-

La sezione dedicata all'attrazione romantica e all'aromanticismo.
Rispondi
andrr

-

Messaggio da andrr »

_
Ultima modifica di andrr il sab apr 10, 2021 8:04 pm, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
AnDieWelt
A-frodite
Messaggi: 1144
Iscritto il: mer mag 30, 2012 1:13 am
Orientamento: Dinosauroafricanonotturnocon6
Genere: occhitrapiantatovicinoabrescia

Re: Prendersi una cotta per una persona aromantica

Messaggio da AnDieWelt »

Una questione è la mancanza di indipendenza: un rapporto che preserva l'individualità e l'indipendenza non significa aromantico. Rapporto aromantico per quanto ne so è una amicizia. Può essere speciale? Si, esistono le amicizie speciali ma non è esattamente chiaro quale tipo di rapporto ambisci tu o cosa intendi per speciale.

Altro discorso è la dichiarata incapacità di provare "affetto" (dove per affetto immagino si intenda amore romantico), in tal caso forse non direi impossibile, le persone evolvono e possono scoprire cose di se che non conoscono se decidono di mettersi in gioco, ma non è qualcosa alla quale punterei, specialmente se ha espresso una volontà contraria.
"Che cos'è la castità? Non è la castità una follia? Ma questa follia venne a noi e noi ad essa. Noi abbiamo offerto a questa ospite albergo e cuore: ora essa dimora in noi - e ci resti finche vuole!"

-Così parlò Zarathustra-

andrr

Re: Prendersi una cotta per una persona aromantica

Messaggio da andrr »

-
Ultima modifica di andrr il sab apr 10, 2021 8:04 pm, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
AnDieWelt
A-frodite
Messaggi: 1144
Iscritto il: mer mag 30, 2012 1:13 am
Orientamento: Dinosauroafricanonotturnocon6
Genere: occhitrapiantatovicinoabrescia

Re: Prendersi una cotta per una persona aromantica

Messaggio da AnDieWelt »

Chiaro, ognuno ha un po' il suo modo di vivere le relazioni, non è necessario che sia "convenzionale" (che poi non necessariamente è così) perché sia romantico. Non c'è un semplice criterio obiettivo per stabilire se la relazione romantica o no e starà a ogni coppia stabilire quali sono le loro "regole" in quanto impegno, esclusività, e cose così.
Ma se vuoi la mia, la discriminante è proprio il sentimento stesso e la sua qualità: hai parlato di cotta quindi presumibilmente un sentimento qualitativamente diverso dall'amore puramente amicale. E non è detto che possa ricambiarlo, stando a quanto dice. Quindi al limite il rischio più che riguardante il tipo di rapporto è che possa esserci un divario tra i sentimenti tuoi e i suoi, questo potrebbe generare dei problemi potenzialmente.
"Che cos'è la castità? Non è la castità una follia? Ma questa follia venne a noi e noi ad essa. Noi abbiamo offerto a questa ospite albergo e cuore: ora essa dimora in noi - e ci resti finche vuole!"

-Così parlò Zarathustra-

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 27831
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Prendersi una cotta per una persona aromantica

Messaggio da Bianca »

Di asessuali e aromantici deve essercene in giro un certo numero, incontrarne uno ed innamorarmene, può essere, almeno inizialmente, una situazione inconsapevole.
Poi intuisci e scopri che nessun essere umano, per quanto difficile gli sia la vita, può trovarsi in una situazione più dolorosa di questa: non essere in grado di amare, nè con il cuore, nè con il corpo.
Avere una mente, magari geniale, che non si impegna in nessun modo per uscire (modificare, correggere) da questa situazione, la aggrava ulteriormente.

L’espressione “prendersi una cotta” è riduttiva e deve essere lasciata agli anni dell’adolescenza (Il tempo delle mele, insegna)
Da adulti si parla di affetto profondo, desiderio di impegno e dedizione, altrimenti si resta eternamente bambini.

Quindi, arriva il tempo dei cachi, che non hanno plurale e singolare e neppure il maschile e il femminile; maturano in pieno inverno, su piante piene di brina e vogliono il calore di mani tese.

Rispondi