Disinteresse sessuale e prostituzione.

Per le discussioni più serie, di carattere etico, politico, morale, religioso e quant'altro. Si raccomanda la serietà e il rispetto delle opinioni altrui.
Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29091
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Disinteresse sessuale e prostituzione.

Messaggio da Bianca »

Ti scriverò axe, dammi solo il tempo di tornare a casa....

Avatar utente
Haderian
Asexy
Messaggi: 365
Iscritto il: ven set 16, 2005 7:13 am
Orientamento: omosessuale
Genere: maschio

Re: Disinteresse sessuale e prostituzione.

Messaggio da Haderian »

la prostituzione non e' necessariamente un danno che si fa a se stessi, io non la screditerei a priori. sul discorso di dare l'esempio: se e' vero che i minori (ma io direi gli esseri umani in generale) tendono a fare quello che viene ritenuto "normale" e' anche vero che creare tabu' non aiuta nessuno.
axelay ha scritto:Per me non è stato facile dare della puttana ad una prostituta, perchè in lei vedo sempre una donna.
Una donna che può avere tutte le cose belle che la vita può offrirle.
perche' pensi di sapere cosa e' desiderabile in assoluto per tutti?
finche' non si fa del male agli altri ognuno deve essere libero di vivere la propria vita come vuole.

disprezzare una persona perché' si prostituisce non e' sbagliato perché' dietro alla "puttana" c'e' una donna (?) ma perché' e' una persona con la sua sensibilità', la sua particolarità' e il suo diritto di scegliere per se ciò che vuole.
axelay ha scritto:Una donna costretta a prostituirsi la comprendo perchè vittima della vita stessa e perchè debole.
Un pedofilo pure, perchè persona malata, con seri disturbi sul piano sessuale, spesso frutto di violenze ricevute da bambino.
Comprendo eterosessuali, omosessuali, asessuali, feticisti, tutti.
Comprendo anche chi sbaglia perchè tutti sbagliamo.
non penso che la pedofilia sia una malattia ma un orientamento. essere attratti dai bambini non significa volerli stuprare e violentare. quella verso i pedofili e' la discriminazione più' diffusa e tra le più gravi in termini di disumanizzazione.
axelay ha scritto:Forse chissà, un domani, quando ci sarà la libertà assoluta, sarà normale accoppiarsi in mezzo ad una strada con perfetti sconosciuti. Forse anche i genitali si potranno mostrare in pubblico al pari di una bella acconciatura.
confermo, nessun problema ne con la nudita' ne con l'accoppiamento in pubblico per quanto mi riguarda
axelay ha scritto:Quando un giorno tutto questo non sarà più così, ma sintetico, seppur migliore, vi prego, non riportatemi in vita.
il sintetico non lo vorrei neanch'io ma non capisco cosa c'entri.
axelay ha scritto:Ed allora non ci sarà più quella brutta cosa chiamata morale, quegli inutili principi basati sull'amore, e magari le religioni non ostacoleranno la naturale evoluzione umana.
io sono infastidito dal fatto che se ne faccia una questione morale che morale non e'. anzi mi infastidisce in generale quando l'argomento morale che e' una cosa importante viene usato a sproposito

Avatar utente
axelay
(A)VENdicatore
Messaggi: 1627
Iscritto il: ven gen 30, 2015 10:50 am
Orientamento: della prua 15° a babordo
Genere: pirata romantico ma gladiatore

Re: Disinteresse sessuale e prostituzione.

Messaggio da axelay »

Provo a dire il contrario di quello che ho detto....

Ohhh....... che palle Bianca...
Tu che sei una donna come tante, orribile!

Tu vedi in me bruttezza, perchè ti fermi lì al punto giusto, e nei ragionamenti non vai oltre.

Il riferimento alle ragazzine è una cavolata, a dodici anni non ci si fa influenzare da nessuno.

Ti ricordi quando mi sono iscritto su Aven?
E qualcuno mi aveva suggerito che in fondo la soluzione al mio problema, era quello di andare con qualche prostituta?
Grazie per avermi suggerito di spassarmela!

Ora sono felice perchè non ho più mia moglie che mi rompe le scatole, tanto ho risolto. E poi da quando vivo solo e non ho più mocciosi tra i piedi
mi sento un re!

Finanche una prostituta mi ha detto: hai fatto bene, lei non ti merita.

Per me è stato facile dare della puttana ad una prostituta, perchè ragazze, ma chi non vorrebbe essere un puttanone?
È una donna che ha tutto, più di me.

Una donna costretta a prostituirsi non la capisco, secondo me è scema.
Un pedofilo fa bene ad amare i bambini ed a impartire loro la giusta educazione sessuale. I vecchi, poi, come sono teneri con i neonati!
Per me omosessuali, asessuali, feticisti, sono persone deviate che hanno problemi, un po' come quando nasce un figlio con una disabilità.
Chi sbaglia deve pagare. Errare non è umano.

Adoro chi fa una palata di soldi. I soldi possono comprare tutti. Si può vendere il proprio ano per soldi ed anche uccidere.
Che differenza fa? Business is business...
Chi vende se stesso fa bene. Ogni cosa ha il suo prezzo.
Chi si accontenta di poca ricchezza non ha il senso del valore della propria vita

Forse chissà, un domani, quando ci sarà la libertà assoluta, saremo tutti casti, casa e chiesa e magari ci copriremo fino all'ultimo lembo di pelle!

Magari avverrà tra dieci anni, quando i bacchettoni come noi (fanculo Ed)
saranno la maggioranza.

Ci sarà più amore più religione più tutto. Saremo una grande famiglia.

A me non piace l'erba, quella vera. Gli alberi con la corteccia ed il legno.
La frutta ed il cibo che crescono naturalmente. Le persone che si amano e si toccano
perchè si vogliono bene. A me tutto questo fa schifo.

Quando un giorno tutto questo non sarà più così, ma sintetico, seppur peggiore, vi prego, riportatemi in vita.

Non interessante il fatto che una prostituta sia asessuale.
Forse potrebbero essere in poche così. Da non approfondire.

Spero che la nostra amica abbia gioito ad essersi sentita chiamare puttana. Se poi avesse raggiunto il nirvana sarebbe il top!
Perchè allora vorrebbe dire che in lei è morto, finalmente, il suo lato peggiore.




Adesso che ho detto il contrario di quello che pensavo, puoi capire meglio il valore del mio intervento precedente.
Ultima modifica di axelay il mer mar 16, 2016 9:24 pm, modificato 2 volte in totale.

Avatar utente
Valkyrie
A-ccademico viola
Messaggi: 7755
Iscritto il: sab mag 02, 2015 9:32 pm

Re: Disinteresse sessuale e prostituzione.

Messaggio da Valkyrie »

Axe perché parli così??? O.O

Avatar utente
Haderian
Asexy
Messaggi: 365
Iscritto il: ven set 16, 2005 7:13 am
Orientamento: omosessuale
Genere: maschio

Re: Disinteresse sessuale e prostituzione.

Messaggio da Haderian »

:o :lol:

ok sei riuscito a farmi ridere lo ammetto

Avatar utente
axelay
(A)VENdicatore
Messaggi: 1627
Iscritto il: ven gen 30, 2015 10:50 am
Orientamento: della prua 15° a babordo
Genere: pirata romantico ma gladiatore

Re: Disinteresse sessuale e prostituzione.

Messaggio da axelay »

Haderian ti rispondo seriamente...
Se ti ho fatto ridere veramente mi fa piacere!

Credo fortemente che la mente umana, la psiche di una persona, non possono reggere, nel tempo, determinate situazioni.
Bisogna essere molto forti per reggere il peso psicologico di una simile professione, la prostituta.

Idem per un cliente, che ha trovato una "scorciatoia" per ricreare delle situazioni, per simularle con la finzione.

Ovviamente dipende tutto dalla propria struttura interiore che è composta anche e soprattutto dai valori "base" che decidiamo di scegliere.

Ognuno ha una propria concezione di giusto o sbagliato in base a questi valori.

Un ladro professionista ha i suoi valori che gli permettono di effettuare un furto senza problemi.
Una monaca di clausura può sopportare di vivere fuori dal mondo grazie ai suoi valori.
Una prostituta può accettare che un perfetto sconosciuto si accoppi con lei grazie ai suoi valori.

I valori sono le cose in cui crediamo.

Andare contro i propri valori comporta forti cambiamenti, ferite,alcune volte, difficilmente rimarginabili.

Sulla pedofilia mi hai fatto sentire ignorante, dovrò forse aggiornarmi?

Il sintetico significa la scomparsa di tutto ciò come lo conosciamo adesso. Una evoluzione dell'uomo non controllata, in nome della libertà.
Ma mi riferisco a qualcosa che potrebbe avvenire magari tra vari secoli.

Preferisco che si evolva la scienza, la medicina, la tecnologia, ma che l'uomo non si trasformi, poco a poco in qualcosa diverso da ciò che è oggi.

Tornando alla prostituzione ognuno è libero di fare ciò che vuole. Ma devo spiegarti perchè non lo ritengo un buon lavoro, sforzandomi di farlo come lo farebbe un bambino, non perchè tu capisca meglio (mai penserei di te una cosa simile!) ma perchè nella semplicità posso essere più chiaro..

1 - Fare sesso con tutti è rischioso per via delle malattie che si possono trasmettere/contrarre

2 - È difficile avere relazioni sentimentali facendo quel lavoro, una famiglia e dei figli da crescere.

3- Spesso si può trovare qualche cliente violento che paga per ottenere di più.

4 - La prostituzione crea dipendenza per via del guadagno facile.

5- In Italia è una attività che non può essere svolta.

6 - Dal punto di vista sociale le prostitute non vengono trattate con stima ma con disprezzo.
Ultima modifica di axelay il mer mar 16, 2016 10:21 pm, modificato 7 volte in totale.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29091
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Disinteresse sessuale e prostituzione.

Messaggio da Bianca »

Vedi axe, c'è gente che non capisce di avere delle responsabilità nei confronti di coloro che sono più giovani, meno forti, meno preparati, privi di principi ed educazione morale o, semplicemente che attraversano un momento di grave crisi esistenziale.
Su un luogo pubblico come questo, io non posso dare ad intendere che approvo il vizio, perché tutti hanno il diritto di fare quello che ritengono più opportuno.
A livello personale io posso essere profondamente comprensiva nei confronti di chi sbaglia, anche se, mi sembra più giusto comprendere una debolezza che una libera scelta.
Nell'opera "In morte di Carlo Imbonati", il Manzoni riconosce l'importante funzione educativa avuta da quest'uomo, amante della madre, nei suoi confronti e ne riporta un insegnamento: "Il ver non tradir, nè proferir mai verbo che plauda al vizio e la virtù derida"
Per questo, con tutto l'amore e la comprensione che io posso avere nei confronti di coloro che sono in difficoltà, non posso approvare l'errore ad oltranza, in nome di una mal intesa libertà di tutti di fare tutto ciò che vogliono.

Io non avrei mai potuto dire a te che lamentavi la scarsa partecipazione di tua moglie alla vostra vita sessuale, di ovviare all'inconveniente frequentando prostitute.
Avrebbe voluto dire, avallare un comportamento che io ritengo profondamente negativo e deleterio per la vita di una coppia.

Had, che cosa è la morale per te e quali sono gli argomenti che ne meritano l'uso e il riferimento?

Avatar utente
Haderian
Asexy
Messaggi: 365
Iscritto il: ven set 16, 2005 7:13 am
Orientamento: omosessuale
Genere: maschio

Re: Disinteresse sessuale e prostituzione.

Messaggio da Haderian »

si Axe mi ha fatto ridere veramente il tuo post al contrario.

io penso che siamo diversi. diro' la verita' anche ai miei occhi la prostituzione risulta triste, cioe' che un'interazione tra due individui, che io vedo percepisco come cosi' intima, si riduca ad un servizio retribuito. pero' penso che non tutti vivano come me l'intimita' sessuale. l'indifferenza di cui parlava la ragazza forse significa questo, l'erotismo simulato, vissuto come qualcun'altro potrebbe vivere un massaggio. e anche i massaggi hanno la loro intimita' ma sono un'interazione umana a pagamento. piuttosto che parlare della prostituzione come miseria dell'animo io parlerei dei rischi, delle dinamiche, o della diversita' nel vivere il sesso, per una maggiore consapevolezza.

ecco, per me giusto e sbagliato sono fattori soggettivi solo nel senso che dipendono dall'interpretazione personale, dalle conoscenze ed esperienze, dalle sue valutazioni ma si basano su situazioni reali assolutamente oggettive: il fatto che siamo esseri coscienti, facciamo esperienze, abbiamo una vita, una volonta', bisogni e siamo in grado di provare dolore.
axelay ha scritto:Sulla pedofilia mi hai fatto sentire ignorante, dovrò forse aggiornarmi?
onestamente si', penso che bisogna rifletterci seriamente sopra. penso che apriro' un topic a riguardo appena me la sento

su tutto il resto sono d'accordo con te.
Bianca ha scritto:Had, che cosa è la morale per te e quali sono gli argomenti che ne meritano l'uso e il riferimento?
non fare agli altri ciò' che non vorresti fosse fatto a te non mi sembra male, ma non vorrei fare riferimenti ad alcuna dottrina religiosa perché' per me la morale non ha niente a che fare con alcuna dottrina ma con la ragione.
per me la morale richiede uno sforzo mentale. e' il non pensare e agire in termini di convenienza ma in termini di giustizia.
quindi per restare sul generale direi: ognuno dovrebbe essere libero di fare ciò che desidera purché non faccia del male ad altri e con fare del malle intendo provocare deliberatamente sofferenza fisica o mentale

Avatar utente
axelay
(A)VENdicatore
Messaggi: 1627
Iscritto il: ven gen 30, 2015 10:50 am
Orientamento: della prua 15° a babordo
Genere: pirata romantico ma gladiatore

Re: Disinteresse sessuale e prostituzione.

Messaggio da axelay »

Had mi ha fatto piacere leggere le tue parole!
Se per pedofilia intendi una sorta di attrazione romantica, platonica, verso la dolcezza dei bambini, simile a quella che prova un genitore vedendo il figlio
di un'altra persona, o cose simili, ben vengano. Sono molto curioso sull'argomento e spero che non riguardi la sessualità tra un sessantenne ed una sedicenne, perchè non mi piace. Ma sono sempre aperto nell'ascoltare.

Vorrei sentire Astra perchè asessuale, magari chiederle se riuscisse a prostituirsi provando, invece, desiderio sessuale, e come percepirebbe il suo corpo....

Avatar utente
Haderian
Asexy
Messaggi: 365
Iscritto il: ven set 16, 2005 7:13 am
Orientamento: omosessuale
Genere: maschio

Re: Disinteresse sessuale e prostituzione.

Messaggio da Haderian »

anche a me ha fatto piacere Axe. alla prossima :)

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29091
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Disinteresse sessuale e prostituzione.

Messaggio da Bianca »

Mi piace molto Had quello che hai scritto a proposito della morale.
Anch'io la penso cosi.
Sì, agire in termini di giustizia e non di convenienza ed evitare tutto quello che può provocare sofferenza fisica e morale ad altri.
Anche di se stessi, però, bisogna avere rispetto ed anche a se stessi non bisogna fare del male.

Avatar utente
Edward
AVENita di Classe A
Messaggi: 2738
Iscritto il: mar dic 09, 2014 10:49 pm
Orientamento:
Genere: f

Re: Disinteresse sessuale e prostituzione.

Messaggio da Edward »

Dopo aver parlato privatamente con Bianca, siamo d'accordo di incollare qui alcuni messaggi che ci siamo scambiate in un altro topic (http://www.asexuality.org/it/viewtopic. ... 35#p143942), perché in sostanza sono legati a questa discussione e può avere senso parlarne qui invece che altrove:
Bianca ha scritto:Ho riflettuto sull'accusa che Ed ha fatto ad axe e a me, di essere bacchettoni....
Non sarà che uno dei lati positivi degli asessuali, sia proprio la tolleranza?

Devo dire che io sento spesso la conferma di essere molto tollerante, ma forse questa mia impressione è sbagliata, perché
,se mi si dà della bacchettona, probabilmente vuol dire che il mio spirito di tolleranza, che io considero così vasto, è invece, influenzato da tutta una serie di condizionamenti, non ultimo l'educazione ricevuta.

A questo punto mi viene da chiedermi: l'educazione ricevuta, era sbagliata?
La buttiamo tutta alle ortiche e ricominciamo da capo a costruirci una mentalità nuova, aperta, emancipata, libera da qualsiasi condizionamento?
Io sono fatta di tante cose, ma quelle che più mi determinano, mi caratterizzano, sono ciò che ho ricevuto, le esperienze vissute che, in qualche modo mi hanno dato conferme e smentite, le convinzioni consolidate.
Per quanto io mi ponga in amoroso ascolto, umile e attento, non posso cancellare tutto questo.

Gli asessuali invece, che molto presto, devono mettersi in discussione, porsi degli interrogativi, risolvere conflitti ed operare ai fini di una accettazione, probabilmente, sviluppano un punto più alto di tolleranza che non viene influenzato neppure da eventuali principi e regole di condotta.
Edward ha scritto:Bianca, non era un'accusa, vi prendevo un po' in giro!
Io non so se il mio livello di tolleranza abbia a che fare con la mia asessualità, però una cosa posso dirtela: non significa che io vada oltre un'educazione o una morale mia, sviluppata anche grazie agli insegnamenti e agli esempi ricevuti. Diciamo che è forse una questione di priorità. Prendendo ad esempio il fatto scatenante: no, io non vedo la prostituzione come una cosa positiva, una carriera che consiglierei a qualcuno. Però so che c'è e che non si estinguerà, non si è mai estinta malgrado sia vista parecchio male. So che le prostitute esistono e che si può non condividere le loro scelte, ma una cosa che mia madre mi ha insegnato è che le persone hanno tutte una dignità, che io non valgo più di una puttana solo perché la mia vita è diversa e che la condanna a priori interrompe gli scambi e il dialogo. Tutto questo dipenderà anche dal fatto che ho avuto delle amiche prostitute, e che erano delle persone meritevoli di essere amate e trattate con rispetto, malgrado delle scelte che io non avrei abbracciato.
Scusate, sono un po' OT, ma ci tenevo a dire queste cose perché mi pare siano state fraintese.
Bianca ha scritto:Ecco qua un'altra dote degli asex: sanno essere comprensivi anche con i bacchettoni.....

Avevo capito che volevi prendere in giro axe e me che, lancia in resta, ci siamo scagliati, ciascuno a modo suo, contro il mestiere più vecchio del mondo.
D'altra parte, quando Eva si è ritrovata fuori dal Paradiso Terrestre, con la maledizione: ti guadagnerai il pane col sudore della tua fronte, cosa doveva fare? Non c'erano industrie, nè negozi, nè scale da lavare.
Con il senso pratico delle donne, ha detto ad Adamo: la vuoi la discendenza? Paga.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29091
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Disinteresse sessuale e prostituzione.

Messaggio da Bianca »

Tua mamma ti ha indubbiamente insegnato una cosa molto bella: che ogni persona ha una sua dignità, qualsiasi scelta faccia.
Anche a me è stato insegnato così e io non metto in discussione, nè mi dimentico del riconoscimento di questa dignita che dobbiamo a tutti.
L'unico dubbio mi viene quando mi trovo di fronte ad una persona che ha deliberatamente scelto di calpestare la sua dignità.
Il desiderio che subito sento, è quello di indurre questa persona a ritrovare, riscoprire proprio quella sua dignità calpestata o accantonata.
Sì, la condanna, il rifiuto a priori, mette fine a qualsiasi possibilità di dialogo, di conoscere e comprendere, quindi il rifiuto immediato, non dovrebbe mai esserci per nessuno.

Io credo che, se guardiamo alle scelte che si fanno, non tutte le vite valgono nello stesso modo.
Una persona che sia rispettosa degli altri, che svolga con responsabilità il suo lavoro, indipendentemente dal compenso che riceve, credo valga di più di chi, per far soldi sfrutta le debolezze e le stupidità umane.
Allo stesso modo, una Madre Teresa che dedichi la sua vita agli altri, in contesti molto difficili, sicuramente vale di più di chi pur comportandosi bene ed aiutando il prossimo, non esce mai dal suo confortevole orticello.

Se ho avuto amiche prostitute, è stato a mia insaputa.
Mi viene in mente, a questo proposito, una mia cugina, la quale mi raccontó di ospitare nei fine settimana, un signore, che, al lunedì, prima di rientrare, le lasciava sul comodino 400 euro.
Subito non ho colto, poi pensandoci, mi sono detta: cavolo! Ma ho una cugina che si prostituisce!
Nella nostra famiglia, che sappia io, è l'unico caso.
Poi, mi sono chiesta se non si trattava di un compenso per il B&B, lunch, dinner, spunten, apetitif, merend.....

Ora, mi sto anche chiedendo: perché diverse persone, quando sono rimasta sola, mi hanno consigliato di aprire un B&B a casa mia?
Mmmmmmmmmmmmmm.....

Avatar utente
axelay
(A)VENdicatore
Messaggi: 1627
Iscritto il: ven gen 30, 2015 10:50 am
Orientamento: della prua 15° a babordo
Genere: pirata romantico ma gladiatore

Re: Disinteresse sessuale e prostituzione.

Messaggio da axelay »

Bianca mi hai fatto schiattare di risate con la storia di Adamo ed Eva!

Sapete da dove nasce la mia rabbia bacchettona verso una donna che fa la prostituta?

Che mi fa soffrire il fatto che una donna possa essere trattata male da un uomo, umiliata.
Ma non mi riferisco al rapporto sessuale, sicuramente sotto controllo e regolamentato da rispetto reciproco e limiti da non oltrepassare.
Non mi fa rabbia il cliente felice e il rapporto nel "rapporto". Non è una questione di atto sessuale.

L'umiliazione vera è ciò che pensa un uomo di una donna che fa quel mestiere.
Un uomo che la considera come donna solo per quello, che non vede altro in lei.
Chi è considerata "puttana vera" perchè di professione ormai, ingiustamente, ha trasmesso un "imprinting" talmente forte
da essere considerata una donna inferiore, una donna da non sposare mai, sporca perchè ha fatto mille cose che hanno a che fare
con gli spermatazoi con mille uomini diversi, con troppi uomini. E troppi uomini, vedendoti insieme a lei, sogghignerebbero, aggiungendo altre umiliazioni ad una povera donna.
Una donna che è uguale a tutte le donne del mondo, ma che, al pari delle streghe, è condannata per sempre, dagli uomini.

Perchè noi uomini, dalle prostitute, esigiamo di fare ciò che la maggior parte delle donne si rifiutano di fare, perchè umiliante.
Noi uomini sappiamo essere delle bestie.

Sicuramente alla prostituta tutto questo le rimbalzerà, perchè ormai forte e serena nell'accettare la sua condizione.

Ma a me, la donna trattata come un oggetto o peggio di un animale domestico (non fisicamente ma per come è considerata) , personalmente, mi fa sentire tanta amarezza dentro...

A me infastidisce anche quando un uomo commenta in un certo modo il sedere di una donna, quando lo fa considerandola come una prostituta.

Tutto qui.

Avatar utente
Edward
AVENita di Classe A
Messaggi: 2738
Iscritto il: mar dic 09, 2014 10:49 pm
Orientamento:
Genere: f

Re: Disinteresse sessuale e prostituzione.

Messaggio da Edward »

Il problema è che non posso decidere io cosa è dignitoso o meno per un'altra persona. È chiaro che una persona che si prostituisce di sua spontanea volontà, in serenità, non è qualcuno che sta calpestando la sua dignità nella sua ottica, e io sinceramente non andrei mai a dirle una cosa simile. Ci sono persone che credono che non sia dignitosa, per esempio, la sodomia. Bene, che non la pratichino, ma non capisco la necessità di estendere la cosa agli altri.
Il sesso, per molte persone, non è cosa che abbia a che fare con la dignità, perché non è associato a questioni morali. Per te è chiaro che invece è un fatto che ha ragione di esistere in rapporto all'amore, dunque, per te, sarebbe svilente farlo con qualcuno che ti è estraneo. Ma per altri non è così.

Axe, a te tiro le orecchie perché non mi sono piaciute molte delle cose che hai scritto.
Prenditela con i clienti, non con le prostitute.
Secondo te una prostituta non dovrebbe esserlo perché poi gli uomini pensano male di loro? Dai su, basta con quest'idea che tutto giri intorno al pensiero degli uomini.
Tu ti arrabbi per gli uomini, ma poi te la prendi con una ragazza, scaricandole addosso la colpa dell'essersi messa nella posizione di venir maltrattata.

Rispondi