Grossi problemi nella relazione....

Per tutto ciò che riguarda l'asessualità e gli asessuali.
Rispondi
Syfer
Newbie
Messaggi: 2
Iscritto il: sab gen 16, 2021 4:19 am
Orientamento: Asessuale / Bi-romantico
Genere: Non binario

Grossi problemi nella relazione....

Messaggio da Syfer »

Scusate davvero il post lunghissimo, se qualcuno avrà le palle di leggere fino alla fine ricevera tutta la mia stima e gratitudidne.
Ho un problema e non so più cosa dovrei fare a sto punto.
La mia ragazza non è asessuale. Io si. Questo lei lo sa.
1-2 mesi fa l'ho lasciata poichè ero sfinito dalla relazione tossica che si era creata, dopo mesi e mesi di pesanti litigi,in cui entrambi siamo stati malissimo, mesi in cui ho imparato cosa significhi somatizzare dolore e stress con il fisico, non vi dico i mal di pancia che ho avuto a causa dello stress, poi accade il miracolo, 1 settimana fa facciamo pace e la situazione sembra prendere una piega diversa, addirittura lo facciamo ( lei sa che a me non piace moltissimo, ma per l'amore che provo per lei sono disposto tranquillamente a farlo,non sempre magari, è comunque una cosa che a me crea molto disagio, dato che sono non binary, quindi ho un disagio abbastanza forte con il mio corpo per adesso, ma se lei è contenta a me va benissimo, sono consapevole di non stare con una persona asessuale come me e che lei ha dei bisogni diversi dai miei ) fino ad oggi in cui abbiamo litighiamo di brutto. Il trigger alla fine è stato quello, io l'ho rifiutata, non avevo proprio voglia oggi, ho un mal di schiena che sono mesi che mi sta uccidendo, dormo pochissimo, gastrite, stanchezza e sono in super ansia per problemi personali, ho chiesto un po di comprensione, ma vedo che per lei tutto questo sono sempre e solo scuse... Da qui il finimondo.
Ci tengo a precisare che lei è borderline / bipolare / DOC. Quindi di certo non è facile stare con una persona cosi, dato che spesso parla anche di suicidio... Ma non voglio nemmeno giustificarmi visto che lo stesso vale per me, nessuna diagiosi ancora ma sospetto o un qualche disturbo o sindrome di asperger ad alto funzionamento ( altissimo praticamente lol ). Quindi anche io sono una persona molto complessa.

Esco da un periodo di merda della mia vita, periodo in cui sono stato malissimo sia psicologicamente che fisicamente e sto facendo tutto quello che è in mio potere per stare bene, allontanare l'ansia ( la principale causa dei miei mali ) e per cambiare vita, infatti sto per trasferirmi a Milano da solo ( covid permettendo ) dopo un paio di anni da Hikikomori, sociofobia, vari disturbi ed un esaurimento nervoso. Sto prendendo in mano la mia vita, con la forza, con tutta la forza che ho e mi sento veramente molto, molto fragile al momento, cosa che non è per niente da me essendo una persona comunque abbastanza fredda ed apatica, ma mi sento anche mostruosamente bene dato che mi sono reso conto di poter controllare i miei problemi e non farmi affossare da essi, anche se per capirlo ci ho messo veramente molto tempo.
Prima di riprovare a dare una possibilità a questa relazione abbiamo parlato molto, le ho spiegato chiaramente e delicatamente che in questo periodo era meglio evitare di farlo, le ho spiegato che non potevo permettermi di avere altra pressione psicologica addosso oltre tutti i problemi con cui devo convivere, e... Lei sembrava aver capito, le andava bene, parole sue. Ma vedo che non è per niente cosi.<
Io non sono aromantico, anzi. Mi piacciono le coccole, mi piacere stare in compagnia, parlare, divertirci insieme, sono una persona molto dolce, ma vedo che.... Beh la cosa peggiore è che io ho sviluppato quasi una fobia nei suo confronti... Possibile che appena io le dia un bacio, il bacio in due secondi si trasforma in qualcosa di passionale che poi deve portare al sesso? Lei questa cosa non l'ha capita e non l'accetta. Ormai è chiaro. Non riesce a capire che sessualmente io non la desidero,che non ho mai desiderato nessuna persona in vita mia in questo modo, che non provo questa cosa, che non l'ho mai provata e che non la proverei con nessun altro. E Si sente sempre rifiutata da me, e quelle volte che lo facciamo mi rinfaccia il fatto che sia IO a volerlo fare e che quando capita è solo perchè sono IO che voglio farlo, e che lei mi accontenta, che non è vero che la assecondo. Secondo lei io ciò voglia di scopà quelle volte, ma non capisce che se iniziamo a baciarci e vedo che lei è tanto presa, cerco di assecondarla per farla stare bene, ma questo non riesco a farlo sempre essendo asessuale. Inoltre penso che per la mia identità, per come sono fatto, assecondarla qualche volta per il suo piacere, per me boh... E' un gesto d'amore... Lo faccio perchè non voglio si senta rifiutata, lo faccio perchè voglio vedere la felicità nei suoi occhi e questo mi da tanto. Ma non ACCETTO che mi si rinfacci la mia identità. Ci ho messo anni a capire, soffrendo come un cane bastonato, cosa io sia, affermandomi con non poca sofferenza. Ma finalmente ce l'ho fatta e ne vado fierissimo. :)

'' Quando tu vuoi io lo faccio, quando voglio io mi rifiuti '' Queste le sue parole.

Io non ce la faccio più. Mi sento sempre incolpato per tutto quello che succede nella nostra relazione, sono stufo di sentirmi SBAGLIATO per cio che sono. Tutti mi hanno fatto provare questa sensazione nella mia vita e non mi va per niente bene che anche la persona che amo mi dica e mi faccia pesare queste cose.Mi fa stare cosi male questa cosa, un dolore che solo lei riesce a portarmi dentro.. Lei invece.... Non ha mai colpe. Per me è assurdo. Per farvi capire, tutti i problemi che io devo sopportare, ieri mentre era accasciata sul letto semi dormiente le ho chiesto se potevo usare un po del suo xanax. C'erano 3 boccette, una appena aperta, una quasi vuota ed una nuova chiusa. Le ho chiesto quale dovevo usare ( se lo prendo senza il suo consenso inizia a sclerare ) e lei mi dice di usare quella nuova sulla scrivania ( la boccetta non ancora aperta )... Io mi stranisco un attimo, cioè, stavano 2 boccette aperte non capivo perche voleva usassi quella non aperta, quindi glie lo chiedo ancora un paio di volte per essere sicuro, e lei mi da la conferma. Vabeh penso io, ci sarà un motivo se mi ha detto di usare questa e non quella gia aperta...
E niente, oggi si accorge che avevo aperto la boccetta e inizia a sclerare. 1 ora a spiegarle che era colpa sua, che lei mi aveva detto di usare quella nuova, che sono stupido perchè avrei dovuto capirlo da solo... Non c'e stato verso. Colpa mia. Io sono stronzo ( tipiche sue frasi ).
Dopo la litigata di oggi abbiamo cominciato a parlare, l'ho abbracciata, le sono stato vicino... Ma dopo che si è sfogataa sui sui problemi psicologici ha iniziato ad incolpare me per la mancanza della sua felicità, ha iniziato a dirmi che è colpa mia che non la desidero, che non capisco cio che prova, che non gli do niente e che ha bisogno di altro, in modo aggressivo, mentre la stavo abbracciando, per poi arrivare a dirmi, dopo essermi difeso da tutte le sue tipiche accuse su di me che le faccio schifo, che lei mi parla ed io dopo non capisco quello che dice e l'attacco, ma dio santo di quel cane lurido, ti sto vicino, lacrime agli occhi, mi parli di suicidio, mi parli della tue perenne sofferenza e del fatto che non sarai mai felice per colpa della depressione, io ti ascolto, cerco di aiutarti e lei che fa? Inizia poi ad incolparmi... Eppure quest'ultima settimana io sono stato benissimo,siamo stati attaccati tutta la settimana, saga di twilight, abbracciati, con lei che appoggiava la testa sulla mia spalla ( peggiorando la mia condizione fisica, ma io shhh. Soffrivo in silenzio, volevo farla stare bene, abbracci, coccole, sembrava che i problemi che avevamo fossero spariti,e invece... Persino il mal di pancia mi è tornato negli ultimi 2 giorni da quanto rimincio a stare male.
Non so piu che fare. Non so piu dove sbattere la testa, l'ho gia sbattuta cosi tante volte, piangendo, urlando, spaccandomi la mano contro il muro :| . Non reggo piu.
Vorrei che lei capisse ed accettasse cosa sono. Ma non vedo nessuna comprensione. E non credo ci sia alcun futuro. Se mai dovesse finire, ho capito che da asessuale posso solo stare con una persona simile a me. Questo è sicuro.
Lei ha problemi piu gravi, ma non vedo una voglia di risolverli, mentre io appena mi trasferisco non vedo l'ora di andare in terapia e ''cambiare la mia vita da cosi, a cosi '' cit. :lol: . Ho superato il limite di sopportazione verso la sofferenza, ho aperto il vado di Pandora, io non voglio piu stare male e voglio allontanare tutti coloro che mi creano queste emozioni negative che mi stanno rovinando la psiche e la salute fisica.
Gia le avevo dato un ultimatum, o le cose cambiano o io non continuo questa relazione, le avevo persino spiegato che due persone che stanno cosi male, in una relazione si distruggeranno a vicenda, quindi forse, proprio perche LA AMO TANTISSIMO, forse era meglio che lei tornasse a casa sua per un po mentre io mi trasferisco, in modo che io lavoro su me stesso e lei fa lo stesso, ha estremamente bisogno di uno psicologo purtroppo, ma vedo che non lo vuole capire. E' Toro... E nonostante non creda agli oroscopi vi assicuro che persone cosi testarde, che vogliono sempre avere ragione, io non le ho mai conosciute.
Non mi servono consigli per capire se rimanere insieme o no, se continua cosi io la mollo. Però... Vorrei salvare il salvabile al momento, ma non credo riuscirò.

Mi piacerebbe capire se sono io pazzo, evidentemente messo peggio di lei, se sono io che sbaglio, se sono io che la tratto male non volendo farlo ( perchè appunto fisicamente sto di merda e psicologicamente pure peggio ), magari senza che lei mi dica : '' EH MA STAI SEMPRE MALEEE '' ''TI FACCIO SCHIFO'' ''NON MI VUOI'' ''NON MI AMI''. Seriamente, ormai ho paura, attacchi di panico ed ansia la maggior parte delle volte che iniziamo a baciarci perchè so, SO PER CERTO, che per lei un bacio un po piu passionale porta all'intimità, ed io non voglio farle male dicendole che a me non va in quel momento, ma vorrei tanto che lei capisse anche io cosa provo.. Sbaglierò io? E lei che sbaglia a comportarsi cosi? Non lo so, non ho risposte...
Ma so che non voglio piu stare male cosi, non posso permettermi di tornare al periodo peggiore della mia vita, e nonostante la ami moltissimo, soffrirei molto di meno a chiudere tutto questo ed andare avanti. Per me, caratterialmente parlando, è semplicissimo. Per lei no. Ho paura che si ammazzi.
Cosa ne pensate? Grazie davvero se siete arrivati fino a questo punto, ma purtroppo non avevo modo di sintetizzare troppo, ci sono ancora altri dettagli e situazioni ma non posso scrivere un libro di 300 pagine :lol:

Se sei arrivato fin qui, non posso che ringraziarti.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29090
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Grossi problemi nella relazione....

Messaggio da Bianca »

Che sia comunque un buongiorno Syfer e bando ai ringraziamenti.
Ho letto tutto. Lasciami riflettere e ponderare, ti risponderò presto.
Ti faccio un piccolo anticipo: tu chiedi comprensione e lei anche ma la capacità di comprendere gli altri, richiede altruismo ed equilibrio; l’amore non basta ma si tratta forse dell’unico caso.
A rileggerci.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29090
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Grossi problemi nella relazione....

Messaggio da Bianca »

Eccomi qua.
Nella situazione che tu descrivi, mi sembra di poter dire che la tua asessualità c’entri veramento poco, ovvero non è l’elemento determinante che può incidere sul vostro rapporto e sulla vostra quotidianità.
Rappresenta soltanto il pretesto per litigare, lamentarsi, mandarsi a quel paese e poi tornare in una presunta, momentanea armonia, in cui, ciascuno dei due raccoglie un misero pezzetto di felicità, illudendosi che possa durare.

Io credo che entrambi dobbiate ripartire da voi, da voi ognuno per conto suo, mettendoci forza e impegno.
Non siete di aiuto l’uno per l’altro, anzi, vi fate del male a vicenda, rimanendo in una situazione negativa che non vi dà serenità nè vi fa onore.

Ti senti un uomo tu in questa situazione?
Dov’è il tuo valore? Dove sono le tue capacità?
Come spendi la tua intelligenza?
Che tu sia vittima o artefice di questa situazione, devi riprendere in mano la tua vita e ribaltarla.
Nessuno potrà metterti dentro elementi positivi se non lo farai tu stesso, con la tua forza, a piccoli, dolorosi, faticosi passi, da solo, senza zavorra.

Non metto in dubbio che vi vogliate bene ma il vostro sentimento nasce dal fungere da specchio l’uno per l’altro: in lei tu vedi te stesso e lei si vede in te.

Ne uscirete soltanto separatamente.
Ti prego di riflettere su queste considerazioni.
A rileggerci presto.

Angela108
Maxi-Mitosi
Messaggi: 235
Iscritto il: mar giu 02, 2020 7:54 pm

Re: Grossi problemi nella relazione....

Messaggio da Angela108 »

Buongiorno Syfer,
mi dispiace leggere della tua situazione (anche se oggigiorno ci passano un po' tutte le coppie per qualcosa di simile...)
Al momento sembrate entrambi in un bel casino!

Sei teoricamente convinto che "una volta toccato il fondo si puo' solo risalire"?
Hai sperimentato sulla tua vita che "col tempo alcune cose cambiano"?
Hai avuto altre occasioni di rivolgerti a degli specialisti e concludere che il loro aiuto ha, in certi casi, avuto valore?
Segui un credo religioso che magari ha delle persone addestrate alle opere di misericordia spirituale del "consigliare i dubbiosi e consolare gli afflitti"?

Se dopo aver provato le soluzioni che ti consigliano:
1. chi ti conosce da tanto e ti vuole bene (famiglia, amici)
2. gli specialisti in medicina (psichiatri, terapisti)
3. le guide spirituali
4. gli estranei (che possono darti un consiglio oggettivo e spassionato)
e dopo aver fatto passare un po' di tempo (il tempo stesso e' guaritore di tante condizioni)
ti ritrovi nel piu' buio sconforto suicida...
prima di abbatterti troppo e di lasciarti andare alla disperazione, contattami se vuoi privatamente per cominciare insieme un programma di recupero non-convenzionale della tua situazione.
Centinaia di persone sono uscite da situazioni apparentemente impossibili con l'aiuto di altri, soprattutto di chi vuole loro bene.
Rimango quindi a tua disposizione, anche se ti auguro di non aver bisogno del mio aiuto.
Per ora magari cerca di stare il piu' possibile tranquillo. Scommetto che hai un bel sorriso...
Buon proseguimento di giornata. :-)

Avatar utente
Joscr
Mega-Mitosi
Messaggi: 108
Iscritto il: lun ago 24, 2020 4:09 pm

Re: Grossi problemi nella relazione....

Messaggio da Joscr »

Ciao Syfer,
leggere le tue parole mi ha fatto male, molto male, perché leggendo mi è parso di rivivere la mia esperienza, di leggere, attraverso le tue parole quello che ho passato, tutto il male che una certa persona mi ha fatto, una situazione pressoché identica: le menzogne, le urla, i tentativi di farti sentire in colpa per ciò che sei, uno schifo, e l'amavo tanto, fino al punto che ha rischiato di distruggermi. Ora ne sono fuori e sono felice, ma so anche che non è facile, io ho avuto la fortuna di avere vicino tutta una serie di persone fantastiche su cui ho potuto contare ma non so se da solo ce l'avrei mai fatta ad uscirne.

Allontanati, io ti capisco molto bene, pensavo di poterla aiutare ma non era possibile e quando arrivi al punto di averne paura è davvero allarmante: gli abusi non si subiscono solo con i pugni e gli schiaffi.
All hail ACE Narwhal! It's like a unicorn, but it really exists!

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29090
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Grossi problemi nella relazione....

Messaggio da Bianca »

Sono molto più dolorosi gli abusi e le violenze fatti di battute, parole che si insinuano, discorsi che girano alla larga ma vanno a finire sempre nello stesso punto.
Discorsi velati e che sembrano riferiti ad altri, insulti pronunciati tra i denti....
Che peccato....
Questa persona non saprà mai quanto amore si è persa.

Avatar utente
Joscr
Mega-Mitosi
Messaggi: 108
Iscritto il: lun ago 24, 2020 4:09 pm

Re: Grossi problemi nella relazione....

Messaggio da Joscr »

Eh lo so, quante volte avrei preferito un pugno nello stomaco...

Devo dire che non la odio, né provo rancore verso di lei (sono sentimenti per me misteriosi quanto l'attrazione sessuale), ma, d'altro canto, non riesco nemmeno a provare compassione o pietà per lei, ha sicuramente fatto abbastanza per meritarsi la mia fredda indifferenza e dopotutto "chi è causa del suo mal pianga se stesso", no?
All hail ACE Narwhal! It's like a unicorn, but it really exists!

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29090
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Grossi problemi nella relazione....

Messaggio da Bianca »

L’odio e il rancore, se mai si formano, devono essere buttati alle spalle, perché distruggono.
Fa meglio augurare a chi ci ha ferito, tanto bene e anche un po’ di memoria.
Basterà, eccome basterà.

Rispondi