Piccolo sfogo propositivo

Per tutto ciò che riguarda l'asessualità e gli asessuali.
Rispondi
Avatar utente
PaulVerlaine
Junior
Messaggi: 8
Iscritto il: sab ago 09, 2008 8:35 am
Orientamento: Demisex
Località: dans le bleu d'une mer sans fin

Piccolo sfogo propositivo

Messaggio da PaulVerlaine »

Carissimi e carissime,
scrivo questo perché sento il bisogno di sfogarmi un po' con chi mi può capire almeno in parte, ma vorrei che fosse uno sfogo 'propositivo' cioè uno spunto per ricevere suggerimenti/trovare soluzioni anche insieme a chi vive problemi simili.

Ho 37 anni, non ho mai avuto l'ansia dell'essere in coppia, anzi tra la fine del primo innamoramento e il secondo ho passato dei bellissimi anni di singletudine pieni di amici, interessi e soddisfazioni, soprattutto di benessere con me stesso. Ovviamente sempre vivendo un po' da outsider il mio orientamento, ma non è mai stato un grosso problema, anzi, è stato proprio in questo periodo che ho scoperto lo spettro ace e ho imparato a definirmi demisex.

Ora per qualche motivo che non so bene, vuoi l'età che avanza, vuoi le poche esperienze in merito, vuoi il fatto che ho chiuso da poco definitivamente con la ex (rapporto finito due anni fa, ma ultima delusione di recente) e sento il bisogno di pensare ad altro, l'essere single mi sta un po' stretto. Ma da demisex/asex penso che trovare una partner, cosa già complicata per chi non è nella post-adolescenza ed è ricco e/o strafigo, sia estremamente difficile.

Anzitutto, appunto, manca del tutto quella spinta corporea che attiva gli allosex in presenza di pressoché qualsiasi persona del genere di interesse, e che li spinge a muoversi, a interessarsi, a impiegare energie per quagliare. Cercare una partner per scelta razionale si può, ma se c'è la spinta del corpo è tutto più semplice perché si fa più naturale e più "urgente". "La fame fa uscire il lupo dalla tana", come dice un proverbio delle mie parti.
Anche la chimica dei corpi penso si "parli" meglio e più facilmente, tra due persone allosex e ugualmente affamate di contatti fisici, anche magari effimeri.
A noi che i contatti fisici effimeri non interessano, o addirittura ne proviamo repulsione, è molto più complicato trovare quell'intesa che può portare ad approfondire un rapporto in senso di relazione.

Se anche ci forziamo un po' a farlo, si sente (o almeno per me è sempre stato così) un po' con ansia l'aspettativa dell'altra persona di manifestazioni di interesse fisico, o magari di quagliare la sera stessa, o comunque di spingere per andare a letto abbastanza presto. Per la gran parte delle persone allosex, e specie per le femmine, l'interesse viene riconosciuto se la persona ti tocca, cerca di baciarti, "preme" anche a livello fisico; la mancanza di questo può portare facilmente a pensare che tale interesse manchi del tutto anche in prospettiva, e quindi alla "friendzone".
Dopo che poi ti sei frequentato "da amici" per mesi, la ragazza di turno non ti vede più come un possibile partner, ma è proprio lì che noi demi cominciamo (nel caso) a sentire attrazione... per gli asex, magari l'intenzione di coppia c'era fin dall'inizio, ma so da tante storie lette e sentite che poi la mancanza di reciprocità nel desiderio porta a chiudere tanti rapporti.

Siamo anche pochi quindi cercare tra le persone "come noi" è come cercare il proverbiale ago in un pagliaio e di solito è un pagliaio lontano qualche centinaio di km. Per come sono fatto e per cose che ho vissuto e che ho sentito, non credo molto nelle relazioni a distanza, poi ho molto bisogno della presenza della persona per instaurare quel tipo di intimità; però per dire, le persone demi/ace che ho trovato per ora su siti e app sono lontane. L'unica vicina che ho trovato, è già impegnata (sebbene con problemi, mi diceva, legati al suo essere asex), e comunque l'interesse reciproco in una conoscenza evidentemente non è scattato perché ha smesso di rispondermi di punto in bianco.

Viene proprio voglia di rinunciare, però a volte fa male. Grazie se avete letto fin qua e leggerò con piacere ogni vostro parere/reazione, empatica o meno (però nel caso siate gentili :D ).
We're just two lost souls swimming in a fish bowl year after year, running over the same old ground.. what have we found? The same old fears. Wish you were here.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29087
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Piccolo sfogo propositivo

Messaggio da Bianca »

Quella che tu chiami spinta corporea, sicuramente stimola l’interesse reciproco e sviluppa un’urgenza a volte eccessiva e che spesso si rivela controproducente.

Chi è demi ha bisogno di tempi lenti, lunghi, ponderati.
Ha bisogno di piccoli passi, rassicurazioni e di approdare ad un sentimento maturo che porti certezze, confidenza, complicità.

Alla fine, più che accettare un rifiuto del sesso, significa per il partner rispettare dei tempi e consolidare delle certezze, fornendo sicurezze.

L’asessuale o il demi, può ritenersi debole nei confronti dell’altro, inadeguato, disarmato, mancante di un elemento fondamentale e di un interesse immediato che in una società come la nostra, fa saltare ostacoli, trascurare elementi importanti, inficiando la lucidità nel valutare.

È tra queste difficoltà che tu devi muoverti, affrancando quella capacità di agire, anche di rischiare, che può condurti alla realizzazione dei tuoi desideri.

Per impegnarti in questo senso ci devi credere ed oltre alla capacità di rischiare, devi coltivare la disponibilità alle variazioni, ai cambi di rotta, alle correzioni che una relazione può richiedere, pur nel rispetto delle tue esigenze.

Rifiutare contatti effimeri, incontri occasionali, non è detto che rappresenti una caratteristica negativa.
Può essere segno di serietà e di considerare con maturità “un’avventura” che avventura non è affatto.

Avatar utente
PaulVerlaine
Junior
Messaggi: 8
Iscritto il: sab ago 09, 2008 8:35 am
Orientamento: Demisex
Località: dans le bleu d'une mer sans fin

Re: Piccolo sfogo propositivo

Messaggio da PaulVerlaine »

Grazie della riflessione... La volontà e capacità di rischiare non mi manca, ma mi sembra che, per le ragioni che abbiamo considerato, vengano a mancare le occasioni; la volontà da parte dell'altra persona di rischiare e di investire in un rapporto che forse, col tempo, approderà a quello che altre persone possono offrire subito (oppure no, ma comunque lo si sa relativamente presto, dopo qualche appuntamento al max).

E concordo sul fatto che rifiutare gli incontri occasionali possa trasmettere maturità, però spesso, per gli allo, è da quel 'serbatoio' che in casi di particolare feeling può nascere qualcosa di più profondo e duraturo...a noi manca anche questa possibilità.
We're just two lost souls swimming in a fish bowl year after year, running over the same old ground.. what have we found? The same old fears. Wish you were here.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29087
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Piccolo sfogo propositivo

Messaggio da Bianca »

In effetti vuol dire disporre di una chance in meno e non di una chance da quattro soldi ma di qualcosa di importante che ha la possibilità di promuovere, di arricchire, di consentire una conoscenza profonda che non finisce con la fisicità ma si amplifica in mille ramificazioni, se è sempre usata nel modo giusto e non è sfruttamento dell’altro.

Rispondi