Romantic*, aromantic* o grey-romantic*?

E statistiche di vario genere.

Come ti identifichi?

Romantic*
16
70%
Aromantic*
3
13%
Grey-Romantic*
4
17%
 
Voti totali: 23

Avatar utente
Valkyrie
A-ccademico viola
Messaggi: 7755
Iscritto il: sab mag 02, 2015 9:32 pm

Re: Romantic*, aromantic* o grey-romantic*?

Messaggio da Valkyrie »

per punizione domani porti i biscotti a tutti *-*

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29084
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Romantic*, aromantic* o grey-romantic*?

Messaggio da Bianca »

Mi sembra il minimo!

Quickie
Troppo Asexy per AVEN
Messaggi: 532
Iscritto il: ven ago 14, 2015 11:25 am
Orientamento: Asessuale Aromantico
Genere: Agender

Re: Romantic*, aromantic* o grey-romantic*?

Messaggio da Quickie »

Bianca ha scritto:Qui, sei sicuro?
Sei così carino con tutti, che io non ti vedo proprio aromantico!...
Grazie Bianca, lo apprezzo molto, ma perché dici questo?
Aromantico non vuol dire non avere amore o essere distaccati o non avere empatia o avere disinteresse per gli altri, o peggio ancora tenere troppo alla propria indipendenza per fare posto nella propria vita, vuol dire soltanto non essere romanticamente attratti da nessuno, tutto qui.
Si, sono sicuro di essere aromantico come sono sicuro di chiamarmi Andrea e come tu puoi essere sicura di essere donna, sessuale e romantica. Fa parte di ciò che sono e determina il mio essere molto più di quanto possa fare l'asessualità.
Non provo quel genere di amore e non sono attratto in nessun modo da nessuno, ne uomini, ne donne, ne niente ma questo non vuol dire che non provo amore. Se vuoi avere un esempio di cosa parlo ti consiglio di guardare il film Achiko, forse potrà aiutarti a comprendere ciò che intendo.
Non è che non ho trovato la persona giusta, perché un omoromantico sa che gli piacciono gli uomini per istinto. Io sono così e ne sono consapevole da quando ero bambino, e fa parte della mia natura. Gli aromantici provano una diversa forma d'amore che probabilmente i romantici non vedono, e quell'amore ti assicuro che ha la stessa forza ed intensità dell'amore romantico.
Per favore, non fare l'errore di considerare gli aromantici privi di amore o empatia solo perché vedono e hanno d'istinto una forma d'amore che tu magari non vedi o diversa dalla tua. ^^

Valky, si d'accordo, domani porterò biscotti per tutti! Non avevo notato bene questa discussione, ero abbastanza impegnato (guardacaso)appunto a elaborare un discorso articolato riguardante l'aromanticismo ad una discussione di Edward che aveva alcuni dubbi, giusto perché so che è un argomento molto complesso e per certi versi difficile da capire, e sapendo che Bianca aveva dei dubbi ed era intervenuta in modo molto interessante alla discussione volevo fare in modo di aiutarla a capire facendo riferimento alla mia esperienza e ragionando alla base delle definizioni, inoltre ero impegnato nella sezione che ho scoperto ora ''just for fun''.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29084
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Romantic*, aromantic* o grey-romantic*?

Messaggio da Bianca »

Avevo scritto un bel po', ma mi è sparito tutto... :(

Però ho cose da chiederti, quindi domani riscrivo...

Quickie
Troppo Asexy per AVEN
Messaggi: 532
Iscritto il: ven ago 14, 2015 11:25 am
Orientamento: Asessuale Aromantico
Genere: Agender

Re: Romantic*, aromantic* o grey-romantic*?

Messaggio da Quickie »

Biscotti per tutti!!!
Capita anche a me -.-'' tranquilla.
Non so se andremmo OT, se vuoi sentiti libera di scrivermele per mp o anche qui non importa, però ho paura di andare OT.

EDIT: MI correggo siamo pienamente in argomento scrivi pure ^^

Avatar utente
Edward
AVENita di Classe A
Messaggi: 2738
Iscritto il: mar dic 09, 2014 10:49 pm
Orientamento:
Genere: f

Re: Romantic*, aromantic* o grey-romantic*?

Messaggio da Edward »

Aromantico non è equivalente ad anaffettivo

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29084
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Romantic*, aromantic* o grey-romantic*?

Messaggio da Bianca »

C'è un modo solo di amare Qui, uno solo.
Poi, si può voler bene e il bene può essere più o meno intenso.
Chi ama desidera che l'altra persona stia bene, non la offende, non la rattrista, non la trascura.
È presente nella sua vita, anche quando non c'è.
È nei suoi pensieri, anche quando è lontana.
Questo è l'unico modo di amare che io conosco.
Se tu hai una persona a cui tieni, puoi amarla in un modo diverso da questo?

Quando non si è "romanticamente attratti", come si ama?
Come è fatto questo amore che i romantici non vedono?
L'amore si vede, si sente; è negli occhi, nelle parole.
Come può esistere un amore che non si vede?
Qui aiutami, perché io capisco tutto, eccetto questo.

Avatar utente
Haderian
Asexy
Messaggi: 365
Iscritto il: ven set 16, 2005 7:13 am
Orientamento: omosessuale
Genere: maschio

Re: Romantic*, aromantic* o grey-romantic*?

Messaggio da Haderian »

il mio limite e' diverso non riesco a capire come si faccia a non capire l'aromanticismo >.<

Avatar utente
SZangy
Samurai Asexy
Messaggi: 665
Iscritto il: mar ago 25, 2015 1:46 pm
Orientamento: Queer-Demi
Genere: FtM(Pre-T)/Androgino
Località: Ignoto

Re: Romantic*, aromantic* o grey-romantic*?

Messaggio da SZangy »

Romantic*....riguardo a chi é indirizzato (l'attrazione romantica) ho ancora dei dubbi, ma al momento é verso il genere femminile.
ImmagineImmagine

Quickie
Troppo Asexy per AVEN
Messaggi: 532
Iscritto il: ven ago 14, 2015 11:25 am
Orientamento: Asessuale Aromantico
Genere: Agender

Re: Romantic*, aromantic* o grey-romantic*?

Messaggio da Quickie »

Quickie ha scritto:
Bianca ha scritto:Qui, sei sicuro?
Sei così carino con tutti, che io non ti vedo proprio aromantico!...
Grazie Bianca, lo apprezzo molto, ma perché dici questo?
Aromantico non vuol dire non avere amore o essere distaccati o non avere empatia o avere disinteresse per gli altri, o peggio ancora tenere troppo alla propria indipendenza per fare posto nella propria vita, vuol dire soltanto non essere romanticamente attratti da nessuno, tutto qui.
Si, sono sicuro di essere aromantico come sono sicuro di chiamarmi Andrea e come tu puoi essere sicura di essere donna, sessuale e romantica. Fa parte di ciò che sono e determina il mio essere molto più di quanto possa fare l'asessualità.
Non provo quel genere di amore e non sono attratto in nessun modo da nessuno, ne uomini, ne donne, ne niente ma questo non vuol dire che non provo amore. Se vuoi avere un esempio di cosa parlo ti consiglio di guardare il film Achiko, forse potrà aiutarti a comprendere ciò che intendo.
Non è che non ho trovato la persona giusta, perché un omoromantico sa che gli piacciono gli uomini per istinto. Io sono così e ne sono consapevole da quando ero bambino, e fa parte della mia natura. Gli aromantici provano una diversa forma d'amore che probabilmente i romantici non vedono, e quell'amore ti assicuro che ha la stessa forza ed intensità dell'amore romantico.
Per favore, non fare l'errore di considerare gli aromantici privi di amore o empatia solo perché vedono e hanno d'istinto una forma d'amore che tu magari non vedi o diversa dalla tua. ^^
Ok, ho capito dove sta il problema, tu usi il verbo ''amare'' per intendere attrazione, amore romantico, mentre usi ''voler bene'' per intendere amore non romantico. Nessun problema, alla luce di questo riformulo il mio messaggio secondo le due denominazioni.
Quickie ha scritto:
Bianca ha scritto:Qui, sei sicuro?
Sei così carino con tutti, che io non ti vedo proprio aromantico!...
Grazie Bianca, lo apprezzo molto, ma perché dici questo?
Aromantico non vuol dire non voler bene o essere distaccati o non avere empatia o avere disinteresse per gli altri, o peggio ancora tenere troppo alla propria indipendenza per fare posto nella propria vita, vuol dire soltanto non essere romanticamente attratti da nessuno, tutto qui.
Si, sono sicuro di essere aromantico come sono sicuro di chiamarmi Andrea e come tu puoi essere sicura di essere donna, sessuale e romantica. Fa parte di ciò che sono e determina il mio essere molto più di quanto possa fare l'asessualità.
Non provo quel genere di amore e non sono attratto in nessun modo da nessuno, ne uomini, ne donne, ne niente ma questo non vuol dire che non voglio bene. Se vuoi avere un esempio di cosa parlo ti consiglio di guardare il film Achiko, forse potrà aiutarti a comprendere ciò che intendo.
Non è che non ho trovato la persona giusta, perché un omoromantico sa che gli piacciono gli uomini per istinto. Io sono così e ne sono consapevole da quando ero bambino, e fa parte della mia natura. Gli aromantici provano una diversa forma di voler bene che probabilmente i romantici non vedono, e quel voler bene ti assicuro che ha la stessa forza ed intensità dell'amore romantico.
Per favore, non fare l'errore di pensare che gli aromantici non vogliono bene o non hanno empatia solo perché vedono e hanno d'istinto una forma di voler bene che tu magari non vedi o diversa dalla tua. ^^
Ok, questo è approssimativamente ciò che intendevo dire con il mio messaggio secondo i tuoi concetti di amore e voler bene.
Il fatto è che quando dico ''amare'' non intendo amare nel senso di essere innamorati, assolutamente no! Per amare intendo provare amore (nel senso greco del termine), affetto, preoccupazione per qualcuno, ma mai attrazione, la quale è assente per natura.
Ora, amare non vuol dire solo essere innamorati di, ha un sacco di significati. Puoi amare un figlio, un cane, un amico, un genitore, Dio, e poi puoi essere innamorato/a/* del compagno/a/*. L'intensità non centra nulla, sono soltanto semplicemente due cose diverse, distinte e separate.
Non penso che tu possa dire di amare un figlio meno che tuo marito/moglie, sarebbe a mio parere una cosa assurda, soltanto che sono due cose diverse, non è una questione di intensità.
Bianca ha scritto:C'è un modo solo di amare Qui, uno solo.
Poi, si può voler bene e il bene può essere più o meno intenso.
Chi ama desidera che l'altra persona stia bene, non la offende, non la rattrista, non la trascura.
È presente nella sua vita, anche quando non c'è.
È nei suoi pensieri, anche quando è lontana.
Questo è l'unico modo di amare che io conosco.
Se tu hai una persona a cui tieni, puoi amarla in un modo diverso da questo?

Quando non si è "romanticamente attratti", come si ama?
Come è fatto questo amore che i romantici non vedono?
L'amore si vede, si sente; è negli occhi, nelle parole.
Come può esistere un amore che non si vede?
Qui aiutami, perché io capisco tutto, eccetto questo.
Ti rispondo subito, perlomeno per ciò che riguarda me.
Quando si ama senza essere romanticamente attratti si desidera che l'amico a cui si vuole bene sia felice e stia bene, non lo offendi, non lo trascuri
Si è sempre disponibile per lui, anche quando non è comodo
Si vuole bene quell'amico in maniera incondizionata, a prescindere da ciò che fa o non fa, da ciò che è o non è e dai suoi interessi.
Si vuole bene a quella persona anche se questa persona arriva ad odiarti e ti sputa in faccia, e quando ritorna da te per chiederti scusa gli si risponde ''non c'è nulla da perdonare, tranquillo!''.
Si vuole bene a quella persona anche se non c'è e la sua presenza è nella tua mente insieme a quella di tutte le persone a te care.
Si offre a quell'amico un'aiuto in ciò che fa e nei suoi sogni, e si avverte se fa qualcosa di sbagliato, cercando in tutti i modi di dissuaderlo ma rispettando la sua libertà.
Infine, si è disposti a dare la propria vita per lui perché ''non esiste un'amore più grande di questo: dare la vita per i propri amici'' (Giov 15,13)
Infine, non si cambierà mai idea nei confronti di quella persona, perché il tuo amore nei suoi confronti è incondizionato.

Come puoi vedere l'intensità può essere la stessa, ciò che cambia è la forma, perché ciò che provi tu sarà innamoramento, amore romantico, mentre la mia sarà amicizia, ma quest'amicizia avrà la stessa intensità di ciò che potresti provare tu nei confronti del compagno. Ripeto, stessa intensità, perché la forma sarà molto diversa e i sentimenti e le sensazioni che proverai tu saranno completamente diversi dai miei, dato che appunto non c'è l'impulso dell'attrazione romantica, senza il quale non c'è innamoramento.
Probabilmente potresti pensare '' Qui, questo è semplicemente amore, non sei aromantico'' non è esattamente così, perché ciò che abbiamo descritto è ciò che si farebbe per quella persona e ciò che è per noi (nel mio caso quelle persone), i sentimenti che si provano sono un'altra cosa, e miei sono quelli per un amico, soltanto che il modo in cui intendo l'amicizia è questo che ti ho descritto sopra.
E' veramente difficile spiegare, perché i sentimenti sono qualcosa di difficilmente spiegabile se non per azioni o paragoni (come abbiamo fatto noi) ma a grandi linee, in modo molto ma molto riduttivo questo è ciò che intendo per ''amare senza essere romanticamente attratti'' ed è una cosa che può provare anche chi non è aromantico, assolutamente.
Dove sta allora la differenza?
Sia il romantico che l'asessuale aromantico hanno 100, il romantico avrà 100 distribuito in attrazione romantica, eventualmente in attrazione sessuale e in altre cose tra le quali il rapporto di amicizia. L'asessuale aromantico invece avrà 100 distribuito in cose diverse dall'attrazione romantica o sessuale e sarà ugualmente completo ma sarà semplicemente diverso.
Non devi fare l'errore di giudicare gli romantici secondo il tuo metro di giudizio, perché non essendo aromantica non vedi le cose che le vede un aromantico e non hai gli stessi istinti. Ciò che può valere per te per un aromantico potrebbe non valere e viceversa. E' il modo in cui sei fatta e gli impulsi che hai che ti portano a ricercare qualcuno e innamorarti, e se venissi privata dell'attrazione romantica ovviamente ti sentiresti incompleta e sentiresti di non vivere appieno, perché se abbiamo detto che tu potresti avere 30 in attrazione sessuale, 50 in attrazione romantica e 20 in altro, tolta l'attrazione romantica non daresti più 100 ma 50, e quindi si, saresti incompleta.
Ciò non avviene nell'aromantico, che per natura sarà completo senza attrazione romantica, che è qualcosa che non è previsto nel suo essere come in un essere umano non è prevista la coda (per usare un vecchio esempio che ti ho fatto). Una scimmia guarderà un uomo è dirà ''come fanno senza coda, poverini, non si muovono in modo pieno'', ma l'uomo, nel quale non è prevista la coda, non sarà mancante di nulla è magari dirà ''poverini, come fanno senza sistema di raffreddamento dei muscoli, si stancano moltissimo, e poi in quella posizione china, come fanno a correre velocemente?'' Ma la scimmia non si sentirà comunque mancante di niente, perché non si tratta di essere mancanti o meno, ma di avere una natura diversa e caratteristiche diverse che rendono l'individuo completo ed equilibrato per come è strutturato. Tutta una questione di punti di vista.
Posto quindi che sia il romantico che l'aromantico hanno per natura 100, l'aromantico avrà altre cose che il romantico non ha, e viceversa, esattamente come avviene per l'asessualità con l'essere sessuali.
L'attrazione romantica è molto più radicata rispetto all'attrazione sessuale, pertanto una persona che non ce l'ha può essere molto difficile da capire, perché tutti i suoi istinti saranno diversi e suoi bisogni differenti. Per molti è difficile capire come possa una persona vivere senza innamorarsi e vivere ugualmente pienamente, ma il punto è che è solo una questione di punti di vista, e cosiccome un asessuale aromantico non vede i concetti di innamoramento, sesso ecc, allo stesso modo l'aromantico avrà un punto di vista differente che il sessuale romantico o anche solo l'asessuale romantico non percepiranno, ed è questo che diventa nell'aromantico il senso della sua vita, perché senza la preponderanza del concetto di innamoramento vedrà tutto in modo diverso e vivrà in modo diverso ma ugualmente giusto, sono solo due differenti modi di vedere e vivere.

Quando parlavo di una forma d'amore che magari un romantico non vede intendevo dire che i rapporti tra le persone nel sessuale romantico avvengono in un certo modo, con certe priorità e con certe forme. Tu se non sbaglio consideri preponderante il compagno rispetto agli amici e alle altre persone, perché appunto quella persona diventa giustamente una parte della tua vita. Tu avrai bisogno di questo perché per tua natura sei fatta così e hai determinati impulsi e attrazione.
Nell'aromantico invece tutte le persone a cui si tiene diventano parte della tua vita, e in loro si mette la stessa intensità che metti tu nel compagno, seppur in forma ovviamente diversa ( se non non sarebbe aromantico ma poliromantico, che è totalmente diverso.) e loro diventano il senso della tua vita perché appunto l'aromantico ha un'impostazione naturale diversa dalla tua.

I greci avevano cinque modi per indicare l'amore, ognuno per un tipo.

1. Thelo: Amore riferito ad un interesse o ad un oggetto inanimato: Amo passeggiare, amo la montagna, amo il mare, amo lo sport ecc.
2. Eros: Passione, non per forza amore sessuale ma anche amore sessuale, desiderio ardente. Può essere indicato anche per il concetto di innamoramento infatti Erota significa in greco innamorato, ma se qualcuno ne sa di più è pregato di correggermi dato che non studio al momento assiduamente greco e non vorrei aver detto una scemenza.
3. Phileo : Amore amicale. Ti amo perché c'è un profondo rispetto e affetto reciproco, abbiamo comuni interessi, ci piace fare le stesse cose e abbiamo cose di cui parlare e c'è affinità tra di noi.
4. Storge: Amore familiare, cioè amore per i figli, per i genitori, fratelli ecc..
5 Agape: Ti amo indipendentemente da tutto, se mi attacchi, se mi ferisci, se non mi sei amico. Ti amo anche se non sei d'accordo con me, non mi interessa se sarò ricambiato o meno, ti amo incondizionatamente.

L'ultima forma d'amore non è amore romantico, ed è questo che provo per i miei amici.
Sono cose molto personali e non hai idea di quanto mi venga difficile parlarne, ma spero tanto che si sia capito ciò che intendo dire.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29084
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Romantic*, aromantic* o grey-romantic*?

Messaggio da Bianca »

Grazie Qui.
Rileggerò più volte quello che hai scritto e quello che hai cercato di spiegarmi.

Quickie
Troppo Asexy per AVEN
Messaggi: 532
Iscritto il: ven ago 14, 2015 11:25 am
Orientamento: Asessuale Aromantico
Genere: Agender

Re: Romantic*, aromantic* o grey-romantic*?

Messaggio da Quickie »

Perdonami se sono stato poco chiaro, oggi ho un mal di testa pazzesco, adesso mi metto a studiare e mi passa

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29084
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Romantic*, aromantic* o grey-romantic*?

Messaggio da Bianca »

Non preoccuparti.....

Avatar utente
Edward
AVENita di Classe A
Messaggi: 2738
Iscritto il: mar dic 09, 2014 10:49 pm
Orientamento:
Genere: f

Re: Romantic*, aromantic* o grey-romantic*?

Messaggio da Edward »

L'argomento viene sempre dibattuto con difficoltà, ma tu Quickie secondo me sei stato abbastanza chiaro in qualcosa che io ho sempre fatto più fatica a spiegare!

Rispondi