Decoro / inefficienze nella città di Roma

Per le discussioni più serie, di carattere etico, politico, morale, religioso e quant'altro. Si raccomanda la serietà e il rispetto delle opinioni altrui.
Rispondi
Avatar utente
keymaster
A-postolo Asexy
Messaggi: 462
Iscritto il: mer mag 28, 2008 11:58 pm
Orientamento: asessuale, aromantico
Genere: cyborg
Località: Via Lattea, Sistema Solare, 3° pianeta

Decoro / inefficienze nella città di Roma

Messaggio da keymaster »

Desidero confrontarmi con voi partecipanti di questo forum sulla questione ormai alla cronaca internazionale del decoro e delle inefficienze nella città di Roma.
Ad iniziare dalla questione del trasporto pubblico, nei giorni scorsi, a seguito delle situazioni di forti tensioni tra passeggeri e personale di macchina delle linee metropolitane, ho inviato molti messaggi di avviso per sconsigliare a chiunque di recarsi a Roma, ad ogni titolo, stante la mancanza di sicurezza pubblica nel trasporto metropolitano. Ad oggi continuo a leggere indicazioni di "forti ritardi" su almeno una delle tre principali linee di trasporto metropolitano. Per di più leggo che non viene garantita, all'interno delle vetture sia di superficie che di sotterrana, la refrigerazione, necessaria a mitigare le temperature "africane".

Venendo a trattare anche l'argomento della pubblica sicurezza in senso generale, leggo report molto importanti circa la costante presenza di persone dedite al borseggio ed al raggiro nelle aree di stazione e la vendita di merce di provenienza illecita nelle aree di maggiore pregio turistico/archeologico. E' chiaro che una parte delle persone dedite alla vendita di merce di provenienza illecita sono provenienti da aree "disagiate" del nostro piccolo pianeta e vengono "ingaggiate" da organizzazioni a delinquere, non avendo migliori possibilità di impiego. Pur comprendendo il lato umano di queste persone immigrate irregolarmente, non si può consentire loro di foraggiare attività illecite di qualunque tipologia.

Mi viene in mente anche la qualità dell'asfaltatura di molte strade, spesso molto approssimativa che viene a deteriorarsi in breve tempo dal precedente intervento di "riparazione". Strade non sicure espongono gli utenti, soprattutto con motoveicoli a rischi davvero importanti. Pochi giorni fa è stato documentato da organi di informazione, dell'indagine di un ministero pubblico sulla composizione del bitume, utilizzato per tali attivitò di riparazione e ri-asfaltatura. Personalmente non ci sono parole per commentare situazioni come queste, in cui si mette a rischio la sicurezza collettiva.

Anche la pulizia risulta essere poco efficiente, con accumulo di pattume in varie zone anche centrali, con possibili rischi di pubblica salute, sempre in funzione delle alte temperature. In tale questione è necessario, a mio avviso, menzionare anche la mentalità della maggioranza dei residenti, che non vede l'importanza di un corretto conferimento. Porto un esempio di quanto accade nella mia zona tirolese, che dovrebbe essere la normalità. Il conferimento del cartone da imballo qui viene accettato unicamente se privo di qualunque traccia di nastro adesivo. In molte aree ove sono presenti bidoni per il conferimento differenziato, sono anche presenti impianti di videoregistrazione per monitorare il corretto conferimento.

Dal mio punto di vista, queste ed altre situazioni che non ho menzionato, hanno raggiunto un livelli di criticità tale da rendere difficilissima qualunque opera di superamento dei problemi, quali che siano gli orientamenti politici dei vari amministratori.
Da queste situazioni forse si potrebbe uscire con leggi "di guerra" da parte del governo italiano, che sospendano alcuni garanzie costituzionali, poiché le modalità con cui hanno operato, per moltissimi anni, le cosiddette "istituzioni democratiche" ha portato danni incalcolabili.
Personalmente ritengo che gli italiani siano mentalmente inadatti all'auto-governo e la predisposizione alla corruzione e la scarsissima educazione civica lo dimostra. Se fosse possibile, si dovrebbero passare ad amministrazioni internazionali tutte le posizioni italiane di particolare rilevanza.
Peter: E lei Alice, è mestruata al momento?
Bibliotecario: Scusi, questo che c'entra?
Peter: Non rompiamo! Si inchini alla scienza!

Avatar utente
SilverKitsune
z = z² + c
Messaggi: 9690
Iscritto il: ven apr 15, 2011 6:03 pm
Orientamento: Asessuale
Genere: Demiguy / Non-binario
Località: Monte Argento

Re: Decoro / inefficienze nella città di Roma

Messaggio da SilverKitsune »

Posso confermare che la metro è una schifezza, praticamente meno affidabile degli autobus di periferia (e la dice lunga). Oggi ho dovuto aspettare la linea B per 20 minuti dal ritorno dal lavoro. VENTI!!!

Come disse un uomo saggio, con cui concordo pienamente: "Gli italiani non sono capaci di gestire il pubblico. Si dovrebbe privatizzare tutto." Io AMO il servizio pubblico... quel che odio è che viene strumentalizzato ai fini della tracotanza di pochi, e questo è molto peggio di una privatizzazione estrema, in cui l'interesse dell'owner di un servizio avrebbe quantomeno la decenza di assicurarsi - per suo rendiconto personale - che funzioni come deve.
"I see now that the circumstances of one's birth are irrelevant; it is what we do with the gift of life that makes us who we are."

MBTI: INTJ

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29086
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Decoro / inefficienze nella città di Roma

Messaggio da Bianca »

Dirigenti strapagati, riescono a ridurre una capitale e il relativo aeroporto, in quello stato.
Perché continuiamo a consentirlo?

Avatar utente
Ayr
A-ssolutamente Fantastico
Messaggi: 96
Iscritto il: gio lug 16, 2015 10:30 am
Orientamento: Demisexual
Genere: A-typical m
Località: Piemonte

Re: Decoro / inefficienze nella città di Roma

Messaggio da Ayr »

Bianca ha scritto:Perché continuiamo a consentirlo?
E' ciò che mi domando sempre ogni volta che osservo un'ingiustizia, e capita abbastanza spesso.

Ma soprattutto, facendo un passo ulteriore, mi domando: come potremmo fare per impedirlo?

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29086
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Decoro / inefficienze nella città di Roma

Messaggio da Bianca »

Anch'io!
Mi viene da pensare al '68, alle Brigate Rosse, uno sbaglio dietro l'altro, una violenza che ha colpito a caso, eliminando belle persone. Per avere cosa?
E dire che allora di persone che valevano ce n'erano parecchie. Adesso chi c'è? Vanno al Governo soltanto allo scopo di sistemarsi per sempre.

Avatar utente
Edward
AVENita di Classe A
Messaggi: 2738
Iscritto il: mar dic 09, 2014 10:49 pm
Orientamento:
Genere: f

Re: Decoro / inefficienze nella città di Roma

Messaggio da Edward »

La politica in Italia è una fonte facile di tanto tanto denaro. Se circolassero meno soldi, ci sarebbe più gente davvero appassionata di politica, invece è piena di gente che vuole stra-sistemarsi.
E gli italiani staranno a guardare fino a quando non arriveremo a toccare davvero il fondo.

Fosse per me, voterei per una bella invasione barbarica.

Avatar utente
Ayr
A-ssolutamente Fantastico
Messaggi: 96
Iscritto il: gio lug 16, 2015 10:30 am
Orientamento: Demisexual
Genere: A-typical m
Località: Piemonte

Re: Decoro / inefficienze nella città di Roma

Messaggio da Ayr »

Almeno nel '68 le persone sentivano il bisogno di fare qualcosa, positivo o negativo che fosse, ma almeno si trattava solo di incanalare la passione verso qualcosa di buono.

Ora sembra che non ci sia più nessun fuoco ad alimentare l'anima della società odierna, è tutto desolatamente morto.

eirikur
A-frodite
Messaggi: 1000
Iscritto il: gio ott 03, 2013 1:50 pm

Re: Decoro / inefficienze nella città di Roma

Messaggio da eirikur »

keymaster ha scritto:Desidero confrontarmi con voi partecipanti di questo forum sulla questione ormai alla cronaca internazionale del decoro e delle inefficienze nella città di Roma.
Ad iniziare dalla questione del trasporto pubblico, nei giorni scorsi, a seguito delle situazioni di forti tensioni tra passeggeri e personale di macchina delle linee metropolitane, ho inviato molti messaggi di avviso per sconsigliare a chiunque di recarsi a Roma, ad ogni titolo, stante la mancanza di sicurezza pubblica nel trasporto metropolitano. Ad oggi continuo a leggere indicazioni di "forti ritardi" su almeno una delle tre principali linee di trasporto metropolitano. Per di più leggo che non viene garantita, all'interno delle vetture sia di superficie che di sotterrana, la refrigerazione, necessaria a mitigare le temperature "africane".

Venendo a trattare anche l'argomento della pubblica sicurezza in senso generale, leggo report molto importanti circa la costante presenza di persone dedite al borseggio ed al raggiro nelle aree di stazione e la vendita di merce di provenienza illecita nelle aree di maggiore pregio turistico/archeologico. E' chiaro che una parte delle persone dedite alla vendita di merce di provenienza illecita sono provenienti da aree "disagiate" del nostro piccolo pianeta e vengono "ingaggiate" da organizzazioni a delinquere, non avendo migliori possibilità di impiego. Pur comprendendo il lato umano di queste persone immigrate irregolarmente, non si può consentire loro di foraggiare attività illecite di qualunque tipologia.

Mi viene in mente anche la qualità dell'asfaltatura di molte strade, spesso molto approssimativa che viene a deteriorarsi in breve tempo dal precedente intervento di "riparazione". Strade non sicure espongono gli utenti, soprattutto con motoveicoli a rischi davvero importanti. Pochi giorni fa è stato documentato da organi di informazione, dell'indagine di un ministero pubblico sulla composizione del bitume, utilizzato per tali attivitò di riparazione e ri-asfaltatura. Personalmente non ci sono parole per commentare situazioni come queste, in cui si mette a rischio la sicurezza collettiva.

Anche la pulizia risulta essere poco efficiente, con accumulo di pattume in varie zone anche centrali, con possibili rischi di pubblica salute, sempre in funzione delle alte temperature. In tale questione è necessario, a mio avviso, menzionare anche la mentalità della maggioranza dei residenti, che non vede l'importanza di un corretto conferimento. Porto un esempio di quanto accade nella mia zona tirolese, che dovrebbe essere la normalità. Il conferimento del cartone da imballo qui viene accettato unicamente se privo di qualunque traccia di nastro adesivo. In molte aree ove sono presenti bidoni per il conferimento differenziato, sono anche presenti impianti di videoregistrazione per monitorare il corretto conferimento.

Dal mio punto di vista, queste ed altre situazioni che non ho menzionato, hanno raggiunto un livelli di criticità tale da rendere difficilissima qualunque opera di superamento dei problemi, quali che siano gli orientamenti politici dei vari amministratori.
Da queste situazioni forse si potrebbe uscire con leggi "di guerra" da parte del governo italiano, che sospendano alcuni garanzie costituzionali, poiché le modalità con cui hanno operato, per moltissimi anni, le cosiddette "istituzioni democratiche" ha portato danni incalcolabili.
Personalmente ritengo che gli italiani siano mentalmente inadatti all'auto-governo e la predisposizione alla corruzione e la scarsissima educazione civica lo dimostra. Se fosse possibile, si dovrebbero passare ad amministrazioni internazionali tutte le posizioni italiane di particolare rilevanza.
sei stato a Roma?

Avatar utente
keymaster
A-postolo Asexy
Messaggi: 462
Iscritto il: mer mag 28, 2008 11:58 pm
Orientamento: asessuale, aromantico
Genere: cyborg
Località: Via Lattea, Sistema Solare, 3° pianeta

Re: Decoro / inefficienze nella città di Roma

Messaggio da keymaster »

Le attuali generazioni di amministratori pubblici italiani sono di mentalità eccessivamente incline all'inefficienza e alla corruzione, come riporta il rapporto di Trasparency International (http://issuu.com/transparencyinternatio ... 6/10375881) che pone la nazione italiana al 69° posto, al medesimo livello di corruzione della nazione Swaziland e della nazione Senegal. Questa situazione si ripercuote sulle modalità di amministrare grandi centri urbani. Per di più la popolazione italiana dimostra di non avere rispetto per le infrastruture pubbliche, dato che vengono costantemente vandalizzate.

Poiché quindi gli amministratori italiani si sono rivelati causa del problema, la soluzione è semplice ed altrettanto radicale. Ad iniziare dalla città di Roma per 10 anni (ovvero due legislature) si esegue un commissariamento dell'amministrazione ponendo la stessa in gestione ad una entità internazionale composta da danesi, norvegesi, finlandesi e svizzeri. Unica lingua ammessa all'interno dell'entità internazionale di commissariamento l'inglese. Tale entità internazionale dovrebbe altresì disporre di poteri non appellabili presso i vari TAR o altri bizzarri organi amministrativi dello stato iitaliano. Ciò in quanto tantissime inefficienze italiane nascono da controversie tra amministrazioni e privati che portano a contenziosi presso TAR e consigli di stato per mesi o anni. Nel frattempo le attività / opere deliberate vengono sospese o non avviate.
Personalmente ritengo che solamente rimuovendo gli italiani da incarichi di amministrazione, e rendendo tutte le decisioni inappellabili si possa eliminare alla radice il problema della corruzione e delle decisioni inefficaci.

Peccato che ciò rimarrà un ideale e gli italiani continueranno la loro opera di autodistruzione delle città e dei territori in cui essi stessi vivono... (come non menzionare anche il segreto dello stato italiano, per 17 anni, verso le dichiarazioni del sig. Carmine Schiavone relative al più grande evento di inquinamento di sottosuolo della storia dell'umanità...)
Peter: E lei Alice, è mestruata al momento?
Bibliotecario: Scusi, questo che c'entra?
Peter: Non rompiamo! Si inchini alla scienza!

morrissey96
Maxi-Mitosi
Messaggi: 217
Iscritto il: sab set 20, 2014 12:18 am
Orientamento: asessuale
Genere: maschio

Re: Decoro / inefficienze nella città di Roma

Messaggio da morrissey96 »

keymaster ha scritto:Le attuali generazioni di amministratori pubblici italiani sono di mentalità eccessivamente incline all'inefficienza e alla corruzione, come riporta il rapporto di Trasparency International (http://issuu.com/transparencyinternatio ... 6/10375881) che pone la nazione italiana al 69° posto, al medesimo livello di corruzione della nazione Swaziland e della nazione Senegal. Questa situazione si ripercuote sulle modalità di amministrare grandi centri urbani. Per di più la popolazione italiana dimostra di non avere rispetto per le infrastruture pubbliche, dato che vengono costantemente vandalizzate.

Poiché quindi gli amministratori italiani si sono rivelati causa del problema, la soluzione è semplice ed altrettanto radicale. Ad iniziare dalla città di Roma per 10 anni (ovvero due legislature) si esegue un commissariamento dell'amministrazione ponendo la stessa in gestione ad una entità internazionale composta da danesi, norvegesi, finlandesi e svizzeri. Unica lingua ammessa all'interno dell'entità internazionale di commissariamento l'inglese. Tale entità internazionale dovrebbe altresì disporre di poteri non appellabili presso i vari TAR o altri bizzarri organi amministrativi dello stato iitaliano. Ciò in quanto tantissime inefficienze italiane nascono da controversie tra amministrazioni e privati che portano a contenziosi presso TAR e consigli di stato per mesi o anni. Nel frattempo le attività / opere deliberate vengono sospese o non avviate.
Personalmente ritengo che solamente rimuovendo gli italiani da incarichi di amministrazione, e rendendo tutte le decisioni inappellabili si possa eliminare alla radice il problema della corruzione e delle decisioni inefficaci.










Ma dai te li immagini a Testaccio,a Trastevere a parlare inglese?"At the soul of your death",tradotto "Ma all'anima de li mor***** tua!
Seriamente le misure che proponi sono stile "1984",impraticabili,fantascientifiche ed ingiuste verso il popolo romano ed italiano,che,anche sbagliando,anche autodisyruggendosi,deve avere sempre il diritto di scegliere i propri governanti.
Quoto Eirikur,non fidarti troppo di giornali,tg e compagnia bella,Roma è una cittá che ha i suoi problemi,ultimamente anche belli grossi,ma più o meno a quelli di una grande cittá qualsiasi,da come la descrivono sembra una zona di guerra.
E allora.Diciamo che l'attuale sindaco è persona non gradita perfino all'interno del suo stesso schieramento,le opposizioni giustamente ci sguazzano,ed ecco che i reali problemi vengono strumentalizzati ed ingigantiti per colpire l'amministrazione comunale

Peccato che ciò rimarrà un ideale e gli italiani continueranno la loro opera di autodistruzione delle città e dei territori in cui essi stessi vivono... (come non menzionare anche il segreto dello stato italiano, per 17 anni, verso le dichiarazioni del sig. Carmine Schiavone relative al più grande evento di inquinamento di sottosuolo della storia dell'umanità...)

Avatar utente
keymaster
A-postolo Asexy
Messaggi: 462
Iscritto il: mer mag 28, 2008 11:58 pm
Orientamento: asessuale, aromantico
Genere: cyborg
Località: Via Lattea, Sistema Solare, 3° pianeta

Re: Decoro / inefficienze nella città di Roma

Messaggio da keymaster »

Gentile Morrissey, la mia proposta è dettatata dal fatto che gli italiani siano bravissimi in tanti settori, ma nella politica, soprattutto le ultime generazioni, si sono rivelate essere un flagello dell'umanità. L'uso della lingua inglese ho indicato essere necessaria unicamente per le comunicazioni inerenti l'attività commissariale, da parte di tale entità internazionale.
Per menzionare quanto gli italiani siani politicamente pericolosi, basta ricordate quanto accaduto, nel corso degli ultimi 150 anni nella città di Napoli. Napoli è stata una città esempio di sviluppo e progresso fin quando è stata gestita dalla dinastia borbonica. Occupato il territorio da parte dei militari piemontesi, Napoli è divenuta, lentamente, una città insicura, da cui è nata una associazione a delinquere di stampo mafioso. Per altro la più spietata e diffusa organizzazione terroristica attualmente presente in questo piccolo pianeta è di origine calabrese/italiana e si chiama 'ndrangheta (i componenti dell'IS hanno poca rilevanza in confronto alla brutalità degli affiliati a tale mafia).
Per avere a Roma ordine e pulizia, l'amministrazione deve essere gestita da persone non italiane. Non c'è altra soluzione possibile. Tra qualche decina di anni, quando la città sarà totalmente degradata, sarà il pensiero della maggioranza dei residenti.
Peter: E lei Alice, è mestruata al momento?
Bibliotecario: Scusi, questo che c'entra?
Peter: Non rompiamo! Si inchini alla scienza!

morrissey96
Maxi-Mitosi
Messaggi: 217
Iscritto il: sab set 20, 2014 12:18 am
Orientamento: asessuale
Genere: maschio

Re: Decoro / inefficienze nella città di Roma

Messaggio da morrissey96 »

keymaster ha scritto:Gentile Morrissey, la mia proposta è dettatata dal fatto che gli italiani siano bravissimi in tanti settori, ma nella politica, soprattutto le ultime generazioni, si sono rivelate essere un flagello dell'umanità. L'uso della lingua inglese ho indicato essere necessaria unicamente per le comunicazioni inerenti l'attività commissariale, da parte di tale entità internazionale.
Per menzionare quanto gli italiani siani politicamente pericolosi, basta ricordate quanto accaduto, nel corso degli ultimi 150 anni nella città di Napoli. Napoli è stata una città esempio di sviluppo e progresso fin quando è stata gestita dalla dinastia borbonica. Occupato il territorio da parte dei militari piemontesi, Napoli è divenuta, lentamente, una città insicura, da cui è nata una associazione a delinquere di stampo mafioso. Per altro la più spietata e diffusa organizzazione terroristica attualmente presente in questo piccolo pianeta è di origine calabrese/italiana e si chiama 'ndrangheta (i componenti dell'IS hanno poca rilevanza in confronto alla brutalità degli affiliati a tale mafia).
Per avere a Roma ordine e pulizia, l'amministrazione deve essere gestita da persone non italiane. Non c'è altra soluzione possibile. Tra qualche decina di anni, quando la città sarà totalmente degradata, sarà il pensiero della maggioranza dei residenti.

Con questo criterio le cittá brasiliane,messicane,colombiane ecc. dovrebbero subire lo stesso trattamento se non di peggio.
Rinnovo il mio invito a discriminare bene tra la percezione della realtá per via indiretta e la realtá stessa,perchè spesso non combaciano.

Avatar utente
keymaster
A-postolo Asexy
Messaggi: 462
Iscritto il: mer mag 28, 2008 11:58 pm
Orientamento: asessuale, aromantico
Genere: cyborg
Località: Via Lattea, Sistema Solare, 3° pianeta

Re: Decoro / inefficienze nella città di Roma

Messaggio da keymaster »

morrissey96 ha scritto: Con questo criterio le cittá brasiliane,messicane,colombiane ecc. dovrebbero subire lo stesso trattamento se non di peggio.
Rinnovo il mio invito a discriminare bene tra la percezione della realtá per via indiretta e la realtá stessa,perchè spesso non combaciano.
Per quanto attiene la situazione presso la città di Roma, seguo spesso il blog http://www.romafaschifo.com che fornisce molte informazioni su tutti i problemi più rilevanti ed ascolto in streaming emittenti radiofoniche del territorio di Roma, quali "Radio Roma capitale" e "RTR 99". Sono emittenti che non trattano di sport ma di cronaca anche in modo "politicamente scorretto". Ho una mentalità particolarmente rigorosa, per quanto attiene il rispetto delle regole e l'educazione. Il mio modello amministativo sono i cantoni svizzeri, in particolare quelli di lingua tedesca. Un aspetto positivo del territorio trentino-tirolese in cui mi trovo sono le tradizioni austriache che sono sopravvissute persino al periodo della repressione fascista verso la popolazione di lingua tedesca. In particolare la possibilità per i ragazzi dai 10 anni di età di entrare a far parte di squadre di allievi pompieri volontari. In questo modo imparano le vere regole della difesa civile del territorio e molte attività tipiche del servizio antincendio. Di seguito un esempio di simulazioni svolte dai ragazzi allievi pompieri trentino-tirolesi: https://www.youtube.com/watch?v=8VrmCvSAyBQ
Peter: E lei Alice, è mestruata al momento?
Bibliotecario: Scusi, questo che c'entra?
Peter: Non rompiamo! Si inchini alla scienza!

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29086
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Decoro / inefficienze nella città di Roma

Messaggio da Bianca »

Be, se parliamo di rigore tedesco...ci inchiniamo alla scienza...
Bisogna anche dire che una città non dipende solo da chi comanda, ma anche da chi ci abita.

morrissey96
Maxi-Mitosi
Messaggi: 217
Iscritto il: sab set 20, 2014 12:18 am
Orientamento: asessuale
Genere: maschio

Re: Decoro / inefficienze nella città di Roma

Messaggio da morrissey96 »

keymaster ha scritto:
morrissey96 ha scritto: Con questo criterio le cittá brasiliane,messicane,colombiane ecc. dovrebbero subire lo stesso trattamento se non di peggio.
Rinnovo il mio invito a discriminare bene tra la percezione della realtá per via indiretta e la realtá stessa,perchè spesso non combaciano.
Per quanto attiene la situazione presso la città di Roma, seguo spesso il blog http://www.romafaschifo.com che fornisce molte informazioni su tutti i problemi più rilevanti ed ascolto in streaming emittenti radiofoniche del territorio di Roma, quali "Radio Roma capitale" e "RTR 99". Sono emittenti che non trattano di sport ma di cronaca anche in modo "politicamente scorretto". Ho una mentalità particolarmente rigorosa, per quanto attiene il rispetto delle regole e l'educazione. Il mio modello amministativo sono i cantoni svizzeri, in particolare quelli di lingua tedesca. Un aspetto positivo del territorio trentino-tirolese in cui mi trovo sono le tradizioni austriache che sono sopravvissute persino al periodo della repressione fascista verso la popolazione di lingua tedesca. In particolare la possibilità per i ragazzi dai 10 anni di età di entrare a far parte di squadre di allievi pompieri volontari. In questo modo imparano le vere regole della difesa civile del territorio e molte attività tipiche del servizio antincendio. Di seguito un esempio di simulazioni svolte dai ragazzi allievi pompieri trentino-tirolesi: https://www.youtube.com/watch?v=8VrmCvSAyBQ

Ah beh se t'informi sulle condizioni di Roma su un sito che si chiama ROMA FA SCHIFO vedi un po' tu...
Sarebbe come se uno s'informasse sull'omossesualitá sul sito "BRUCIAMO I GAY"
Ricorda che il tuo Trentino-Alto Adige,regione in cui indubbiamente il senso civico è molto elevato( ci sono stato diverse volte),è una regionericca e prospera,in cui la condizione economica degli abitanti è superiore alla media nazionale anche e soprattutto perchè incassa molti fondi e finanziamenti speciali in più rispetto ad altre regioni dallo Stato in virtù del suo statuto speciale(dovuto alla minoranza linguistica).
Roma avrá pure i suoi problemi ma da come ne parli tu sembra Baghdad...

Rispondi