Come affrontare una relazione con probabile gray. Consigli?

Per tutto ciò che riguarda l'asessualità e gli asessuali.
Rispondi
quiquoquardo
Newbie
Messaggi: 2
Iscritto il: lun mar 08, 2021 6:38 pm
Orientamento: Bi
Genere: M

Come affrontare una relazione con probabile gray. Consigli?

Messaggio da quiquoquardo »

Buonasera a tutte e tutti,

Parto da una piccola premessa: spero di non utilizzare parole inopportune, il mondo e le parole dell’asessualità sono ancora completamente sconosciute a me, quasi fosse uno “scenario rinchiuso” esclusivamente nel personaggio di Tod di Bojack Horseman e non come una cosa che potesse impattare la mia vita. Ho letto molti vostri post e spero potermi identificare come alleato.
Io sono bisex e sono un ragazzo sessuale con pulsioni sessuali talvolta abbondanti.
Scrivo per cercare consigli, spesso leggo di messaggi d’aiuto tipo “oddio il mi* ragazz* è asessuale” come se fosse un macigno da non riuscire a sormontare o una ragione per separarci. Bene, io non la vedo cosi.

E si, forse il mio ragazzo è effettivamente asessuale, anzi mi correggo forse è gray-asessuale. Non lo sa nemmeno lui forse. Ma andiamo per gradi, desidererei raccontarvi bene la storia.
Innanzitutto tra noi il sesso non è mai stato la priorità, anche perché la nostra relazione rasenta la perfezione, ci sentiamo entrambi perfettamente matchati l’uno per l’altro. Siamo felici, in parole molto semplici. Sessualmente parlando però siamo sempre stati in difficoltà, all’inizio ero convinto di essere troppo insistente nei suoi confronti, altre volte mi capitava di pensare che fosse lui troppo rigido e distaccato. Ne abbiamo parlato diverse volte, in cui sono emerse diverse cose tra cui qualche trauma passato nell’ambito della sessualità: mancate erezioni, sensazione di essere usato come oggetto fallico piuttosto che amato come persona, paura di essere solo, etc. Lui da parte sua dopo le nostre chiacchierate sull’argomento si lasciava un po’ andare probabilmente per farmi felice. D’altra parte, mi sento anche di dire che riesce a provare piacere sessuale, sembra mancargli il desiderio.
Da novembre viviamo insieme: la convivenza ha forse messo in risalto le differenze di interessi per la sessualità. Non vi nego che l’ultimo periodo da novembre a oggi mi ha messo in difficoltà, ero seriamente frustato e non sapevo sinceramente dove sbattere la testa. Un giorno mi sono imbattuto su questo forum e ho cominciato a leggere le idee altrui e le esperienze altrui. Mi avete aiutato molto. Ho infatti deciso di provare a parlare con il mio ragazzo. In modo molto delicato gli ho parlato dell’asessualità, gli ho parlato di ciò che ho imparato (ad esempio che c’è una differenza tra asessuale e gray-asessuale) e ovviamente gli ho detto che non sto cercando di additargli un etichetta. Gli ho consigliato di informarsi in primo luogo, di scindere il non interesse sessuale dai suoi traumi pregressi, provando magari prima a lavorare su quest’ultimi con l’aiuto mio (se lo desidererà) ma soprattutto di uno psicologo. Penso che se deciderà di lavorare sui suoi traumi, in futuro gli sarà più facile capire se la sua è una sfumatura dell’asessualità o meno. Ovviamente, sia chiaro, non penso che sia qualcosa che non va in lui, anzi. Trovo però che i traumi e la psicologia siano qualcosa per lui molto più “controllabili” (termine errato, ma non riuscivo a esprimermi in modo migliore) rispetto a questioni di identità o di interessi sessuali.

Vorrei un consiglio da parte vostra quindi… La comunicazione tra noi è buona, ci capiamo e ci ascoltiamo molto bene, e farò qualsiasi cosa pur di poter essere in primo luogo un aiuto per lui, se sentisse il bisogno di capirsi meglio ma soprattutto perché siamo una coppia fantastica e voglio continuare a passare il mio tempo con lui. Come può una persona sessuale affrontare il futuro con una persona che potrebbe essere gray-asessuale? Come si può gestire la differenza tra le due necessità sessuali?

Ogni consiglio è apprezzato. Un bacio

Athos
Samurai Asexy
Messaggi: 628
Iscritto il: ven dic 11, 2020 11:44 pm
Orientamento: Eterosessuale aromantico
Località: Un braccio verso Pughtown e l’altro verso New Cumberland, per la testa abbiamo qualche problema...

Re: Come affrontare una relazione con probabile gray. Consigli?

Messaggio da Athos »

Ciao e benvenuto su Aven!

Innanzitutto non ti preoccupare, non hai usato nessuna parola inopportuna.
Dire che sono inesperto in fatto di relazioni è poco, per cui non ti sarò di grande aiuto ma provo comunque a dare la mia opinione.
Gestire due necessità sessuali diverse può essere davvero difficile e molte coppie si sfaldano proprio per questo. Io penso che tu e il tuo compagno abbiate una marcia in più, proprio grazie a te. Chi arriva qui si sente spesso incompreso dalla persona che gli sta accanto. Molti si sentono rinfacciare la classica accusa del “non mi ami” e “non ti piaccio abbastanza”.
Tu, al contrario, mi sembri molto comprensivo nei confronti del tuo compagno e molto aperto al mondo dell’asessualità. Penso che la tua sensibilità possa aiutarlo parecchio a comprendere meglio se stesso, senza temere che ci sia qualcosa di rotto o sbagliato. Una volta che avrà fatto chiarezza dentro di sé, può essere che riusciate a trovare un’intesa e a gestire al meglio ciò che riguarda la sfera sessuale. Sia che lui scopra di essere asessuale (o gray-A) o che il suo disinteresse per il sesso è dovuto a traumi pregressi, avrà comunque raggiunto una maggiore consapevolezza di sé e credo che potrà, e potrete, vivere meglio la vostra relazione.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29096
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Consigli?

Messaggio da Bianca »

Se l’altro è asessuale, non si tratta, in modo assoluto, di una condizione per separarsi.

Usi termini entusiasti per definire la vostra relazione e quindi, mettendo assieme la tua positività e i supporti che tu pensi che il tuo partner possa utilizzare, potete costruire un legame importante che non risente in modo determinante delle vostre due diverse predisposizioni al sesso.

Tu hai un ruolo importante e lo sai.
Soltanto tu puoi stabilire quanto questa relazione ti dia e quanto, nel complesso, ciò che ti dà, possa andare a sostituire, prendere il posto, di una sessualità carente.

Un consiglio? Valuta i sentimenti.

Avatar utente
Joscr
Mega-Mitosi
Messaggi: 108
Iscritto il: lun ago 24, 2020 4:09 pm

Re: Come affrontare una relazione con probabile gray. Consigli?

Messaggio da Joscr »

Ciao,
forse sono l'ultimo che dovrebbe darti consigli vista la mia sequela di fallimenti clamorosi in relazioni con partner sessuali (non credo tu possa immaginare quante me ne son sentito dire), d'altra parte è anche vero che si impara dagli errori più che dai successi... Tu sicuramente hai ragione a voler capire quale sia la "problematica" perché un conto è se lui è ace, altro è se ha qualche problema di tipo psicologico o fisico che può essere affrontato\curato.

Un consiglio da parte mia è di capire bene anche il suo approccio all'atto: se è sex-positive allora avrete vita più facile, se negative\repulsed è più difficile, ma in qualche modo se ci lavorate e il vostro rapporto vale confido che una soluzione riuscirete a trovarla. Capite magari se ci sia qualche altro modo che amiate entrambi di esprimere la vostra intimità, in modo più romantico oppure più "kinky" (e in questo caso ti ricordo che ci sono molte pratiche kinky che possono anche avere natura non sessuale, per quanto intima), non c'è una regola, dovere capirvi bene tra di voi.

Una cosa importantissima: potrebbe essere che lui cerchi di soddisfare te, senza pretendere, nè volere, nulla in cambio, quasi ti stesse facendo un massaggio alle spalle o altro. Ecco in tal caso starebbe facendo per te un atto d'amore molto forte e bello, non fare l'errore di pretendere che anche lui debba "sfogarsi sessualmente" in quel momento, magari facendo leva sul sentimento che vi lega o su possibili sensi di colpa: è una cosa tremenda ai limiti dello stupro, ci sono passato e ho ancora la nausea a pensarci. Se vuoi dimostrargli apprezzamento fallo in altro modo, come lui in quel momento ha pensato ai tuoi bisogni a prescindere dai suoi tu dovresti cercare di fare lo stesso :)
All hail ACE Narwhal! It's like a unicorn, but it really exists!

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29096
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Come affrontare una relazione con probabile gray. Consigli?

Messaggio da Bianca »

Jos, dimostri una saggezza che mi lascia esterrefatta.
Hai dato a quo veramente dei buoni consigli che condivido.
Evidentemente, aver vissuto certe esperienze, anche dolorose, ti ha reso più consapevole, capace di vedere le situazioni con maggior chiarezza.

Avatar utente
Joscr
Mega-Mitosi
Messaggi: 108
Iscritto il: lun ago 24, 2020 4:09 pm

Re: Come affrontare una relazione con probabile gray. Consigli?

Messaggio da Joscr »

Io? Saggio? Naaah, è il Narvalo che suggerisce :oops:
All hail ACE Narwhal! It's like a unicorn, but it really exists!

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29096
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Come affrontare una relazione con probabile gray. Consigli?

Messaggio da Bianca »

Con un suggeritore è facile!

Avatar utente
Joscr
Mega-Mitosi
Messaggi: 108
Iscritto il: lun ago 24, 2020 4:09 pm

Re: Come affrontare una relazione con probabile gray. Consigli?

Messaggio da Joscr »

Vero? E il Narvalo è saggissimo :lol:
All hail ACE Narwhal! It's like a unicorn, but it really exists!

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29096
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Come affrontare una relazione con probabile gray. Consigli?

Messaggio da Bianca »

Ma questo Narvalo lo conosci bene?

Avatar utente
Joscr
Mega-Mitosi
Messaggi: 108
Iscritto il: lun ago 24, 2020 4:09 pm

Re: Come affrontare una relazione con probabile gray. Consigli?

Messaggio da Joscr »

Certo! Gli ho fatto pure la foto per l'avatar :D
All hail ACE Narwhal! It's like a unicorn, but it really exists!

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29096
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Come affrontare una relazione con probabile gray. Consigli?

Messaggio da Bianca »

Checcccarino! Sorride pure.

quiquoquardo
Newbie
Messaggi: 2
Iscritto il: lun mar 08, 2021 6:38 pm
Orientamento: Bi
Genere: M

Re: Come affrontare una relazione con probabile gray. Consigli?

Messaggio da quiquoquardo »

Grazie veramente a tutti per i consigli. Li ho sinceramente apprezzati. Siete davvero una bella community lsciatevelo dire.

Colgo l'occasione per farvi un altra domanda: ci sono cose che secondo voi dovrei/non dovrei di dire/fare per rendere questo percorso di "capirsi meglio" più agevole?

Concludo con un pensiero personale/sfogo (scusate, ma non ho nessuno a cui rivolgermi e ultimamente sono davvero in difficoltà):
Sono sincero, a volte sono tanto giù di morale per questa situazione. Mi sento in difficoltà, triste, sconsolato e sto piangendo sinceramente troppo ultimamente quando sono solo.
Non fraintendetemi, io non desidero che lui arrivi ad assecondare i miei desideri (lui è repulsive e passivo negli approcci, quindi ci sta che sia così, non mi aspetto nulla di diverso). Vorrei solamente che i nostri discorsi, le mille eventualità (ace, no ace), si traducessero in una volontà da parte sua di "capirsi meglio" anziché evitare l'argomento come la peste bubbonica. Sinceramente spero che così facendo sarà per noi possibile trovare un nostro compromesso anche se sarà sicuramente molto difficile.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29096
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Come affrontare una relazione con probabile gray. Consigli?

Messaggio da Bianca »

Prendi nota: nessuno si capisce di meno di chi non vuole capirsi.

C’è gente che rifiuta la realtà, perché non ce la farebbe mai ad accettarla.
Ci sono persone che se fossero capaci di comprendere come sono davvero, non riuscirebbero a sopravvivere ad una verità devastante.
Se quello che sono, comparisse loro davanti all’improvviso, in tutta la sua negatività, impazzirebbero.

Ma questo caso estremo, non è quello che riguarda il tuo compagno.
In lui c’è piuttosto ritrosia, senso di rifiuto, fastidio creato dall’intimità, incapacità di tradurre i sentimenti in manifestazioni corporali.
Tu che gli vuoi bene, non forzarlo, non pesare su quella che è per lui, indubbiamente, una difficoltà.
E non piangere.
Trai il meglio dal vostro rapporto; può essere arricchente e piacevole per entrambi.
Sii propositivo, prendi e dai tutto il meglio che puoi: ne sarai gratificato.
Non ricattare, non mettere il broncio, sii bello.

Rispondi