Caso o Destino ?

E statistiche di vario genere.

Caso o Destino ?

Caso
10
63%
Destino
3
19%
Tutte e due
3
19%
 
Voti totali: 16

Avatar utente
gio74
(A)VENdicatore
Messaggi: 1606
Iscritto il: dom ott 30, 2016 9:02 pm
Orientamento: etero
Genere: maschile

Re: Caso o Destino ?

Messaggio da gio74 »

E soprattutto, visto che come ha detto Bianca, ogni bambino battezzato riceve la fede, la speranza e la carità, perché gente come Hitler, tanto per fare un esempio eclatante, che pur da neonato è stato battezzato, poi da grande programma lo sterminio sistematico di 6 milioni di persone ?... Scusa, lo so che sono ripetitivo, ho già fatto quest'esempio, ma io trovo incompatibile l'esistenza di Dio con l'esistenza di gente come Hitler, e siccome di Hitler sappiamo che è esistito e sappiamo cosa ha fatto, non mi rimane che pensare che è Dio che non esiste e non è mai esistito

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29084
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Caso o Destino ?

Messaggio da Bianca »

Sî, potrebbe e a volte lo fa, infatti, ci sono persone che diventano credenti in età adulta o anche soltanto prima di morire.
Pensa alla conversione del Manzoni. È avvenuta proprio perché l'Illuminismo non dava risposte ai suoi problemi morali

È ovvio che i genitori fanno scelte al posto del figlio, non ancora in grado di farle, ritenendo di fare una cosa buona.
Tra queste scelte, vi sono anche , ad esempio, le vaccinazioni.
Quando è adulto, se i genitori hanno scelto per lui una certa fede, è libero di abbandonarla, ma non di prendersela con i sui per aver deciso al posto suo.
Per contro, pensa se, a causa di una vaccinazione, il bambino ha una di quelle rarissime reazioni, oggi così temute.
Quando sará adulto, potrà accusare i suoi di aver fatto una scelta sbagliata?

Vedi, la religione, il senso religioso, più che venire imposto, deve essere trasmesso.
Il bambino impara dalla mamma a pregare; è lei che gli insegna che si può parlare con Dio attraverso espressioni ripetute o attraverso un discorso spontaneo nel quale si possono raccomandare anche le persone che al bambino sono più care.
Attraverso la preghiera si esprimono, infatti, la Fede in un essere superiore, la Speranza di essere ascoltati, l'Amore per gli altri.

Avatar utente
DenAndreStjerne
Mega-Mitosi
Messaggi: 102
Iscritto il: dom mar 12, 2017 1:57 am
Orientamento: Ace, ?romantic*
Genere: Enby, demiboy

Re: Caso o Destino ?

Messaggio da DenAndreStjerne »

Due genitori fanno vaccinare il figlio per proteggerlo da delle malattie potenzialmente mortali. Nell'ottica di un cattolico credente, è la stessa cosa con il battesimo: i genitori fanno battezzare il figlio per trasmettergli la fede. Io però vedo ancora una differenza: possiamo presumere che sia ovvio che un bambino, per quanto ancora incosciente di esistere, non voglia ammalarsi e morire; meno ovvio mi sembra presumere che quel bambino voglia ricevere un credo o QUEL credo.
Chiaramente, secondo il genitore credente, il battesimo è una cosa positiva, perché così il bambino ha la fede, l'amore e la carità, eccetera. Ma mentre per quanto riguarda il vaccino esistono decenni di evidenza scientifica rispetto ai benefici (e anche ai rischi) indiscussi e oggettivi, la religione è una scelta e un percorso soggettivo, e ha anche un'utilità soggettiva. Per questo la vedo come un'imposizione.
Bianca ha scritto:Sî, potrebbe e a volte lo fa, infatti, ci sono persone che diventano credenti in età adulta o anche soltanto prima di morire.
Pensa alla conversione del Manzoni. È avvenuta proprio perché l'Illuminismo non dava risposte ai suoi problemi morali
Convertirsi perché non si trovano risposte mi sembra un ripiego. C'è, siccome ho delle domande a cui nessuno è in grado di rispondere, allora mi metto a credere a "qualsiasi" cosa mi viene raccontata. C'è anche il detto "nessuno è ateo in trincea"...credo che essere in una situazione difficile (guerra, punto di morte, malattia propria o di un caro...) renda più condizionabile una persona e la renda più suscettibile a credere in generale. Basti pensare a quanti malati vengono truffati da presunti guaritori miracolosi.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29084
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Caso o Destino ?

Messaggio da Bianca »

È vero quello che tu dici, ma mentre per le vaccinazioni, il bambino che le ha ricevute, non può in età adulta, togliersele, la Fede, le pratiche religiose, può abbandonarle.
Come tu stessa riconosci, avere la Fede, vuol dire possedere un aiuto in più; perché non mettere il bambino nella condizione di avere questo aiuto?

Chi è in ricerca, adotta ciò che più lo convince, sapendo che, in base a quella adozione, anche la sua vita dovrà assumere una linea coerente.
Non è un ripiego, è accettazione e cambiamento.

È vero che una situazione difficile o di pericolo può rendere più facile la religiosità; addirittura, come dici tu, rende la persona più debole, più esposta ai ciarlatani. Le sette riescono a far proseliti proprio in coloro che si trovano in uno stato di prostrazione.
Per questo è sicuramente più onesto e più valido, proporre il credo religioso a chi non ha ancora la capacità di capire quanto gli può tornare utile, ma ha l'innocenza e la fiducia sufficienti per fidarsi di coloro che più lo amano.

Avatar utente
DenAndreStjerne
Mega-Mitosi
Messaggi: 102
Iscritto il: dom mar 12, 2017 1:57 am
Orientamento: Ace, ?romantic*
Genere: Enby, demiboy

Re: Caso o Destino ?

Messaggio da DenAndreStjerne »

E' vero che ognuno è libero di fare quello che vuole con la fede che "riceve", e infatti, nonostante l'80% degli italiani risulti cristiano cattolico, non sono sicuramente 50 milioni gli italiani che "affollano" le chiese di domenica. La maggior parte di quell'80% si dichiara "non praticante" e vive la sua vita affrontandola con una fede più o meno debole e affari loro.
Ma un bambino che riceve la fede, di questo "aiuto" cosa se ne fa se nemmeno ha la coscienza di esistere? Per come la vedo io non ha senso. Meglio lasciarlo libero di decidere quello che vorrà fare quando sarà pronto per capire di cosa si parla.
Bianca ha scritto: È vero che una situazione difficile o di pericolo può rendere più facile la religiosità; addirittura, come dici tu, rende la persona più debole, più esposta ai ciarlatani. Le sette riescono a far proseliti proprio in coloro che si trovano in uno stato di prostrazione.
Per questo è sicuramente più onesto e più valido, proporre il credo religioso a chi non ha ancora la capacità di capire quanto gli può tornare utile, ma ha l'innocenza e la fiducia sufficienti per fidarsi di coloro che più lo amano.
Però la maggior parte della gente continua ad interessarsi alla religione soltanto quando la vita si fa dura. Sarà mica che l'essere umano è debole di natura e non riesce ad accettare un destino ignoto? Che è poi il motivo fondante di ogni religione, fin dalle più primordiali?

Nessun biasimo, sia chiaro, anch'io ho una paura becca della morte e dell'ignoto. Però non penso che la soluzione sia credere a quella che di fatto è una storia, senza prove che sia vera. I bambini credono in Babbo Natale, ma questo non significa che esista, e difatti tutti sanno che non esiste. Perché con Dio è diverso? Abbandonare il credo di Babbo Natale è facile, basta accettare il fatto che non era lui a farti i regali ma i genitori (e nonni, zii...). Abbandonare un credo religioso...è molto più difficile, significa accettare che la vita è governata dal caso, la nostra esistenza non ha senso e quando moriremo smetteremo semplicemente di esistere.

Ecco, io credo che molti credano in una religione solo perché non riescono ad accettare la realtà. Ritengo comunque in un certo senso fortunato chi possiede la fede... come i bambini che credono in babbo natale sono felici per la ricorrenza e i regali, anche essere credenti rende l'esistenza più leggera.

Avatar utente
gio74
(A)VENdicatore
Messaggi: 1606
Iscritto il: dom ott 30, 2016 9:02 pm
Orientamento: etero
Genere: maschile

Re: Caso o Destino ?

Messaggio da gio74 »

A me è capitato di discutere di religione con Delle persone che per il solo fatto che io dica di non credere, la prima cosa che fanno è accusarmi di "superficialità" , e io cerco di fargli capire proprio il concetto espresso da Den, cioè che non credere non è affatto facile, e che in certo senso li invidio.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29084
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Caso o Destino ?

Messaggio da Bianca »

Non discutere Gio con chi ti dà del superficiale........
Non te lo meriti.

Se da bambino è semplice ricevere qualcosa che non si capisce, da grandi, diventa complicato conservarlo.
Ci devi fare i conti, ti ci devi misurare, ti devi adeguare; se non lo fai, stai già perdendo il dono ricevuto.

E' un impegno costante che dura fino all'ultimo giorno.
Altro che babbo natale, che almeno una volta all'anno ti rende felice e vorresti crederci ancora anche a vent'anni!

Avatar utente
Antares
AVENturiero
Messaggi: 2296
Iscritto il: mer set 07, 2016 6:53 pm
Genere: maschio
Località: Milano

Re: Caso o Destino ?

Messaggio da Antares »

Rientro fra quelle persone che credono che le cose non succedano per caso.

Credo che tutti gli eventi siano correlati, non solo gli eventi fisici ma anche le emozioni e i pensieri.

Credo anche che esista una coscienza (Divina) che comprenda perfettamente l'intero disegno.
Ti amo col sole e con la pioggia
Immagine

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29084
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Caso o Destino ?

Messaggio da Bianca »

Anche noi vedremo l'intero disegno, dopo.

Avatar utente
DenAndreStjerne
Mega-Mitosi
Messaggi: 102
Iscritto il: dom mar 12, 2017 1:57 am
Orientamento: Ace, ?romantic*
Genere: Enby, demiboy

Re: Caso o Destino ?

Messaggio da DenAndreStjerne »

Non so che dire, a parte che tutto sommato siete fortunati a credere.

A me sembra proprio impossibile che ci sia un senso dietro a morte, omicidi, sofferenza, terrorismo, catastrofi naturali eccetera. Sto leggendo in questo periodo un libro sui serial killer (per pura cultura personale, non mi hanno ancora diagnosticato sociopatie). Leggo la sera, così, per conciliarmi il sonno con un po' di storie dell'orrore, macabre q.b., anche affascinanti, se solo non si trattasse di cose avvenute realmente e di gente morta per davvero. Che senso può avere tutto questo? Perché c'è gente che uccide solo per il gusto di uccidere e con che "criteri" verrebbero scelte le vittime, in questo ipotetico disegno?

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29084
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Caso o Destino ?

Messaggio da Bianca »

Den, anche Giuda ha avuto la sua funzione affinchè tutto andasse come doveva.

Avatar utente
DenAndreStjerne
Mega-Mitosi
Messaggi: 102
Iscritto il: dom mar 12, 2017 1:57 am
Orientamento: Ace, ?romantic*
Genere: Enby, demiboy

Re: Caso o Destino ?

Messaggio da DenAndreStjerne »

Aspetta...quindi voi pensate che non sia il singolo avvenimento ad avere un senso vero e proprio, ma che tutto avviene in funzione del disegno dell'essere superiore? Ma allora la vita di una persona non ha nessun valore se la estrapoliamo dall'ipotetico contesto generale... questo è ancora peggio del dover affrontare l'ignoto.

Rilancio (Bianca e Antares tra poco vengono a darmele di persona): molti omicidi di cui sto leggendo sono avvenuti attraverso modus operandi che definire macabri e profondamente disturbanti è poco. Roba tipo stupri, fare a pezzi un corpo mentre è ancora vivo, mutilazioni, anche tutto insieme...allora, se proprio una persona deve morire affinché si compia un certo destino, non si può farla morire in modo più dolce e dignitoso?

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29084
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Caso o Destino ?

Messaggio da Bianca »

Ma che cacchio di libri leggi??????????????????
Lo sa tua mamma??????????????????
Nessuno controlla le tue letture?????????????????

Ogni essere è importantissimo, perchè ogni essere riveste un ruolo, altrimenti nel disegno mancherebbe un pezzo.
Invece il disegno complessivo, è perfetto, armonico, completo e colorato.

Avatar utente
DenAndreStjerne
Mega-Mitosi
Messaggi: 102
Iscritto il: dom mar 12, 2017 1:57 am
Orientamento: Ace, ?romantic*
Genere: Enby, demiboy

Re: Caso o Destino ?

Messaggio da DenAndreStjerne »

CHE?!? Se lo sa mia mamma?!?!? Se nessuno CONTROLLA le mie letture?!?!

Ma per l'amor del cielo, vado per i 24 anni, non penso proprio di aver bisogno di qualcuno che controlli le mie letture! In ogni caso si tratta di un saggio prevalentemente psicologico sui serial killer, tra le tante cose mi interesso anche di psicologia. Si intitola "I serial killer - il volto segreto degli assassini seriali. Chi sono e cosa pensano? Come e perché uccidono? La riabilitazione è possibile?" ed è stato scritto da due esperti di psicologia criminale italiani. Non vi sono descrizioni nel dettaglio di tipo splatter, ma se mi deve spiegare il modus operandi di un assassino che ha stuprato e ucciso 35 bambini, ebbene, si trova anche questo. Tutta realtà. Persone innocenti torturate a morte. Stona non poco con il disegno complessivo "perfetto, armonico e colorato", no?

E perché se ogni essere è importantissimo ne vengono eliminati migliaia ogni giorno senza motivo apparente e senza che (il presunto) Dio faccia nulla per impedirlo? Tutto fa parte del disegno? E in che modo l'uccisione di migliaia di persone dovrebbe contribuire a questo disegno? E perché farli soffrire?

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29084
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Caso o Destino ?

Messaggio da Bianca »

Vai per i 24?????
Mondieu...nessuno la guarda e lei, con la scusa di farsi una cultura, legge cose impressionanti e obbrobriose!!!!

Certo che stona, non ne vediamo il senso....

Se io sapessi ridponderti, vorrebbe dire che sarei già stata nell'aldilà e tornata indietro.

Sì, il disegno esiste ed è perfetto.
Non ha bisogno di sofferenza e morte.
La sofferenza e la morte sono elementi inerenti alla natura umana.

Rispondi