Imprinting di gruppo e non, false o giuste impressioni?

Per le discussioni più serie, di carattere etico, politico, morale, religioso e quant'altro. Si raccomanda la serietà e il rispetto delle opinioni altrui.
Rispondi
Avatar utente
axelay
(A)VENdicatore
Messaggi: 1627
Iscritto il: ven gen 30, 2015 10:50 am
Orientamento: della prua 15° a babordo
Genere: pirata romantico ma gladiatore

Imprinting di gruppo e non, false o giuste impressioni?

Messaggio da axelay »

Da tempo ragiono su questa cosa che ho definito una sorta di imprinting, pensando a Lorenz con le anatre...

Se una persona mostra solo un lato del suo carattere ad un gruppo di persone nel quale dovrà inserirsi, otterrà come risultato di essere "codificato" in un certo modo e ciò influenzerà negativamente/positivamente i giudizi su di lui per il futuro, anche comportandosi in maniera opposta o diversa?

La prima impressione è davvero così importante?
Quando conosciamo una persona la memorizziamo secondo uno stereotipo? (stupida, furba, sciocca, amabile,dolce etc..)

Influiscono i tratti somatici e l'aspetto fisico, insomma l'apparenza?

È difficile cambiare parere dopo che abbiamo ricevuto un certo "imprinting" da questa persona?

Avatar utente
Valkyrie
A-ccademico viola
Messaggi: 7755
Iscritto il: sab mag 02, 2015 9:32 pm

Re: Imprinting di gruppo e non, false o giuste impressioni?

Messaggio da Valkyrie »

Secondo me si... Almeno nella maggior parte dei casi:D quindi questo deve invogliare a far conoscenze piú approfondite al posto di bollare subito tutti O.O
Avevo studiato che la cosa aveva un origine mooooooolto antica, quando si doveva valutare in pochi istanti se ci si poteva fidare di una persona o no O.O roba di sopravvivenza *-*

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29090
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Imprinting di gruppo e non, false o giuste impressioni?

Messaggio da Bianca »

Sì, la prima impressione influenza il proprio parere nei confronti di una persona.
Se la conoscenza finisce lì, si conserva quella prima impressione, positiva o negativa, che è indubbiamente influenzata anche dall'aspetto esterno.
Se si ha modo di proseguire nella conoscenza, quella prima impressione potrà essere confermata, o cambiata, o modificata e arricchita con nuovi particolari, aspetti e anche sorprese.
Quello di cui bisogna tener conto, secondo me, è che la prima impressione, è influenzata parecchio dall'aspetto esterno, quindi da ciò che si indossa, dall'ordine, dalla pulizia, dal modo di esprimersi.
Che ci piaccia o no, la prima impressione è data da tutte quelle cose superficiali che costituiscono il nostro involucro e che, quasi sicuramente verranno modificate nel corso di una conoscenza più approfondita.
Anche se penso che una persona che si presenta ordinata e piacevole a vedersi, difficilmente si rivelerà sciatta e disordinata.

Rispondi