Si faccia una domanda e si dia una risposta

Per tutto ciò che riguarda coloro che si sentono "a metà" tra sessuali e asessuali: grey-A e demisessuali.
Avatar utente
lelevup
Maxi-Mitosi
Messaggi: 211
Iscritto il: ven ago 21, 2015 5:10 pm
Orientamento: grey-ace/grey-aro
Genere: Cis-Maschietto
Località: Earth (mostly harmless)

Si faccia una domanda e si dia una risposta

Messaggio da lelevup »

Perdonate il titolo marzulliano, ma non mi veniva niente di meglio. :lol:

Stavo scrivendo un pippone dove, raccontando in non-così-breve la mia storia, avrei chiesto alla community di darmi una mano nel trovare una definizione adatta del mio orientamento quando, man mano che le dita picchiavano sui tasti e tenendo un occhio sulle pagine dei glossari e delle definizioni, mi sono accorto che... stavo rispondendo a me stesso! :D Ad ogni modo, e se avete voglia, vorrei proporvi quello che avrei voluto postare così magari la mano me la date comunque, perché per ora mi sono risposto solo alla domanda "cos'è che non sono?"...
Davanti ai glossari e ai lessici sparsi qua e là nel forum m'è quasi venuto mal di testa, tanto che non sono nemmeno del tutto sicuro dell'unica cosa di cui ero sicuro, ovvero il mio eteroromanticismo. Vorrei cercare di fare chiarezza, magari con un po' d'aiuto... :P Come ho già scritto nel thread di benvenuto non impazzisco per le etichette ma, come ha detto Bianca, servono per mettere ordine. :)
  • Sono sicuramente eteroestetico ma, salvo eccezioni, non impazzisco per le donne considerate "sexy" e in generale con uno stile marcatamente femminile.
  • Nella mia vita mi sono innamorato soltanto di ragazze, quindi mi verrebbe da dire di essere eteroromantico.
  • Non ho mai amato il contatto fisico in generale, ma provo attrazione eterosensuale (che traduco come voglia di abbracciare, coccolare, accarezzare in maniera non erotica, fino al "restare abbracciati tutta la notte senza fare niente sarà bellissimo lo stesso" (cit.)) nei confronti di persone con cui ho stretto un legame affettivo come, banalmente, un'amica di lunga data o una conosciuta da poco ma con cui si sta condividendo qualcosa di emotivamente intenso, come un viaggio. Vale come etichetta "demisensuale"?
  • Col senno del poi e forse avendo confuso erroneamente la cosa come timidezza e insicurezza (che peraltro non escludo affatto in altri ambiti), non mai andato alla ricerca di una relazione sessuale, anche meramente "ludica" non per paura di un rifiuto a causa del mio aspetto o della mia personalità o per questioni etico-morali ma perché, semplicemente, non mi interessava averne. Chi mi conosce e chi non conosce il mondo asessuale potrebbe commentare nondum matura est, ma anche se fossi il fratello figo di Robert Downey Jr. col conto in banca di Zuckenberg, con tutto ciò che ne consegue (leggi: folla fuori dalla mia porta che brama il mio corpo :lol: ), la cosa non sarebbe cambiata, al massimo l'avrei potuto capire prima... Messa così, sembrerei asessuale, se non fosse che di attrazione sessuale nei confronti delle persone di cui ero innamorato ne ho sempre provata, magari non sempre, magari con intensità diverse...
C'è un però. Perdonatemi se vi racconto un po' i fatti miei, ma è per far capire che le mie esperienze sono limitate...

Ho avuto soltanto una relazione affettiva "seria" con un'amica con la quale in passato ebbi un rapporto che definirei "queerplatonic" (se ho capito bene il significato del termine) che non è diventato qualcosa di più per mancanza di coraggio mia o forse di entrambi, interrotto dolorosamente a causa di interventi "esterni" (tra le altre cose, finimmo per innamorarci di altre due persone...). Dopo un bel po' di tempo, quando ormai la consideravo soltanto un'amica, mi disse di essersi innamorata di me e, dopo un tira-e-molla di qualche settimana, decisi di "cedere", con la speranza di poter ricambiare sinceramente in seguito (in questo sono stato onesto fin da subito dicendole che non ero affatto sicuro di iniziare una relazione) e di cercare di rivivere le stesse sensazioni provate in passato, anche perché venivo da un periodo piuttosto difficile (che poi non era altro che l'inizio del mio disturbo bipolare, ma non lo sapevo ancora) e ritenevo che un po' di affetto in più non mi avrebbe fatto male. Non funzionò come avremmo voluto. In quei mesi i (pochi) rapporti fisici non sono stati appaganti o non sono mai giunti a termine, almeno per quanto riguarda me. Per inciso, a livello... ehm... "idraulico" mi ha sempre funzionato tutto e spesso (e volentieri) ho necessità di "sfogarmi" da solo.
Qui avrei chiesto "cosa sono?". A rileggere ciò che ho scritto, direi di non essere asessuale, ma demisessuale o al limite grey-A: un minimo di attrazione l'ho sempre provata, a volte qualcosa di più, ma sempre e solo se a monte era presente un innamoramento o la relazione queerplatonic (perché sì, con un po' di coraggio forse avremmo potuto fare un passo in più, ma...). La mancanza d'appagamento durante i rapporti è dovuta quasi certamente ai problemi psicologici che di lì a poco avrebbero stravolto la mia vita, ma probabilmente ha influito anche al legame emotivo che mi legava a lei in passato che in seguito non si è ricongiunto come speravamo, cosa necessaria per provare attrazione sessuale.

Cosa ne pensate? Via alle telefonate! E grazie in anticipo per eventuali risposte, chiarimenti, correzioni, insul... no, insulti no...
Twitter: @lelevup
Tumblr: AsexualItaly

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29090
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Si faccia una domanda e si dia una risposta

Messaggio da Bianca »

Ciao!
Come scrivi bene e chiaro!
La cosa che mi piace di più, è quella frase un po' sbiadita, al fondo della tua storia.
Chissà perché ad una sessuale piace quella asserzione?
La risposta la conosco: perché la vita ha persino più fantasia di me....incredibile!
Tutto quello che io ti dirò, non ti servirà a niente; pure e semplici considerazioni, di una persona che sa quanto sono diversi gli individui, quanto ciascuno abbia le sue prerogative, quanto la stessa persona possa mutare nella vita e da una situazione all'altra.
Comincio col dirti che, secondo me, tu sai benissimo cosa sei e che potenzialità possiedi.
Ti manca il coraggio, che, come disse Don Abbondio, quando uno non ce l'ha , non se lo può dare.
In realtà , non è così, perché ti posso assicurare che, in alcuni momenti, sarei scappata sulla luna per non accettare il piatto che mi era stato messo davanti, invece, ho raccolto tutte le forze e ce l'ho fatta.

L'unica relazione che definisci seria, hai deciso, (sì, hai deciso) di averla con un'amica di vecchia data. Bella roba!
"Stranamente" non è andata come avreste voluto... (Bella furba anche lei!)
Certo, perché quando si è un po' vigliacchi, in due, si dice: restiamo in famiglia, almeno, se ci sono panni sporchi, non li vedono estranei.
L'amica è al corrente delle tue considerazioni sull'esperimento?
La parte idraulica ha funzionato.
Da qui deduciamo che ha lavorato un bravo idraulico.
E un po' di affetto in più, male non fa: prendiamocelo!
Il bene che vuoi a questa amica mi commuove: ho le lacrime agli occhi!
Vedi, gli insulti non ci sono, perché devono proprio prendermi per i capelli per costringermi ad usarli...ma una grande stima per il tuo modo di agire, non riesco proprio a manifestarla.
Elle elle, non importa che tu stabilisca che cosa sei e che cosa non sei.
Sì, le etichette servono per sapere che cosa c'è nel barattolo, ma tu sai bene che cosa contiene il tuo.
A questo punto, a me viene da dirti una cosa sola: sii un uomo.
Puoi esserlo, a prescindere da.
Assumiti qualche rischio, apri le braccia al mondo, ama e sii rispettoso con chi ci finirà dentro.

Avatar utente
Edward
AVENita di Classe A
Messaggi: 2738
Iscritto il: mar dic 09, 2014 10:49 pm
Orientamento:
Genere: f

Re: Si faccia una domanda e si dia una risposta

Messaggio da Edward »

Ciao!
Mi sembra che tu abbia abbastanza trovato le risposte che cercavi.
Però ti faccio un appunto: una relazione queerplatonica non implica sentimenti romantici, dunque se tu desideravi qualcosa di più da quella persona, o se te ne ritenevi un po' innamorato, non la definirei relazione queerplatonica.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29090
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Si faccia una domanda e si dia una risposta

Messaggio da Bianca »

Vedi come ti ha risposto Ed che è una scientifica?!
Lei nota i particolari...
Queerplatonica, non implica sentimenti romantici ed essendo platonica, implica anche un fico secco di niente.

Avatar utente
lelevup
Maxi-Mitosi
Messaggi: 211
Iscritto il: ven ago 21, 2015 5:10 pm
Orientamento: grey-ace/grey-aro
Genere: Cis-Maschietto
Località: Earth (mostly harmless)

Re: Si faccia una domanda e si dia una risposta

Messaggio da lelevup »

Intanto grazie ad entrambe per le risposte e per il chiarimento sulla definizione di queerplatonic, pensavo si definisse così qualsiasi relazione di quel tipo al netto dei sentimenti provati, invece contano anche quelli... In verità, in verità vi dico: non sono del tutto sicuro di quello che provavo all'epoca, ma c'è stato sicuramente un periodo in cui ci fu attrazione sessuale da parte mia e ci furono persino scenate di gelosia, da parte di entrambi, inusuali per una relazione non amorosa.
Bianca ha scritto:Ciao!
Come scrivi bene e chiaro!
Grazie!
Bianca ha scritto:Comincio col dirti che, secondo me, tu sai benissimo cosa sei e che potenzialità possiedi.
Ti manca il coraggio, che, come disse Don Abbondio, quando uno non ce l'ha , non se lo può dare.
In realtà , non è così, perché ti posso assicurare che, in alcuni momenti, sarei scappata sulla luna per non accettare il piatto che mi era stato messo davanti, invece, ho raccolto tutte le forze e ce l'ho fatta.
Pensa, la mia mancanza di coraggio è sfociata in patologia quando ho "deciso di non decidere", quando la paura di stare male ha preso il sopravvento sul piacere di stare bene e mi ha imposto di... non stare.
Non voglio dare la colpa a nessuno, nemmeno a me stesso, anzi: considerando che la fine di quella relazione è stata la classica goccia straripavasi, se avessi saputo fin da subito di essere "diversamente sessuale" (adoro il politically correct soprattutto quando non serve, perdonatemi :mrgreen: ) probabilmente non sarebbe cambiato nulla e sarei comunque caduto prima nella depressione e poi nelle sabbie mobili, ma almeno avrei avuto un problema in meno da risolvere perché effettivamente non è un problema.
Bianca ha scritto:L'unica relazione che definisci seria, hai deciso, (sì, hai deciso) di averla con un'amica di vecchia data. Bella roba!
"Stranamente" non è andata come avreste voluto... (Bella furba anche lei!)
Certo, perché quando si è un po' vigliacchi, in due, si dice: restiamo in famiglia, almeno, se ci sono panni sporchi, non li vedono estranei.
Hai colto quel mio affatto casuale "ho deciso". Come ho già scritto, avevo bisogno di un punto d'appoggio mentre il mondo cominciava a sfaldarsi attorno a me, così ho deciso di unire questa mia "necessità" con il voler provare ad avere una relazione. A volte bisogna provare per capire se una cosa ti piace davvero, altre volte non è necessario, altre ancora non è sufficiente. Ciò non significa averla sfruttata per i miei scopi, perché:
Bianca ha scritto:L'amica è al corrente delle tue considerazioni sull'esperimento?
Sì, fui fin da subito onesto con lei. Le dissi di non essere più quello di un paio di anni prima e di non provare quello che lei provava per me, ma lei ha comunque insistito. L'ho chiamata "necessità" di quella relazione, ma forse dovrei definirla "momento di debolezza" o addirittura "inganno", nei miei e di conseguenza nei suoi confronti, tant'è che è la storia è finita per farmi stare ancora più male e a farmi capire che non le volevo più bene come una volta. E questo al netto dei retroscena: non dubito tanto sulla sua fedeltà quanto sui suoi veri sentimenti nei confronti miei... e di terzi incomodi. La cosa ironica è che a prescindere dal mio orientamento sessuale e dalla mia condizione clinica la storia sarebbe comunque finita, probabilmente con lei che lascia me e non viceversa com'è effettivamente successo.
Bianca ha scritto:La parte idraulica ha funzionato.
Da qui deduciamo che ha lavorato un bravo idraulico.
8)
Idiozie a parte, era per chiarire che il non aver provato nulla durante non era dovuto a problemi fisici. :)
Bianca ha scritto:E un po' di affetto in più, male non fa: prendiamocelo!
Il bene che vuoi a questa amica mi commuove: ho le lacrime agli occhi!
Il bene che le volevo. Non è che ora serbo rancore perché non è un sentimento che mi appartiene ma, se non c'è stata onestà, non c'è stata da parte di entrambi.
Bianca ha scritto:Assumiti qualche rischio, apri le braccia al mondo, ama e sii rispettoso con chi ci finirà dentro.
Certo, ma come si fa a capire ed accettare gli altri quando si fatica a capire ed accettare noi stessi? Sai, io temo due cose: una nuova crisi depressiva ed essere fonte del dolore altrui. Se riuscire (e forse essere riuscito) a capire la mia sessualità potrà in futuro impedire future incomprensioni e conseguenti sofferenze a me e agli altri, sarà un piccolo successo. Se aprendo l'armadio di camera mia trovassi il TARDIS anziché Narnia, tornerei indietro per non poter più dirle "ma sì, proviamo". Forse le cose non sarebbero cambiate, forse sarebbero potute persino peggiorare, non lo sapremo mai, ma avrei sicuramente potuto evitare mancanza reciproca di onestà. Poi vabbè, ragionare col senno del poi serve al limite ad evitare errori futuri, e non è nemmeno detto...

Piccola chiosa: non avevo intenzione né di parlare dei miei problemi non inerenti alla sfera sessuale né tantomeno di trasformare il thread in una sorta di "posta del cuore" di Cioèiana memoria, soprattutto in questa sezione del forum, vogliate quindi perdonarmi.
Twitter: @lelevup
Tumblr: AsexualItaly

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29090
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Si faccia una domanda e si dia una risposta

Messaggio da Bianca »

Capisco benissimo quando si decide di non decidere per paura che qualunque cosa si faccia, si ritorcerà contro di noi...
È come stare sulla poltrona del dentista immobili, in tensione e pensare: adesso mi fa male, lo sento, ora mi fa male...

Bello il "diversamente sessuale" ! Mi piace molto e rende l'idea.
Tu sai che nelle sabbie mobili, più ci si agita e più si va giù?
Meglio quindi stare il più fermi possibile e far lavorare il cervello...
Come posso levarmi da qui? Con calma e senza agitarmi...
Come esco da questo momento di morte e capisco che posso vivere e che fuori di qui c'è un posto anche per me e su di me ci possono essere cieli azzurri e stelle e ci sarà chi mi sorride?

Lo vedi che con l'amica c'è stato l'inganno?
Bravi! Complimenti!
Ma quando mai c'è amicizia tra un uomo e una donna?
Quando mai!
O uno dei due è innamorato.
O uno dei due sfrutta l'altro.
O uno dei due si puntella
O....
Mi compaiano davanti due amici M/F e in cinque minuti li smonto come Lego!

Se ti fai venire la crisi depressiva per paura che ti venga la crisi depressiva, non ci siamo!
Forte! Devi essere forte! STRONG!
La forza è dentro di te, nessuno può dartela dall'esterno, la devi tirar fuori tu.

Tu sei qui per parlare di te, esporre le tue difficoltà.
Non è posta del cuore, fa parte dell'insieme che tu sei e di quello che hai vissuto, ne devi fare tesoro.

Deboli sì, incerti sì, confusi sì, timorosi sì...disonesti mai.

Avatar utente
lelevup
Maxi-Mitosi
Messaggi: 211
Iscritto il: ven ago 21, 2015 5:10 pm
Orientamento: grey-ace/grey-aro
Genere: Cis-Maschietto
Località: Earth (mostly harmless)

Re: Si faccia una domanda e si dia una risposta

Messaggio da lelevup »

A distanza di poco più di due mesi dalla mia iscrizione qui su (H)AVEN posso dire che la sensazione di liberazione provata quando ho scoperto di essere diverso ma non malato non è andata via e, anzi, sta lentamente influenzando positivamente la depressione, l'ansia e tutte le "vere" malattie.

Oggi preferisco "etichettarmi" grey-a, e pure piuttosto scuro, rispetto al più specifico demisessuale se non altro perché forse ho capito davvero cosa significa demisessuale, o meglio, perché credo di aver capito che tra legame emotivo profondo e innamoramento può esserci un abisso in mezzo. Oggi è così, ma magari tra un altro paio di mesi le cose potrebbero diventare più chiare o, perché no?, persino più oscure: capita, quando si sta scavando nelle proprie memorie cercando risposte a domande che non mi ero mai fatto prima o che non avrei mai pensato mi sarei fatto. :) In ogni caso rimane soltanto un'etichetta...

Grazie a tutti quelli che, direttamente o indirettamente, mi hanno dato una mano qui dentro.
Twitter: @lelevup
Tumblr: AsexualItaly

Avatar utente
Aliah
Mega-Mitosi
Messaggi: 165
Iscritto il: sab lug 04, 2015 10:11 pm
Orientamento: Demisessuale Romantica
Genere: Femmina

Re: Si faccia una domanda e si dia una risposta

Messaggio da Aliah »

Ho avuto una piccola discussione con un'amica su cosa significa "innamorarsi". Credo sia una cosa talmente personale che ognuno la vede a modo suo. Certo è che un legame emotivo profondo può sfociare in un innamoramento o in un'amicizia... o anche in un profondo rispetto.
llvp, se ti senti più a tuo agio definendoti Gray-A piuttosto che Demisex, è un'ottima cosa per te: sei più vicino di un passo a comprenderti! :)
.I won't LAST LONG in this WORLD so WRONG.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29090
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Si faccia una domanda e si dia una risposta

Messaggio da Bianca »

Innamorarsi significa, che l'altra persona diventa per te, più importante di te.

Cilla
Junior
Messaggi: 18
Iscritto il: sab nov 07, 2015 9:58 am
Orientamento: EteroDemiSex ?
Genere: F
Località: IM

Re: Si faccia una domanda e si dia una risposta

Messaggio da Cilla »

Pero... prima di farmi le domande ho gia le risposte ???

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29090
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Si faccia una domanda e si dia una risposta

Messaggio da Bianca »

Un tempo, io ero certa di avere tutte le risposte, poi mi sono accorta che mi avevano cambiato le domande e sono rimasta come un allocco.
Tu puoi farti una domanda facile di cui sai già la risposta, tipo: l'anno della scoperta dell'America, così non sbagli e fai bella figura....

Cilla
Junior
Messaggi: 18
Iscritto il: sab nov 07, 2015 9:58 am
Orientamento: EteroDemiSex ?
Genere: F
Località: IM

Re: Si faccia una domanda e si dia una risposta

Messaggio da Cilla »

Madre santa quando hanno scoperto l'America ? :oops:

Avatar utente
Valkyrie
A-ccademico viola
Messaggi: 7755
Iscritto il: sab mag 02, 2015 9:32 pm

Re: Si faccia una domanda e si dia una risposta

Messaggio da Valkyrie »

posso chiedere a zio Wiki???

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29090
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Si faccia una domanda e si dia una risposta

Messaggio da Bianca »

Cribbio Valky!!! Anche di storia mi zoppichi????
Di quante materie devo darti ripetizioni??
Tua mamma è disposta a spendere per la tua cultura???

Avatar utente
Valkyrie
A-ccademico viola
Messaggi: 7755
Iscritto il: sab mag 02, 2015 9:32 pm

Re: Si faccia una domanda e si dia una risposta

Messaggio da Valkyrie »

eh belin mica posso tenere a mente tutto T-T qualcosa si dimentica sempre:(

Rispondi