Sicurezza di sé

E statistiche di vario genere.

Quanto siete sicuri di voi stessi?

Totalmente!
2
7%
Moltissimo, ma non del tutto
6
20%
Abbastanza
6
20%
Non troppo
7
23%
Molto poco
4
13%
Quasi per nulla
5
17%
 
Voti totali: 30

Avatar utente
SilverKitsune
z = z² + c
Messaggi: 9690
Iscritto il: ven apr 15, 2011 6:03 pm
Orientamento: Asessuale
Genere: Demiguy / Non-binario
Località: Monte Argento

Sicurezza di sé

Messaggio da SilverKitsune »

Altro topic sgraffignato da un argomento aleggiante in Neo-Iscritti. :mrgreen:
"I see now that the circumstances of one's birth are irrelevant; it is what we do with the gift of life that makes us who we are."

MBTI: INTJ

Avatar utente
Chiara78
Residente permanente di AVEN
Messaggi: 5200
Iscritto il: ven ott 29, 2010 4:47 pm

Re: Sicurezza di sé

Messaggio da Chiara78 »

Totalmente: ho capito presto quanto sia importante essere sicuri di sè e un po' lo sono sempre stata (per mia fortuna, così mi sono evitata un bel po' di problemi), un po' mi sono "allenata". Tempo fa avrei optato per la seconda risposta, ma nel tempo sono diventata ancora più sicura :D :D
♥ La vita è come uno specchio: ti sorride se la guardi sorridendo! ♥

Immagine

Avatar utente
Asuka
A-frodite
Messaggi: 1220
Iscritto il: dom giu 17, 2012 2:54 pm

Re: Sicurezza di sé

Messaggio da Asuka »

troppo poco :(
Everyday I'm Shuffling

Ancora una volta, grazie a Wikipedia, sono diventata una persona migliore.

Sceglierò sempre un pigro per fare un lavoro difficile, perché troverà sempre un modo facile per farlo ~ Bill Gates


“Lascio agli altri la convinzione di essere i migliori, per me tengo la certezza che nella vita si può sempre migliorare” (Marilyn Monroe)

"I miei amici che facevano sport sono morti da tempo" (G. Andreotti)

Avatar utente
klizia
Maxi-Mitosi
Messaggi: 248
Iscritto il: lun gen 07, 2013 12:44 am
Orientamento: Asex Aromantica
Località: Roma

Re: Sicurezza di sé

Messaggio da klizia »

Non so di che tipo di sicurezza parliamo quindi ho risposto abbastanza, mantenendomi sul generico.
In generale, infatti, sono sicura di me ma ci sono occasioni in cui mi sforzo di avere un approccio umile e mettermi in discussione... dipende dal contesto e anche dal momento insomma!

Avatar utente
SilverKitsune
z = z² + c
Messaggi: 9690
Iscritto il: ven apr 15, 2011 6:03 pm
Orientamento: Asessuale
Genere: Demiguy / Non-binario
Località: Monte Argento

Re: Sicurezza di sé

Messaggio da SilverKitsune »

Klizia, il topic è volutamente generico ;) E la sicurezza di sé non è intesa nel suo eccesso: una persona può benissimo essere sicura di sé ma saper ammettere di aver sbagliato, cosa che io cerco sempre di fare e che spero di fare bene, per esempio.
Ho una discreta sicurezza di me, anzi, diciamo che "discreta" è un po' un eufemismo :lol: Sono l'unica persona di cui mi fido per decisioni importanti e lavori delicati (in tali situazioni mi fido così poco degli altri che neanche chiedo consiglio o aiuto!). Ciononostante, metto costantemente in dubbio le mie capacità, non perché pensi di non essere all'altezza di qualcosa, solo perché trovo sia un'ottima abitudine ricordarsi costantemente di non essere dei supereroi.
L'unico ambito in cui non esibisco affatto l'autoaffidamento è quello emotivo/sentimentale, mi ci vogliono le ere geologiche per convincermi di poter fare il passo avanti o cose del genere, perché mi riempio sempre di paranoie circa il mio carattere e ciò che l'altra persona veramente vuole. Le esperienze che ho avuto finora sono stati disarmanti e demoralizzanti su quel fronte, il che non aiuta :roll:
"I see now that the circumstances of one's birth are irrelevant; it is what we do with the gift of life that makes us who we are."

MBTI: INTJ

Avatar utente
Chiara78
Residente permanente di AVEN
Messaggi: 5200
Iscritto il: ven ott 29, 2010 4:47 pm

Re: Sicurezza di sé

Messaggio da Chiara78 »

Klizia, il topic è volutamente generico E la sicurezza di sé non è intesa nel suo eccesso: una persona può benissimo essere sicura di sé ma saper ammettere di aver sbagliato, cosa che io cerco sempre di fare e che spero di fare bene, per esempio.
Quoto :D
♥ La vita è come uno specchio: ti sorride se la guardi sorridendo! ♥

Immagine

Avatar utente
blueberyl
A-frodite
Messaggi: 1086
Iscritto il: mer lug 27, 2005 4:52 pm
Orientamento: Etero-Asessuale
Località: dagli abissi della mia anima

Re: Sicurezza di sé

Messaggio da blueberyl »

La sicurezza di sé deriva non tanto dalla fiducia incondizionata nelle proprie capacità, quanto nella conoscenza dei propri limiti. La zona di incertezza che esiste in noi è un tesoro da sondare, perché è lì che si nascondono potenzialità non ancora scoperte.
Quindi: incertezza non è sempre sinonimo di insicurezza :)

Io mi reputo abbastanza sicura di me: questo non significa che so sempre quali sono le mosse giuste da fare, anzi...però so benissimo quali sono le risorse a cui posso attingere in ogni situazione.
"E' in noi un Regno che esiste ma non possediamo, ed è lo stesso che possediamo senza che esso esista"

Avatar utente
Chiara78
Residente permanente di AVEN
Messaggi: 5200
Iscritto il: ven ott 29, 2010 4:47 pm

Re: Sicurezza di sé

Messaggio da Chiara78 »

Quoto...per me é lo stesso :D
♥ La vita è come uno specchio: ti sorride se la guardi sorridendo! ♥

Immagine

Claire
Mega-Mitosi
Messaggi: 102
Iscritto il: sab mag 26, 2012 2:39 pm
Orientamento: panromantica
Località: Veneto

Re: Sicurezza di sé

Messaggio da Claire »

Cosa vuol dire essere sicuri di se stessi? E come si fa in pratica ad essere sicuri di se stessi? In psicologia sfatano questo mito. La cosa che bisogna fare è non credere, ma affidarsi al proprio istinto e alla propria percezione, cioè proprio il contrario di credere. Credere implica rinunciare alla realtà, cercare di essere ciò che non si è. Se devo credere a qualcosa, infatti, vuol dire che non ne ho una chiara percezione, non la vedo. La mia mano ha 5 dita? Si, non ci devo credere, la vedo. Ciò che vediamo, ciò che siamo, solo questo conta.
No fear... I am ace inside!!

Avatar utente
SilverKitsune
z = z² + c
Messaggi: 9690
Iscritto il: ven apr 15, 2011 6:03 pm
Orientamento: Asessuale
Genere: Demiguy / Non-binario
Località: Monte Argento

Re: Sicurezza di sé

Messaggio da SilverKitsune »

Claire ha scritto:Cosa vuol dire essere sicuri di se stessi? E come si fa in pratica ad essere sicuri di se stessi? In psicologia sfatano questo mito. La cosa che bisogna fare è non credere, ma affidarsi al proprio istinto e alla propria percezione, cioè proprio il contrario di credere. Credere implica rinunciare alla realtà, cercare di essere ciò che non si è. Se devo credere a qualcosa, infatti, vuol dire che non ne ho una chiara percezione, non la vedo. La mia mano ha 5 dita? Si, non ci devo credere, la vedo. Ciò che vediamo, ciò che siamo, solo questo conta.
Dissento. Affidarsi al proprio istinto è una forma di fiducia in se stessi, ma non l'unica. Ci si può anche fidare delle proprie conoscenze o abilità, che con l'istinto non hanno niente a che fare. Quel che conta è quel che l'individuo percepisce come reale, non quello che viene percepito come reale all'esterno. Almeno, nella mia ottica semi-solipsista. :mrgreen:
"I see now that the circumstances of one's birth are irrelevant; it is what we do with the gift of life that makes us who we are."

MBTI: INTJ

Claire
Mega-Mitosi
Messaggi: 102
Iscritto il: sab mag 26, 2012 2:39 pm
Orientamento: panromantica
Località: Veneto

Re: Sicurezza di sé

Messaggio da Claire »

SilverKitsune ha scritto:
Dissento. Affidarsi al proprio istinto è una forma di fiducia in se stessi, ma non l'unica. Ci si può anche fidare delle proprie conoscenze o abilità, che con l'istinto non hanno niente a che fare. Quel che conta è quel che l'individuo percepisce come reale, non quello che viene percepito come reale all'esterno. Almeno, nella mia ottica semi-solipsista. :mrgreen:
Inanzitutto....cosa significa semi-solipsista? :roll:


Quello che viene percepito all'esterno è anche ciò che percepisci all'interno. Esempio: Quando mi sento inferiore posso fare con me stesso una cosa fondamentale: accorgermene! Posso dire così : " Adesso alle cinque e un quarto, mi accorgo di cosa c'è dentro di me: un senso d'inferiorità."
Non mi serve "credere" perchè posso vedere, ascoltare, percepire cosa c'è dentro di me alle cinque e un quarto. Quello che interessa non è credere di essere qualcosa, ma è percepire, alle cinque e un quarto, chi sono io. La fiducia nelle proprie capacità non determina quindi una fiducia in se stessi.
La battaglia inutile e dannosa è quella contro un personaggio "l'insicura" che noi non vogliamo e che invece DEVE esserci. Lei è importante molto più dell'idea di "persona sicura che crede in se stessa" che ci siamo messi in testa di dover essere. Lei è vera, quell'idea no. E' il personaggio debole che rinforza l'anima, la arricchisce, non il personaggio "sempre forte" che vorremmo essere. E' questo che non esiste, perchè nessuno è sempre forte.
No fear... I am ace inside!!

Avatar utente
Chiara78
Residente permanente di AVEN
Messaggi: 5200
Iscritto il: ven ott 29, 2010 4:47 pm

Re: Sicurezza di sé

Messaggio da Chiara78 »

Essere sempre forti è impossibile, ma, per quotare blueberyl:
questo non significa che so sempre quali sono le mosse giuste da fare, anzi...però so benissimo quali sono le risorse a cui posso attingere in ogni situazione.
Per me è così e sono contenta di essere come sono.
Vorrei solo essere stata meno ingenua prima, ma sono "rinsavita" in tempo :D
♥ La vita è come uno specchio: ti sorride se la guardi sorridendo! ♥

Immagine

Avatar utente
SilverKitsune
z = z² + c
Messaggi: 9690
Iscritto il: ven apr 15, 2011 6:03 pm
Orientamento: Asessuale
Genere: Demiguy / Non-binario
Località: Monte Argento

Re: Sicurezza di sé

Messaggio da SilverKitsune »

Claire ha scritto:Inanzitutto....cosa significa semi-solipsista? :roll: [...]
La battaglia inutile e dannosa è quella contro un personaggio "l'insicura" che noi non vogliamo e che invece DEVE esserci. Lei è importante molto più dell'idea di "persona sicura che crede in se stessa" che ci siamo messi in testa di dover essere. Lei è vera, quell'idea no. E' il personaggio debole che rinforza l'anima, la arricchisce, non il personaggio "sempre forte" che vorremmo essere. E' questo che non esiste, perchè nessuno è sempre forte.
Definizione di solipsismo (la 1. è più completa e argomentata, ma anche la 2. va bene a capire il mio discorso)

Quel che asserisco io è che la fiducia abbia tante forme: ci si può fidare della propria percezione sensoriale, del proprio intuito, delle proprie conoscenze, delle proprie abilità ecc., e l'una non implica l'altra. Si può essere molto fiduciosi in se stessi in un senso, e poco fiduciosi nell'altro, o viceversa.
Non credo che l'insicurezza sia una componente fondamentale, o necessaria, della vita. Non tutti sono insicuri in tutto. L'importante è essere razionali a sufficienza per riconoscere che non si è infallibili, ma è diverso dal non essere mai sicuri di sé.
"I see now that the circumstances of one's birth are irrelevant; it is what we do with the gift of life that makes us who we are."

MBTI: INTJ

Avatar utente
Chiara78
Residente permanente di AVEN
Messaggi: 5200
Iscritto il: ven ott 29, 2010 4:47 pm

Re: Sicurezza di sé

Messaggio da Chiara78 »

L'importante è essere razionali a sufficienza per riconoscere che non si è infallibili, ma è diverso dal non essere mai sicuri di sé.
D'accordissimo! :)
♥ La vita è come uno specchio: ti sorride se la guardi sorridendo! ♥

Immagine

Avatar utente
Sidhe
A-frodite
Messaggi: 1149
Iscritto il: mer nov 16, 2011 4:24 pm
Orientamento: asex poly biromantic
Genere: donna cisgender

Re: Sicurezza di sé

Messaggio da Sidhe »

Ho messo "abbastanza" perché lo riconosco come punto mediano nella mia sempiterna oscillazione fra "molto" e "poco"; in realtà non sono bipolare eh, è solo che in alcuni ambiti della vita sono sicura di me, in altri non lo sono, e la mia opinione generale di me dipende da quale aspetto della mia vita vedo come più importante in quel momento. Mi sembra una cosa normale.
Non ci sarò quando verrai a cercarmi nel sole... che la tua vita non è la mia, io sarò già andato via... [Angelo Branduardi, Lamento di un uomo di neve]

Rispondi