Attrazione estetica: io, voi e ciascuno

Per tutto ciò che riguarda l'asessualità e gli asessuali.
Mariii
Maxi-Mitosi
Messaggi: 263
Iscritto il: gio ott 01, 2020 2:53 pm
Orientamento: Asessuale - Omoromantica
Genere: Femmina

Re: Attrazione estetica: io, voi e ciascuno

Messaggio da Mariii »

Beta ha scritto:
dom ott 17, 2021 3:07 pm
Mariii ha scritto:
dom ott 17, 2021 12:44 pm
Lei non è male!
Eh, infatti, a me sembra un tipo :wink:

Ant: grazie per il contributo :D e che bello leggere "babordo", adoro i termini nautici (non so perché, ma mi piacciono tantissimo ^^).
Esatto ;]
Hahahaha si si forse ti piacciono perché hanno un suono dolce

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29087
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Attrazione estetica: io, voi e ciascuno

Messaggio da Bianca »

Ant, de non la smetti di crearmi problemi ti chiudo nella sentina.

Avatar utente
Jin_Nemo_Oudeis
Membro
Messaggi: 46
Iscritto il: lun ott 25, 2021 4:39 am
Genere: Maschio

Re: Attrazione estetica: io, voi e ciascuno

Messaggio da Jin_Nemo_Oudeis »

L'estetica é momentanea, la bellezza supera senza troppe difficoltà le barriere del tempo.
Trovo una donna piú attraente per ragioni razionali e funzionali. L'intuito mi suggerisce cosa é piú consono ai miei costrutti consci, l'eros cosa é piú consono ai miei costrutti inconsci.
Una donna alta mi risulta piú appetibile perché sono alto, e tenerla per mano o baciarla é piú naturale.
Preferisco gli occhi scuri perché sono piú caldi, ed un fisico slanciato e flessibile, perché una ragazza troppo magra tende ad avere poca energia vitale, ed una troppo grassa ha poca prestanza fisica, e probabilmente qualche scompenso emotivo. Trascuro quasi completamente attributi come seno e natiche, e il mio essere analitico mi spinge piú a ricercare un sistema strutturale che possa essere coerente col mio. Secondo i criteri della bioenergetica, per le mie esigenze mi conviene scartare le donne col bacino troppo esposto in avanti, mentre conoscendo la teoria dietro i rituali di "abbellimento" femminili, scartare a priori le ragazze che si truccano troppo, hanno le sopracciglia troppo sottili o troppo inarcate (preferisco quelle folte senza esagerare) , che portano i tacchi alti o piú di tre gioielli. É preferibile che abbia tutti i denti, soprattutto quelli del giudizio, che sappia vestirsi con stile ed eleganza senza ricadere nella volgarità (le donne con le poppe o le natiche al vento sono insicure dentro ed esigenti fuori, quindi un pessimo affare). Tendo a tenere conto anche al tenore di vita che una donna conduce, in rapporto al proprio reddito. Una donna, ricca o povera che sia, quando sperpera denaro é un cattivo investimento (le peggiori sono le donne che hanno necessità patologica di ostentare il proprio prestigio), mentre una donna ricca o povera che sia che sa acquistare beni e servizi in modo intelligente é sicuramente un ottimo investimento.
Non mi piace il pizzo o il tanga, perché é provocante.
Trovo molto intriganti le donne col rossetto nero. Ho rispetto per le donne che indossano un collare.
Trovo antiestetici gli smalti per unghie, ma rispetto la tradizione che ruota attorno alle unghie allungate.
Mi piacciono i capelli lunghi.

Racconto qui un piccolo aneddoto, per descrivere qualcosa che considero bellezza:
Conobbi la ragazza a cui mi sono piú affezionato nel corso della mia vita quasi tre anni fa. Io non abbasso mai lo sguardo. Dicono che ho lo sguardo che fa bruciare gli occhi.
Siamo usciti insieme, abbiamo camminato e parlato a lungo, poi ci siamo seduti di notte su una panchina, sopra il ponte che attraversa il Danubio, e lei ha mi ha guardato negli occhi. All'inizio leggevo nei suoi occhi insicurezza, ma un po per volta é emersa una scintilla combattiva. É stato uno scontro, a tratti violento ed a tratti romantico, lungo ed intenso. La tensione era notevole, ma un po per volta é scesa, e man mano che scendeva, aumentava un rassicurante e tiepido senso di complicità. Quando i suoi occhi hanno esaurito l'aggressività, nei suoi occhi ho visto solo affetto, di una sincerità disarmante. Gli occhi piú dolci e sinceri che io abbia mai visto. Era avvenuta una magia? Tutt'ora mi chiedo se quegli occhi erano i suoi, i miei, o di entrambi. Ho preso coraggio e le ho preso la mano, l'ho posizionata sul mio petto, e lei ha capito. In quel momento l'ho vista. Era bella, e non serviva aggiungere altro.
Tutto é uno. Uno é tutto.

Mariii
Maxi-Mitosi
Messaggi: 263
Iscritto il: gio ott 01, 2020 2:53 pm
Orientamento: Asessuale - Omoromantica
Genere: Femmina

Re: Attrazione estetica: io, voi e ciascuno

Messaggio da Mariii »

Jin_Nemo_Oudeis ha scritto:
mar nov 09, 2021 7:02 pm
L'estetica é momentanea, la bellezza supera senza troppe difficoltà le barriere del tempo.
Trovo una donna piú attraente per ragioni razionali e funzionali. L'intuito mi suggerisce cosa é piú consono ai miei costrutti consci, l'eros cosa é piú consono ai miei costrutti inconsci.
Una donna alta mi risulta piú appetibile perché sono alto, e tenerla per mano o baciarla é piú naturale.
Preferisco gli occhi scuri perché sono piú caldi, ed un fisico slanciato e flessibile, perché una ragazza troppo magra tende ad avere poca energia vitale, ed una troppo grassa ha poca prestanza fisica, e probabilmente qualche scompenso emotivo. Trascuro quasi completamente attributi come seno e natiche, e il mio essere analitico mi spinge piú a ricercare un sistema strutturale che possa essere coerente col mio. Secondo i criteri della bioenergetica, per le mie esigenze mi conviene scartare le donne col bacino troppo esposto in avanti, mentre conoscendo la teoria dietro i rituali di "abbellimento" femminili, scartare a priori le ragazze che si truccano troppo, hanno le sopracciglia troppo sottili o troppo inarcate (preferisco quelle folte senza esagerare) , che portano i tacchi alti o piú di tre gioielli. É preferibile che abbia tutti i denti, soprattutto quelli del giudizio, che sappia vestirsi con stile ed eleganza senza ricadere nella volgarità (le donne con le poppe o le natiche al vento sono insicure dentro ed esigenti fuori, quindi un pessimo affare). Tendo a tenere conto anche al tenore di vita che una donna conduce, in rapporto al proprio reddito. Una donna, ricca o povera che sia, quando sperpera denaro é un cattivo investimento (le peggiori sono le donne che hanno necessità patologica di ostentare il proprio prestigio), mentre una donna ricca o povera che sia che sa acquistare beni e servizi in modo intelligente é sicuramente un ottimo investimento.
Non mi piace il pizzo o il tanga, perché é provocante.
Trovo molto intriganti le donne col rossetto nero. Ho rispetto per le donne che indossano un collare.
Trovo antiestetici gli smalti per unghie, ma rispetto la tradizione che ruota attorno alle unghie allungate.
Mi piacciono i capelli lunghi.

Racconto qui un piccolo aneddoto, per descrivere qualcosa che considero bellezza:
Conobbi la ragazza a cui mi sono piú affezionato nel corso della mia vita quasi tre anni fa. Io non abbasso mai lo sguardo. Dicono che ho lo sguardo che fa bruciare gli occhi.
Siamo usciti insieme, abbiamo camminato e parlato a lungo, poi ci siamo seduti di notte su una panchina, sopra il ponte che attraversa il Danubio, e lei ha mi ha guardato negli occhi. All'inizio leggevo nei suoi occhi insicurezza, ma un po per volta é emersa una scintilla combattiva. É stato uno scontro, a tratti violento ed a tratti romantico, lungo ed intenso. La tensione era notevole, ma un po per volta é scesa, e man mano che scendeva, aumentava un rassicurante e tiepido senso di complicità. Quando i suoi occhi hanno esaurito l'aggressività, nei suoi occhi ho visto solo affetto, di una sincerità disarmante. Gli occhi piú dolci e sinceri che io abbia mai visto. Era avvenuta una magia? Tutt'ora mi chiedo se quegli occhi erano i suoi, i miei, o di entrambi. Ho preso coraggio e le ho preso la mano, l'ho posizionata sul mio petto, e lei ha capito. In quel momento l'ho vista. Era bella, e non serviva aggiungere altro.
Oddio che cosa bellissima 🥺 quasi da Film! Sì, sono questi i rapporti più belli e le cose che prediligo pure io. Le donne provocanti non piacciono nemmeno a me, mi sanno di rozze e volgari. Preferisco una donna femminile, elegante anche nei modi di fare, intelligente, intellettuale, colta, bella ma non troppo, troppa troppa bellezza mi nausea... Mi piacciono quelle complicate, misteriose, di poche parole, timide insomma ma con molta materia grigia. Quelle che quando si affezionano ti danno il cuore e non il corpo. Mi piace questo tipo di donna e il romanticismo mi piace molto anche se purtroppo non ho modo di praticarlo. Quello che hai descritto è bellissimo comunque ☺️

Avatar utente
Jin_Nemo_Oudeis
Membro
Messaggi: 46
Iscritto il: lun ott 25, 2021 4:39 am
Genere: Maschio

Re: Attrazione estetica: io, voi e ciascuno

Messaggio da Jin_Nemo_Oudeis »

@Mariiii
L'intelligenza é per lo più un prodotto dell'infelicità e del disagio. La femminilità nella sua concezione più comune é il prodotto di comportamenti innaturali calcolati che, dietro una apparente grazia, celano un malessere notevole.
Le donne che mantengono l'interesse per mezzo del mistero sono anch'esse una contraddizione. Si può costruire un rapporto sul fatto di non conoscersi?
Se poi ci aggiungi anche che è di poche parole, complicata e ha qualche complesso psicologico che la rende insicura e timida...
Ciò che desideri non sembra coincidere con la direzione verso cui stai guardando. Quali sono le possibilità che una persona così dia il suo cuore a qualcuno?

Non fidarti di quello che vedi nei film.

***

Sapere cosa desideri dipende da quanto conosci la tua mente. Ogni strato ha le proprie regole e distorsioni.
Il più delle persone tende a provare attrazione verso una persona immaginaria e astratta, che é proiezione di come percepisce se stessa. É Narciso che ammira il suo riflesso, senza rendersene conto.
Tutto é uno. Uno é tutto.

Mariii
Maxi-Mitosi
Messaggi: 263
Iscritto il: gio ott 01, 2020 2:53 pm
Orientamento: Asessuale - Omoromantica
Genere: Femmina

Re: Attrazione estetica: io, voi e ciascuno

Messaggio da Mariii »

Jin_Nemo_Oudeis ha scritto:
ven nov 19, 2021 4:47 pm
@Mariiii
L'intelligenza é per lo più un prodotto dell'infelicità e del disagio. La femminilità nella sua concezione più comune é il prodotto di comportamenti innaturali calcolati che, dietro una apparente grazia, celano un malessere notevole.
Le donne che mantengono l'interesse per mezzo del mistero sono anch'esse una contraddizione. Si può costruire un rapporto sul fatto di non conoscersi?
Se poi ci aggiungi anche che è di poche parole, complicata e ha qualche complesso psicologico che la rende insicura e timida...
Ciò che desideri non sembra coincidere con la direzione verso cui stai guardando. Quali sono le possibilità che una persona così dia il suo cuore a qualcuno?

Non fidarti di quello che vedi nei film.

***

Sapere cosa desideri dipende da quanto conosci la tua mente. Ogni strato ha le proprie regole e distorsioni.
Il più delle persone tende a provare attrazione verso una persona immaginaria e astratta, che é proiezione di come percepisce se stessa. É Narciso che ammira il suo riflesso, senza rendersene conto.
Su qualche forum avevo letto di qualcuno che diceva appunto che tante volte ci si innamora della persona che si pensa sia la proiezione di noi stessi.. È vero. Le ragazze di cui mi sono innamorata mi assomigliavano non fisicamente, ma per molti aspetti mentali. Doveva esserci "quel non so che" in comune che mi doveva fare scattare la scintilla. Posso dirti che hai ragione, però quando ste cose accadono non si possono spiegare. Sono cose che si verificano senza nemmeno che noi ce ne rendiamo conto. Il mio ultimo amore risale a qualche anno fa, e mi sa che tra non molto dovrò rivedere la persona in questione poiché frequentiamo lo stesso corso universitario. Ma io spero sempre di non incappare più in nessuno delle mie vecchie fiamme.
Però vedi, il tipo di persona che mi attrae e che mi cattura è quella. Non mi piacciono le persone troppo estrose, appariscenti e provocanti... Mi sanno di persone vuote e superficiali.
Per quanto riguarda il discorso Dell 'intelligenza, sì, sarà come dici tu, però è predisposizione, ci sono persone stupide e persone intelligenti... Io preferisco le seconde alle prime, infatti io con gente stupida ci soffro. Non arrivano a tante cose e bisogna sempre spiegare loro tutto.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29087
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Attrazione estetica: io, voi e ciascuno

Messaggio da Bianca »

Anch’io penso che l’intelligenza sia una caratteristica con la quale si nasce e che poi, se opportunamente utilizzata, si consolida, cresce, manifesta predisposizioni specifiche e dà all’individuo la possibilità di affrontare impegni e svolgere compiti.

Avatar utente
Jin_Nemo_Oudeis
Membro
Messaggi: 46
Iscritto il: lun ott 25, 2021 4:39 am
Genere: Maschio

Re: Attrazione estetica: io, voi e ciascuno

Messaggio da Jin_Nemo_Oudeis »

Bianca ha scritto:
sab nov 20, 2021 9:02 pm
Anch’io penso che l’intelligenza sia una caratteristica con la quale si nasce e che poi, se opportunamente utilizzata, si consolida, cresce, manifesta predisposizioni specifiche e dà all’individuo la possibilità di affrontare impegni e svolgere compiti.
Pensavo si chiamasse mediocrità.
Tutto é uno. Uno é tutto.

Mariii
Maxi-Mitosi
Messaggi: 263
Iscritto il: gio ott 01, 2020 2:53 pm
Orientamento: Asessuale - Omoromantica
Genere: Femmina

Re: Attrazione estetica: io, voi e ciascuno

Messaggio da Mariii »

Jin_Nemo_Oudeis ha scritto:
sab nov 20, 2021 9:10 pm
Bianca ha scritto:
sab nov 20, 2021 9:02 pm
Anch’io penso che l’intelligenza sia una caratteristica con la quale si nasce e che poi, se opportunamente utilizzata, si consolida, cresce, manifesta predisposizioni specifiche e dà all’individuo la possibilità di affrontare impegni e svolgere compiti.
Pensavo si chiamasse mediocrità.
Se gli intelligenti sono mediodlcri non c'è più mondo allora 🤷🏻‍♀️
Ultima modifica di Mariii il sab nov 20, 2021 11:41 pm, modificato 1 volta in totale.

Mariii
Maxi-Mitosi
Messaggi: 263
Iscritto il: gio ott 01, 2020 2:53 pm
Orientamento: Asessuale - Omoromantica
Genere: Femmina

Re: Attrazione estetica: io, voi e ciascuno

Messaggio da Mariii »

Bianca ha scritto:
sab nov 20, 2021 9:02 pm
Anch’io penso che l’intelligenza sia una caratteristica con la quale si nasce e che poi, se opportunamente utilizzata, si consolida, cresce, manifesta predisposizioni specifiche e dà all’individuo la possibilità di affrontare impegni e svolgere compiti.
È così

Avatar utente
Jin_Nemo_Oudeis
Membro
Messaggi: 46
Iscritto il: lun ott 25, 2021 4:39 am
Genere: Maschio

Re: Attrazione estetica: io, voi e ciascuno

Messaggio da Jin_Nemo_Oudeis »

Mariii ha scritto:
sab nov 20, 2021 11:39 pm
Jin_Nemo_Oudeis ha scritto:
sab nov 20, 2021 9:10 pm
Bianca ha scritto:
sab nov 20, 2021 9:02 pm
Anch’io penso che l’intelligenza sia una caratteristica con la quale si nasce e che poi, se opportunamente utilizzata, si consolida, cresce, manifesta predisposizioni specifiche e dà all’individuo la possibilità di affrontare impegni e svolgere compiti.
Pensavo si chiamasse mediocrità.
Se gli intelligenti sono mediodlcri non c'è più mondo allora 🤷🏻‍♀️
Non penso troverai intellettuali degni di essere ascoltati fra le persone che non hanno fatto un lungo percorso per diventare tali. Genetica? I libri impegnativi spessi quanto un dizionario non si sono mai letti da soli. Leggendone tanti impari ad assimilare sempre più in fretta. Anche con le lingue e le abilità logiche é così. Assimilando, il numero di informazioni mancanti tende ad esaurirsi. Alcuni concetti diventano ricorrenti, e imparare diventa sempre più facile. Spesso concetti e strutture di una disciplina sono coerenti con un'altra, quindi chi varca una certa soglia tende ad una poliedricità consistente.

A scuola ti insegnano meno del necessario anche con un'educazione classica, quindi se conosci solo ciò che ti hanno insegnato dei docenti sottopagati e frustrati non vai molto lontano. Le persone sono libere in ogni momento di fare più dello stretto necessario, ma non lo fanno. Questa é mediocrità. Corrisponde esattamente a quanto ha descritto @Bianca.
Lo stesso sistema scolastico da per scontato il fatto che crescere in base a come ti giudicano gli altri sia sano.
L'intelligenza delle persone che conoscono solo questo modo di vivere é discutibile.

@Bianca più le persone diventano intelligenti e meno obbediscono. Trovano il modo di fare ciò che vogliono, sia da schiavi dell'abisso che della vetta.
Tutto é uno. Uno é tutto.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29087
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Attrazione estetica: io, voi e ciascuno

Messaggio da Bianca »

È proprio vero quello che dici.
Infatti viviamo in un mondo di super intelligenti, i no vax ne sono un esempio.
E io sono tanto frustrata per essere rimasta indietro.
Ho il rimorso di aver sempre scartato i libri spessì, limitandomi a quei quattro libercoli con le figure e a tanti condensati del Rider Daigest e poi bignami, bignami, montagne di bignami.

A me, il numero di informazioni mancanti, invece di diminuire, è andato aumentando a dismisura e ora mi è scattato il desiderio di vivere ancora a lungo per scoprire alcune delle migliaia di informazioni che mi sono completamente persa.

Accidenti! Meglio vivere al tempo sacro del risveglio che al tempo nostro mite e sonnolento.

Avatar utente
Jin_Nemo_Oudeis
Membro
Messaggi: 46
Iscritto il: lun ott 25, 2021 4:39 am
Genere: Maschio

Re: Attrazione estetica: io, voi e ciascuno

Messaggio da Jin_Nemo_Oudeis »

Bianca ha scritto:
dom nov 21, 2021 10:02 am
È proprio vero quello che dici.
Infatti viviamo in un mondo di super intelligenti, i no vax ne sono un esempio.
E io sono tanto frustrata per essere rimasta indietro.
Ho il rimorso di aver sempre scartato i libri spessì, limitandomi a quei quattro libercoli con le figure e a tanti condensati del Rider Daigest e poi bignami, bignami, montagne di bignami.

A me, il numero di informazioni mancanti, invece di diminuire, è andato aumentando a dismisura e ora mi è scattato il desiderio di vivere ancora a lungo per scoprire alcune delle migliaia di informazioni che mi sono completamente persa.

Accidenti! Meglio vivere al tempo sacro del risveglio che al tempo nostro mite e sonnolento.
Il tuo é un esempio irragionevole.

Mia madre per esempio é di quella corrente di pensiero, nonostante si sia laureata in farmacologia e lavora tutt'ora nel settore farmaceutico. Non tento di convincerla. Avendo letto solo "The Great Reset", "Il futuro di Homo Sapiens" e qualche articolo divulgativo tendo a riporre fiducia nei vaccini. Per convenienza, piu che per reale necessità.

***

I libri lunghi si assimilano meglio.
Se gradisci un pugno in faccia puoi sempre leggerti qualcosa di Baudrillard.

***

É la prova che non hai visione di insieme. Facendo un banale esempio puoi studiare la geografia del mondo partendo dal globo, scomponendolo nelle nazioni che vi sono, imparare e conoscere le capitali di ogni nazione, e così via. Non puoi perderti se stai solo restringendo un cerchio.
Puoi anche studiarla andando a caso, ma non farai altro che incastrarti nei grovigli di ciò che impari.

***

Se ti piacciono le immagini, eccone una notevole.
https://i.ibb.co/0qMFczv/IMG-20211121-131017.jpg
SPOILER: 25 52
Tutto é uno. Uno é tutto.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29087
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Attrazione estetica: io, voi e ciascuno

Messaggio da Bianca »

Jin, non ho risposte ma qualche domanda sí.

Vuoi dire che faccio esempi che non hanno ragionamento?

Tua mamma è una persona intelligente?
È contenta di te? Ha stima nei tuoi confronti?
Tentare di convincerla, (di cosa?) secondo il tuo punto di vista, sarebbe tempo sprecato?

Avere convenienza a seguire un certo pensiero, non vuol dire trarne un vantaggio?

Non è che a me manca solo una visione di insieme, a me mancano proprio le visioni.

Per quanto riguarda la geografia, ho sempre pensato che la cosa migliore per apprenderla, fosse recarsi sul posto.

Amo molto le immagini, quella che offri tu, non tanto.

Avatar utente
Jin_Nemo_Oudeis
Membro
Messaggi: 46
Iscritto il: lun ott 25, 2021 4:39 am
Genere: Maschio

Re: Attrazione estetica: io, voi e ciascuno

Messaggio da Jin_Nemo_Oudeis »

Bianca ha scritto:
dom nov 21, 2021 6:19 pm
Jin, non ho risposte ma qualche domanda sí.

Vuoi dire che faccio esempi che non hanno ragionamento? Non vedo consistenza. Non vedo densità. Non percepisco il peso. Ti percepisco come una brezza leggera.

Tua mamma è una persona intelligente? Penso abbia una ragion d'essere.

È contenta di te? Ha stima nei tuoi confronti?
Penso abbia rinunciato all'idea di inquadrarmi. È stata a lungo profondamente turbata dalla mia diversità, da sempre evidente. Ha vissuto notevole frustrazione, per il fatto che crescendomi quasi nulla andava secondo le sue previsioni e aspettative.
Penso mi veda come una pianta esotica in mezzo a piante autoctone.
Accettare che non cresco come gli altri le ha dato un po di serenità.

Tentare di convincerla, (di cosa?) secondo il tuo punto di vista, sarebbe tempo sprecato?
Non essendoci prove inconfutabili sulla sicurezza a lungo termine del vaccino covid, non vale la pena litigare.

Avere convenienza a seguire un certo pensiero, non vuol dire trarne un vantaggio?
La convenienza tende ad essere un'impressione. Uno spot pubblicitario divulga la convenienza di un prodotto, e gli ingenui non si accorgono che il guadagno si costruisce sul loro fraintendimento. Il vantaggio ha natura pragmatica. Sono cose diverse.

Non è che a me manca solo una visione di insieme, a me mancano proprio le visioni.
Mi hai dato l'impressione di averle, quando conveniva.

Per quanto riguarda la geografia, ho sempre pensato che la cosa migliore per apprenderla, fosse recarsi sul posto.
Conta aver visto, aver capito, o aver colto?

Amo molto le immagini, quella che offri tu, non tanto
Peccato. Si vede che ti ho fraintesa o sopravvalutata.
Tutto é uno. Uno é tutto.

Rispondi