di voi, almeno, siate gentili, perchè chi vi ama, si aspetta ogni tanto una gentilezza, che può asostituire quei gesti di affetto che voi non siete capaci di dare.
Ma ti assicuro che, quel voi, comprende tutti, senza distinzioni.
Soltanto negli ultimi dieci anni io ho imparato a cogliere nell'altro, le cose che contano, che non sono sempre affettuosità, come baci, abbracci, carezze, buffetti sulle guance.
Ognuno di noi dà come può e sa.
Io ho sofferto molto per la mancanza di gesti affettuosi esterni, fino a quando ho capito che c'erano delle interiorità profonde che ciascuno dimostra a modo suo: bisogna saperle cogliere; diversamente, ci si priva di cose più importanti dell'esteriorità.
Ora capisco che ci vuole intuito, sensibilità, comprensione, pazienza; elementi che io, soltanto più tardi, ho imparato ad utilizzare.

Sono d'accordo, quindi, con la tua affermazione finale: cogliere le cose importanti, quelle che ti fanno capire che nei tuoi confronti c'è preoccupazione, c'è desiderio che tu stia bene, senza puntare tutto sull'esteriorità.
Mi viene in mente una riflessione che a volte mi è capitato di fare...
Si vorrebbero gesti esteriori, per una piccola rivalsa verso gli altri: vedete quanto sono amata? Vedete quanto è affettuoso con me?
Qualche volta ho invidiato un po' delle donne che avevano accanto uomini che, in pubblico, le ricoprivano di bacini, carezze, abbracci, frasi romantiche.
Ricordo, in particolare, un viaggio a Cuba....
Eravamo in 15. Con noi c'era, tra gli altri, un senologo con la seconda compagna/moglie che si chiamava proprio come me.
Un giorno, mentre eravamo tutti già sul pulmino pronti per partire, la mia omonima si attardava con alcuni venditori...
La nostra accompagnatrice, la chiamò, esortandola a salire.
Il medico, già seduto al suo posto, ammonì, scherzosamente la guida dicendole: lascia tranquilla la mia Bianca che sta contrattando!!!
Alcuni giorni dopo, in un contesto analogo, quella che faceva aspettare gli altri, ero io....
Mio marito si affacciò alla porta del bus e ad alta voce disse: ti vuoi sbrigare che siamo tutti qui che aspettiamo te!?!?
Quando fui seduta al mio posto, sussurrai a mio marito: per avere dei privilegi, bisogna essere la seconda........
Era vero....ma non era vero.................

Avatar utente
Enfys
Mega-Mitosi
Messaggi: 173
Iscritto il: ven ott 16, 2015 5:36 am

Re: Gray/aromantici: c'è rischio di apparire freddi?

Messaggio da Enfys »

Tranquilla, sapevo che non ti riferivi a me in particolare.
Solo, mi lasciava di stucco perché solitamente ti rivolgi dolcemente e il tono della frase sembrava quasi di biasimo.
Comunque, comprendo perfettamente cosa intendevi e ritengo che tu abbia ragione. Forse non ci arrivano, nel senso che non essendo abituati o ritenendo che sia un gesto inutile, non si pongono il problema. Dovrebbero impararlo, magari attraverso il confronto col partner, perché da quanto ho capito per esperienza, la gente a volte non ci arriva proprio e ha bisogno di un promemoria verbale ogni tanto.

Non ho capito la questione dei privilegi e mi dispiace per la situazione, che sarà stata sicuramente (un pochino) imbarazzante.
Questo dipende, più che da una questione di affetto, dal tatto, cioè, nel capire che è una situazione che mette a disagio chi si trova. Così come lui era a disagio perché tu stavi facendo tardi e gli altri aspettavano te, è stato imbarazzante per te essere chiamata a quel modo, come un genitore che rimprovera una bambina. Sì, sotto un certo punto di vista è proprio la gentilezza che dici tu, quindi comprendo meglio adesso a cosa ti riferisci.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29080
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Gray/aromantici: c'è rischio di apparire freddi?

Messaggio da Bianca »

I torinesi, non sono mai tanto espansivi e mio marito era veramente un torinese, come lo era la sua famiglia.
I miei suoceri mi hanno amata molto, hanno avuto grande stima di me, ma sempre senza smancerie o complimenti eccessivi.
Alla luce dell'oggi, mi dispiace di essermela presa per cose che ho ritenuto mancanze da parte sua.
Avessi valutato meglio prima, mi sarei evitata delle sofferenze: mio marito è sicuramente la persona che più mi ha amata in assoluto e che più ha saputo apprezzare le mie qualità ed essere indulgente con i miei difetti.

La mia battuta sui privilegi, voleva dire che "le seconde", vengono sempre trattate meglio delle prime, proprio perchè si cercano di evitare gli errori che si sono fatti in precedenza.
Nel mio caso ero la prima, sono rimasta l'unica e quindi.........non era necessario avere maggiori riguardi :)

Avatar utente
Enfys
Mega-Mitosi
Messaggi: 173
Iscritto il: ven ott 16, 2015 5:36 am

Re: Gray/aromantici: c'è rischio di apparire freddi?

Messaggio da Enfys »

Capisco.
Tu avevi un'altra idea riguardo il modo di manifestare l'affetto, perciò ti sei basata su quello per giudicare l'affetto percepito. Era il tuo mezzo per comprendere il prossimo.

Ho capito. Sì, in effetti, la seconda volta si cerca di aggiustare ciò che non andava bene la prima volta... una battuta molto arguta e sottile!

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29080
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Gray/aromantici: c'è rischio di apparire freddi?

Messaggio da Bianca »

Sono una persona normalmente affettuosa.
C'è chi lo è poco e chi non lo è per niente.
Ci sono persone che mettono il loro interessamento per l'altro, nelle cose che fanno, più che in gesti esterni.
Sono fedeli, responsabili, seri, ma noi a volte, aspettiamo la carezza, il complimento, il gesto gentile.
Ci vuole molto tempo per capire davvero una persona e quando si arriva a capirla, scopri che è già un po' diversa.

Per quanto riguarda la seconda, io noto che sono presenti tutte quelle smancerie che con la prima non c'erano.
Come fosse un modo di ostentare e dire: sì, io ho un fallimento alle spalle, ma adesso, ci ho proprio azzeccato.

Rispondi