Violenza sulle donne

Per le discussioni più serie, di carattere etico, politico, morale, religioso e quant'altro. Si raccomanda la serietà e il rispetto delle opinioni altrui.
Avatar utente
AnDieWelt
A-frodite
Messaggi: 1220
Iscritto il: mer mag 30, 2012 1:13 am
Orientamento: Dinosauroafricanonotturnocon6
Genere: occhitrapiantatovicinoabrescia

Re: Violenza sulle donne

Messaggio da AnDieWelt »

Stargazer ha scritto:
dom lug 14, 2019 4:42 pm
Ok, facciamo così. Oggi pomeriggio mi annoio e voglio provare un approccio diverso.
Prendo spunto dal tuo messaggio per lanciare una domanda che spero possa essere una riflessione anche per altri che volessero intervenire, giusto per non monopolizzare il topic.

Tu parli di una società in cui alle vittime maschili di violenza è negato l'accesso a strutture di aiuto (posto che quello che dici sia vero perché dubito che a chiunque possa essere negato l'accesso ad associazioni di aiuto a meno che tu non abbia interpellato rifugi dedicati espressamente a donne perché nessuna donna vuole trovarsi ad accoglierla dopo uno uno stupro un uomo) perché non esistono o esistono pochi rifugi di questo tipo per uomini?! e secondo te/voi a chi è da imputare questo "divieto" reale o fittizio che sia?

Perché la società non accetta e/o non vuole sentir parlare di maschi vittime? Perché la società attribuisce il ruolo di vittima alle sole donne? Perché non riconosce che anche i maschi possano essere vittime di violenza?

Proviamo a ribaltare la situazione e vediamo se così ci capiamo meglio.

Personalmente imputerei soprattutto la retorica dei media, che ci han bombardati a ritmo crescente con una versione non troppo dissimile da quella che è stata usata qua, noncurante delle contraddizioni che non sono degne di essere risolte. Non ci sarebbe alcun motivo razionale per cui preferire parlare di violenza sulle donne piuttosto che di violenza domestica, se non per passare un messaggio preciso: che si tratti di una questione di genere, e come questa tante altre; conta il CHI più che del COSA. E dal momento che gran parte delle persone è programmata per prendere le difese dapprima di se stesso, della tribù e proprio di chi è più debole (o come tale percepito), si risolve in senso di giustizia sulla base della categoria anziché dell'individuo causa l'errore cognitivo del volere allineare la realtà allo standard ideale che ci siamo prefissati o ci è stato instillato.
Il motivo di tutto ciò? Conviene a molti.

Ma magari mi sbaglio, potrebbe essere colpa pure questo di un patriarcato, di una società maschilista millenaria che per qualche ragione adesso danneggia gli stessi uomini. La stessa che nei millenni ne ha mandati milioni di uomini al macello per proteggere chi è più debole o quantomeno così gli ha fatto credere.
"Che cos'è la castità? Non è la castità una follia? Ma questa follia venne a noi e noi ad essa. Noi abbiamo offerto a questa ospite albergo e cuore: ora essa dimora in noi - e ci resti finche vuole!"

-Così parlò Zarathustra-

Lavendair

Re: Violenza sulle donne

Messaggio da Lavendair »

AnDieWelt ha scritto:
dom lug 14, 2019 8:44 pm
Ma magari mi sbaglio, potrebbe essere colpa pure questo di un patriarcato, di una società maschilista millenaria che per qualche ragione adesso danneggia gli stessi uomini.
Se credessi in una qualsiasi forma di divinità ora la ringrazierei.
Ci siamo arrivati.
Alla fine ci siamo arrivati. E' stata dura, sofferta, ma ce l'abbiamo fatta :lol:

E' esattamente il punto dove "volevo portare" la discussione.
Un società maschio-centrica in cui l'ideale di maschio è quello dell'uomo forte, incrollabile, invulnerabile. E tutti i maschi si devono adeguare, che lo vogliano oppure no. Dove un uomo che chiede aiuto è una femminuccia, un debole e non merita rispetto.
Se sei maschio devi essere forte, costi quel che costi.
Ed ecco che abbiamo gli uomini che confondono la forza con l'aggressione, l'assunzione di responsabilità con il possesso, la stabilità emotiva con il conservatorismo...
E, per contro, donne che ci si aspetta che siano sempre accomodanti, passive, obbedienti.

Come vedi non sto dando la colpa e te in quanto uomo, né a nessun altro maschio in particolare. Punto il dito contro un sistema, il patriarcato tossico (perché sì, esiste anche il patriarcato positivo, proprio come per il matriarcato), che è incancrenita nella nostra società e soffoca i suoi individui.

Avatar utente
AnDieWelt
A-frodite
Messaggi: 1220
Iscritto il: mer mag 30, 2012 1:13 am
Orientamento: Dinosauroafricanonotturnocon6
Genere: occhitrapiantatovicinoabrescia

Re: Violenza sulle donne

Messaggio da AnDieWelt »

Beh mi fa un po' sorridere che, nonostante fossi sarcastico (s'era intuito?) "ci avrei preso".

E non la considero ridicola per partito preso, ti assicuro, mi suscita sarcasmo perché la trovo contraria ad ogni logica. Ora ti andrebbe di rispondere a delle domande oppure ancora no? Perché se ti aspetti che le persone credano a quanto dici ma non si può fare appello alla logica sospetto sempre una questione di fede che di verità.

Mi dicevi in precedenza di essere privilegiato in quanto maschio. Ora improvvisamente mi pare di capire da quel che dici che il suddetto patriarcato non faccia l'interesse di per sé né il maschio né la femmina (che è quanto ho sostenuto io finora) bensì richiede ad entrambi di adeguarsi a degli standard.
Ad entrambi. Quindi dove dovrei vedere lo squilibrio di genere di cui parlavi?
E perché lo chiamate patriarcato?

Inoltre è in sospeso:
Se quanto sostieni è vero, come spieghi che quando la donna è più forte, si comporta molto spesso con la stessa aggressività e possessività che hai associato all'uomo?
O che li eserciti ma sul piano psicologico.

Sapresti dirmi esattamente quanto nelle statistiche incide la condizione biologica ad esempio la (forza, ormoni...) e quanto le aspettative sociali di cui parli ora?
"Che cos'è la castità? Non è la castità una follia? Ma questa follia venne a noi e noi ad essa. Noi abbiamo offerto a questa ospite albergo e cuore: ora essa dimora in noi - e ci resti finche vuole!"

-Così parlò Zarathustra-

Lavendair

Re: Violenza sulle donne

Messaggio da Lavendair »

E niente. Per un attimo mi avevi illuso.
AnDieWelt ha scritto:
dom lug 14, 2019 11:24 pm
Beh mi fa un po' sorridere che, nonostante fossi sarcastico (s'era intuito?) "ci avrei preso".

E non la considero ridicola per partito preso, ti assicuro, mi suscita sarcasmo perché la trovo contraria ad ogni logica. Ora ti andrebbe di rispondere a delle domande oppure ancora no? Perché se ti aspetti che le persone credano a quanto dici ma non si può fare appello alla logica sospetto sempre una questione di fede che di verità.
Ti sfugge il piccolo dettaglio che i costrutti sociali sfuggono alla logica. Non puoi spiegare fenomeni sociali con un esercizio di logica. Sennò non avremmo avuto la Shoah, l'apartheid, i risvoltini...
Mi dicevi in precedenza di essere privilegiato in quanto maschio. Ora improvvisamente mi pare di capire da quel che dici che il suddetto patriarcato non faccia l'interesse di per sé né il maschio né la femmina (che è quanto ho sostenuto io finora) bensì richiede ad entrambi di adeguarsi a degli standard.
Ad entrambi. Quindi dove dovrei vedere lo squilibrio di genere di cui parlavi?
Donne in politica
http://documenti.camera.it/leg18/dossier/pdf/RI018.pdf https://www.repubblica.it/politica/2017 ... 180536444/ https://www.agi.it/saperetutto/donne_in ... 018-12-02/
Gender pay gap
https://tg24.sky.it/economia/approfondi ... osa-e.html https://www.infodata.ilsole24ore.com/20 ... lo-sembra/ https://www.corriere.it/datablog/gender ... da-1.shtml
Violenza domestica
https://tg24.sky.it/cronaca/photogaller ... -dati.html https://www.repubblica.it/argomenti/violenza_domestica https://www.huffingtonpost.it/news/violenza-domestica/
Abusi sulle donne sul posto di lavoro
https://www.istat.it/it/violenza-sulle- ... -di-lavoro https://www.osservatoriodiritti.it/2018 ... ul-lavoro/ https://it.wikipedia.org/wiki/Caso_Harvey_Weinstein

Toh, visto che vuoi le "prove" di quello che dico.
E ti faccio notare che sono dati ufficiali riportati da testate non-schierate, nel caso ti venisse in mente di contestarmi che i principali quotidiani italiani siano tutti collusi col grande complotto... :roll:
E perché lo chiamate patriarcato?
Beh perché "società che risponde ad una cultura maschio-centrica in cui ogni individuo deve sottostare a determinati stereotipi, ma generalmente chi ci guadagna è il maschio" era troppo lungo :lol:
Inoltre è in sospeso:
Se quanto sostieni è vero, come spieghi che quando la donna è più forte, si comporta molto spesso con la stessa aggressività e possessività che hai associato all'uomo?
O che li eserciti ma sul piano psicologico.
Beh, ora sei tu a dire cose senza averne le prove.
Dove sono le statistiche di quello che dici? Dove sono le prove?
Sapresti dirmi esattamente quanto nelle statistiche incide la condizione biologica ad esempio la (forza, ormoni...) e quanto le aspettative sociali di cui parli ora?
Ma come fai a fare una statistica di queste cose?! Ma ti rendi conto di quello che chiedi? Non so neanche se sia scientificamente misurabile una cosa del genere? Gli ormoni? La forza? Ma cosa stai dicendo?!

Guarda che se una donna vuole riempirti di botte non ha bisogno di essere Hulk, basta che si procuri un bastone, un tira-pugni. Non è che a picchiare siano più uomini che donne solo per una questione di forza fisica
Tu confondi il mezzo con l'origine della violenza.
Ti faccio presente che se le donne avessero voluto uccidere gli uomini a quest'ora sareste tutti morti visto che a cucinare sono quasi esclusivamente le donne e il veleno è un ottimo modo di uccidere senza sporcarsi le mani :wink:
Eppure quanti uomini hai sentito che siano morti per avvelenamento da parte della moglie? Quanti rispetto alle mogli morte per violenza da parte del marito?

Avatar utente
AnDieWelt
A-frodite
Messaggi: 1220
Iscritto il: mer mag 30, 2012 1:13 am
Orientamento: Dinosauroafricanonotturnocon6
Genere: occhitrapiantatovicinoabrescia

Re: Violenza sulle donne

Messaggio da AnDieWelt »

Stargazer ha scritto:
lun lug 15, 2019 6:51 pm
E niente. Per un attimo mi avevi illuso.


Ti sfugge il piccolo dettaglio che i costrutti sociali sfuggono alla logica. Non puoi spiegare fenomeni sociali con un esercizio di logica. Sennò non avremmo avuto la Shoah, l'apartheid, i risvoltini...
Ma io stavo parlando della logica del tuo ragionamento, mica della logica del fenomeno... Vai a rileggere le domande che ti avevo posto.
Pure ammesso che tutti i fenomeni compresi quelli da te citati hanno potenzialmente delle spiegazioni logiche, se si conoscono abbastanza. Perché avvengono altrimenti, senza motivo?




Stargazer ha scritto:
lun lug 15, 2019 6:51 pm
Toh, visto che vuoi le "prove" di quello che dico.
E ti faccio notare che sono dati ufficiali riportati da testate non-schierate, nel caso ti venisse in mente di contestarmi che i principali quotidiani italiani siano tutti collusi col grande complotto... :roll:
Grazie, mi presenti una selezione di problemi che io NON ho ad ora negato.
Quello che mi devi provare è che COMPLESSIVAMENTE la società favorisca gli uomini più delle donne. E per fare un bilancio (che secondo me è impossibile) non puoi tenere in considerazione soltanto i dati che vuoi tu.

Complessivamente, gli uomini sono vittime del 70% degli omicidi.
L'80% dei suicidi.
Il 97% delle vittime sul lavoro.
Servono le fonti o ti fidi?

Ammazza quanti privilegi! Ci guadagnano proprio tanto i maschi dal patriarcato. E potrei andare avanti.

Perché i problemi che hai elencato tu dovrebbero avere più peso di questi? O mi spieghi che è preferibile al lavoro essere schiacciati dai trattori piuttosto che dagli apprezzamenti pesanti oppure non ho idea di quali parametri hai utilizzato per giungere alla conclusione che l'uomo se la passa meglio nella società.

Quanto l'ISTAT non conduce mai uno studio che riguardi sia gli uomini che le donne quando sonda la violenza di genere ma sempre solo le donne, per qualche strana ragione.
E già che ci sei, gentilmente mi passi la fonte dalla quale hai riportato che la maggior parte della violenza sugli uomini avviene statisticamente per legittima difesa?

Ed è vero che siamo governati soprattutto da politici maschi... Che rispondono ad un elettorato prevalentemente femminile... Che si possa parlare di matriarcato? :mrgreen:


Stargazer ha scritto:
lun lug 15, 2019 6:51 pm
Beh, ora sei tu a dire cose senza averne le prove.
Dove sono le statistiche di quello che dici? Dove sono le prove?
https://www.repubblica.it/salute/preven ... 139630223/


Stargazer ha scritto:
lun lug 15, 2019 6:51 pm
Guarda che se una donna vuole riempirti di botte non ha bisogno di essere Hulk, basta che si procuri un bastone, un tira-pugni. Non è che a picchiare siano più uomini che donne solo per una questione di forza fisica
Tu confondi il mezzo con l'origine della violenza.
Ti faccio presente che se le donne avessero voluto uccidere gli uomini a quest'ora sareste tutti morti visto che a cucinare sono quasi esclusivamente le donne e il veleno è un ottimo modo di uccidere senza sporcarsi le mani :wink:
Eppure quanti uomini hai sentito che siano morti per avvelenamento da parte della moglie? Quanti rispetto alle mogli morte per violenza da parte del marito?
Vorrei innanzitutto chiederti se cortesemente ti attieni a quello chee dico senza dare per scontate le mie intenzioni: non ho mai detto né pensato che "a picchiare siano più uomini che donne solo per una questione di forza fisica".
Io ti ho solo fatto una domanda, ho incluso quanto riguarda la forza esattamente perché era quello che avevi detto tu, cito:
Stargazer ha scritto:
mar lug 09, 2019 8:38 pm
Senza contare che parificare la violenza delle donne a quella degli uomini, oltre a negare l'evidente disparità fisica che ha il suo peso (...)
E sono sono piuttosto confuso ora. Ma io son quello che contraddice a prescindere. Vuoi spiegarcelo meglio?

Altrimenti ti ti avrei probabilmente chiesto soltanto quanto incidono altri fattori biologici quali gli ormoni (che sarebbero causa e non mezzo), pur non aspettandomi una risposta precisa perché lo posso immaginare che non si può essere scientificamente accurati al 100%, ma solo per farmi un'idea se avevi un'opinione in merito, soprattutto considerando che sembri avere un'opinione piuttosto forte riguardo l'influenza dei fattori sociali piuttosto che di quelli biologici, cosa te lo fa credere?
"Che cos'è la castità? Non è la castità una follia? Ma questa follia venne a noi e noi ad essa. Noi abbiamo offerto a questa ospite albergo e cuore: ora essa dimora in noi - e ci resti finche vuole!"

-Così parlò Zarathustra-

Lavendair

Re: Violenza sulle donne

Messaggio da Lavendair »

AnDieWelt ha scritto:
mar lug 16, 2019 12:20 am
Stargazer ha scritto:
lun lug 15, 2019 6:51 pm
Toh, visto che vuoi le "prove" di quello che dico.
E ti faccio notare che sono dati ufficiali riportati da testate non-schierate, nel caso ti venisse in mente di contestarmi che i principali quotidiani italiani siano tutti collusi col grande complotto... :roll:
Grazie, mi presenti una selezione di problemi che io NON ho ad ora negato.
Ma allora come fai a dire che gli uomini non hanno privilegi?
Se tu stesso ammetti che quello che ho citato è vero, che le donne sono estromesse dai luoghi di potere, che subiscono ogni genere di abuso (da parte degli uomini), che sono costrette a subire ricatti sessuali per poter lavorare, che gli uomini vengono pagati in media di più... come fai a dire che non esiste uno squilibrio di potere?! Questi sono i privilegi di cui ti parlavo.
Ti rendi conto che tu stesso stai negando l'evidenza che hai appena riconosciuto?!?
E' una situazione demenziale!

E poi cosa c'entra adesso il fatto che gli uomini muoiono di più? Certo che le vittime del lavoro sono principalmente maschi, è dovuto al fatto che i lavori manuali e pesanti li fanno principalmente i maschi. O vuoi accusare il genere femminile di essere la causa delle morti sul lavoro dei loro mariti? Perché allora andiamo sul surreale.
Il problema è che mentre gli uomini muoiono per incidenti sul lavoro, in cui le donne non c'entrano nulla, le donne muoiono per mano degli uomini...
Trova il problema.
Gli omicidi sono principalmente maschi? Certo, dipenderà dal fatto che sono principalmente i maschi a delinquere, a girare armati, a mettersi in situazioni pericolose, tipo rapine a mano armata...?! O vuoi accusare il genere femminile di essere la causa per cui i maschi fanno rapine, stupri, attentati...?
Davvero io non capisco: io ti parlo di violenza sulle donne da parte degli uomini e tu speri che snocciolando due numeri sulle morti degli uomini, che niente hanno a che vedere con le donne, di chiudermi la bocca?!
Ecco, questo è quello che io dicevo a proposito dello sviare l'attenzione dal problema in questione.
Il motivo per cui tutto questo è iniziato. E ancora non ci siamo capiti...

Sui suicidi esiste una teoria che rimanda anche in questo caso al patriarcato, ma se non hai capito il mio discorso finora dubito che lo capiresti adesso.
Stargazer ha scritto:
lun lug 15, 2019 6:51 pm
Vorrei innanzitutto chiederti se cortesemente ti attieni a quello chee dico senza dare per scontate le mie intenzioni: non ho mai detto né pensato che "a picchiare siano più uomini che donne solo per una questione di forza fisica".
Io ti ho solo fatto una domanda, ho incluso quanto riguarda la forza esattamente perché era quello che avevi detto tu, cito:
Stargazer ha scritto:
mar lug 09, 2019 8:38 pm
Senza contare che parificare la violenza delle donne a quella degli uomini, oltre a negare l'evidente disparità fisica che ha il suo peso (...)
E sono sono piuttosto confuso ora. Ma io son quello che contraddice a prescindere. Vuoi spiegarcelo meglio?

Altrimenti ti ti avrei probabilmente chiesto soltanto quanto incidono altri fattori biologici quali gli ormoni (che sarebbero causa e non mezzo), pur non aspettandomi una risposta precisa perché lo posso immaginare che non si può essere scientificamente accurati al 100%, ma solo per farmi un'idea se avevi un'opinione in merito, soprattutto considerando che sembri avere un'opinione piuttosto forte riguardo l'influenza dei fattori sociali piuttosto che di quelli biologici, cosa te lo fa credere?
Ma non puoi citarmi una frase totalmente estrapolata dal contesto e pretendere che te la spieghi applicata ad un tuo "pseudo-ragionamento".
Quello che ho scritto si applicava ad un tipo di ragionamento che parlava della violenza in generale non di chi la pratica.

E comunque se ti attacchi ad una riga che ho scritto giorni fa stiamo proprio alla frutta.

Nell'articolo che citi si parla di presunto responsabile della situazione di disagio. Ora, io non vorrei attaccarmi alle virgole, ma se mi porti un'affermazione del genere sappi che sollevi molte incertezze. Perché il "disagio" sono molte cose per un bambino (a volte anche la semplice rimproverata). Scusa ma quella parte è piuttosto approssimativa, vuol dire tutto e niente visto che ci mettono dentro anche insegnanti, parenti e quant'altro... senza nemmeno specificare il tipo di problema indagato: visto che si fa un gran pastone di abuso sessuale, violenza, bullismo, trascuratezza...
Pertanto scusa se mi riservo di approfondire la cosa con dati più specifici dove, possibilmente, si individui specificamente il tipo di disagio.

Edit: ho sistemato una cosa del codice

Avatar utente
AnDieWelt
A-frodite
Messaggi: 1220
Iscritto il: mer mag 30, 2012 1:13 am
Orientamento: Dinosauroafricanonotturnocon6
Genere: occhitrapiantatovicinoabrescia

Re: Violenza sulle donne

Messaggio da AnDieWelt »

Stargazer ha scritto:
mar lug 16, 2019 7:51 am

Ma allora come fai a dire che gli uomini non hanno privilegi?
Se tu stesso ammetti che quello che ho citato è vero, che le donne sono estromesse dai luoghi di potere, che subiscono ogni genere di abuso (da parte degli uomini), che sono costrette a subire ricatti sessuali per poter lavorare, che gli uomini vengono pagati in media di più... come fai a dire che non esiste uno squilibrio di potere?! Questi sono i privilegi di cui ti parlavo.
Ti rendi conto che tu stesso stai negando l'evidenza che hai appena riconosciuto?!?
E' una situazione demenziale!
Ora, o mi citi dove esattamente avrei detto che gli uomini non hanno privilegi, o devo dedurre che stai intenzionalmente facendo illazioni contro di me, ti ho chiesto cortesemente di attenerti a quello che dico, ora te lo chiedo meno cortesemente.

Non è che se gli uomini hanno dei privilegi (Che non ho negato), automaticamente esiste uno squilibrio di potere. Perché ci sia uno squilibrio, una categoria dovrebbe averne più degli altri, mi segui?
Stargazer ha scritto:
mar lug 16, 2019 7:51 am
Il problema è che mentre gli uomini muoiono per incidenti sul lavoro, in cui le donne non c'entrano nulla, le donne muoiono per mano degli uomini...
Trova il problema.
Questo è nuovo, dimmi in che modo è rilevante nel complesso a causa di chi muoiono o soffrono per pesare il problema. Si stava parlando di quali vantaggi ha un determinato genere nella società e io mi domando che vantaggio sarebbe essere ammazzato da un mafioso piuttosto che da un coniuge.

Hai citato tra i problemi di genere anche:
la tratta delle bianche, che viene gestita per gran parte da altre donne.
I politici uomini, che vengono scelti per gran parte da elettori donna (sai che in un paese democratico il luogo di potere per eccellenza è la cabina elettorale?).
Ora però improvvisamente gli unici problemi che contano sono quelli che hanno gli uomini come responsabili. Perché?

Stargazer ha scritto:
mar lug 16, 2019 7:51 am
Gli omicidi sono principalmente maschi? Certo, dipenderà dal fatto che sono principalmente i maschi a delinquere, a girare armati, a mettersi in situazioni pericolose, tipo rapine a mano armata...?! O vuoi accusare il genere femminile di essere la causa per cui i maschi fanno rapine, stupri, attentati...?
Davvero io non capisco: io ti parlo di violenza sulle donne da parte degli uomini e tu speri che snocciolando due numeri sulle morti degli uomini, che niente hanno a che vedere con le donne, di chiudermi la bocca?!
Chi ha mai detto che le donne sono la causa dei problemi? Non è mai stata la mia tesi. Vai per favore a rileggere con più attenzione quando parlavo delle vittime di guerra, capirai meglio il mio discorso.

Gli uomini uccidono più delle donne? Mai negato. Gli uomini uccidono soprattutto donne? NO. Non può quindi essere una questione di genere, un privilegio se sei tu che stai omettendo che le prime vittime degli uomini, sono proprio altri uomini; e se proprio vuoi saperlo, anche le donne quando uccidono, uccidono soprattutto uomini.

Quindi, gli uomini sono più spesso carnefici ma ANCHE più vittime, cosa che è possibile, lo sapevi?
Stargazer ha scritto:
mar lug 16, 2019 7:51 am
Davvero io non capisco: io ti parlo di violenza sulle donne da parte degli uomini e tu speri che snocciolando due numeri sulle morti degli uomini, che niente hanno a che vedere con le donne, di chiudermi la bocca?!
Ecco, questo è quello che io dicevo a proposito dello sviare l'attenzione dal problema in questione.
Il motivo per cui tutto questo è iniziato. E ancora non ci siamo capiti...
In questo caso non si stava parlando strettamente di violenza sulle donne, quello che io sto contestando è la tua tesi per la quale la causa è che questa società avvantaggerebbe gli uomini e per farlo è necessario guardare i numeri che riguardano gli uomini, altrimenti è piuttosto ovvio che tutte le vittime delle violenze sulle donne... Sono donne!

Se ancora non ci siamo capiti, tieni in considerazione la possibilità che pure tu, non ci stai mettendo l'impegno. Dal momento che non ti attieni a quello che dico.

Abbassa i toni, nessuno sta cercando di chiuderti la bocca.
Stargazer ha scritto:
mar lug 16, 2019 7:51 am
Sui suicidi esiste una teoria che rimanda anche in questo caso al patriarcato, ma se non hai capito il mio discorso finora dubito che lo capiresti adesso.
Se per "capire" intendi fidarmi ciecamente delle tue teorie infondate, già, lo dubito anch'io.

In un "patriarcato" definito come una società maschiocentrica e che avvantaggia gli uomini, è contrario alla logica che allo stesso tempo le prime vittime siano gli uomini.

Stargazer ha scritto:
mar lug 16, 2019 7:51 am
Ma non puoi citarmi una frase totalmente estrapolata dal contesto e pretendere che te la spieghi applicata ad un tuo "pseudo-ragionamento".
Quello che ho scritto si applicava ad un tipo di ragionamento che parlava della violenza in generale non di chi la pratica.
Il mio non era alcun ragionamento, ti ho domandato perché prima hai sostenuto che la forza è un fattore nelle statistiche riguardanti la violenza, ed adesso mi dici che la forza è irrilevante. Puoi spiegarmelo meglio?

Poi cortesemente, puoi rispondere alla mia domanda che non c'entrava niente con questo? Come mai ritieni che i fattori sociali siano più influenti rispetto a quelli biologici laddove le statistiche indicano uno squilibrio di genere?

E di nuovo, visto che ti dev'essere sfuggito, puoi citarmi la fonte secondo la quale la maggior parte delle violenze di donne contro uomini sarebbe per motivi di difesa personale?


Stargazer ha scritto:
mar lug 16, 2019 7:51 am
Nell'articolo che citi si parla di presunto responsabile della situazione di disagio. Ora, io non vorrei attaccarmi alle virgole, ma se mi porti un'affermazione del genere sappi che sollevi molte incertezze. Perché il "disagio" sono molte cose per un bambino (a volte anche la semplice rimproverata). Scusa ma quella parte è piuttosto approssimativa, vuol dire tutto e niente visto che ci mettono dentro anche insegnanti, parenti e quant'altro... senza nemmeno specificare il tipo di problema indagato: visto che si fa un gran pastone di abuso sessuale, violenza, bullismo, trascuratezza...
Pertanto scusa se mi riservo di approfondire la cosa con dati più specifici dove, possibilmente, si individui specificamente il tipo di disagio.
Considera però anche che un gran pastone lo fanno anche un sacco di ricerche che hai citato mischiando ad esempio stupri e commenti pesanti, se secondo te basta questo ad invalidarli, non capisco perché si applica soltanto ai dati che cito io.

Comunque se sei familiare con la lingua inglese:

http://www.breakingthescience.org/Simpl ... omDHHS.php
"Che cos'è la castità? Non è la castità una follia? Ma questa follia venne a noi e noi ad essa. Noi abbiamo offerto a questa ospite albergo e cuore: ora essa dimora in noi - e ci resti finche vuole!"

-Così parlò Zarathustra-

Lavendair

Re: Violenza sulle donne

Messaggio da Lavendair »

AnDieWelt ha scritto:
mar lug 16, 2019 1:26 pm
Non è che se gli uomini hanno dei privilegi (Che non ho negato), automaticamente esiste uno squilibrio di potere. Perché ci sia uno squilibrio, una categoria dovrebbe averne più degli altri, mi segui?
Immagine
Questo è nuovo, dimmi in che modo è rilevante nel complesso a causa di chi muoiono o soffrono per pesare il problema. Si stava parlando di quali vantaggi ha un determinato genere nella società e io mi domando che vantaggio sarebbe essere ammazzato da un mafioso piuttosto che da un coniuge.
Perché questo era il tema del topic.
Della violenza degli uomini sulle donne.
Sei tu che hai tirato in mezzo altre cose.
Gli uomini uccidono più delle donne? Mai negato. Gli uomini uccidono soprattutto donne? NO.
NO.
Ho detto che le morti di donne sono causate quasi esclusivamente da uomini.
Cogli la differenza...
In questo caso non si stava parlando strettamente di violenza sulle donne
Ma io sì.
IL TOPIC ERA DESTINATO A QUESTOOOOOOAAAARRRGGHRRRHHGGHHH!!! :lol: :lol: :lol:
Il mio non era alcun ragionamento, ti ho domandato perché prima hai sostenuto che la forza è un fattore nelle statistiche riguardanti la violenza, ed adesso mi dici che la forza è irrilevante. Puoi spiegarmelo meglio?
No, non ho detto (o non volevo dire) che la forza è un fattore statistico.
Era una mia personale considerazione, inserita in un determinato contesto, che tu hai estrapolato.
Poi cortesemente, puoi rispondere alla mia domanda che non c'entrava niente con questo? Come mai ritieni che i fattori sociali siano più influenti rispetto a quelli biologici laddove le statistiche indicano uno squilibrio di genere?
Toh, leggiti un po' di roba, se sei interessato. Io mi sono stufato.

https://thevision.com/author/jennifer-guerra/
https://www.giuliablasi.it/
https://www.chimamanda.com/books/
https://www.ilgiardinodeilibri.it/libri ... -libro.php
http://rebeccasolnit.net/books/
yuotube
https://www.youtube.com/channel/UC6lugz ... 7QDh8q5tDA
https://www.youtube.com/channel/UCHiwtz ... 7N9A-WoSSw

Avatar utente
AnDieWelt
A-frodite
Messaggi: 1220
Iscritto il: mer mag 30, 2012 1:13 am
Orientamento: Dinosauroafricanonotturnocon6
Genere: occhitrapiantatovicinoabrescia

Re: Violenza sulle donne

Messaggio da AnDieWelt »

Stargazer ha scritto:
mar lug 16, 2019 7:26 pm
Perché questo era il tema del topic.
Della violenza degli uomini sulle donne.
Sei tu che hai tirato in mezzo altre cose.
Ancora questa storia? Ti avevo detto che se ritenevi off-topic il discorso, di scrivermi in privato, avremmo proceduto a separare topic, non lo hai fatto ma continui ad usarlo come scusa per ammazzare il dibattito all'occorrenza.

Peraltro queste robr sul presunto patriarcato non le ho tirate certo fuori io.
Se questa cosa andrà avanti dividerò in modo arbitrario.
Stargazer ha scritto:
mar lug 16, 2019 7:26 pm
NO.
Ho detto che le morti di donne sono causate quasi esclusivamente da uomini.
Cogli la differenza...
E da qui al darmi del privilegiato come ci si arriva?
Stargazer ha scritto:
mar lug 16, 2019 7:26 pm
No, non ho detto (o non volevo dire) che la forza è un fattore statistico.
Era una mia personale considerazione, inserita in un determinato contesto, che tu hai estrapolato.
Io ti ho chiesto apposta di spiegarci meglio quella che sembra una contraddizione, ma riservo di sbagliarmi: Se non nelle statistiche, la disparità di forza ha un peso in che senso?
Stargazer ha scritto:
mar lug 16, 2019 7:26 pm
Toh, leggiti un po' di roba, se sei interessato. Io mi sono stufato.
Guarda che puoi dire anche "non lo so" eh, piuttosto che dirti stufo e spammare una serie di link estremamente generici che nulla hanno a che fare con la mia domanda precisa e personale.
Lo hai un pensiero personale o deleghi a quella che sostiene che le donne non possono essere sessiste?

Beh, non avrò avuto risposta alle mie domande ma per lo meno ora ho un'idea da dove provengono tutte queste convinzioni.
"Che cos'è la castità? Non è la castità una follia? Ma questa follia venne a noi e noi ad essa. Noi abbiamo offerto a questa ospite albergo e cuore: ora essa dimora in noi - e ci resti finche vuole!"

-Così parlò Zarathustra-

Avatar utente
Bakeneko
AVENissimo
Messaggi: 3576
Iscritto il: mer mag 23, 2012 5:28 pm
Orientamento: Asessuale
Genere: ♀️

Re: Violenza sulle donne

Messaggio da Bakeneko »

Per iniziare a estirpare questo male della violenza sulle donne bisognerebbe partire dall'educazione dei figli, che sin da piccoli vedono imparare a vedere le cose in modo paritario. Bambini e bambine stanno sullo stesso piano! Invece ci sono ancora genitori che quando il figlio maschio piange dice "non piangere, che sei un ometto". Ah, quindi solo le femminucce possono farlo senza sentirsi rinfacciare di essere femmine? Facciamo invece che maschi e femmine possono esprimere le proprie emozioni senza convenzioni sessiste.
E poi altro punto cruciale che può sembrare banale ma s'insinua sempre nel punto primo dell'educazione fin dalla tenera età: le fiabe... alle bambine vengono propinate le fiabe sulle belle principesse che devono essere salvate, ai bambini le storie sui cavalieri forti e coraggiosi. Più Lady Oscar e Mulan per tutte! :D
In fine l'educazione fisica nelle scuole. Quando andavo a scuola io, è arrivato un insegnante esterno a fare lezione di ballo. Io odio il ballo. Molto più utile chiamare un insegnante esterno di arti marziali per incentivare l'autodifesa delle donne.
Queste alcune mie considerazioni.
53x+m³=Ø

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29090
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Violenza sulle donne

Messaggio da Bianca »

E se tutti scegliessero di fare ciò che a ciascuno interessa?
Per la verità, è da tanto che non sento dire: non piangere che sei un maschietto.
Piangere fa stare meglio e se un uomo piange, avrà i suoi buoni motivi, esattamente come può averli una donna.

Avatar utente
Antares
AVENturiero
Messaggi: 2297
Iscritto il: mer set 07, 2016 6:53 pm
Genere: maschio
Località: Milano

Re: Violenza sulle donne

Messaggio da Antares »

Bakeneko ha scritto:
mar ago 20, 2019 5:29 pm
Per iniziare a estirpare questo male della violenza sulle donne bisognerebbe partire dall'educazione dei figli, che sin da piccoli vedono imparare a vedere le cose in modo paritario. Bambini e bambine stanno sullo stesso piano! Invece ci sono ancora genitori che quando il figlio maschio piange dice "non piangere, che sei un ometto". Ah, quindi solo le femminucce possono farlo senza sentirsi rinfacciare di essere femmine? Facciamo invece che maschi e femmine possono esprimere le proprie emozioni senza convenzioni sessiste .....
Bianca ha scritto:
mar ago 20, 2019 7:29 pm
E se tutti scegliessero di fare ciò che a ciascuno interessa?
Ti amo col sole e con la pioggia
Immagine

Lavendair

Re: Violenza sulle donne

Messaggio da Lavendair »

Bianca ha scritto:
mar ago 20, 2019 7:29 pm
Per la verità, è da tanto che non sento dire: non piangere che sei un maschietto.
Purtroppo spesso sono le "regole" non dette, ma che tutti conoscono quelle più difficili da infrangere.

Quanto al video sulla ragazzina trans non lo trovo così coerente rispetto all'argomento.
Presentare la storia di un uomo che si sente donna (o viceversa) non è esattamente la stessa cosa che lottare per la parità tra i generi.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29090
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Violenza sulle donne

Messaggio da Bianca »

Il maschietto del video che sta, a poco a poco, diventando una bimba e che inizia ad essere accettato in questa trasformazione, per il momento soltanto esterna, rappresenta una forma di rispetto per un essere che è chiaramente in un corpo sbagliato.
La mamma, pur così aperta, comprensiva e pronta, non ignora le difficoltà che questa sua creatura dovrà affrontare, fisiche, psicologiche, sociali, ma desidera innanzi tutto che sia felice.
Ultima modifica di Bianca il gio ago 22, 2019 3:57 am, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29090
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Violenza sulle donne

Messaggio da Bianca »

Qui l’argomento è molto specifico: violenza sulle donne.
È un problema che si manifesta in tanti modi diversi più o meno evidenti, a volte, anche molto dissimulati.

Impedire ad una creatura di manifestarsi ed agire proprio nel modo che ritiene per sè più opportuno, indipendentemente dal suo fisico, rappresenta una forma di violenza che si verifica, in questo caso, su un maschio o su una femmina indifferentemente.

Rispondi