Molto sessuale e asessuale, non è facile

Domande, dubbi e curiosità da parte di coloro che sono vicini agli asessuali.
Avatar utente
axelay
(A)VENdicatore
Messaggi: 1627
Iscritto il: ven gen 30, 2015 10:50 am
Orientamento: della prua 15° a babordo
Genere: pirata romantico ma gladiatore

Re: Molto sessuale e asessuale, non è facile

Messaggio da axelay »

Devo dire che purtroppo, per quanto riguarda la libido molto forte, mi ritrovo molto nelle tue parole, o meglio, mi ritrovavo......
Credo che si nasca con un forte impulso sessuale. La pornografia ed un certo tipo di autoerotismo, possono, però, portarti molto fuori dalla realtà.
Basta che vedi come viene girato e montato un film porno, cosa fanno le attrici per prepararsi ad effettuare certe scene, non mangiano per giorni ed affrontano trattamenti degni di un day hospital, non farmi spiegare il perchè. Il cinema è finzione, figuriamoci quello hard. Ci sono dei documentari che dimostrano ciò.

Non ho ben capito, nel vostro rapporto, quanta percentuale di sentimento c'è.
Cioè se si tratta di voler bene una persona dolce e tranquilla, o se si tratta di un grande amore.

Da quello che ho letto c'è stato un periodo iniziale diciamo di forte intesa sessuale.
Non commettere l'errore, che forse ho commesso in non ti voglio dire quanti anni, purtroppo molti più di sei, di pensare
che la colpa sia solo del tuo partner, perchè deve fare sesso con te. Probabilmente non ha il tuo stesso meccanismo
di eccitazione, nel senso che ha bisogno di altro per far scattare la scintilla.
Magari tu negli anni, lentamente, sei cambiata, non nell'aspetto fisico, non nel carattere, ma nel modo di porti verso
il tuo uomo. Forse non te ne sei accorta perchè è successo in modo naturale.
Nel mio caso, l'inversione di rotta (ovvero, dopo sedici anni di disinteresse verso il sesso ora mia moglie letteralmente mi salta addosso)
è forse coincisa con un mio cambiamento. Prima cercavo solo il sesso, come se fosse una cosa naturale, dovuta, gratuita.
E non ottenevo nulla. Poi mi ero arreso ed ero iniziato a cambiare, a cercarlo magari fuori, quindi anche cercando soprattutto
di essere più attraente, più "cacciatore". Ma in me era sempre forte il desiderio di tentare ad usare verso di lei più amore possibile,
dimostrandolo nelle piccole cose, come farebbe un fidanzato.
Magari è stato altro, chissà, o forse una strana alchimia fatta di amore e attrazione verso un uomo che stava ritornando quello di un tempo,
sta di fatto che sembra essere accaduto l'impossibile.
Quando è ritornato il sesso nella mia vita, anche se magari non sarà sempre così, (vi terrò informati) sono completamente scomparsi
dalla mia mente i desideri di tradimento e ricerca di passione sfrenata verso altre donne, quei pensieri che mi facevano vedere mia moglie come una persona anche negativa. Fare l'amore con la persona che si ama procura un "piacere" reciproco unico, fortissimo ed irripetibile in altri modi.

Sono convinto che se tu avessi dei rapporti con il tuo uomo, lo descriveresti come l'essere perfetto.
Stai talmente soffrendo che potresti arrivare anche a perdere una certa lucidità nell'esprimere quali sono le cose che contano realmente nella tua vita.

Se senti che è la persona giusta, la tua anima gemella, per così dire, non ti arrendere.

Se invece non fosse così, sarà il tuo cuore a dirti quali scelte fare nella tua vita.

Ricordati che noi spesso crediamo di capire le situazioni, le persone che ci stanno intorno. Diamo molte cose per scontate.
Ma ogni persona è un universo a sé.

Poi puf! In un attimo le nostre convinzioni crollano, cancellando anni ed anni di inutili ragionamenti.

MiLady
Junior
Messaggi: 10
Iscritto il: lun mar 09, 2015 6:57 am

Re: Molto sessuale e asessuale, non è facile

Messaggio da MiLady »

Buongiorno e grazie a tutti per i vostri interventi. Poiché credo di aver capito come funziona il QUOTE, risponderò ad ognuna delle vostre puntualizzazioni.
Vedi, per capire meglio la vostra situazione che mescola, non si sa come, cose positive che dici tu e cose negative che saltano all'occhio, bisognerebbe che tu ci dessi qualche altro particolare importante, come l'età che avete, il vostro rispettivo livello culturale, il lavoro che svolgete, il comportamento di lui fuori casa, come trascorrete il tempo libero.
Forse, edotti da queste informazioni, potremmo più facilmente mettere ordine tra i tanti contrasti che compaiono nei tuoi racconti.


In effetti, credo di poter aggiungere qualche informazione che potrebbe farvi capire perché quello che sembrerebbe contraddittorio in realtà non lo è. Cioè non risponderò a queste specifiche domande ma dirò qualcosa che può fare capire meglio. Tutta l'incompatibilità che viene fuori dai miei resoconti deriva credo dalle nostre rispettive personalità ed educazione. Lui, educato in punta di piedi da una madre dolcissima, vedova. Io, da due genitori poco empatici e molto, molto severi se non di più. Lui, non ha paura di nulla, non chiede mai scusa, non sbaglia mai. Io, abituata alla mancanza di dialogo, a non essere mai compresa dai miei, a scuola anche con i massimi voti "puoi fare di meglio"..., ero sempre in errore per loro (così, per darmi una buona educazione). Capisco di avere anche io una personalità atipica. Stando con lui che è molto sicuro di sé ed è di una dolcezza quasi materna, guarisco molti aspetti di me stessa ed imparo a vedere la vita con occhi nuovi...
Io arrivo a capire questo amore irrazionale, quello che proprio non comprendo è come tu possa sentirti a tuo agio con una persona che non comprende o non vuole vedere le tue difficoltà e/o i tuoi dolori. Io mi sentirei abbandonata proprio nei momenti in cui necessiterei di più della comprensione dell'altro. Forse tu sei molto forte e su questo frangente basti a te stessa.
E' proprio così, con la mia educazione quasi militare, fuori ho sviluppato una corazza. Inoltre, se aggiungi il fatto che lui è una specie di cocco di mamma, non è che lui tratti male me nella mia persona, ma con i suoi comportamenti forse un po' viziati, questo è il risultato. Nondimeno, io mi sento molto sola ed incompresa nel nostro rapporto.
Non ho ben capito, nel vostro rapporto, quanta percentuale di sentimento c'è.
Cioè se si tratta di voler bene una persona dolce e tranquilla, o se si tratta di un grande amore.
Da quello che ho letto c'è stato un periodo iniziale diciamo di forte intesa sessuale.
No, non c'è mai stata una forte intesa sessuale! all'inizio si faceva... Però siccome lui è più "femminile" nella sua dolcezza, e io più "maschile" nella mia ruvidità, lui è romantico e io non tanto, aggiungendo a ciò che il suo fare sesso è un po' insufficiente per me... perché non ha VOGLIA. Poi ci sono stati litigi pesanti e io non ci andavo piano con le parole, o meglio, più lui faceva scena muta e più mi arrabbiavo... è stato tutto un insieme di cose... Ma voglio fare un esempio... Convivevamo da poco ed io avevo un pranzo di lavoro. Concordammo che lui sarebbe venuto a prendermi verso le ore 14.30, poiché quel giorno avrebbe lavorato solo la mattina. Nel mentre che io lo aspettavo e lui non arrivava, dopo un'attesa ragionevole lo chiamai al cellulare. Lui, invece di rispondermi secondo i nostri accordi, disse "eh, ma sono in ufficio, " ... "eh, che cosa dovevo fare c'è del lavoro in più e il capo mi ha chiesto di rimanere , " ... e quando io gli chiedevo " ma perché non mi hai chiamato almeno 1 oretta fa per dirmelo ?! " ... ebbene lui rispondeva " chiamami qui tieni ti do il numero della società se non mi credi, chiama " ... Il fatto non era che io non lo credessi, ma questo lui non sembrava capirlo. Una volta a casa la sera cercai di riprendere l'argomento ma lui non mi ha mai chiesto scusa. Beh, ancora adesso mi scaldo a raccontarlo. Sono diventata intollerante e dura (mi sembrava di diventare come i miei genitori), lui mi dava probabilmente della strega ! I litigi, o meglio i suoi comportamenti assurdi seguiti dai miei rimproveri , sono stati 3 o 4 all'epoca e molto pesanti, io mi sentivo ferita dentro ma non avevo gli strumenti adatti per esternare con le giuste parole e il giusto equilibrio queste ferite interne che vomitavo su di lui. Un altro esempio è che scoprii che si sentiva con la ex e la chiamava ancora "amore". Anche su quell'argomento, non si è mai sentito in torto, diceva solo "non lo farò più". Mai una scusa. Questi 3 o 4 episodi hanno fatto uscire il lato peggiore di me ! lui che mi credeva una ragazza dolce, beh , si è ricreduto ! Quindi quando dici che non è solo colpa del partner, ti do ragione è colpa di entrambi... Però io sono ancora qui, perché non parlare? perché non provare? intendo, perché lui sta lasciando che tutto vada alla deriva, mantenendo il suo solito aplomb superficiale...? io sono migliorata negli anni... possiamo ancora non buttare via quello che abbiamo costruito. Da questa prospettiva potrebbe sembrare che sia diventato asessuale a causa mia, forse con quel suo lato femminile io ho distrutto ogni sua libido, ma non credo più di tanto... perché non si è mai scaldato più di tanto nel fare l'amore, per farvi capire, le nostre prestazioni non sarebbero state vietate nemmeno ai minori di 10 anni, non un gemito, un sussurro, un ansimare, tutto meccanico e poi lui da uomo non è mai stato veramente eccitato tanto da volermi davvero possedere come si deve. Anzi come vi dicevo sta meglio adesso che abbiamo soppresso totalmente la sessualità.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29090
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Molto sessuale e asessuale, non è facile

Messaggio da Bianca »

Mi piace soprattutto "non sei sua mamma"!...
Dai Ed, un'altra giornata come ieri....

MiLady
Junior
Messaggi: 10
Iscritto il: lun mar 09, 2015 6:57 am

Re: Molto sessuale e asessuale, non è facile

Messaggio da MiLady »

Bianca ha scritto:Mi piace soprattutto "non sei sua mamma"!...
:( ha centrato un punto cruciale... anche se io non avevo ancora accennato a questa cosa, ma è proprio così come dice ...

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29090
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Molto sessuale e asessuale, non è facile

Messaggio da Bianca »

Guarda che Ed, è un Aven che sa!

Avatar utente
axelay
(A)VENdicatore
Messaggi: 1627
Iscritto il: ven gen 30, 2015 10:50 am
Orientamento: della prua 15° a babordo
Genere: pirata romantico ma gladiatore

Re: Molto sessuale e asessuale, non è facile

Messaggio da axelay »

Non so che dirti, in teoria tu saresti stata la mia amante perfetta.....ma forse anche no, perchè l'eccitazione, l'erotismo nascono non soltanto da una voglia sfrenata
di sesso, ma da tutta una serie di fattori molto cerebrali. A volte uno sguardo ed un tono di voce sono più efficaci di mille capriole....

Se cerchi quel fuoco travolgente, quelle burrascose ondate di emozioni che travolgono i tuoi sensi, a letto, e lui non ti ha mai dato questo...beh...
o se tui che non gli provochi nulla, oppure è lui che è spento, o meglio, vive il sesso in modo differente.

Anche se mia moglie, apparentemente non corrispondeva al mio ideale di "passione", (ed io lo ero per lei?)
per mia grandissima, grandissima fortuna, quando ci "incontriamo" avviene lo scontro tra due meteoriti, e di questo ne siamo molto contenti.
Quindi, per mia fortuna, nell'intimità siamo molto complici ed agiamo in simbiosi. Siamo perfettamente "compatibili". Il tutto sempre condito da un forte sentimento.

Può essere che io sia molto soddisfatto di ciò perchè per mia natura riesco a vivere le situazioni con grande trasporto e fantasia.
Sicuramente un altro uomo non la penserebbe così e forse avrebbe mille difficoltà.....

Poi c'è chi sostiene che Amore ed Eros vadano sempre a braccetto.....e quando finisce l'Amore finisce anche l'Eros....

MiLady
Junior
Messaggi: 10
Iscritto il: lun mar 09, 2015 6:57 am

Re: Molto sessuale e asessuale, non è facile

Messaggio da MiLady »

Bianca ha scritto:Guarda che Ed, è un Aven che sa!
Non ne dubito! infatti ogni riga di ognuno dei vostri interventi per me è preziosa, illumina degli angoli bui e mi aiuta a capire... anche perché come vi dicevo, ho un'età in cui si comincia ad avvertire una certa necessità di sicurezza per il futuro: chi sarà mio marito, l'uomo che avrò accanto per tutta la vita, il padre dei miei figli? e prendo in grande considerazione anche il fatto che come dicevi tu... lui potrebbe essere semplicemente superficiale, egoista e vuoto! in quanto cocco di mamma e viziato, non mi sorprenderebbe! solo che con gli occhi dell'amore, magari con il tempo ho smesso di lottare contro questo suo carattere, che non per questo mi deve andare bene! :| :!:
axelay ha scritto:Se cerchi quel fuoco travolgente, quelle burrascose ondate di emozioni che travolgono i tuoi sensi, a letto, e lui non ti ha mai dato questo...beh... o se tu che non gli provochi nulla, oppure è lui che è spento, o meglio, vive il sesso in modo differente.
A mio avviso se c'è amore, quelle ondate di emozioni di cui parli ci dovrebbero essere? o forse mi sbaglio? lui è proprio spento... freddo dal punto di vista sessuale ma molto amante delle coccoline e coccole varie che io apprezzo ma con certi limiti... Senz'altro non c'è un'intesa sessuale, ma da qui ad annullare del tutto? ma comunque lui è proprio disinteressato a tutto quello che è il sesso in genere! per dire, a me piace che la penetrazione sia bella imponente, importante, anche a livello mentale questa possessione mi appaga moltissimo, l'animale uomo che fa sua la sua femmina insomma, sentirsi possedere nel vero senso di tutti i sensi. Lui invece a livello mentale è docile, così anche nell'intimità fisica, quasi sfuggente. Sono molto felice di come le cose siano migliorate con tua moglie! il grande amore che provate l'uno per l'altra è proprio quello che sognerei! a questo punto mi chiedo se io e il mio lui ci amiamo e se ci siamo mai amati?
axelay ha scritto:Anche se mia moglie, apparentemente non corrispondeva al mio ideale di "passione", (ed io lo ero per lei?)
per mia grandissima, grandissima fortuna, quando ci "incontriamo" avviene lo scontro tra due meteoriti, e di questo ne siamo molto contenti. Quindi, per mia fortuna, nell'intimità siamo molto complici ed agiamo in simbiosi. Siamo perfettamente "compatibili". Il tutto sempre condito da un forte sentimento.
Scusami quindi tua moglie è asessuale ma ora avete regolarmente dei rapporti intimi? a lei è tornato il desiderio? come fate ad avere questa simbiosi sempre se lei è asessuale? cioè asessuale per me è non avere attrazione e passione sessuale.

Avatar utente
axelay
(A)VENdicatore
Messaggi: 1627
Iscritto il: ven gen 30, 2015 10:50 am
Orientamento: della prua 15° a babordo
Genere: pirata romantico ma gladiatore

Re: Molto sessuale e asessuale, non è facile

Messaggio da axelay »

Mia moglie è un mistero, come lo sono le donne, in generale.
Credevo fosse asessuale, forse fa parte dell'area, della sfera grigia, intermedia, adesso non ricordo bene.
Oppure è una persona normale che ha bisogno di sentirsi più sicura, più in pace con se stessa.

Noi, per fortuna, viviamo lo stesso coinvolgimento sessuale con molto vigore, per intenderci.
Anche lei ha bisogno di sentirsi presa e desiderata con forza. Per sua/mia fortuna la mia indole è quella
di considerare il rapporto sessuale un momento di grande intensità, che deve avere soprattutto una grande
durata (mi imbarazza scrivere questo), perchè donarsi reciprocamente significa soddisfare la persona amata prima, e poi se stessi,
il sesso non è un atto egoistico e unilaterale, e quindi comporta anche una certa volontà mentale e fisica.

Cioè, se fossi spento, nel mio caso, non so gli altri, mia moglie, considerata da me fino a poco tempo fa asessuale, non sarebbe per niente contenta,
e probabilmente la penserebbe anche come te.

Poi volevo dirti un'altra cosa. Tempo fa parlavo con una persona che ricercava dei rapporti occasionali con persone conosciute via chat, si voleva incontrare con una donna (il fine era il sesso), si erano scambiati le foto. Poi dopo, qualche minuto, si confida e mi racconta che la moglie gli aveva chiesto di andare a letto con lei. La moglie è una donna che io trovo sensuale. Lui mi rispose che doveva farlo anche se non aveva voglia.
Una cosa per me inconcepibile ed incomprensibile. Hai il pane, hai i denti, ma vuoi mangiare un'altra pagnotta. Mah!!!

Avatar utente
The Wayward Fox
AVENissimo
Messaggi: 3626
Iscritto il: sab feb 16, 2013 2:35 am
Orientamento: Demisessuale panromantic*
Genere: Genderqueer/Non-binari@ (l*i)

Re: Molto sessuale e asessuale, non è facile

Messaggio da The Wayward Fox »

Poi c'è chi sostiene che Amore ed Eros vadano sempre a braccetto.....e quando finisce l'Amore finisce anche l'Eros....
Io non so se questo vale per tutti coloro che sperimentano attrazione sessuale regolarmente, ma vi posso assicurare che per un asessuale non è così. Si può eccome amare senza essere sessualmente attratti da qualcuno. L’intensità emotiva e la sensazione di benessere che voi ricavate dall’atto sessuale, be’, per una persona asessuale possono essere in altri gesti che a voi non donano lo stesso appagamento. Sono modi diversi di intendere e vivere l’intimità di coppia e sono entrambi validi, nessuno dei due è più giusto o sbagliato dell’altro. Il problema, semmai, sorge quando due modi di pensare così diversi cercano di convivere. Sono dell’opinione che una persona che faccia coppia con un asessuale debba necessariamente essere qualcuno che, pur provando attrazione, non ritenga il sesso essenziale per l’espressione dei propri sentimenti. È normale, altrimenti, che nascano frustrazioni.
Anche se vi foste amati o vi amaste ancora, MiLady, ciò non significa che quell’amore basti a farvi rimanere assieme. La compatibilità gioca un ruolo fondamentale quando si tratta di instaurare una relazione di coppia. Sono tante le differenze che possono convivere e i difetti che si possono tollerare, ma senza affinità su questioni fondamentali come esprimere e vivere l’intimità di coppia non si va avanti. Lasciare qualcuno perché non si è sessualmente compatibili può sembrare squallido, specie per una donna: viviamo in una società che ha sempre colpevolizzato la sessualità femminile. Ma, così come un asessuale ha il diritto di vivere una vita senza sesso se non ne sente il bisogno, allo stesso modo tu hai il diritto di avere una vita sessuale appagante, specie se per te è così importante.
Riguardo al parlare o meno al tuo partner dell’esistenza dell’asessualità, alcuni anni fa furono realizzati dei volantini che puoi trovare cliccando qui e qui. Potresti stamparne uno e darlo al tuo compagno, se proprio non ti va di affrontare l’argomento direttamente.
« Ci sono crimini peggiori del bruciare libri. Uno di questi è non leggerli. »

Immagine

Diario di un asso grigio scuro, blog a tematica asessuale e affini.

MiLady
Junior
Messaggi: 10
Iscritto il: lun mar 09, 2015 6:57 am

Re: Molto sessuale e asessuale, non è facile

Messaggio da MiLady »

axelay ha scritto: Oppure è una persona normale che ha bisogno di sentirsi più sicura, più in pace con se stessa.
Se posso permettermi, axelay, e da come la descrivi, a mio avviso hai centrato il punto in questa frase, anche perché prosegui dicendo che per lei il rapporto sessuale è un momento intenso, che deve durare... insomma, mi permetterei quasi di dirti che hai sposato una donna a tutti gli effetti sessuale, la cui libido va svegliata magari con piccole cose a cui non si è abituati a pensare. Ad esempio, potrebbe non avere a che fare con cose visibili come il tuo modo di vestire... ma più con quanto sei dolce nella vita di tutti i giorni. Invece il mio ragazzo credimi, sembrerebbe il ritratto vivente dell'asessualità, che secondo me non c'entra nulla con il rifiutare il sesso (tua moglie avrà avuto le sue ragioni per non concedersi?), non si tratta di astenersi, bensì di essere totalmente indifferente a questa cosa che è il rapporto intimo tra partner. Anche io per un periodo credevo di non avere più voglia di avere rapporti sessuali perché uscivo da due storie in cui non avevo provato granché a letto... e solo nell'atto di immaginare di nuovo di fare quelle cose (non sentire nulla, con un partner che non dura nulla) già mi rifiutavo. Quindi pensavo che per tutta la vita mi sarei potuta benissimo astenere, se quello era quello che la gente chiamava sesso! poi per mia immensa fortuna la vita mi ha fatto incontrare un altro uomo che mi ha fatto capire che io il sesso lo amavo eccome, ma avevo bisogno di determinate cose: nel mio caso si tratta di misure, savoir faire, durata, magari per altri milioni di donne nel mondo può essere la generosità, la dolcezza, un fare deciso. Trovo che la libido cresca piano piano da elementi insospettabili in insospettabili momento del quotidiano. Quindi ecco, nel caso tuo e di tua moglie, non riesco bene a trovare qualcosa di simile a quello che vivo perché non ce lo vedo per niente, il mio compagno, in questa intensità che avete... questa foga... In tutta sincerità, se dovessi vivere altri 50 anni con lui, sarebbero 50 anni di castità.
axelay ha scritto: Poi volevo dirti un'altra cosa. Tempo fa parlavo con una persona che ricercava dei rapporti occasionali con persone conosciute via chat, si voleva incontrare con una donna (il fine era il sesso), si erano scambiati le foto. Poi dopo, qualche minuto, si confida e mi racconta che la moglie gli aveva chiesto di andare a letto con lei. La moglie è una donna che io trovo sensuale. Lui mi rispose che doveva farlo anche se non aveva voglia. Una cosa per me inconcepibile ed incomprensibile. Hai il pane, hai i denti, ma vuoi mangiare un'altra pagnotta. Mah!!!
Questo che mi racconti, axelay, succede molto più spesso di quanto tu non immagini :cry: siccome io sono (da quello che ho potuto capire da questo sito) Sex-Positive :D per me non è strano, la monogamia non è prerogativa di tutti e se c'è una cosa che voi utenti mi avete insegnato molto bene leggendovi, è che ogni forma di identità / scelta merita rispetto. :P

Quello che non mi sta affatto bene, che si sia asessuali, demi, o sessuali, è che, come sta accadendo a me!! non si accetti di rispondere a domande, che ci si nasconda la testa sotto la sabbia.... e peggio, lanciare accuse! pensate che ieri sera è venuto fuori con il mio ragazzo l'argomento bimbi perché stavamo parlando dei miei genitori in pensione che non hanno nipoti, ed io ho detto che se poi aspettavano me per farli.................... subito, all'istante, il mio compagno quasi con brutalità ha risposto "cioè cosa vorresti dire!" ... Ecco non è giusto far vivere il proprio partner così, sicuramente lui voleva farmi capire che non mi devo neanche sognare di accennare al fatto che non si fa sesso !!!!!! quindi che siate, o siamo, asessuali, demi o sessuali, almeno per rispetto se non per amore, non evitare di lasciare passare mesi ed anni tra scuse, accuse e insinuazioni... perché si perdono anni preziosi entrambi ! Siccome qua nel forum ho letto diversi casi come il mio, semmai qualche asessuale in coppia dovesse passare di qua, lo pregherei in ginocchio di comunicare... potete dire magari con un accenno che per voi potrebbe passare un'esistenza intera senza bisogno di fare sesso... allora lì date l'informazione poi starà all'altro scegliere, però ditelo chiaramente , non " per me è indifferente" o " qualche volta non mi dispiace " ...dite: non lo farei mai tutta la vita. Non sto rinfacciando, tutt'altro, è con il cuore che vi prego di essere subito molto molto chiari. Aiuterà anche voi a trovare un partner compatibile.
The Wayward Fox ha scritto: Anche se vi foste amati o vi amaste ancora, MiLady, ciò non significa che quell’amore basti a farvi rimanere assieme. La compatibilità gioca un ruolo fondamentale quando si tratta di instaurare una relazione di coppia. Sono tante le differenze che possono convivere e i difetti che si possono tollerare, ma senza affinità su questioni fondamentali come esprimere e vivere l’intimità di coppia non si va avanti.


Hai perfettamente ragione... forse l'affinità si può trovare in un punto di incontro tra estremi che non siano così distanti... nel nostro caso, tra il mio volerlo fare spesso e sempre, e il suo non avere alcun desiderio, c'è un divario temo incolmabile :( e come diceva qualcuno più su, alla fine è un po' come se vivesse solo lui ... e forse tutte le cose sono da lui studiate apposta... provocare litigi ... avere comportamenti a dir poco stucchevoli !!! :oops: inspiegabili e provocatori ! per giustificare una mancanza di intimità! conoscendomi magari sa che mi arrabbio e quindi poi dice come si fa ad andare a letto con una spesso arrabbiata con me? perché così anche è successo... Grazie per il suggerimento dei volantini! chissà che se rimango insieme a lui non mi possano servire un domani! io per ora lascio tutto così, cercherò di farmi forte, essere indipendente, non so magari avere il necessario per affittare una casa mia... forse lì sarà tutto più semplice ... Volevo ringraziare ognuno di voi per gli interventi e chiedo scusa se all'inizio non sapendo quotare ho risposto sempre un po' in blocco.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29090
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Molto sessuale e asessuale, non è facile

Messaggio da Bianca »

Potrebbe essere una soluzione il provare, senza rompere il rapporto, a non vivere insieme.
Non credo capiti il miracolo, ma può darsi che non avendoti sempre accanto, senta maggior desiderio per te.
Quello che ti dico ancora, è che, a mio parere, non è la mancanza di desiderio sessuale l'aspetto più problematico del tuo compagno. Secondo me, ha un insieme di aspetti non positivi nel carattere.
Lui ha diritto di essere in un certo modo, ma dovendosi misurare con un'altra persona, ha il dovere di preoccuparsene, ha il dovere di farsi carico delle sue mancanze, di approfondirle, di chiarirsene i motivi e di assumersi delle responsabilità nei tuoi confronti.
Non so quanta voglia ci sia in lui di fare tutto questo, perchè mi pare che il suo, sia rifiuto di pensare, parlare, capire,approfondire, crescere.
La possibilità che voi viviate 50 anni insieme, lui beato e tu in lotta continua, devo dirti che, nonostante tutto, te la auguro, perchè vorrà dire che ciò che ricevi, ti fa così bene che il resto passa in secondo piano.
A te l'ardua sentenza.....

MiLady
Junior
Messaggi: 10
Iscritto il: lun mar 09, 2015 6:57 am

Re: Molto sessuale e asessuale, non è facile

Messaggio da MiLady »

Bianca ha scritto:Potrebbe essere una soluzione il provare, senza rompere il rapporto, a non vivere insieme.
Non credo capiti il miracolo, ma può darsi che non avendoti sempre accanto, senta maggior desiderio per te.
Vivere separati non è in effetti una cattiva idea, né impossibile, solo... dovrei potermi mantenere quindi avere uno stipendio di base che mi permetta questo. Il fatto è che io non vorrei dover fare la sfuggente sempre... okay, farsi desiderare lo potrei capire, ma se poi ci dovessimo sposare vivremmo insieme sotto lo stesso tetto... poi io dovrei inventarmi viaggi e cose così per allontanarmi da casa perché lui mi desideri?
Bianca ha scritto:Quello che ti dico ancora, è che, a mio parere, non è la mancanza di desiderio sessuale l'aspetto più problematico del tuo compagno. Secondo me, ha un insieme di aspetti non positivi nel carattere.
Lui ha diritto di essere in un certo modo, ma dovendosi misurare con un'altra persona, ha il dovere di preoccuparsene, ha il dovere di farsi carico delle sue mancanze, di approfondirle, di chiarirsene i motivi e di assumersi delle responsabilità nei tuoi confronti. Non so quanta voglia ci sia in lui di fare tutto questo, perchè mi pare che il suo, sia rifiuto di pensare, parlare, capire,approfondire, crescere.
Sì ti quoto in pieno Bianca. Io sono cambiata, migliorata, in una parola come dici tu CRESCIUTA con il passare degli anni... a me lui sembra essere rimasto ottuso come anni fa! I suoi difetti non sono cambiati, insomma come l'ho trovato, è rimasto, e questo mi preoccupa se penso al futuro perché non mi va più di vivere accanto ad una persona così... ho accettato i suoi difetti con grande fatica nel tempo perché sono consapevole di non essere perfetta... però parliamo di 6 anni nella vita di un individuo e lui è esattamente come era anni fa.. quanto al sesso la problematicità sta nel fatto che almeno avremmo avuto un modo per stare vicini, il corpo a corpo, perdere il controllo insieme, insomma condividere almeno quello, è qualcosa comunque che unisce due persone che magari nell'arco della giornata stanno ognuno nei propri spazi... e questo abbandono totale all'atto sessuale è assente in lui. E questo è un problema non di poco conto sempre considerata la mia natura... cioè non si tratta solo di una connessione fisica per me, ma anche energetica..
Bianca ha scritto:La possibilità che voi viviate 50 anni insieme, lui beato e tu in lotta continua, devo dirti che, nonostante tutto, te la auguro, perchè vorrà dire che ciò che ricevi, ti fa così bene che il resto passa in secondo piano.
A te l'ardua sentenza.....
Sì vero sarebbe meraviglioso se le cose belle che già ci sono, bastassero..... quante volte mi sono detta ripartiamo da zero, ci sono aspetti così positivi che questo rapporto si deve poter riscrivere in qualche modo... però oggi penso al mio domani, e voglio accanto a me un uomo che oltre ad essere bravo gentile e premuroso, sia anche il mio amante, mio confidente, ... poi ho capito anche un'altra cosa... certo non sarò perfetta e anche data l'educazione rigida che non aiuta, mi rendo conto di non avere una grande autostima però ...qualunque siano le mie mancanze, credo di capire che non significa che io non possa aspirare ad essere felice, ho capito grazie a voi che ho giustificato troppo a lungo comportamenti che non erano rispettosi nei miei confronti. Uno fra questi, il silenzio stampa sul fatto che dal 2012 ad oggi ci saranno stati 4 rapporti, penso che avrei combinato molto di più con un qualunque sconosciuto, un vicino di casa, un autista di autobus, un cliente di un altro paese, insomma... io voglio anche figli e ne voglio diversi... e di questo passo mi sembra cosa irrealizzabile... e se per caso vedessi che per fare figli lui mi desiderasse, ne sarei ancora più scioccata e quindi non servirebbe a nulla...

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29090
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Molto sessuale e asessuale, non è facile

Messaggio da Bianca »

In questo momento, parlare di matrimonio, direi che sia proprio inopportuno.
Tutto sommato, mi sembra che il problema più grave sia l'immaturità di lui, il suo essere infantilmente egoista, incapace di essere responsabile di chi gli sta accanto e delle due esigenze.
Una sorta di bambino capriccioso, che si preoccupa solo di star bene lui, mentre chi vive con lui,
ha il preciso compito di lasciarlo tranquillo. Preoccuparsi che abbia ciò che desidera, non di più, non turbando mai la sua esistenza.
In questo contesto, il bambino è contento, sereno, allegro e dà il meglio di sè, cioè, poco o niente.

Avatar utente
axelay
(A)VENdicatore
Messaggi: 1627
Iscritto il: ven gen 30, 2015 10:50 am
Orientamento: della prua 15° a babordo
Genere: pirata romantico ma gladiatore

Re: Molto sessuale e asessuale, non è facile

Messaggio da axelay »

Mi dispiace molto che ti trovi in questa situazione. Ci sono passato anche io.
È vero che in questi giorni mia moglie mi è sembrata cambiata, mi ha stupito.
Ma solo a breve saprò se si è trattato solo di una meteora....che magari tornerà nella mia orbita chissà quando.
Poi è vero che lei per me fa l'amore con passione e vigore, ma attenzione, come lo farebbe qualsiasi donna comune.
Se poi il mio metro di paragone è, invece, la performance sessuale di una attrice hard, allora anche mia moglie,
in confronto, è un pochino spenta.....
Siccome, purtroppo, perchè alcune volte diventa un problema, quando si ha una fortissima libido, in un modo o nell'altro
bisogna "scaricarla", immagino che in questi anni ti sei dovuta arrangiata come potevi, e come anche io ho dovuto fare.

Da quello che racconti si evince che il tuo ragazzo trova mille scuse per non fare sesso. Idem come mia moglie.
Però di rado avete dei rapporti. Idem, mia moglie.
Il sesso però non è il massimo (problema di milioni di coppie nel mondo...), poi tu sei donna, il tuo uomo non è prestante e tutto si complica....

Ognuno di noi qui può darti la sua visione, un aiuto, spero per te una via di uscita, perchè per te sta diventando un incubo.
Quindi io ti dirò quello che penso, se posso aiutarti. Magari mi sbaglierò sicuramente. Sono ragionamenti miei e non voglio offendere nessuno.

Io credo fermamente che ad ogni cosa c'è una spiegazione. Ma è difficile trovare la giusta spiegazione, la corretta chiave di lettura dell'enigma.
Farlo qui, senza conoscervi di persona, senza scoprire intimamente (nel senso dell'animo) come siete fatti è ancora più difficile.

Il tuo ragazzo sembra un bambinone, per come lo descrivi. Un tipo che non vuole crescere ed affrontare la vita. Uno che si nasconde.
Però sarebbe interessante conoscere anche il suo punto di vista, verso di te, e come ti considera.

Primo scenario
Se il tuo ragazzo è asessuale 100% non ci sono speranze. O accetti la situazione e ti arrangi, oppure fai una svolta nella tua vita.

Secondo scenario
Ispirato dalla mia esperienza personale, ti dico che il tuo uomo potrebbe essere forse una via di mezzo tra etero e asex.
A questo punto devi scoprire come coinvolgerlo per far innescare in lui il desiderio verso di te.

Terzo scenario
Tu hai trovato il tuo modo di soddisfarti e non senti, ovviamente, necessità di soddisfarti con lui, perchè dai per scontato che lui non va bene...
Il tuo ragazzo ha trovato anche lui un modo personale per soddisfarsi e fa il tuo stesso ragionamento...

Quarto scenario
Lui non ti ama più. Non è più attratto fisicamente da te. Ma ti vuole bene e ti fa le coccole e d è combattuto. Per le sue soddisfazioni mentali e fisiche
sa a chi rivolgersi.

Quinto scenario
Tu hai visto troppa pornografia e quando poi vedi il tuo uomo la tua libido si azzera. Sei diventata pornodipendente e per eccitarti hai
bisogno sempre di quel qualcosa di più, di super.
Idem lui.

Sesto scenario
Tu non sei brava a letto, credi di esserlo, ma in realtà non riesci ad eccitarlo e dai la colpa a lui.
Idem lui.

Settimo scenario
Il tuo lui ha avuto negli ultimi anni un calo del desiderio (cosa che avviene normalmente dopo i 50 anni negli uomini).
Magari è un problema organico, una disfunzione di qualche tipo e può essere risolto.

Ottavo scenario
Per via del suo comportamento sotto le lenzuola non sei stata in grado di risolvere il problema immediatamente, di petto.
Gli anni sono trascorsi e gli hai permesso di cullarsi sugli allori. Lui non ha affrontato il suo problema e adesso sei qui su Aven
in cerca di aiuto.

Nono scenario
Tutto ok tra di voi ma lui a letto è un disastro, anatomicamente parlando. E quindi ogni suo comportamento
lo vivi con un atteggiamento accusatorio, perchè non gli perdoni il fatto di non essere l'uomo che doveva,invece,essere per te.

Decimo scenario
Sta con te per altri motivi, il sesso lo fa con l'altra, la ex.

Undicesimo scenario
Tu hai perso la testa per colpa dello sfrenato bisogno di sesso ed in realtà lo stai perdendo. Senza accorgertene stai mandando tutto a puttane.

Forse tutto questo non servirà a nulla, ma a me non me ne frega niente. Quello che pensavo l'ho detto.
Mi dispiace che soffri, tutto qui. Sarebbe bello poterti aiutare. C'è un ultimo scenario, ma non lo posso scrivere.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29090
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Molto sessuale e asessuale, non è facile

Messaggio da Bianca »

E meno male!
Sarebbe stato il dodicesimo!
Mi sembra che MiLady di teatro ne abbia già abbastanza!
Non oso pensare a quando la poverina si sveglierà e si troverà tutti sti copioni da esaminare!...
Ossignur!!!

Rispondi