Caso o Destino ?

E statistiche di vario genere.

Caso o Destino ?

Caso
10
63%
Destino
3
19%
Tutte e due
3
19%
 
Voti totali: 16

Avatar utente
DenAndreStjerne
Mega-Mitosi
Messaggi: 102
Iscritto il: dom mar 12, 2017 1:57 am
Orientamento: Ace, ?romantic*
Genere: Enby, demiboy

Re: Caso o Destino ?

Messaggio da DenAndreStjerne »

Bianca, gli avvenimenti che subiamo sono tanti. Il nonno che ha perso il nipotino di 5 anni ucciso dal cornicione subisce la perdita di suo nipote (esempio di Gio). Quel bambino aveva dei genitori, che ora non hanno più un figlio. La morte di una persona cara è un avvenimento che subiamo. Dici che la morte di quel bambino ha un significato...ma quale potrebbe essere? Per come la vedo io, il cornicione che si è staccato aveva la probabilità di cadere per terra o in testa ad una persona (50 e 50). Perché proprio in testa al bambino? Perché sotto c'era lui. Se il nonno si fosse fermato al parco 5 minuti in più il cornicione sarebbe caduto sull'asfalto senza uccidere nessuno. Ma torno alla tua domanda.
Per rimanere in tema con il forum, nessuno sceglie il suo orientamento sessuale, il suo sesso biologico, la sua identità di genere...e nemmeno le caratteristiche fisiche, l'essere alti o bassi, biondi o mori ecc. Deriviamo da due cellule, se anche solo una delle due cellule fosse stata diversa, saremmo individui diversi. Chissà, magari se avesse "vinto la corsa" un altro spermatozoo io sarei un bel ragazzo alto e con gli occhi azzurri, e mi sarei appena laureato in fisica nucleare con 110 e lode. E invece sono io (cerco di sdrammatizzare un po' :D). Insomma gli eventi che non possiamo minimamente controllare sono tanti. Di positivo potrebbe esserci una vincita alla lotteria, o l'aver avuto fortuna durante una partita a carte.

Non so se si è capito ma questo tema mi intriga un sacco 8)

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29095
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Caso o Destino ?

Messaggio da Bianca »

Den, dici che li subiamo, perché non scegliamo che ci accadano e non possiamo fare niente per evitare che ci accadano,
ed io ignoro quanto te, più di te, il motivo per cui accadano, ma io non posso pensare che sia il caso.
Ognuno di noi è frutto di un progetto, segue un disegno, anche se non lo capiamo e le vicende che caratterizzano la nostra vita, rientrano tutte in questo progetto.
Io sono troppo importante e tu almeno altrettanto, per essere un caso ed essere in balia del caso.

Proprio ieri, ho visitato Hiroshima.
Le testimonianze, ciò che si può vedere nel museo, sono cose spaventose.
C'è da vergognarsi di appartenere al genere umano.
Mai mi sono sentita così tanto una bestia.
L'appartenere ad un altro paese, non significa non essere responsabili.
Nemmeno quello è stato un caso.
Non per chi ha fatto quella scelta, non per chi si trovava lì.

Avatar utente
DenAndreStjerne
Mega-Mitosi
Messaggi: 102
Iscritto il: dom mar 12, 2017 1:57 am
Orientamento: Ace, ?romantic*
Genere: Enby, demiboy

Re: Caso o Destino ?

Messaggio da DenAndreStjerne »

Rispetto il tuo pensiero, Bianca. Anzi, per certi versi ti invidio: mi capita, non proprio raramente (di solito di notte, quando gli altri sono a dormire e posso pensare senza distrazioni), di ritrovarmi a pensare al senso della vita, alla morte, al cosa c'è dopo...in quei momenti provo una disperazione che è difficile da descrivere. E invidio chi crede in qualcosa, poiché vive sicuramente più serenamente di me. Ma per me sarebbe impossibile. Finché non vedo, non credo, il giorno in cui mia nonna morta nel 2005 verrà a trovarmi sulla Terra per dirmi che esiste il paradiso, Dio e la vita dopo la morte, allora ci crederò. Fino a quel momento il fatto che io sia in vita è un puro frutto del caso, per quanto riguarda la mia opinione. E la vita, la mia e quella di tutti gli altri, ha rilevanza solo per chi la vive (e le persone vicine, s'intende).

Ogni strage di vite umane, anche di una sola, mi appare completamente senza senso. Come fai a pensare che esista un progetto dietro a orrori come quello di Hiroshima e tanti altri? Dici che non può essere stato il caso a decidere che fosse Hiroshima...perché? A chi ha scritto il destino del mondo stavano antipatici gli abitanti di Hiroshima e ha voluto che fossero loro ad essere eliminati? In ogni caso, chi si trovava lì è morto. Se si fosse trovato da un'altra parte sarebbe vivo. Se avessero deciso di bombardare un'altra città sarebbe vivo (e sarebbe morto qualcun'altro). Se anche ci fosse il disegno di un essere superiore dietro tutto ciò, non riesco proprio a immaginare quale sia.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29095
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Caso o Destino ?

Messaggio da Bianca »

Tu non hai mai sentito la presenza di tua nonna?
Dal 2005, chissà quante volte ti ha aiutata, chissà quante volte sei stata avvolta dalla sua tenerezza e dal suo amore.
Tu pensi che le persone che ci hanno amato in vita, possano smettere di amarci dopo la morte?
L'amore è una forza che va oltre la morte.
Quando sarà il tuo momento, tu troverai ad aspettarti tutte le persone care che se ne saranno andate prima di te, per un abbraccio senza fine.
Quando di notte rifletti su gli aspetti importanti che caratterizzano la vita umana, tu sei in cerca della Verità.
C'è chi la trova prima, chi dopo e chi passa la vita a cercarla, ma siamo tutti degni di possederla. Proprio tutti.

Nemmeno io so trovare una spiegazione alle stragi, nè capisco la sofferenza dei bambini, ma sono certa che tutto ha un senso.

Avatar utente
gio74
(A)VENdicatore
Messaggi: 1606
Iscritto il: dom ott 30, 2016 9:02 pm
Orientamento: etero
Genere: maschile

Re: Caso o Destino ?

Messaggio da gio74 »

Non smettono di amarci perché noi li ricordiamo sempre, nei nostri ricordi continuano ad amarci... Ma temo che ciò avvenga solo nei nostri ricordi e nulla di più

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29095
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Caso o Destino ?

Messaggio da Bianca »

No, sono presenze vive accanto a noi, non soltanto ricordi.

Avatar utente
DenAndreStjerne
Mega-Mitosi
Messaggi: 102
Iscritto il: dom mar 12, 2017 1:57 am
Orientamento: Ace, ?romantic*
Genere: Enby, demiboy

Re: Caso o Destino ?

Messaggio da DenAndreStjerne »

Sono d'accordo con Gio.

Mia nonna era un esempio io ogni caso. Per la verità ho la schiera completa di nonni che mi aspettano (sotto terra). Non ho mai sentito presenze vive accanto a me, proprio mai, e non credo mi abbiano mai aiutato a fare qualcosa...non che gliene voglia per questo, in cosa avrebbero potuto aiutarmi dopotutto? A prendere un bel voto a scuola? Temo dipenda solo da me quello. Ad attraversare la strada senza finire sotto una macchina? Idem come sopra. Loro sono vivi nel mio ricordo, mi sono vicini in quel senso, ma la dura realtà è che non ci sono più, né qui né in nessun altro posto.
Bianca ha scritto: Quando di notte rifletti su gli aspetti importanti che caratterizzano la vita umana, tu sei in cerca della Verità.
C'è chi la trova prima, chi dopo e chi passa la vita a cercarla
No, proprio no. Io l'ho già trovata la "Verità", ed è per questo che provo quella disperazione esistenziale che ha come unica cura il "beviti un goccetto e smetti di pensarci, hai ancora, si spera, un po' di anni davanti prima di doverci fare i conti sul serio."

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29095
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Caso o Destino ?

Messaggio da Bianca »

Possedere la Verità e dover bere per riuscire ad accettarla, vuol dire disperazione.
Mi dispiace che tu sia messa così e non vorrei pensarla allo stesso modo.

Avatar utente
DenAndreStjerne
Mega-Mitosi
Messaggi: 102
Iscritto il: dom mar 12, 2017 1:57 am
Orientamento: Ace, ?romantic*
Genere: Enby, demiboy

Re: Caso o Destino ?

Messaggio da DenAndreStjerne »

Anche a me dispiace pensarla così, ma, come ho già scritto in precedenza, non potrei fare altrimenti. E invidio coloro che riescono, lasciamelo dire, in totale mancanza di prove oggettive, a credere che esista un essere superiore e che tutto ciò che accade è parte di un suo disegno.
Certo, poi faremo tutti la stessa fine in ogni caso, ma almeno chi ha creduto avrà vissuto un'esistenza più serena.

Vorrei specificare che non sono un'ubriacona, e che spesso cerco di ipotizzare scenari alternativi, utilizzando la scienza, per potermi spiegare vita e morte. Ma finora non ho trovato nulla che confutasse la realtà, ovvero: quella che noi chiamiamo anima è di fatto un mucchio di atomi che interagisce a livello cerebrale, e non c'è motivo per cui dovrebbe "sopravvivere" alla morte del corpo. È orribile, lo so, ma temo sia così e basta. Qualcuno si ricorda cosa c'era prima della sua nascita? È ciò che ci sarà dopo la morte, semplicemente, non esistevamo e non esisteremo.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29095
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Caso o Destino ?

Messaggio da Bianca »

Quello che tu sostieni, è giusto dal tuo punto di vista: non hai materiale per ragionare diversamente.

D'altra parte, tu ed io, stiamo facendo lo stesso discorso che possono fare un cieco e un vedente; faranno la stessa fine, uno, avendo visto il mondo, l'altro, senza averlo visto: dopo, il cieco vedrà, o il vedente diventerà cieco?
Chi lo sa! Ma chi avrà visto il mondo, avrà vissuto meglio.

Avatar utente
DenAndreStjerne
Mega-Mitosi
Messaggi: 102
Iscritto il: dom mar 12, 2017 1:57 am
Orientamento: Ace, ?romantic*
Genere: Enby, demiboy

Re: Caso o Destino ?

Messaggio da DenAndreStjerne »

Mmh, ok, ma chi lo sa chi è il cieco e chi il vedente?

Credo, in ogni caso, che si possa vivere degnamente pur con queste domande esistenziali che non trovano risposta, non come la voglio io, per lo meno. Ho tutta l'intenzione di arrivare alla fine della mia vita senza (troppi) ripensamenti, come penso anche te e molti altri, d'altronde. Alla fine ciò che cambia è l'approccio, ma non è detto che questo influenzi il contenuto.

Comunque, anche se probabilmente a questo punto non mi sopporti più ( :mrgreen: ), questo scambio di opinioni l'ho trovato interessante. Come hai già scritto anche tu, ognuno ha la sua idea, e questa dubito che cambierà mai.

Ti chiedo solo un'altra cosa, poi ti prometto che non rompo più :mrgreen: : ti capita mai di "dubitare"? Abbiamo scritto messaggi su messaggi rispetto a quante cose "sbagliate" esistano nel mondo: sofferenza, catastrofi naturali, omicidi, stragi, attentati terroristici... Hai sempre sostenuto che "tutto questo DEVE avere un senso", ma mi pare di capire che neanche tu sappia quale potrebbe essere. Questo non ti fa sorgere delle domande? Dei "dubbi" appunto?

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29095
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Caso o Destino ?

Messaggio da Bianca »

Ma bella gioia, figurati se non ti sopporto più! Anch'io devo essere sopportata e magari sono più pesante di te...
Sî, si può vivere degnamente anche senza avere certezze, anzi, probabilmente si è anche più meritevoli.

Certo, anch'io non conosco il senso di sofferenze e disgrazie e anch'io davanti al dolore ho avuto tempi di vuoto, di rifiuto, di totale apatia.
Anch'io ho trascorso mesi in cui soffrivo tanto e da lassù non arrivava nessuna risposta, nessun incoraggiamento.
Andavo in chiesa e rimanevo lî, come una colonna di marmo; come ero entrata, uscivo, senza emozioni, senza conforto. Sono i casi in cui pensi che potresti perdere la fede; ma dentro di me qualcosa si ribellava a questa possibilita.
Senza voler fare accostamenti irriguardosi, pare che Madre Teresa e anche Padre Pio, abbiano vissuto anni in questa condizione , che chiamano il buio dell'anima.

È un piacere scambiare idee con te e puoi fare tutte le domande che vuoi.

Avatar utente
DenAndreStjerne
Mega-Mitosi
Messaggi: 102
Iscritto il: dom mar 12, 2017 1:57 am
Orientamento: Ace, ?romantic*
Genere: Enby, demiboy

Re: Caso o Destino ?

Messaggio da DenAndreStjerne »

OK, ho capito, grazie.

Hai una fede molto forte Bianca. Non so bene come tu faccia (è un mio limite) ma se questo ti guida e ti aiuta sei fortunata ad averla :)

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29095
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Caso o Destino ?

Messaggio da Bianca »

Non ho fatto niente per meritarla, ma mi sono preoccupata di conservarla.
E' qualcosa che ho dentro naturalmente e non potrei vivere senza.
E' un dono, ma non so neppure dirti perchè a me sì e a te no.

Sì, è qualcosa che guida e aiuta, di cui non puoi dimenticarti.
Nonostante tutti i difetti e le miserie umane, a volte più, a volte meno, ti obbliga a vivere in modo coerente.

Quando un bambino riceve il Battesimo, contestualmente, riceve tre doni: la Fede, la Speranza e la Carità o Amore.
In seguito, questi tre doni gratuiti, come tutti i doni, devono essere conservati con cura, alimentati, perchè se ci pensi, sono elementi fondamentali nella vita di un individuo.
I genitori che non credono, sono liberi di non far battezzare il figlio e di lasciare a lui la scelta quando sarà cresciuto, ma devono mettere in conto che privano il bambino di tre fattori importanti, ovviamente, secondo il credo cristiano cattolico.

Avatar utente
DenAndreStjerne
Mega-Mitosi
Messaggi: 102
Iscritto il: dom mar 12, 2017 1:57 am
Orientamento: Ace, ?romantic*
Genere: Enby, demiboy

Re: Caso o Destino ?

Messaggio da DenAndreStjerne »

Questo secondo il credo cattolico appunto, che è la religione in cui ti riconosci. Francamente io non sono per nulla d'accordo, assegnare un credo ad un bambino che non ha nemmeno la coscienza di esistere lo vedo come un'imposizione. Ma sto andando off topic.
Io tecnicamente avrei anche ricevuto il battesimo, a 8 anni, poco prima della comunione, proprio perché ai miei genitori (madre agnostica e padre ateo) non interessava battezzarmi da neonat*. Ho vissuto in un paesino di 1000 persone e ho fatto 3 anni di catechesi solo perché da piccol* mi avrebbe messo a disagio essere l'unic* della mia classe a non farla. Non ho mai sentito che quello che stavo facendo avesse un senso, in questa breve parentesi vagamente "religiosa" della mia vita. Pregare era come parlare da soli davanti ad una statua. La bibbia un bel romanzo di fantasia, per come la vedevo io. Ho smesso catechesi e non ho più provato interesse per l'argomento, fino a quando non ho cominciato a pormi quelle domande esistenziali che abbiamo trattato in questo post, senza trovare risposte da nessuna parte. A questo punto mi chiedo: se dici che con il battesimo tutti ricevono gli stessi doni, perché con alcune persone "funziona" e con altri no? Perché alcuni si convincono di aver trovato tutte le risposte nella religione a altre rimangono a bocca asciutta? Se dio esiste veramente non potrebbe "lanciare un segnale" a coloro che "hanno perso la via"?

Rispondi