Mi sento confusa

Per tutto ciò che riguarda l'asessualità e gli asessuali.
Rispondi
Dynamite8
Newbie
Messaggi: 2
Iscritto il: lun mar 01, 2021 9:46 am
Orientamento: assessuale/eteroromantico
Genere: femmina

Mi sento confusa

Messaggio da Dynamite8 »

... Buongiorno a tutti, ho circa 30 anni e da quando ero un'adolescente non ho mai provato, al contrario dei miei coetanei di quel tempo, interesse per il sesso..
Mi ci è voluto un pò per trovarmi il primo ragazzo - circa 19 anni -.
Non nego che, a causa della mia bassa autostima, ho sempre ricercato conferme da parte delle altre persone. Quindi ci tenevo, e ci tengo ancora ad oggi, a piacere agli uomini ma più per una questione personale, per aumentare, in quel periodo, la mia autostima...
Mi sento quindi fortemente combattuta quando devo approfondire la conoscenza con qualcuno a cui so di interessargli... Perchè so che nel 90% dei casi andando avanti con la conoscenza da parte dell'altro si spengerebbe l'interesse nei miei confronti e mi sentirei di nuovo fallita.
Il mio primo partner, incontrato a 19 anni, l'ho lasciato dopo circa 4 anni e il motivo principale è stato proprio il sesso. Lui ha sempre manifestato la voglia che aveva quando eravamo insieme, ma io per accontentarlo mi sforzavo... Pensavo di avere qualche problema perchè durante il rapporto non provavo interesse, eccitazione.. anzi molto spesso provavo dolore e non vedevo l'ora fosse finito tutto .. Sapevo che dopo il momento lui sarebbe stato felice e io mi sarei sentita meno "diversa" dagli altri... e quindi mi stavo meritando la pace che sarebbe arrivata dopo il post-rapporto...

Ho comunque maturato che il mio primo partner non sarebbe potuta essere la persona con la quale avrei condiviso la mia vita per una serie di incompatibilità.. Decisi quindi di lasciarlo e pensavo che essendo alla mia prima esperienza, magari alla prossima anche da un punto di vista sessuale sarebbe andata meglio...
Ho conosciuto poco dopo un altro uomo, online, questa volta molto più grande di me.. e con lui è stato amore ancora prima di vederlo nelle fotografie... C'era molto feeling mentre si parlava, e con lui mi si era acceso qualcosa dentro ... Ho avuto, anche prima di incontrarlo dal vivo, diverse fantasie erotiche su di noi...
Alla fine ci siamo incontrati, è stato un colpo di fulmine, forse anche grazie all'idealizzazione che ci eravamo fatti l'uno dell'altra. Abbiamo vissuto il primo anno molto intensamente, mi sono lasciata andare con lui e ho cercato di allontanare quel pensiero <<il sesso non mi interessa e per me non è fondamentale in una relazione, ci sono cose molto più importanti>>, cercando di convincermi che fosse un pensiero del tutto normale se non si trova la persona giusta.
Che dire, con lui è andata benino il primo anno. Pensavamo pure ad un figlio, che poi però non è arrivato...
Ma io non ho mai comunque raggiunto un orgasmo in 10 anni nel momento in cui mi sono trovata in un rapporto... Posso dire che raramente ho provato piacere, ma era un piacere dovuto alle mie fantasie che avevo in mente più che a quello che stavo vivendo li in quel momento con la persona...
Ora il mio partner, dopo il primo anno che siamo stati assieme, ha iniziato una cura che gli ha abbassato la libido e siamo arrivati a una sorta di equilibrio.. Sto bene perchè lui adesso non mi richiede più niente da un punto di vista sessuale e io non mi sento costretta a fare qualcosa che non mi va.... Non mi va mai...

Da poco sono venuta a conoscenza di questo orientamento, l'assessualità. Forse sono asessuale?
Non mi sono mai posta, prima d'oggi, il problema di cosa fossi o non fossi in quanto pensavo che non tutti manifestano alla stessa età gli stessi interessi. E magari io avevo bisogno ad allora di più tempo... Sono sempre stata una persona chiusa, timida... Ho iniziato anche, con il tempo, a sviluppare ansia sociale e così mi sono sempre cercata occasioni per rimanere isolata dalla società proprio per non andare oltre alla prima conoscenza con gli uomini soprattutto...

Quindi che dire, spero di poter trovare in questo forum risposte e conferme che possano aiutarmi a comprendermi meglio, ad accettarmi, a capire chi sono... che cosa quindi potrebbe rendermi una persona felice..

Perchè non riesco a trovare la serenità, vorrei essere "normale".. vorrei che il sesso mi piacesse ma non capisco cosa ho che non va... A volte addirittura mi fa pure un pò di .... Insomma, non mi piace proprio

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29095
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Mi sento confusa

Messaggio da Bianca »

Buongiorno Dyna e benarrivata su Aven.

Quando e come hai incontrato la parola asessualità?

Capivi di non essere interessata al sesso ma hai voluto ugualmente un ragazzo e ti sei adattata a rapporti non graditi.
È vero che quando si tiene a qualcuno ci si sforza di compiacerlo ma il sesso, per chi non lo desidera, è una violenza vera e propria e non dovrebbe succedere.

Non la felicità ma una tranquillità interna, potrebbe derivarti dalla consapevolezza di non provare attrazione sessuale e dall’accettazione di come sei.

La persona che è con te, con il suo atteggiamento, le sue parole, i fatti, può aiutarti molto circa il raggiungimento dell’accettazione.
Insieme, invece, potete raggiungere una buona intesa a prescindere, nella misura in cui sapete arricchirla con elementi importanti, soddisfacenti, capaci di rendere felice la vostra unione.

A trent’anni si dovrebbe sapere cosa si vuole nella vita e quanto si è in grado di scommettere su una relazione, affinché sia duratura.

Dynamite8
Newbie
Messaggi: 2
Iscritto il: lun mar 01, 2021 9:46 am
Orientamento: assessuale/eteroromantico
Genere: femmina

Re: Mi sento confusa

Messaggio da Dynamite8 »

Bianca ha scritto:
lun mar 01, 2021 12:38 pm
Buongiorno Dyna e benarrivata su Aven.

Quando e come hai incontrato la parola asessualità?

Capivi di non essere interessata al sesso ma hai voluto ugualmente un ragazzo e ti sei adattata a rapporti non graditi.
È vero che quando si tiene a qualcuno ci si sforza di compiacerlo ma il sesso, per chi non lo desidera, è una violenza vera e propria e non dovrebbe succedere.

Non la felicità ma una tranquillità interna, potrebbe derivarti dalla consapevolezza di non provare attrazione sessuale e dall’accettazione di come sei.

La persona che è con te, con il suo atteggiamento, le sue parole, i fatti, può aiutarti molto circa il raggiungimento dell’accettazione.
Insieme, invece, potete raggiungere una buona intesa a prescindere, nella misura in cui sapete arricchirla con elementi importanti, soddisfacenti, capaci di rendere felice la vostra unione.

A trent’anni si dovrebbe sapere cosa si vuole nella vita e quanto si è in grado di scommettere su una relazione, affinché sia duratura.
Ciao Bianca, grazie... L'ho incontrata da poco, a dire la verità da pochissimi mesi e inizialmente non ci davo peso per il fatto che me ne sono sempre fatta una ragione personale riguardo al mio essere di fronte all'argomento sesso.
In realtà le persone che sono state insieme a me e anche quella che è attualmente insieme a me non mi hanno mai aiutato a sentirmi più adatta, anzi ogni volta che li respingevo mi hanno fatto sentire in colpa... Questi sensi di colpa che si hanno quando non fai qualcosa che "dovresti fare" perchè è <<giusto>>... Non sono mai mancate poi di fronte a ciò commenti che mi risparmio di riportare, ma che mi hanno in qualche modo abbastanza ferito.. Il punto è che sia l'attuale che lo scorso compagno consideravano il sesso come parte fondamentale di una relazione... Mentre per me, e l'ho sempre detto sin da subito, non era così granchè importante..

Eh si, si dovrebbe sapere cosa si vuole nella vita a 30 anni.. e forse anche prima.. Ma purtroppo io non lo so, non so cosa cerco... Cerco solo la serenità e il fatto di stare da sola mi spaventa, o meglio mi piacerebbe - come credo a molti - avere comunque qualcuno con cui condividere la vita..
Ma ahimè, almeno a questa età, e prima ancor di più, la maggior parte degli uomini fonda le relazioni sul sesso.. ed è difficile trovare qualcuno che abbia una prospettiva diversa - a me non è mai capito nessun incontro con persone di tale tipo -..

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29095
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Mi sento confusa

Messaggio da Bianca »

Non ci sono modi per bypassare un mancato interesse per il sesso ma ci sono intenti per non metterlo in primo piano e ci sono strategie per sostituirlo.
Per entrare in questo contesto bisogna possedere delle qualità che, unite alla volontà, consentono di guardare oltre e diversamente.

Bisogna saper amare ma non un giorno sí e l’altro no.

Bisogna possedere la stabilità e comprendere quanto ci si può dare vicendevolmente al posto di quello che viene eliminato.
Il sesso è un argomento importante in una coppia, per qualche coppia diventa fondamentale e passa davanti a tutto il resto.
Perché non dovrebbe potersi verificare il contrario?

Non si può pensare che una tale situazione possa venir ricreata da chiunque, no.

Rispondi