Un punto di vista differente....sull'asessualità

Per le discussioni più serie, di carattere etico, politico, morale, religioso e quant'altro. Si raccomanda la serietà e il rispetto delle opinioni altrui.
Avatar utente
gio74
(A)VENdicatore
Messaggi: 1606
Iscritto il: dom ott 30, 2016 9:02 pm
Orientamento: etero
Genere: maschile

Re: Un punto di vista differente....sull'asessualità

Messaggio da gio74 »

Vincenzo Asex :lol: che cognome buffo... E giù testate sui muri :lol:

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29090
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Un punto di vista differente....sull'asessualità

Messaggio da Bianca »

Infatti, tutti quelli che si chiamano così, hanno certi bernoccoli!...

frankie85
Junior
Messaggi: 19
Iscritto il: dom ott 19, 2014 6:02 pm
Orientamento: asessuale eteromantico
Genere: maschio
Località: Toscana

Re: Un punto di vista differente....sull'asessualità

Messaggio da frankie85 »

Io concordo pienamente con l'analisi di Delirio. Io credo che nella vita sia molto bello continuare a cercare, interrogarsi, trovare la propria Strada, ma va fatto con gusto e con ironia, non con la pretesa di guarire da qualcosa o di avere qualche problema da risolvere dentro di se. Solo così si può essere pronti ad un eventuale cambiamento. Purtroppo la scienza è ancora indietro su queste tematiche e il percorso per capire il proprio orientamento sessuale è molto lungo ed a volte contraddittorio, quindi spesso non c'è una risposta chiara, ma esiste una strada verso cui tendere io la chiamo Destino. Ma il punto di partenza è accettarsi e dirsi, qualora ce ne sia il bisogno, non ho desiderio sessuale e da lì partire

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29090
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Un punto di vista differente....sull'asessualità

Messaggio da Bianca »

Con gusto e ironia...begli elementi...
Poi c'è il Destino, l'accettazione e partire da: non ho desiderio sessuale, qualunque cosa accada.

Avatar utente
Delirio
Asexy
Messaggi: 374
Iscritto il: lun gen 02, 2017 2:46 pm
Orientamento: Asessuale, Etero
Genere: Femmina
Località: Toscana e Piemonte

Re: Un punto di vista differente....sull'asessualità

Messaggio da Delirio »

frankie85 ha scritto:Ma il punto di partenza è accettarsi e dirsi, qualora ce ne sia il bisogno, non ho desiderio sessuale e da lì partire
Assolutamente. =)
Non dico che sia facile arrivare a questo livello di consapevolezza e pace interiore, ma se ti manca tutto questo, non vivrai mai sereno: la tua serenità dipenderà sempre dagli altri, e sarà volubile e passeggera come le persone che si alternano nel corso della esistenza. L'unica costante, in questo cammino che chiamiamo vita, siamo noi, per questo con noi stessi dobbiamo essere aperti, recettivi e comprensivi.
Le situazioni cambiano, le persone arrivano a noi, fanno una parte di strada al nostro fianco, più o meno vicini, più o meno continuativamente, poi dopo un tragitto, lungo o breve, diritto o tortuoso, se ne vanno, per qualsiasi sia il motivo che le porta ad allontanarsi, o che le costringe ad abbandonarci... oppure, al contrario, siamo noi ad allontanarci o ad abbandonarle.
Gl'altri, nella nostra vita, sono una variabile troppo caotica e imprevedibile su cui basare la nostra serenità; dobbiamo piuttosto ricercarla in noi, questa pace, e da lì partire, come dici bene tu, frankie.
Gruppo Arcadia - Asessuali e Asessualità:
https://www.facebook.com/groups/2059068674322030/

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29090
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Un punto di vista differente....sull'asessualità

Messaggio da Bianca »

Bisogna fare attenzione che l'approvazione o la reprimenda altrui, non siano il metro del nostro umore e questo vale per tutti.
L'asessuale non può sentirsi meglio o peggio a seconda se viene compreso o trattato con superficialità e supponenza.
Attraverso la conoscenza, deve costruirsi un suo equilibrio che basandosi sulla realtà della sua situazione, gli consente di condurre una vita consapevole nei confronti di se stesso e degli altri.

Avatar utente
gio74
(A)VENdicatore
Messaggi: 1606
Iscritto il: dom ott 30, 2016 9:02 pm
Orientamento: etero
Genere: maschile

Re: Un punto di vista differente....sull'asessualità

Messaggio da gio74 »

D'altronde si dice giustamente che per stare bene con gli altri devi prima stare bene con te stesso

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29090
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Un punto di vista differente....sull'asessualità

Messaggio da Bianca »

Non tutti stanno bene con gli altri e pochissimi stanno bene con se stessi.

Angela108
Maxi-Mitosi
Messaggi: 235
Iscritto il: mar giu 02, 2020 7:54 pm

Re: Un punto di vista differente....sull'asessualità

Messaggio da Angela108 »

Buongiorno Axeley.

E' passato del tempo da quanto hai contribuito con questo post e probabilmete vivi le cose in modo diverso ora.

Vorrei ad ogni modo offrirti degli spunti di riflessione che spero tu trovi interessanti:

1. Considera le differeneze anatomiche tra gli organi sessuali di un uomo e quelli di una donna e contempla se l'esperienza dell'atto sessuale per una donna puo' avere la stessa leggerezza e gaieta' che pervade un uomo. Vedi poi se ci si puo' aspettare che una donna abbia "voglia" di farsi penetrare e di "divertirsi" coi corpi.

2. Considera quello che hai studiato a scuola sulla storia delle donne e della loro sessualita' e tieni a mente che le cellule contengono anche le impressioni genetiche delle esperienze passate, di altre generazioni, dalle quali informazioni attingono comportamenti di "prevenzione" per azioni attuali. Quando un individuo si identifica come "donna", nel "database" comportamentale sono a portata di mano tutte le informazioni esistenti riguardanti quell'identificazione e quindi si attinge anche, a un certo livello, a tutto cio' che e' successo a tutte le donne mai esistite (da qui l'importanza dell'effetto che ha la storia su di noi e il patrimonio genetico).

3. Considera il ricatto emotivo che pervade le relazioni sessuali. Se ti avesse detto che baci e abbracci bastavano, te la saresti sposata? Chi l'avrebbe sposata a quei termini? Ti sei sentito forse imbrogliato perche' ti sei sposato per avere una garanzia di vita sessuale regolare che poi non si e' rivelata tale? Tutti i giorni si sentono queste storie... A mali estremi, le persone ricorrono a estremi rimedi. Se ci fosse un posto dove le donne possono andare a conoscere uomini che le amano senza richiedere una disponibilita' fisica... quel posto sarebbe super affollato, credimi.

4. Ci sono persone che seguono una spiritualita' che parla di domare un po' i sensi nelle loro passioni, sia la ghiottoneria per il gusto, che la lussuria per il sesso... Se l'idea della reincarnazione ti puo' sembrare logica (anche se a dirti il vero il tempo non e' "lineare"), forse ti puo' aiutare pensare che un individuo puo' aver coltivato delle abilita' di autocontrollo sensoriale con grande fatica in altre vite, in altre circostanze, e che il lavoro che aveva iniziato prosegue, da una vita all'altra, da dove l'aveva lasciato e quindi e' possibile che si possa nascere con una predisposizione a un certo comportamento, predisposizione che si e' coltivata con tante austerita' prima.

Avere al proprio fianco una donna che non ribolle di lussuria dovrebbe essere per un uomo un onore (anche se sembra vada piu' di moda desiderare una donna lussuriosa, che ti faccia divertire un po' quando torni a casa dopo una lunga giornata di lavoro e di problemi, che ti stuzzichi la mente e i sensi con la sua femminilita' e seduzione, che ti tenga le fantasie impegnate con cose "piccanti", creativa nei suoi brevi messaggini spinti, che ti faccia venir voglia di rientrare a casa per vedere che sopresa ti fa con qualcosina che indossa... vero? Le giornate passerebbero meglio, piuttosto che tornare a casa da una moglie "casta"... Incredibile no? Non si sa piu' che qualita' coltivare per essere desiderabili...).

Ci sono tanti aspetti della questione sessuale...e fanno soffrire tanti, sia maschi che femmine.

Spero che ci sia qualcosa nelle mie parole che ti possa aiutare in qualche modo.

Voglio cogliere l'occasione per farti i miei migliori auguri di una vita sentimentale profonda, di crescita, mano nella mano, con la donna che tu stesso ti sei scelto come sposa, come tua principessa personale, e che quindi eri preparato, da adulto, a sostenere e a facilitare nelle sue difficolta' della vita con le tue abilita' di uomo.
Auguro a te e alla tua cara famiglia il meglio che la vita ha da offrirvi e tanto amore. :)

Mariii
Maxi-Mitosi
Messaggi: 277
Iscritto il: gio ott 01, 2020 2:53 pm
Orientamento: Asessuale - Omoromantica
Genere: Femmina

Re: Un punto di vista differente....sull'asessualità

Messaggio da Mariii »

axelay ha scritto:
gio feb 09, 2017 12:05 am
Sai And, mi colpiscono sempre i nuovi utenti, soprattutto i più giovani che con troppa facilità si definiscono asessuali.
Si accetta, a priori, qualcosa, senza porsi un quesito: questa è realmente la mia natura?
Mi sembra che quasi tutti abbiano vissuto con sofferenza la loro diversità...

Ma voglio fare un ragionamento molto diretto, su una persona che conosco molto bene....

Mia moglie, che cosa è realmente?
Appena fidanzati si faceva petting
Poi il petting scompare
Poi solo coccole
Poi, dopo diversi anni, i primi rapporti completi appena sposati, ma solo perchè ho insistito
Poi scompaiono anche quelli
Poi mi accorgo che ha visto pure del porno....
Poi ricompaiono quando si decide di aver un figlio
Poi scompaiono e lo si fa alcune volte solo quando lo dice lei
Poi rapporti in media ogni 7/8 mesi se io insisto
Poi dormo sul divano

E secondo te lei è realmente asessuale?
Cioè, dimmi, è asessuale?
Siccome ha fatto del sesso non dovrebbe esserlo...asessuale, no?

Ed io, non dovrei considerare altre possibilità? Basate sulla medicina, sulla scienza?
Che magari ha soltanto una libido sottozero...

Cioè, il piacere sessuale, l'orgasmo, è frutto della nostra "coscienza" dipende dalla luna piena o dai folletti del bosco oppure esiste grazie ad un meccanismo fisiologico complesso, che coinvolge tutto il corpo umano?

Oppure la terra è ancora piatta e il sole gira intorno al mondo...

E allora che cavolo ci faccio qui?
Io l'ho capito da sola. Non ho mai realmente voluto mettermi con nessuno perché dentro di me non volevo arrivare al punto con nessuno, né con maschi né con femmine. Semplicemente, lo schema della formula "fidanzamento e letto" mi è sempre saputo strano, come qualcosa di egodistonico, a me estraneo come se mi stessero dicendo "tutti si drogano, fallo pure tu". Sinceramente, non mi vedo in queste situazioni ma è stato sempre così, anche nelle mie fantasie con me in prima persona il sesso non c'era mai. Lo si capisce e basta. Il resto è fuffa e autoconvinzione di essere qualcos'altro perché tutti lo fanno e allora lo devi fare pure tu, il mondo va così.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29090
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Un punto di vista differente....sull'asessualità

Messaggio da Bianca »

Dall’Isola di Aven, in certe giornate limpide, si può vedere il suo vascello passare all’orizzonte.
Una ciurma di pirati scalmanati e vogliosi, viene tenuta a freno da comandi indiscutibili.
axe è un guerriero, un combattente, un uomo che sa amare una donna, anzi due, incondizionatamente.

Avatar utente
axelay
(A)VENdicatore
Messaggi: 1627
Iscritto il: ven gen 30, 2015 10:50 am
Orientamento: della prua 15° a babordo
Genere: pirata romantico ma gladiatore

Re: Un punto di vista differente....sull'asessualità

Messaggio da axelay »

Vedete, Bianca ha sempre ragione. Donna saggia, donna saggia.
Sì passavo di qua, dopo una delle recenti tempeste (perdonate le metafore sui pirati, ma riescono a illudermi che tutto sia più divertente, quando c'è solo da piangere, o di avere più forze, quando non ne vale più la pena)

dicevo, passavo di qua, con il mio vascello.
Oggi un'isola dove avevo molti tesori della mia infanzia è scomparsa per sempre. Ma l'isola è solo un luogo, per fortuna, i tesori che mi ricordano una vita intera li ho al sicuro in una grotta, poi mi toccherà aprire ogni forziere e dire: "Butta! Tieni!".
Di forzieri ne son più di 100 e ho lavoro per mesi e mesi.

Quando ho portato i forzieri al sicuro ho dovuto dire addio a quell'isola, anche se non mi apparteneva.
Ma è stato un momento triste.

Due mesi prima, però, la mia ciurma si è ammalata di febbre da calamaro nero, ma stiamo tutti bene. La stufa grande ha avuto bisogno di diverse boccate d'aria, la stufetta non ha accusato nulla. Ma sono stati momenti terribili che non auguro neppure al peggior saraceno.
Un capitano come me non poteva né piangere né consolare il pianto della stufetta. Brutta storia ma è finita.

Poi la vecchia piratessa dell'isola, ormai sempre più malata, è stata accompagnata in un arcipelago, con diverse sirene. Non riuscivo più a darle dobloni a sufficienza, e dopo due lustri, mi sono dovuto arrendere.
È stato un momento non bello, ho dovuto ingannarla, ma lei ha capito, forse mi maledirà fino alla mia morte, ma tanto non mi ha mai amato, vecchia strega egoista.

Tornando a noi, stufa e stufetta funzionano bene, anche se stufa mi dà calore zero. Credo che per me sia dpenta per sempre.
Un giorno le ho detto che tra noi non ci stava più legna da ardere. Poi abbiamo fatto finta che quelle parole non erano vere.

Adesso dopo queste ultime avventure mi sento davvero solo.
E sentirsi soli in compagnia è tragicomico.

La mia ciurma ogni tanto vorrebbe fare ammutinamento, andare a trovare le sirene. Io dico fermatevi, è sbagliato.
Poi si vedrà cosa riuscirò a combinare o come tenerli a bada.
Sull'amore, è qualcosa che mi manca tanto, più del sesso.
Il sesso puoi viverlo, immaginarlo, nella tua intimità.
L'amore no.
Potrei solo amare il cielo, perché il cielo è l'unica cosa che ci ama incondizionatamente.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29090
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Un punto di vista differente....sull'asessualità

Messaggio da Bianca »

Questo tuo resoconto è qualcosa che mai avrei voluto leggere.

Sento la tua tristezza fatta di tante cose diverse e vorrei esserti più vicino per mettere alla prova tutta quella saggezza che tu dici io abbia.
Per lenire ferite, la saggezza non basta, bisogna saper trasmettere positività, speranza e credere in quella giustizia che un giorno, sicuramente, arriderà.

Dimmi almeno che la stufetta è una meraviglia e che ti ama così tanto che ancora tu non sai quanto.

Dimmi che, ogni tanto, riesci a vedere nella stufa, quello che vedevi all’inizio.

Le sirene esercitano un’attrazione forte e pericolosissima ma la tua ciurma vede in te il condottiero e ubbidirà ai tuoi comandi.

Non è strano sai, sentirsi soli in compagnia ed è anche la condizione peggiore.
La vita riserva situazioni che non avevamo messo in conto, ci fa delle sorprese, non sempre piacevoli e ci rende consapevoli, anche in tarda età, di qualcosa che mai avevamo compreso prima.

Essere costretti a sopportare la cattiveria altrui, essere depredati di diritti sacrosanti, ci induce a sviluppare una forza che richiede immense risorse e possiamo pensare di non farcela ma se abbiamo dei saldi punti di riferimento, se vogliamo mantenere uno spazio pulito dentro e fuori di noi, sappiamo sempre qual è il comportamento giusto.

Avatar utente
axelay
(A)VENdicatore
Messaggi: 1627
Iscritto il: ven gen 30, 2015 10:50 am
Orientamento: della prua 15° a babordo
Genere: pirata romantico ma gladiatore

Re: Un punto di vista differente....sull'asessualità

Messaggio da axelay »

Sai, spesso, negli ultimi mesi, mi son detto che la colpa di tante situazioni andate storte è stata la mia.
Nel senso che se fossi stato un pirata crudele e sanguinario, un pirata che non deve chiedere mai e non uno che ama sentire la voce notturna del mare, parlare con le stelle e le stelle marine, avrei ottenuto più considerazione, rispetto, persino amore.

Il fascino della forza bruta, della falsità.
A chi può interessare, dopo un po' di tempo, una persona che probabilmente ha internamente l'animo sensibile di una donna?


La colpa è mia perché un capitano non può mai abbandonare il vascello.
Questo è il vero problema.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29090
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Un punto di vista differente....sull'asessualità

Messaggio da Bianca »

Vuoi accollarti anche colpe che non hai?

Certo, se tu fossi diverso, le cose sarebbero andate diversamente da un pezzo ma tu sai che sei il capitano e che l’imbarcazione ha bisogno di te per continuare a navigare in acque sempre più piene di insidie.

Avere un animo sensibile è una ricchezza, mica una colpa.

Saper ascoltare il mare e parlare con le stelle, è un’immensa risorsa che pochi possiedono.

Rispondi