Come fa un asessuale a fidanzarsi con un sessuale?

Per tutto ciò che riguarda l'asessualità e gli asessuali.
Robi
Junior
Messaggi: 6
Iscritto il: mer feb 03, 2021 5:10 pm

Re: Come fa un asessuale a fidanzarsi con un sessuale?

Messaggio da Robi »

Si è proprio così, lui la fa quasi sembrare una mia fissa, come se io fossi esagerata, volessi creare un problema dove non c'e.

Gli ho finalmente parlato dell'asessualità, ma ovviamente risponde che non è assolutamente così. Spero possa essere quanto meno uno spunto di riflessione, per fare lui una ricerca e capirne di più.
Io nel frattempo continuo con il mio percorso di terapia personale, sono anni che sbatto e risbatto su questo punto.
Del tradimento non ho alcun senso di colpa; io non avrei avuto bisogno di cercare sesso fuori se lo avessi potuto vivere con lui (per il quale ho sempre provato e provo ancora attrazione fisica)
In qualche episodio glielo ho anche lasciato intendere (speravo scioccamente che preso dalla gelosia o dalla paura cambiasse questo suo atteggiamento)
Lui non mi ha fatto mai domande specifiche al riguardo...anzi, mi sembra quasi che lo abbia accettato e che quasi quasi gli vada meglio cosi...almeno sollevo lui dal problema.

La ringrazio tantissimo per i preziosi consigli e per aver condiviso con me questa mia sofferenza.
Spero di trovare su Aven altre persone che hanno vissuto o stanno vivendo questa mia esperienza...se qualcuno se la sente di darmi un consiglio potrebbe essermi di grande aiuto o quanto meno sollievo.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29095
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Come fa un asessuale a fidanzarsi con un sessuale?

Messaggio da Bianca »

Non voglio pensare che questo suo atteggiamento ostinato derivi da puro egoismo.
Voglio pensare che sia il modo di difendersi di una persona che ha capito poco di sè e che quel poco che ha capito le crei montagne di difficoltà.

State combattendo una battaglia su due fronti diversi e non esiste un terreno neutro su cui potervi confrontare.
Tu hai le tue sacrosante ragioni, lui ha caratteristiche radicate, non mutabili.
Mi chiedo fino a quando tu vorrai continuare, fino a quando durerà la tua voglia di vincere, la tua ostinazione, che è positiva sotto molti aspetti ma che costringe te ad usare un aiuto di cui, probabilmente, in un altro contesto, non ti sarebbe necessario.

Se addirittura considera accettabili i tuoi tradimenti, primo, non conosce quanto possa essere coinvolgente un rapporto sessuale anche senza amore, secondo, ritiene non mutabile il suo rifiuto.

Non mi ringraziare e non mi dare del lei.
Personalmente, sono abituata a non dare del tu a nessuno ma da quando sono capitata su Aven, ho dovuto, con molta fatica, adeguarmi...il mio dare del lei sembrava un rifiuto.

Robi
Junior
Messaggi: 6
Iscritto il: mer feb 03, 2021 5:10 pm

Re: Come fa un asessuale a fidanzarsi con un sessuale?

Messaggio da Robi »

Grazie Bianca,

il lei mi viene naturale, non è assolutamente per creare distanza ma lo do sempre quando non conosco qualcuno. Ma mi fa piacere se ci diamo del tu.
Mi è stato di grande aiuto parlare con te, mi ha fatto bene. Non parlo con molte persone di questa cosa che mi affligge. La maggior parte delle amiche e degli amici tendono sempre a dire che il sesso nella coppia va una bomba...magari hanno altri problemi...ma da quel punto di vista tutto perfetto. Io ovviamente non mi bevo tutto; ma il confronto con altri su questo argomento mi fa molto male. Se un'amica mi racconta che il fidanzato le ha fatto una sorpresa e poi hanno fatto l'amore...bè a me si spezza il cuore.

Si, io vivo in questo eterno dubbio...se rimanere con lui perchè c'e tanto altro...o se in realtà sto sprecando tempo perchè questa storia con lui non mi farà mai essere pienamente felice (anche se poi so che ogni storia ha del suo). Non riesco a capirlo, ci sto lavorando intensamente per venirne fuori.
Ho affrontato nuovamente il discorso con lui, forse siamo sulla strada per intraprendere una terapia di coppia (io sono consapevole che lui avrebbe bisogno di farne una sua, visto che la questione è tutta chiusa dentro di lui; ma vista la sua forte difesa credo che quella di coppia sarebbe l'unica che al limite accetterebbe).
Lui continua a dire che il problema è "nostro"...in rarissimi momenti ammette che invece è il suo.

Poi ci penso e immagino che in fondo anche lui deve soffrire per questa cosa, da qualche parte dentro di lui.
Ma aiutarlo ed aiutarci me lo rende davvero difficile

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29095
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Come fa un asessuale a fidanzarsi con un sessuale?

Messaggio da Bianca »

Questo fanciullo ha capito che una sofferenza condivisa diventa più leggera; è per questo che ama definirla nostra e non mia.
Tu, in pratica, rappresenti per lui un appoggio.
Un po’ di crudeltà da parte sua e un bel supporto, generoso e ingiusto da parte tua, fanno sì che lui possa permettersi di non guardare in faccia la realtà.

Nel leggere i tuoi racconti, mi viene voglia di afferrarlo e scuoterlo e sbatterlo come fosse pasta per la pizza, e, dopo averlo ridotto ad un tondo appiattito, farlo roteare vorticosamente affinché nel suo cervello, i tanti o pochi neuroni, comincino a scontrarsi come treni in corsa.

Il tuo comportamento amoroso, paziente, senza decisive prese di posizione, permette a lui di vivere in una condizione irrisolta e costringe te a fare altrettanto.

Ti auguro davvero, con tutto il cuore, che la terapia di coppia possa dare dei risultati attraverso i quali riusciate ad amarvi nel modo giusto; renda lui capace di darti sempre di più in altri modi e consenta a te di sentirti soddisfatta di quanto ricevi.

È molto bello amare ed essere amati.
È una delle esperienze più arricchenti che uomini e donne possano fare nella vita ma con equilibrio, dedizione e senza ricatti.

Daniel98
Membro
Messaggi: 32
Iscritto il: dom feb 07, 2021 9:27 pm
Genere: Maschio

Re: Come fa un asessuale a fidanzarsi con un sessuale?

Messaggio da Daniel98 »

Sario ha scritto:
ven gen 29, 2021 9:47 am
Salve a tutti,
come fa un asessuale etero/omoromatico ad instaurare una relazione con un non asessuale?
A me sembra una cosa quasi impossibile ma, come qualcuno saprà, sono nuovo e quindi non conosco ancora bene il mondo dell'asessualità.

Andiamo per ipotesi: un ragazzo asessuale conosce una ragazza non asessuale. Parlano, scherzano, ridono e si innamorano. Le cose vanno molto bene, ma prima o poi la questione sesso verrà inevitabilmente fuori. A quel punto il ragazzo asessuale dovrà spiegare alla ragazza sessuale che a lui il sesso non interessa, che non vuole quel tipo di relazione (oppure mette le cose in chiaro fin da subito). Lei potrebbe non capire, perché l'asessualità non è così conosciuta, e se è anche un po' insensibile potrebbe mettersi a ridere, cominciare a prenderlo in giro o addirittura raccontare la cosa ad altre persone. Queste credo che sarebbero le reazioni più comuni, sulla base delle persone che ho conosciuto.
Ma ammettiamo che lei capisca, che non si metta in testa cose assurde, tipo di poterlo "cambiare", che sia una persona sensibile e realmente innamorata. I due si fidanzano, magari sul sesso trovano un compromesso, tipo farlo una volta alla settimana o ogni due. Ma avrà futuro?
Lui rimarrà sempre disinteressato al sesso, quindi tenderà a cercare di farlo meno volte possibile, lei invece tenterà di convincerlo a farlo più spesso. Il nodo alla fine arriverà al pettine, e lei si sentirà insoddisfatta e priva di attenzioni, lui si sentirà in colpa perché non può darle ciò che desidera.

Ora, questa è un'ipotesi. Sono un po' paranoico, quindi tendo a farmi qualche film. Però penso che gli scenari che ho descritto non siano così fuori dalla realtà. Perciò credo che il mio quesito sia legittimo, ma se non è così ovviamente ditelo senza problemi.

In ogni caso, vorrei conoscere le vostre esperienze, hanno qualcosa in comune con ciò che ho ipotizzato?

Ps. per indicare la ragazza non asessuale ho usato il termine "sessuale", ma non so se è corretto, in caso mi scuso in anticipo, come ho detto sono nuovo.
Sembra un po’ il condensato della mia storia con la ex .. epilogo non felice mi ha lasciato perché non accetto di curarmi secondo lei
Sono convinto che se è la persona giusta ci si possa venire incontro , nel mio caso di comprensione non ne ho avuta affatto però

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29095
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Come fa un asessuale a fidanzarsi con un sessuale?

Messaggio da Bianca »

Le esperienze riferite su Aven sono molto simili tra loro.
Nasce un conflitto con il partner che non accetta di rinunciare al sesso.
Non ne capisce il motivo e interpreta il rifiuto dell’altro quasi come un dispetto.
Vuole che l’altro prenda coscienza della situazione, la esamini e accetti di farsi curare per guarire da un qualcosa che può definire insolito, storto, rotto, anomalo, anche colpevole.

Ecco, per il partner sessuale l’altro è colpevole.
È colpevole se non ne parla, se non riconosce di essere in un certo modo, se non prende iniziative per cercare di risolvere la situazione.
Obiettivamente, non possiamo neanche dargli/le tanto torto.

Almeno parlarsi è indispensabile, almeno dire: voglio essere per te la persona ideale, se puoi, comprendimi, aiutami, condividi; non pensare mai che la mia posizione negativa nei confronti del sesso significhi mancanza d’amore.

Daniel98
Membro
Messaggi: 32
Iscritto il: dom feb 07, 2021 9:27 pm
Genere: Maschio

Re: Come fa un asessuale a fidanzarsi con un sessuale?

Messaggio da Daniel98 »

Bianca ha scritto:
sab feb 13, 2021 11:19 pm
Le esperienze riferite su Aven sono molto simili tra loro.
Nasce un conflitto con il partner che non accetta di rinunciare al sesso.
Non ne capisce il motivo e interpreta il rifiuto dell’altro quasi come un dispetto.
Vuole che l’altro prenda coscienza della situazione, la esamini e accetti di farsi curare per guarire da un qualcosa che può definire insolito, storto, rotto, anomalo, anche colpevole.

Ecco, per il partner sessuale l’altro è colpevole.
È colpevole se non ne parla, se non riconosce di essere in un certo modo, se non prende iniziative per cercare di risolvere la situazione.
Obiettivamente, non possiamo neanche dargli/le tanto torto.

Almeno parlarsi è indispensabile, almeno dire: voglio essere per te la persona ideale, se puoi, comprendimi, aiutami, condividi; non pensare mai che la mia posizione negativa nei confronti del sesso significhi mancanza d’amore.

Bianca , Mi auguro che qualcuno che abbia trovato una persona che accetti il compromesso , tra farlo quasi tutti i giorni e il niente totale ci sono tante vie di mezzo che sono praticabili ( se si è disposti , altrimenti bisogna avere la fortuna di trovare qualcuno che abbia le stesse esigenze , questo pensa valga un po’ per tutti ) . Poi ognuno ha le sue convinzioni , nemmeno io lo farei mai ma se proprio la mia compagna ne ha la necessità cerco di accontentarla , certo il ritmo che voleva lei mi era impossibile , e se è l unica cosa che vuole e condivide con me a quel punto non ci sto più , tanto più se per lei sono una cosa rotta e non riesce a vedere altro ! Non sono una cosa rotta se io sono disposto a capire le sue necessità perché lei non può fare lo stesso con me ? Posso anche essere colpevole agli occhi dell altra, ma lo è pure lei ai miei , che non ha capito che snaturavo me stesso per non farle mancare qualcosa e lo facevo per amore .
Comprendo che siamo tutti diversi con le proprie necessità , nel mio caso chiudere con lei è stata una liberazione . Auguro agli altri di essere capiti almeno , di avere comprensione e non guardati in quel modo “ alieno “ quando affermi che del sesso non te frega niente , vivi benissimo senza desiderare farlo ne con il proprio compagno/a ne con chiunque altro , sono così possiamo fare milioni di cose insieme non solo quello ! A quel punto ricevevo sempre la solita risposta : sei fuori di testa fatti curare ...
ragazzi , ragazze fatevi forza siate fieri di voi stessi , se non si trova chi ci può capire, è meglio stare soli , da chi ci vuole cambiare a ogni costo è meglio stare lontani . L anno che ho passato L anno scorso , a essere la cavia , non lo augurerei a nessuno .

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29095
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Come fa un asessuale a fidanzarsi con un sessuale?

Messaggio da Bianca »

Anch’io non ci sto se è l’unica cosa che vuole da me.
Molte persone non capiscono che la vita ti chiede, ti impone di ricoprire tanti di quegli incarichi, tanti di quei ruoli che se tu pensi di dare al sesso lo spazio più importante di te, ti accorgerai presto di essere inadeguato, incapace, limitato e...alle strette.

Capisco l’esperienza che tu vivi, il senso di liberazione che puoi provare nel chiudere una relazione in cui vieni messo continuamente in croce, accusato, invitato a farti curare.
Allora tu, per questa persona, rappresenti soltanto la macchina del piacere. Non ne vuole sapere del tuo cuore, di come è fatto, di cosa desidera.
Soprattutto, non ne vuole sapere di averne cura.

Un sessuale può avere una relazione con un asessuale soltanto dando alle dinamiche dell’amore una priorità diversa.
Ma anche l’asessuale deve farlo, perché è proprio lui che, per timore di sentirsi diverso, preferisce stare da solo.
Trova, nella solitudine, tutte le soluzioni, respira quell’aria di libertà che paga a caro prezzo, rinuncia all’esperienza più bella, profonda, gratificante che un individuo possa fare nella vita, per la quale meriterebbe affrontare anche qualche incognita.

Ricordati di questo quando sei amareggiato, quando ti sembra di non potercela fare, quando ti viene da pensare che nessuno potrà mai capirti.
Chi vorrà prendersi cura del tuo cuore, capirà.

Daniel98
Membro
Messaggi: 32
Iscritto il: dom feb 07, 2021 9:27 pm
Genere: Maschio

Re: Come fa un asessuale a fidanzarsi con un sessuale?

Messaggio da Daniel98 »

Bianca ha scritto:
lun feb 15, 2021 10:42 am
Anch’io non ci sto se è l’unica cosa che vuole da me.
Molte persone non capiscono che la vita ti chiede, ti impone di ricoprire tanti di quegli incarichi, tanti di quei ruoli che se tu pensi di dare al sesso lo spazio più importante di te, ti accorgerai presto di essere inadeguato, incapace, limitato e...alle strette.

Capisco l’esperienza che tu vivi, il senso di liberazione che puoi provare nel chiudere una relazione in cui vieni messo continuamente in croce, accusato, invitato a farti curare.
Allora tu, per questa persona, rappresenti soltanto la macchina del piacere. Non ne vuole sapere del tuo cuore, di come è fatto, di cosa desidera.
Soprattutto, non ne vuole sapere di averne cura.

Un sessuale può avere una relazione con un asessuale soltanto dando alle dinamiche dell’amore una priorità diversa.
Ma anche l’asessuale deve farlo, perché è proprio lui che, per timore di sentirsi diverso, preferisce stare da solo.
Trova, nella solitudine, tutte le soluzioni, respira quell’aria di libertà che paga a caro prezzo, rinuncia all’esperienza più bella, profonda, gratificante che un individuo possa fare nella vita, per la quale meriterebbe affrontare anche qualche incognita.

Ricordati di questo quando sei amareggiato, quando ti sembra di non potercela fare, quando ti viene da pensare che nessuno potrà mai capirti.
Chi vorrà prendersi cura del tuo cuore, capirà.
Non so cosa vorró in un futuro prossimo .. ma adesso ho ben chiaro che mi serve un periodo “ catartico “ per pensare a me recuperare un po’ di stabilità , recuperare un po’ me stesso e dedicarmi a qualcos altro .
Non dico che chiudo la porta a ogni relazione ma ora come ora non avrei ne la forza né la voglia di innamorarmi ..devo ricaricare le batterie del mio io prima

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29095
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Come fa un asessuale a fidanzarsi con un sessuale?

Messaggio da Bianca »

Fai come ti senti, occupati di cose che ti interessino e ti divertano, riprendi la fiducia in te, costruisci un nuovo Daniel che si piaccia e si voglia bene.
Non chiudere quella porta.

Rispondi