*Trigger warning* la pedofilia e' un orientamento

Per le discussioni più serie, di carattere etico, politico, morale, religioso e quant'altro. Si raccomanda la serietà e il rispetto delle opinioni altrui.
Avatar utente
Haderian
Asexy
Messaggi: 365
Iscritto il: ven set 16, 2005 7:13 am
Orientamento: omosessuale
Genere: maschio

*Trigger warning* la pedofilia e' un orientamento

Messaggio da Haderian »

a dire la verità quello che sto per dire a me sembra scontato, ma so che nella nostra società non lo e' affatto:

La pedofilia non e' una malattia o una perversione o un disturbo mentale e non e' neppure un inclinazione acquisita.
E' un orientamento naturale.

Può essere considerato come appartenente all'orientamento sull'eta'.
la parola -filia significa amore, deriva da una delle antiche categorie greche di amore e in questo caso significa semplicemente attrazione.
esistono anche l'efebofilia, la nilikofilia e la gerontofilia che sono altre categorie relative all'orientamento sull'eta' (o orientamento evolutivo se vogliamo).
allo stesso modo si può parlare di androfilia, ginefilia, androginofilia ecc.. per quanto riguarda l'orientamento sessuale. questo per dare un idea della logica di queste categorie.

mentre la maggior parte delle persone sembra essere attratta da una eta' pressapoco corrispondente alla propria alcune persone sono attratte da eta' diverse dalla propria (analogamente all'orientamento sessuale potremmo parlare di omo e di etero anche in questo ambito dell'orientamento. in questo caso la tendenza e' inversa c'e' cioè una prevalenza omo - stessa eta' - e una minoranza etero - eta' diversa -)
Esiste anche la versione Bi, ovvero esistono persone attratte sia dalla propria eta' che da eta' diverse. quindi per fare un esempio esistono anche persone attratte sia dai bambini che dagli adulti.


Chi sono i pedofili?
Il nostro vicino di casa, il nostro insegnante, la vecchietta al piano di sotto, il nostro datore di lavoro, la nostra compagna di scuola, il nostro migliore amico, nostra figlia..
ebbene si', fate attenzione perché… i pedofili sono tra noi!

ok a parte l'ironia, e' così, e lo stigma sociale attualmente esistente e' molto grave. pedofili si nasce. chiunque può esserlo a prescindere dal sesso, dall'eta', dalla nazionalità', dall'estrazione sociale..
di pedofilia non ci si ammala e non si guarisce.
Le terapie riparative sono infatti le stesse che venivano utilizzate con gli omosessuali un tempo largamente considerati malati da curare.

per quanto riguarda il come si e' attratti io penso proprio che sia la stessa cosa che per i "non pedofili" cioè con le possibilità che conosciamo sull'attrazione romantica, quella erotica e la variabilità nel grado di attrazione. come i "non pedofili" io presumo che i pedofili siano prevalentemente eterosessuali, con una minoranza omosex, bisex, ecc, insomma, anche in questo ambito non penso ci siano differenze.

Per quanto riguarda la controparte, cioè i bambini?
Io non so quanto possa influire la cultura ma parlando con le persone vedo che la maggior parte dicono di aver provato una scarsa o nulla attrazione fino circa alla pubertà. una minoranza mi ha detto di aver provato attrazione in modo sporadico, con aspetti erotici e romantici poco intensi e poco definiti dai 5 anni in poi, e per lo più verso altri bambini.

Ma la mia esperienza e' diversa e quindi la posso testimoniare.
ricordo perfettamente che i primi segnali di attrazione li ho provati quando avevo circa 3/4 anni. lo so perché in quel periodo stavo traslocando coi miei genitori, ci stavamo trasferendo in un'altra città e i miei nonni ci stavano ospitando per un periodo prima del trasferimento nella nuova casa.
io non avevo ancora iniziato la scuola materna. ricordo che provavo attrazione guardando dei ballerini che ballavano a torso nudo in un programma televisivo.
L'attrazione che provavo era piuttosto sporadica e non molto chiara fino ai 6/7 anni quando ho iniziato a percepirla in modo molto più netto.
fantasticavo sull'avere un uomo come compagno, sul farci le coccole, addormentarci l'uno tra le braccia dell'altro.. passare del tempo assieme.
fantasticavo sul fare l'amore con uomini in contesti romantici.
immaginavo baci appassionati, e pratiche erotiche di vario tipo incluso l'essere penetrato da un uomo. a quel tempo non avevo neppure idea che fosse possibile ne' avevo mai visto un pene adulto. non sapevo spiegarmi questa mia fantasia e in realtà non cercavo neppure di spiegarla. mi piaceva e basta.

avevo il desiderio di una relazione romantica con un uomo adulto e la cosa triste per me e' stata pensare di non avere la possibilità di soddisfare questo bisogno.
intanto perché' pensavo di essere l'unica persona ad essere attratta dal suo stesso sesso (ho realizzato di essere omosessuale prestissimo anche se non l'ho subito collegato l'idea culturale di omosessuale),
ma ancora di più perché pensavo di essere l'unico bambino sulla faccia della terra ad avere questo desiderio e che nessun uomo avrebbe mai contraccambiato.
pensavo che gli uomini adulti fossero attratti solo ed unicamente dalle donne adulte e viceversa.
senza contare che avevo paura di rivelare questa mia attrazione e questo mio desiderio che mi rendeva così diverso.

Ho letto di persone che sostengono che la sessualità e l'amore romantico tra adulti e individui prepuberi possa essere usata come forma di educazione dei bambini, sullo stile educativo e le usanze dell'antica grecia.
io non sono d'accordo. penso che ognuno dovrebbe essere libero di esplorare la propria attrazione senza condizionamenti sociali e senza imposizioni e non ritengo che la sessualità sia da intendere come strumento educativo.

Senza dubbio considero inaccettabile ogni forma di molestia e violenza sessuale nei confronti di chiunque, forse ancora peggio quando commessa nei confronti di individui vulnerabili. ma sono convinto che sia importante distinguere tra stupratore e pedofilo. non ha senso associare le due cose. considero inaccettabile anche la discriminazione esistente nei confronti di questo orientamento assieme alla negazione della possibilità di un bambino di provare attrazione e desiderio attrattivo.

Vedo comunque un possibile problema sul quale non ho nessuna convinzione cioe' il rischio che un bambino possa sentirsi in soggezione davanti alle avance di qualcuno e forse in particolare di una persona adulta, magari acconsentendo a fare qualcosa che non e' nella sua natura. questo per via dell'inesperienza dei bambini, della loro vulnerabilità forse anche per cause culturali e per via di un'idea dell'adulto come guida e figura di potere che ritengo una visione distorta della realtà, almeno in parte.

per quanto mi riguarda non penso di essere stato particolarmente vulnerabile da bambino rispetto a quando ero adulto ma sicuramente, in un mondo ideale e ipotetico, per avere una esperienza positiva avrei dovuto instaurare un rapporto con un uomo attento, rispettoso, delicato e onesto. e per me sarebbe stato un sogno.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29086
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: la pedofilia e' un orientamento

Messaggio da Bianca »

Che cosa vuoi dire?
Che molti dei bambini abusati desiderano esserlo?

Avatar utente
Haderian
Asexy
Messaggi: 365
Iscritto il: ven set 16, 2005 7:13 am
Orientamento: omosessuale
Genere: maschio

Re: la pedofilia e' un orientamento

Messaggio da Haderian »

Bianca ha scritto:Che cosa vuoi dire?
Che molti dei bambini abusati desiderano esserlo?
no che non intendo questo. perche questa domanda?

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29086
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: la pedofilia e' un orientamento

Messaggio da Bianca »

Preferisco aspettare che altri leggano e altri facciano considerazioni.

Avatar utente
Haderian
Asexy
Messaggi: 365
Iscritto il: ven set 16, 2005 7:13 am
Orientamento: omosessuale
Genere: maschio

Re: la pedofilia e' un orientamento

Messaggio da Haderian »

io credo che sia chiaro che la mia non e' assolutamente una giustificazione agli abusi nei confronti dei bambini e non e' nemmeno un incoraggiamento a spingere minori ad avere rapporti sessuali o romantici in generale.
il mio e' un invito ad una seria riflessione sul tema perche' non trovo affatto giusta la concezione comune di pedofilia ne' il fatto che un bambino debba sentirsi in qualche modo sbagliato se prova quello che ho provato io

argento
Mega-Mitosi
Messaggi: 149
Iscritto il: lun mar 14, 2016 6:46 pm
Genere: Maschio

Re: la pedofilia e' un orientamento

Messaggio da argento »

Sul fatto che i bambini vogliano essere abusati non mi va nemmeno di commentare e non mi sfiora neanche minimamente l'idea; io penso che haderian voglia semplicemente dire che, visto che qui in questo forum stiamo conoscendo diversi tipi di attrazione sessuale, dagli omosessuali, agli eterosessuali, ai romantici e aromantici, io ci aggiungo anche quelli attratti dai piedi femminili, i cossiddetti feticisti ecc. ognuno si eccita a suo modo e secondo la sua natura c'è anche chi, purtroppo, si eccita con i bambini, e questa possa essere considerata comunque una condizione di natura come chi nasce omosessuale o feticista.
Da un lato è vero, perchè chi lo fa è perchè prova eccitazione sessuale, per cui è comunque da considerarsi un orientamento, ma mi sorge solo un dubbio: gli orientamenti sessuali molto spesso si cominciano a percepire già in giovanissima età, come tu stesso hai detto, ma per i pedofili non è così.Il pedofilo è un adulto, per cui penso di poter dire che pedofili si diventa, non è una cosa naturale, è un orientamento che si acquisisce magari grazie ad un'educazione o ad un'esperienza che ha in qualche modo influenzato questa macabra "scelta sessuale".
Questo mi fa dunque pensare che questo orientamento si possa curare e cambiare, a differenza dell'omosessualità dove uno, appunto, ci nasce ed è quindi una scelta di natura.

Avatar utente
Matty
Samurai Asexy
Messaggi: 722
Iscritto il: mer dic 30, 2015 6:18 pm
Orientamento: Asex; Romantico
Genere: Maschio
Località: Emilia

Re: la pedofilia e' un orientamento

Messaggio da Matty »

Secondo me la attuale legislazione è giusta, perchè sarebbe molto difficile distinguere un bambino che desidera effettivamente avere un rapporto romantico con un adulto da uno che è stato circuito, è stato plagiato da un adulto. A quella etá sono parecchio suggestionabili, molto facili da manipolare.
L'illegalitá della omosessualitá non aveva un senso, era dettata esclusivamente da ignoranza e influenza religiosa sulle leggi statali, invece quella della pedofilia ha un senso, è volta a proteggere elementi più deboli che, come dici tu, in larghissima maggioranza non hanno attrazione romantica e pulsioni sessuali fino alla pubertá.
Se fosse davvero un orientamento naturale non cambierebbe nulla, in una ipotetica legittimazione della cosa si aprirebbe il problema che ti ho detto sopra.
Purtroppo non viviamo in un mondo perfetto e ideale.

Avatar utente
SZangy
Samurai Asexy
Messaggi: 665
Iscritto il: mar ago 25, 2015 1:46 pm
Orientamento: Queer-Demi
Genere: FtM(Pre-T)/Androgino
Località: Ignoto

Re: la pedofilia e' un orientamento

Messaggio da SZangy »

La pedofilia entra nelle considerate "parafilie"; come il feticismo, voyeurismo e sadismo/masochismo.
In fatti piu concreti e chiari, non risulta un grave problema fino a quando diventa pericoloso per se stesso e/o per gli altri. E qui risulta il solito dilemma su quando la persona sia in grado di chiedere "aiuto" (attenzione, per aiuto non intendo in senso negativo. Può avere un'aiuto anche un omosessuale che si sente in colpa del proprio orientamento a causa di un conflitto personale o fattori ambientali e familiari, non solo di un pedofilo che si rende conto di non saper controllare i propri estinti) o meno, finendo sulla criminalità.

Di certo nei media arriva la solita storia di abuso di minore, ma ciò non vuol dire che tutti arrivano a questo punto. Altrimenti a quest'ora dovremmo parlare ogni giorno di rapporti sessuali non-dolci, sempre stigmatizzati come stupro.

Non é certo raro vedere giovani innamorarsi di una persona molto piu adulta...(si nota probabilmente in prevalenza per il sesso/genere femminile), ma penso che in sostanza sia difficile fare una distinzione tra l'abuso e il pieno consenso, che in ogni paesi arriva data una certa predominata età (Età del consenso).

Attenzione, con questo non voglio mica dar ragione a tutti i predatori sessuali, anzi, ma nascondere non risolve affatto il problema. Così come prendere tutta l'erba di un fascio non va affatto bene.
ImmagineImmagine

Avatar utente
Matty
Samurai Asexy
Messaggi: 722
Iscritto il: mer dic 30, 2015 6:18 pm
Orientamento: Asex; Romantico
Genere: Maschio
Località: Emilia

Re: la pedofilia e' un orientamento

Messaggio da Matty »

SZangy ha scritto: Non é certo raro vedere giovani innamorarsi di una persona molto piu adulta...(si nota probabilmente in prevalenza per il sesso/genere femminile).

Attenzione, qui si parla di bambini, non di adolescenti, la differenza è enorme!
Sinceramente di casi di bambini che provano attrazione perlomeno romantica ne ho sentiti pochissimi, non è per nulla frequente.

Avatar utente
SZangy
Samurai Asexy
Messaggi: 665
Iscritto il: mar ago 25, 2015 1:46 pm
Orientamento: Queer-Demi
Genere: FtM(Pre-T)/Androgino
Località: Ignoto

Re: la pedofilia e' un orientamento

Messaggio da SZangy »

Si, é vero, ma bisogna considerare anche l'efebofilia (attrazione per gli pre-adolescenti), dove viene messo nell'insieme della pedofilia "pericolosa". Non sempre rientra nella fascia infantile, molti casi rientrano anche per ragazzi che vanno dai 12 ai 15 anni.

Riguardo all'attrazione beh, ne ho sentiti anch'io pochissimi. Ma sia l'infanzia che l'adolescenza sono età "instabili", di certo un'pre-adolescente ha potere di volontà superiori rispetto ad un bambino, ma non di certo tantissimo come nel adolescente e nell'adulto.
ImmagineImmagine

Avatar utente
Edward
AVENita di Classe A
Messaggi: 2738
Iscritto il: mar dic 09, 2014 10:49 pm
Orientamento:
Genere: f

Re: la pedofilia e' un orientamento

Messaggio da Edward »

L'argomento è preda di facili fraintendimenti, dunque cercherò di mettere qualche punto fermo nel mio discorso.

I bambini hanno una propria sessualità e un proprio vissuto emozionale: vederli come angeli asessuaTi è una sciocchezza. Tuttavia, il rapporto tra adulto e bambino non è mai paritario, in nessun caso. I bambini sono sempre in una posizione fragile rispetto all'adulto. Un bambino che gioca al dottore con un altro bambino, gioca in un ambito paritario. Un bambino che fa giochi sessuali con un adulto no, non è nella medesima condizione.
Haderian ci racconta di ciò che provava da piccolo e dice cose assolutamente rispettabili, ma ragiona da adulto. Se si fosse davvero trovato in una situazione con un adulto, non ci è dato di sapere come l'avrebbe vissuta allora. E sinceramente non trovo una via sensata e paritaria nel rapporto adulto-bambino.

Di pedofili si parla nei casi in cui c'è violenza, dunque si associa il pedofilo al violentatore e molestatore. Ma non è detto che ogni pedofilo metta in pratica la propria inclinazione. Un pedofilo che vive tutta la sua vita provando attrazione per i minori, ma non mettendo in pratica perché si rende conto che non sarebbe cosa giusta, non è a mio avviso da mettere tra le persone violente. Per quanto ne sappiamo, potrebbe essere pedofilo il nostro vicino, il panettiere, una cugina: non ce lo verranno a dire, molto probabilmente.

C'è qui si Aven una vecchia discussione lanciata da Ithaca nella quale si parlava di questo, e io sinceramente sono d'accordo con quanto dice lei http://www.asexuality.org/it/viewtopic.php?f=84&t=5529.

Detto questo, i pedofili sono le uniche persone per le quali provo una sorta di pena nell'ambito degli orientamenti, perché in ogni caso devono mettere a tacere i loro istinti. Per chi non lo fa, posso solo condannare fermamente, perché la molestia dei bambini è il delitto più grave che si possa fare.

Avatar utente
SZangy
Samurai Asexy
Messaggi: 665
Iscritto il: mar ago 25, 2015 1:46 pm
Orientamento: Queer-Demi
Genere: FtM(Pre-T)/Androgino
Località: Ignoto

Re: *Trigger warning* la pedofilia e' un orientamento

Messaggio da SZangy »

E' stato aggiunto un *trigger warning* al titolo del post visto l'argomento trattato.
ImmagineImmagine

Avatar utente
Haderian
Asexy
Messaggi: 365
Iscritto il: ven set 16, 2005 7:13 am
Orientamento: omosessuale
Genere: maschio

Re: *Trigger warning* la pedofilia e' un orientamento

Messaggio da Haderian »

argento ha scritto:gli orientamenti sessuali molto spesso si cominciano a percepire già in giovanissima età, come tu stesso hai detto, ma per i pedofili non è così.Il pedofilo è un adulto, per cui penso di poter dire che pedofili si diventa, non è una cosa naturale, è un orientamento che si acquisisce magari grazie ad un'educazione o ad un'esperienza che ha in qualche modo influenzato questa macabra "scelta sessuale".
Questo mi fa dunque pensare che questo orientamento si possa curare e cambiare, a differenza dell'omosessualità dove uno, appunto, ci nasce ed è quindi una scelta di natura.
una persona pedofila non e' necessariamente adulta
penso che i pedofili inizino a percepire il proprio orientamento come gli altri poi si accorgono che la loro attrazione rimane indirizzata verso i bambini e non si sposta verso gli adulti. comunque come ho gia' detto non la vedo ne come una scelta ne come una cosa macabra se non c'e' violenza.

condivido le incertezze sulla consensualita' di un bambino e anche che possa essere pericoloso ma non nel mio caso.
io ho l'impressione che oltre a questi dubbi come dire, legittimi, ci sia dell'altro, cioe' un rifiuto a priori dell'idea di un rapporto tra bambino e adulto.

nel mio caso io l'ho vissuta come una privazione. in realtà l'abuso che ho subito io e' stato questo.

una volta da bambino chiesi ai miei genitori perché era sbagliato che gli adulti facessero l'amore con i bambini e loro mi descrissero un pedofilo come un uomo adulto disturbato che nel fare l'amore con un bambino diventa violento e uccide le proprie vittime buttandole poi in un cassonetto...

a me questa descrizione pareva piuttosto strana ma di certo non e' stata incoraggiante nei confronti del mio desiderio che già di per se mi intimoriva.

in un contesto diverso penso che probabilmente avrei cercato di sedurre un adulto.
non mi sembra giusto vedere questo come un abuso, la mia sarebbe stata una scelta consensuale, anzi fortemente desiderata.
Edward ha scritto:Haderian ci racconta di ciò che provava da piccolo e dice cose assolutamente rispettabili, ma ragiona da adulto. Se si fosse davvero trovato in una situazione con un adulto, non ci è dato di sapere come l'avrebbe vissuta allora. E sinceramente non trovo una via sensata e paritaria nel rapporto adulto-bambino.
questo pero' e' un po' come dire che non si sa come si può vivere un'esperienza finche' non la si prova. invece penso che spesso il proprio istinto sia sufficiente per capire se una cosa e' desiderabile o meno nel campo dell'attrazione, soprattutto quando le sensazioni sono così chiare.
Sulla disparita' non saprei, a dire il vero a me piaceva anche questo, l'idea che ci fosse disparita' ma che non fosse usata per approfittarsi di me ma piuttosto per trasmettermi un senso di protezione e sicurezza (oltre che essere anch'io protettivo nei suoi confronti nonostante la disparita'). Ma concordo sul pericolo di questa cosa.

Avatar utente
Edward
AVENita di Classe A
Messaggi: 2738
Iscritto il: mar dic 09, 2014 10:49 pm
Orientamento:
Genere: f

Re: *Trigger warning* la pedofilia e' un orientamento

Messaggio da Edward »

Haderian ha scritto:
questo pero' e' un po' come dire che non si sa come si può vivere un'esperienza finche' non la si prova. invece penso che spesso il proprio istinto sia sufficiente per capire se una cosa e' desiderabile o meno nel campo dell'attrazione, soprattutto quando le sensazioni sono così chiare.
Sulla disparita' non saprei, a dire il vero a me piaceva anche questo, l'idea che ci fosse disparita' ma che non fosse usata per approfittarsi di me ma piuttosto per trasmettermi un senso di protezione e sicurezza (oltre che essere anch'io protettivo nei suoi confronti nonostante la disparita'). Ma concordo sul pericolo di questa cosa.
No, proprio no. Dico che tu, ora, hai questo ricordo di quel desiderio, e che pensi ti sia stato negato qualcosa. Al contrario, io penso che i tuoi genitori abbiano fatto bene a metterti in guardia, perché la visione dell'adulto gentile che tu hai è una fantasia che non ha nessuna aderenza con la realtà. Questa tua ingenuità di bambino, ti avrebbe portato a esporti al pericolo, senza saperlo. I bambini non sono in grado di comprendere se un adulto è una brava persona o meno: non ne sono capaci nemmeno gli adulti, spesso. Tu correresti il rischio, con un figlio tuo o con il tuo nipotino? Non credo. Ti fideresti del suo giudizio? Non penso. Saresti contento se questo bambino ti venisse a dire che vuole fare sesso con il suo insegnante che è tanto carino e simpatico? Non credo.
Non esiste nessuna ragione per cui un bambino dovrebbe fare sesso con un adulto e nessun adulto al mondo dovrebbe pensare che facendo sesso con un bambino stanno avendo un normalissimo rapporto paritario. Proprio no.

Hade, che cavolo stai dicendo?
Sai quante persone che sono state oggetto di attenzioni di questo tipo ti cederebbero volentieri l'esperienza?

Avatar utente
Haderian
Asexy
Messaggi: 365
Iscritto il: ven set 16, 2005 7:13 am
Orientamento: omosessuale
Genere: maschio

Re: *Trigger warning* la pedofilia e' un orientamento

Messaggio da Haderian »

sto dicendo che questa e' la mia esperienza.
io quelle attenzioni le desideravo. forse e' vero che e' stato meglio così ma non perché io fossi un bambino e l'oggetto del mio desiderio fosse adulto ma perché, come hai detto tu spesso neppure un adulto e' in grado di riconoscere una persona buona figuriamoci un bambino.

ripeto non voglio in qualche modo incoraggiare l'idea di rapporti tra adulti e bambini, penso anch'io che sia molto pericoloso ma non e' giusto che la mia esperienza sia negata. il mio sentire non era qualcosa di invalido o di sbagliato.

Rispondi