Quando parlare della propria asessualità ?

Per tutto ciò che riguarda l'asessualità e gli asessuali.
Coraline
Junior
Messaggi: 21
Iscritto il: gio giu 13, 2019 10:33 am
Genere: Femmina

Quando parlare della propria asessualità ?

Messaggio da Coraline »

Forse è un argomento già trattato ma ho bisogno di un consiglio .

Quando è meglio , dire al potenziale partner , della propria asessualità ?

Se nella mia precedente relazione , pur non sentendone la necessità, la continua pressione del mio ex mi ha portato ad accettare controvoglia di avere rapporti , (questo mi ha causato seri problemi d ansia che sono riuscita , in parte, a risolvere . )
Non vorrei ricadere nella stessa situazione , ma vorrei avere una relazione , capisco le necessità altrui, ma vorrei che L altro capisse pure le mie , magari arrivando a un compresso accettabile per entrambi .

Da qualche mese ( da febbraio ) ,mi sto frequentando , anche se forse il termine adatto è mi sto conoscendo , con un ragazzo , con lui mi trovo bene abbiamo un bel feeling , ci vediamo per lo più con altri amici , anche se alla fine parla quasi esclusivamente con me , siamo stati anche un paio di volte a cena da soli nell ultimo mese .
non abitiamo vicinissimi e per motivi di lavoro ci vediamo solo una volta a settimana , quindi per lo più ci sentiamo per telefono ( anche le varie restrizioni per il covid ci hanno portato a sentirci solo per telefono per diversi mesi , ci sentivamo quasi tutte le sere ) non sembra particolarmente interessato al sesso , e questo è un punto a suo favore , perché di fatto non ne abbiamo mai parlato e ha avuto una sola storia durata 11 anni poi è stato lasciato ( dicembre 2019) perché lei si è innamorata di un collega e lo ha lasciato !
Mi sembra interessato , chiede spesso di me e mi cerca . A me lui piace e vorrei provare a costruire un qualcosa .
Il fatto è che ci conosciamo già un po’ siamo in confidenza . Dovrei dirglielo ?
Oppure aspettare per vedere se si evolve il suo interesse ?vorrei sentire qualche opinione . Grazie

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 27180
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Quando parlare della propria asessualità ?

Messaggio da Bianca »

Posso pensare che abbiate entrambi oltre i trent’anni?
Perché l’eta è importante.
Le esigenze sono diverse ma soprattutto sono diverse le aspettative, i progetti e come si guarda al futuro.

Credo che un discorso più o meno dettagliato e diretto, possa essere fatto quando vi sarete reciprocamente dichiarati i rispettivi sentimenti.
Nel momento in cui, entrambi sentirete la necessità di dirvi quanto ritenete l’altro importante nella vostra vita, ecco, secondo me, quello sarà il momento in cui tu dovrai essere chiara circa i tuoi limiti in fatto di sesso, le tue esigenze e il rispetto che esse devono ricevere.

Comunque, non credo che ad ogni relazione si possano applicare regole fisse.
Tu dovrai avere la sensibilità di anticipare o rinviare una spiegazione più dettagliata in base a come lui si dimostrerà interessato all’argomento e a te.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 27180
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Quando parlare della propria asessualità ?

Messaggio da Bianca »

Non presentare la tua asessualità come una particolare caratteristica, di soltanto che sei poco attirata dal sesso e che puoi vivere benissimo senza praticarlo.

È un dovere che hai di informare l’altra persona ma, più lo dirai semplicemente, più verrai compresa.

Coraline
Junior
Messaggi: 21
Iscritto il: gio giu 13, 2019 10:33 am
Genere: Femmina

Re: Quando parlare della propria asessualità ?

Messaggio da Coraline »

Bianca ha scritto:
gio lug 30, 2020 10:55 pm
Posso pensare che abbiate entrambi oltre i trent’anni?
Perché l’eta è importante.
Le esigenze sono diverse ma soprattutto sono diverse le aspettative, i progetti e come si guarda al futuro.

Credo che un discorso più o meno dettagliato e diretto, possa essere fatto quando vi sarete reciprocamente dichiarati i rispettivi sentimenti.
Nel momento in cui, entrambi sentirete la necessità di dirvi quanto ritenete l’altro importante nella vostra vita, ecco, secondo me, quello sarà il momento in cui tu dovrai essere chiara circa i tuoi limiti in fatto di sesso, le tue esigenze e il rispetto che esse devono ricevere.

Comunque, non credo che ad ogni relazione si possano applicare regole fisse.
Tu dovrai avere la sensibilità di anticipare o rinviare una spiegazione più dettagliata in base a come lui si dimostrerà interessato all’argomento e a te.
Grazie per la risposta bianca :)
Si abbiamo 31 anni io e 36 lui .
Diciamo che la delusione con la sua precedente ragazza lo ha segnato , mi ha detto che vuole andarci con i piedi di piombo quando conosce qualcuna che non è più un ragazzino in cerca d avventure . Non parla di queste cose e io non voglio mettergli pressione , però comincio a notare che fa piccoli progetti a lungo termine dove mi include e questo mi fa piacere . Voglio essere onesta , non ho mai nascosto la mia scarsa propensione al sesso , però ecco se io offrivo comprensione ai loro bisogni , non ne ho mai ricevuta in cambio !
Un po’ mi spaventa dovergliene parlare , ho avuto credo ogni genere di reazione in passato , dal sentirmi dare dalle pazza alla finta accettazione per poi scappare ! sopratutto dal mio ex che fingeva di accettarmi quando in realtà voleva cambiarmi e costringermi a essere come voleva lui , mi sono rovinata la salute
Cercherò di trovare il momento giusto !

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 27180
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Quando parlare della propria asessualità ?

Messaggio da Bianca »

In questo momento, quindi, hai a che fare con una persona seria che guarda ad un futuro insieme.

Siccome non è passato molto tempo da quando è finita la sua relazione durata molti anni, vacci piano, senza escludere la possibilità che questa signorina, all’improvviso come se n’è andata,
ritorni, mostrando pentimento; lui potrebbe cascarci come una pera cotta.

Il tuo primo impegno, senza fargli pressioni di alcun genere, è quello di arrivare alla certezza che l’altra è stata cancellata senza rimpianti e senza ripensamenti.
Ci vorranno un po’ di mesi ma tu devi poter stare tranquilla a questo proposito, perché un maggior coinvolgimento potrebbe portarti a soffrire molto se la precedente si ripresentasse.
Devo dirti anche, che venire a sapere che il suo ex sta con un’altra (tu) , potrebbe stimolare parecchio il suo desiderio di riprenderselo, nel caso in cui l’altro le fosse già venuto a noia.

Senza far passare lucciole per lanterne, rinvierei un momento un discorso più serio e approfondito a proposito della tua asessualità.

Non ti sto consigliando di fare calcoli, ti sto dicendo, per il tuo bene, di essere prudente.

Immagino le reazioni che hai visto rendendo palese la tua caratteristica.
Mi viene da dire che la peggiore è quella di colui che fa finta di accettarti mentre in cuor suo medita sulla tattica migliore per farti cambiare idea...pensando che la tua non sia altro, appunto, che un’idea bislacca.

Insomma, goditi questo rapporto, le cose belle che ti dà ma fallo con molto buon senso.

Coraline
Junior
Messaggi: 21
Iscritto il: gio giu 13, 2019 10:33 am
Genere: Femmina

Re: Quando parlare della propria asessualità ?

Messaggio da Coraline »

Bianca ha scritto:
ven lug 31, 2020 2:35 pm
In questo momento, quindi, hai a che fare con una persona seria che guarda ad un futuro insieme.

Siccome non è passato molto tempo da quando è finita la sua relazione durata molti anni, vacci piano, senza escludere la possibilità che questa signorina, all’improvviso come se n’è andata,
ritorni, mostrando pentimento; lui potrebbe cascarci come una pera cotta.

Il tuo primo impegno, senza fargli pressioni di alcun genere, è quello di arrivare alla certezza che l’altra è stata cancellata senza rimpianti e senza ripensamenti.
Ci vorranno un po’ di mesi ma tu devi poter stare tranquilla a questo proposito, perché un maggior coinvolgimento potrebbe portarti a soffrire molto se la precedente si ripresentasse.
Devo dirti anche, che venire a sapere che il suo ex sta con un’altra (tu) , potrebbe stimolare parecchio il suo desiderio di riprenderselo, nel caso in cui l’altro le fosse già venuto a noia.

Senza far passare lucciole per lanterne, rinvierei un momento un discorso più serio e approfondito a proposito della tua asessualità.

Non ti sto consigliando di fare calcoli, ti sto dicendo, per il tuo bene, di essere prudente.

Immagino le reazioni che hai visto rendendo palese la tua caratteristica.
Mi viene da dire che la peggiore è quella di colui che fa finta di accettarti mentre in cuor suo medita sulla tattica migliore per farti cambiare idea...pensando che la tua non sia altro, appunto, che un’idea bislacca.

Insomma, goditi questo rapporto, le cose belle che ti dà ma fallo con molto buon senso.


Si bianca hai ragione comprendo sia un momento delicato , come lo è per tutti lasciarsi alle spalle una storia di tanti anni non è mai facile . E mi hai dato un elemento in più a cui non avevo pensato ovvero la ex
Vedrò in che direzione vanno le cose

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 27180
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Quando parlare della propria asessualità ?

Messaggio da Bianca »

Può anche darsi che se lei si è innamorata di un altro e lui ha presto adocchiato te, voglia dire che questo lungo rapporto fosse un po’ stanco.

Tu devi cercare di capire quanto lui sia “addolorato” e quali rimpianti nutra.

Coraline
Junior
Messaggi: 21
Iscritto il: gio giu 13, 2019 10:33 am
Genere: Femmina

Re: Quando parlare della propria asessualità ?

Messaggio da Coraline »

Bianca ha scritto:
ven lug 31, 2020 10:02 pm
Può anche darsi che se lei si è innamorata di un altro e lui ha presto adocchiato te, voglia dire che questo lungo rapporto fosse un po’ stanco.

Tu devi cercare di capire quanto lui sia “addolorato” e quali rimpianti nutra.
Grazie bianca per le tue risposte e suggerimenti, ma credo che lascerò questa “relazione “ puramente amichevole, o forse nemmeno quello . ieri sera, all uscita con amici , mi ha spiazzato , parlando con un amico gli raccontava di una ragazza che aveva conosciuto da pochi giorni e che non riusciva a togliersi dalla testa e se non si era fatto avanti era solo per la differenza d età , lei ha 23 anni e chiedeva consigli su come conquistarla .
Ho sentito il discorso perché erano poco distante da me .
Ci sono rimasta male, tutti i suoi discorsi erano solo parole a quanto pare , ero io a non piacergli infondo non centrava L andarci piano , per tutta sera non mi ha minimante calcolata ! Forse è meglio così

Lolaviola2
Junior
Messaggi: 11
Iscritto il: dom lug 19, 2020 6:39 pm

Re: Quando parlare della propria asessualità ?

Messaggio da Lolaviola2 »

Coraline ha scritto:
dom ago 02, 2020 1:49 pm
Bianca ha scritto:
ven lug 31, 2020 10:02 pm
Può anche darsi che se lei si è innamorata di un altro e lui ha presto adocchiato te, voglia dire che questo lungo rapporto fosse un po’ stanco.

Tu devi cercare di capire quanto lui sia “addolorato” e quali rimpianti nutra.
Grazie bianca per le tue risposte e suggerimenti, ma credo che lascerò questa “relazione “ puramente amichevole, o forse nemmeno quello . ieri sera, all uscita con amici , mi ha spiazzato , parlando con un amico gli raccontava di una ragazza che aveva conosciuto da pochi giorni e che non riusciva a togliersi dalla testa e se non si era fatto avanti era solo per la differenza d età , lei ha 23 anni e chiedeva consigli su come conquistarla .
Ho sentito il discorso perché erano poco distante da me .
Ci sono rimasta male, tutti i suoi discorsi erano solo parole a quanto pare , ero io a non piacergli infondo non centrava L andarci piano , per tutta sera non mi ha minimante calcolata ! Forse è meglio così

Mi spiace coraline , ma sono convinta che certe cose meglio saperle subito , non doveva esserci tutto questo interesse da parte sua se è bastato così poco a spostare la sua attenzione altrove !
Attenta che se la ragazza magari non è interessata non ritorni da te , non so ma la ruota di scorta non è bella da fare

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 27180
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Quando parlare della propria asessualità ?

Messaggio da Bianca »

Quei tipi li, non spostano la loro attenzione altrove, semplicemente non la fermano da nessuna parte.
Sono interessati a chiunque sia un minimo attraente, svolazzano di fiore in fiore, non per niente sono detti farfalloni.
Ti sembra profumino e invece puzzano per tutta la fatica che fanno a non lasciarsene scappare nessuna e quando incontrano quella che nemmeno gira la testa, lo prendono come un’offesa, un affronto personale.

Parlo in generale, in base alle osservazioni che ha fatto Lola, non riferendomi esattamente all’uomo di cui racconti.
Se ha ancora bisogno di consigli di seduzione però, forse ci resta qualche speranza.

Coraline
Junior
Messaggi: 21
Iscritto il: gio giu 13, 2019 10:33 am
Genere: Femmina

Re: Quando parlare della propria asessualità ?

Messaggio da Coraline »

Bianca ha scritto:
dom ago 02, 2020 10:31 pm
Quei tipi li, non spostano la loro attenzione altrove, semplicemente non la fermano da nessuna parte.
Sono interessati a chiunque sia un minimo attraente, svolazzano di fiore in fiore, non per niente sono detti farfalloni.
Ti sembra profumino e invece puzzano per tutta la fatica che fanno a non lasciarsene scappare nessuna e quando incontrano quella che nemmeno gira la testa, lo prendono come un’offesa, un affronto personale.

Parlo in generale, in base alle osservazioni che ha fatto Lola, non riferendomi esattamente all’uomo di cui racconti.
Se ha ancora bisogno di consigli di seduzione però, forse ci resta qualche speranza.

Può essere che Lola abbia ragione , noi abbiamo un giro d amici , in cui siamo sempre noi , non saprei come si comporta con una nuova è se abbia svolazzato e io non so ! Ho creduto alle sue parole
Oggi non si è mai fatto sentire per esempio zero , quando di solito almeno un paio di messaggi me li mandava , se non mi facevo sentire ! O mi telefonava la sera invece niente . Avrei voluto scrivergli io ma se mi ignorasse ci starei male , quindi lascio stare tutto .
Credo che abbia chiesto consiglio perché questo amico ha una fidanzata più o meno coetanea della ragazza , anche se lui ha qualche anno meno quindi non c’è la stessa differenza d età del suo caso !

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 27180
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Quando parlare della propria asessualità ?

Messaggio da Bianca »

Ah, capire le persone!
Si fanno supposizioni, anche campate per aria, giusto per darsi delle spiegazioni ma interpretare certi comportamenti resta, comunque, difficile.

Limpidezza e linearità nei modi di fare, sono sempre più difficili da trovare, per cui, tutto si complica.

Tu resta semplice, onesta, coerente con i tuoi sentimenti e le tue aspettative, alla fine, è a se stessi che si deve rispondere.

Coraline
Junior
Messaggi: 21
Iscritto il: gio giu 13, 2019 10:33 am
Genere: Femmina

Re: Quando parlare della propria asessualità ?

Messaggio da Coraline »

Bianca ha scritto:
lun ago 03, 2020 7:41 am
Ah, capire le persone!
Si fanno supposizioni, anche campate per aria, giusto per darsi delle spiegazioni ma interpretare certi comportamenti resta, comunque, difficile.

Limpidezza e linearità nei modi di fare, sono sempre più difficili da trovare, per cui, tutto si complica.

Tu resta semplice, onesta, coerente con i tuoi sentimenti e le tue aspettative, alla fine, è a se stessi che si deve rispondere.

Si sembra davvero molto difficile , poi , ok non eravamo fidanzati non mi doveva nulla , ma lui era stato il primo a dirmi se sapessi che frequenti qualcun altro ci resterei male, se conosco una persona mi dedico a questa senza distrazioni . ma alla fine è lui che si interessa a un altra!
Oggi si è fatto sentire perché a ferragosto dovevamo andare a fare una gita in montagna di tre giorni , mi ha chiesto , se per me fosse un problema se portava una sua amica , immagino quella ragazza , così gli reggo la candela ?
Così gli ho fatto presente che se era interessato a un altra ragazza bastava dirlo senza andare per lunghe ! Lui ma no hai frainteso cosa dici non è vero ci tengo a te non fare così , certo ho sentito il tuo discorso so dell altra per cui hai perso la testa ...so che è così , allora non mi ha più risposto
Davvero lo credevo una persona migliore o forse sono fessa io che credo alle parole che mi dicono

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 27180
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Quando parlare della propria asessualità ?

Messaggio da Bianca »

Bisognerebbe poter credere alle parole che ci dicono.
Bisognerebbe potersi fidare e dare per scontato che sia la verità, invece, ci sono persone che parlano senza riflettere, offendono senza accorgersene, non sanno cogliere i sentimenti che si nutrono nei loro confronti.

Coraline
Junior
Messaggi: 21
Iscritto il: gio giu 13, 2019 10:33 am
Genere: Femmina

Re: Quando parlare della propria asessualità ?

Messaggio da Coraline »

Bianca ha scritto:
gio ago 06, 2020 6:02 am
Bisognerebbe poter credere alle parole che ci dicono.
Bisognerebbe potersi fidare e dare per scontato che sia la verità, invece, ci sono persone che parlano senza riflettere, offendono senza accorgersene, non sanno cogliere i sentimenti che si nutrono nei loro confronti.

Magari fosse così , e mi accorgo che non è una cosa così scontata che L altro sia onesto e che dica la verità !
Alla fine ha chiuso L amicizia , forse è meglio così

Rispondi