Vegan* Vegetarian* Onnivor*

E statistiche di vario genere.

Vegan* Vegetarian* Onnivor*

Vegan*
9
15%
Vegetarian*
10
17%
Mangio anche gli animali
41
68%
 
Voti totali: 60

Avatar utente
Haderian
Asexy
Messaggi: 365
Iscritto il: ven set 16, 2005 7:13 am
Orientamento: omosessuale
Genere: maschio

Re: Vegan* Vegetarian* Onnivor*

Messaggio da Haderian »

Bianca ha scritto:Noooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo
I vegani, non sono un problema.
Ci sono dei vegani che vanno dallo psicologo in quanto vegani e non perchè sentono le voci.
Questi nuovi clienti sono per gli psicologi una nuova opportunità e una nuova fonte di informazione e studio.

Per quanto ho potuto verificare io, la scelta vegana, è molto vicina alla scelta anoressica, perchè parte da presupposti molto simili.
l'unica cosa che hanno in comune i vegani e' il fatto che non consumano prodotti animali perche' non ritengono giusto schiavizzare e uccidere senza necessita' altri esseri, per tutto il resto le persone sono diverse. io auspico che questa scelta la facciano sempre più persone e che siano mosse da un senso di giustizia. l'anoressia e' tutto un altro discorso.

tutti i vegani che conosco affrontano la situazione seriamente ma con serenita' e non sentono il bisogno di un sostegno psicologico
ma non vedo nulla di male, anzi comprendo se c'e' chi prova sconforto per la situazione attuale degli animali, che e' orribile, e tutto con lo specismo e nell'apparente indifferenza generale.. lo trovo comunque un segno di attenzione e di sensibilità anche se sinceramente penso che la causa del malessere di queste persone non sia unicamente legato a questo ambito nel senso che molto probabilmente i problemi principali che devono affrontare sono altri, sono personali

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29095
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Vegan* Vegetarian* Onnivor*

Messaggio da Bianca »

Sul fatto che i problemi siano personali, sono assolutamente d'accordo, ma anche la scelta può essere dettata da problemi personali.
Chi conosco io, non è assolutamente più sensibile di altri, o più attento agli altri, anzi!...

Avatar utente
Haderian
Asexy
Messaggi: 365
Iscritto il: ven set 16, 2005 7:13 am
Orientamento: omosessuale
Genere: maschio

Re: Vegan* Vegetarian* Onnivor*

Messaggio da Haderian »

si tratta di rispettare l'altro non per la specie a cui appartiene ma perché e' un individuo cosciente, e della convinzione che l'eventuale piacere o comodità del mangiare animali non valgono la loro morte e il loro dolore. e non e' niente di cosi' strano si tratta solo di abitudini, in altri paesi e' vista come una cosa piuttosto comune gia' da un po'
se qualcuno esclude i prodotti animali per altri motivi come l'anoressia non si può dire che sia vegano

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29095
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Vegan* Vegetarian* Onnivor*

Messaggio da Bianca »

No, io non ho detto che l'anoressica lo diventi perché non vuole cibarsi di alimenti di origine animale.
Non c'entra niente. L'anoressica vuole digiunare e basta.
Piuttosto, a monte delle due scelte, ci sono dei presupposti che si assomigliano.
La scelta vegana, viene denunciata e intesa come rispetto verso gli animali, in realtà, subentrano altre dinamiche che sono in comune con la scelta anoressica.

Avatar utente
Haderian
Asexy
Messaggi: 365
Iscritto il: ven set 16, 2005 7:13 am
Orientamento: omosessuale
Genere: maschio

Re: Vegan* Vegetarian* Onnivor*

Messaggio da Haderian »

e quali sarebbero?

non credo sia corretto definire l'anoressia una scelta. e' un disturbo alimentare legato a reazioni inconsce.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29095
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Vegan* Vegetarian* Onnivor*

Messaggio da Bianca »

L'anoressia è una scelta indotta da problemi psicologici.
Ho ascoltato la spiegazione di uno psicologo circa le scelte alimentari che diventano ossessioni e quindi possono necessitare di terapia.
Quindi la informazione datami dalla cugina era proprio attuale.
Il disturbo si chiama ORTORESSIA e consiste in una esasperata scelta degli alimentari che diventa sempre più esigente, tanto da portare all'esclusione di un numero sempre maggiore di cibi.
Si finisce per mangiare sempre le stesse, poche, cose, privandosi di principi alimentari importanti e perdendo quasi totalmente il piacere di stare a tavola, che è uno dei piaceri che, moderatamente, è meglio concedersi, perché migliora il carattere e l'umore.
Quando, chi ha fatto questa scelta, sgarra in qualche modo, si sente talmente in colpa che per riparare si costringe a comportamenti sempre più severi e limitanti.

Il criterio migliore da seguire, secondo me e molte altre persone, è quello di mangiare di tutto in piccole quantità, scegliendo cibi freschi, lavorati secondo principi sani, adottando cotture appropriate, senza far diventare ogni cosa un'ossessione.
Ultima modifica di Bianca il gio mag 12, 2016 5:30 pm, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Haderian
Asexy
Messaggi: 365
Iscritto il: ven set 16, 2005 7:13 am
Orientamento: omosessuale
Genere: maschio

Re: Vegan* Vegetarian* Onnivor*

Messaggio da Haderian »

Immagine

Lui pensa che anche tu sia ortoressica
Beh, se uno psicologo fa affermazioni del genere e' proprio il caso di dubitare delle sue competenze

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29095
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Vegan* Vegetarian* Onnivor*

Messaggio da Bianca »

Lo vedi?
Se si usano questi sistemi per sostenere le proprie convinzioni, vuol dire che si è privi di argomenti seri e anche di equilibrio.
Forse ci sono delle persone che davvero hanno bisogno di essere seguite.

Avatar utente
Haderian
Asexy
Messaggi: 365
Iscritto il: ven set 16, 2005 7:13 am
Orientamento: omosessuale
Genere: maschio

Re: Vegan* Vegetarian* Onnivor*

Messaggio da Haderian »

in realtà' non sto cercando di sostenere le mie convinzioni e invece di offendermi per le cose che scrivi cerco di ironizzare. mi dispiace che tu non colga nemmeno l'ironia

pero' se la metti in questi termini ti posso dire onestamente che se fossi in te cercherei di capire cos'e' che ti infastidisce sull'argomento, con o senza l'aiuto di qualcuno perché da molti dei tuoi post precedenti in questo topic e' chiaro che c'e' qualcosa che ti da fastidio

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29095
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Vegan* Vegetarian* Onnivor*

Messaggio da Bianca »

Hai ragione, non colgo nemmeno i porcini, figurati se colgo l'ironia...
A me va benissimo che tutti mangino cosa vogliono, che eliminino il latte, la carne, le uova, i formaggi, i fichi d'India, il pane, il vino e quant'altro.
A queste condizioni:
a) che non cerchino di convincere me
b) che non si atteggino a salvatori del mondo e a detentori della verità rivelata.
c) che non facciano diventare matti quelli che gentilmente li invitano a cena
d) che quando danno i numeri, si chiudano in casa e non costringano gli altri, familiari compresi, a sopportare le loro mattane.

Inoltre, siccome sono entrata in questa discussione pensando di poterne parlare tranquillamente senza che diventasse una questione personale, visto che non è possibile, mi astengo da ogni ulteriore intervento.

NB: ho parlato in generale, non di te, di cui non conosco le scelte alimentari e come credo tutti sappiano, non è nei miei usi offendere, nè te, nè altri.

Avatar utente
Edward
AVENita di Classe A
Messaggi: 2738
Iscritto il: mar dic 09, 2014 10:49 pm
Orientamento:
Genere: f

Re: Vegan* Vegetarian* Onnivor*

Messaggio da Edward »

Io credo però, o almeno noto, che c'é una tendenza generalizzata nel denigrare i vegani a ossessionati, pazzi, mitomani, psicopatici che ti vogliono convertire. Io personalmente di persone del genere ne ho sempre e solo sentito parlare, i vegani che ho conosciuto sono persone normalissime che parlano del tema solo se interpellati e che non hanno mai cercato di evangelizzare le persone intorno a loro. Questo non significa certo che non esistano anche i mitomani: quelli stanno ovunque, anche tra gli ex fumatori o tra quelli che hanno scoperto i benefici della corsa, così come le persone mentalmente disturbate le cui abitudini sono sintomo di altro.
Sarebbe interessante da analizzare il fastidio che gli altri provano verso chiunque abbia abitudini od orientamenti o gusti diversi: noto un parallelo tra gli atteggiamenti infastiditi della gente verso questi gruppi di persone minoritari.

Personalmente, non capisco come si faccia ad avercela con persone che hanno deciso di non cibarsi di animali: mi sembra una scelta così gentile verso la vita.

Avatar utente
Matty
Samurai Asexy
Messaggi: 722
Iscritto il: mer dic 30, 2015 6:18 pm
Orientamento: Asex; Romantico
Genere: Maschio
Località: Emilia

Re: Vegan* Vegetarian* Onnivor*

Messaggio da Matty »

Sicuramente fanno più notizia i fanatici che sabotano i ristoranti onnivori o cose del genere piuttosto che i tanti vegani che vivono serenamente la loro scelta e non la fanno pesare agli altri. Ci sono tante persone che credono veramente che la quasi totalità dei vegani siano così fanatici.

A me, fondamentalmente, le minoranze (tipo i vegani, ma anche altre categorie, chessò, chi ascolta solo musica indipendete, chi vede solo film cecoslovacchi con sottotitoli in tedesco, chi guarda solo sport praticamente sconosciuti al 95% della popolazione ecc...) non mi hanno mai dato fastidio, anzi, non me n'è proprio mai fregato nulla, quindi se non mi danno fastidio (nel senso che vengono a disturbarmi da vicino con le loro idee) perché dovrei mal-giudicarli?

Avatar utente
Scissorhands
Mega-Mitosi
Messaggi: 181
Iscritto il: gio ago 07, 2014 7:02 pm
Orientamento: eteroromantico
Genere: maschio atipico

Re: Vegan* Vegetarian* Onnivor*

Messaggio da Scissorhands »

Ho votato onnivoro,la carne mi piace anche se il mio tipo di alimentazione in alcuni periodi tende al vegetariano. Vegano,per come sono,non ce la farei mai :lol:

Avatar utente
axelay
(A)VENdicatore
Messaggi: 1627
Iscritto il: ven gen 30, 2015 10:50 am
Orientamento: della prua 15° a babordo
Genere: pirata romantico ma gladiatore

Re: Vegan* Vegetarian* Onnivor*

Messaggio da axelay »

Secondo me avete ragione tutti, soltanto che ognuno di voi esclude le ipotesi dell'altro.

Esistono persone con disturbi dell'alimentazione che si definiscono vegani e vegani che vivono bene con se stessi!

Interessante l'ortoressia...

Alla fine siamo alla solita questione del perchè si è diversi....si nasce omo o si diventa? Essere vegani è una scelta o un problema psicologico?
Per me possono essere vere tutte le affermazioni....a seconda della situazione...

Avatar utente
Haderian
Asexy
Messaggi: 365
Iscritto il: ven set 16, 2005 7:13 am
Orientamento: omosessuale
Genere: maschio

Re: Vegan* Vegetarian* Onnivor*

Messaggio da Haderian »

…i vegani sono estremisti, e' solo una moda, e' un capriccio di chi se lo può permettere, anche le carote soffrono, perche' non pensate ai bambini che muoiono di fame piuttosto ecc ecc…..
l'accusa di ortoressia e' solo uno dei tentativi di screditare una scelta che spesso spaventa perché mette di fronte ad una responsabilità e alla paura del diverso.
In realtà e' estremamente semplice si stratta solo di non provocare sofferenza e morte perché non e' affatto necessario e non e' giusto.
siamo una specie che vive tranquillamente, probabilmente meglio, senza consumare mai carne pesce uova o latticini e gli allevamenti sono veri e propri lager dove gli animali sono sottoposti a trattamenti orribili. ne sono testimonianza le investigazioni che vengono fatte all'interno di allevamenti e macelli da parte di associazioni come Essere Animali o Animalequality.

i vegani sono ancora una minoranza ma probabilmente aumenteranno in fretta e di parecchio a dispetto dell'ampio uso di animali nell'industria e dello specismo* radicato nella nostra cultura e questo un po' grazie all'attivismo e a chi si impegna per diffondere informazioni ma soprattutto perché gli allevamenti non sono sostenibili per l'ambiente e i costi sanitari rischiano di non essere sostenibili per l'economia dei paesi industrializzati quindi in un modo o nell'altro si sarà costretti ad un rapido cambio di rotta verso l'abbandono degli allevamenti industriali e verso l'alimentazione vegana a livello globale.

*lo specismo e' la discriminazione nei confronti di specie considerate inferiori sulla base della loro diversità e non e' meno grave di altri tipi di discriminazione come il sessismo, il razzismo o l'omofobia perché non ha senso usare queste diversità come metro di giudizio per il valore della vita di un individuo

se qualcuno lo desidera posso cercare qualche video-investigazione sugli allevamenti e mettere i link

Rispondi