Partner asessuale? Che fare?

Domande, dubbi e curiosità da parte di coloro che sono vicini agli asessuali.
Gedao
Junior
Messaggi: 9
Iscritto il: mar gen 20, 2015 8:42 am

Partner asessuale? Che fare?

Messaggio da Gedao »

Salve a tutti :)

Ho scoperto questo sito con piacere: finalmente posso esprimere quello che ho dentro con persone che, forse, possono capire il mio stato d'animo e quello della mia partner.

In pratica sto insieme ad una ragazza da 2 anni, una brava ragazza, intelligente, insomma tutto perfetto eccetto...la sessualità. Credo sinceramente che sia asessuale, ma siccome non sono esperto in materia, chiedo a voi un aiuto per capire se i suoi comportamenti possono descrivere una persona asessuale. Elenco brevemente alcune caratteristiche del suo comportamento riguardo al sesso:

1. Non prende mai l'iniziativa, sono sempre io a farlo per primo.
2. Il sesso si limita all'azione, quindi niente sesso orale, anale, niente baci con la lingua (questo anche fuori dal contesso sessuale).
3. Potrebbe vivere mesi senza fare sesso (Questo ammesso più volte da lei stessa).
4. Per lei sesso si fa solo a letto e di sera. All'inizio del nostro rapporto preferiva anche a luce spenta!
5. Il sesso non è tra le cose più importanti nella vita.

Ora, credetemi, in questi due anni ho fatto DI TUTTO per comprenderla, per cercare di capire se fosse un problema psicologico, un blocco o davvero asessualità. Le sono stato accanto, le ho dato tempo, ho cercato di coinvolgerla sessualmente, stimolarla...ma niente. Io sono sessuale e non solo mi piace fare sesso ma mi piace farlo spesso, senza pianificare, insomma mi piace mettere in pratica tutte le fantasie (anche quelle più spinte). Potete immaginare come mi possa sentire, in una parola, frustrato. Sarebbe ttto normale se io non amassi questa ragazza, mi piace, è bella, facciamo tante cose insieme, eppure a livello sessuale mi sento spento, depresso. Mi prendo la mia parte di colpe perché so fin dall'inizio come è, me lo ha detto molte volte, ma io non volevo crederci, mi sono detto che siamo solo all'inizio, proviamo a vedere come va, magari insieme si cambia, ci veniamo incontro. Proprio il venirsi incontro è un tasto dolente. In che modo trovare un compromesso?

Ho letto spesso in questo forum che bisogna trovare un compromesso con chi ha un/una partner asessuale, tuttavia mi permetto di dire che il compromesso è sempre sbilanciato a favore della persona asessuale. Se dovessi trovare un compromesso con la mia ragazza, in pratica dovremmo farlo una volta ogni due settimane (per fare un esempio), questo andrebbe benissimo a lei, ma a me no. Quindi la persona sessuale deve in qualche modo "accettare" la situazione.
Ma prendiamo per buono il fatto che si possa accettare il compromesso. Bene, faccio sesso una volta ogni tot giorni, ma quella volta che lo faccio vorrei farlo come Dio comanda. Neanche questo è possibile. Niente baci con la lingua, niente iniziativa, niente carezze. Non solo devo fare sesso raramente ma quell'unica volta che lo faccio sembra come timbrare il carellino in ufficio. A me pare un pò troppo, a voi no?

Forse il mio intervento sembra più uno sfogo ma scrivo di getto quello che ho dentro.
Abbiamo parlato molto volte di questa situazione e lei mi dice sempre che il sesso è una cosa stupida, che non ha senso impuntarsi, che ci sono altre cose importanti nella vita. Il fatto è che provo a proiettarmi nel futuro. Se un giorno saremo sposati o addirittura avremo figli, come sarà? Se oggi già nulla dal punto di vista sessuale, cosa dovrò fare dopo? Rimediare con amanti o prostitute? Mi dice, ma hai il sesso quando ci vediamo, che vuoi di più? Cioè capite, il sesso è qualcosa "che io ho", non quialcosa che fa piacere a lei. Questo senso del ricevere un regalo da parte sua, un contentino, mi fa stare veramente male.

Questa situazione mi ha completamente spiazzato, anche perché di relazioni ne ho avute molte e mai nessuna delle mie partner era asessuale. Una persona che conosco ha lo stesso problema: la sua ragazza non ha interesse verso il sesso. Naturamente dipende da caso a caso, si tratta di asessualità o di blocchi psicologici, traumi o altro? All'inizio pensavo che fossero solo blocchi ma, con il tempo, ho cominciato a capire che, forse, la mia ragazza è davvero asessuale.

Che cosa devo fare? Siamo arrivati ad un bivio. Da un lato vorrei stare con lei, ma dall'altro c'è il mio carattere, la mia natura.

-Becks-
Maxi-Mitosi
Messaggi: 259
Iscritto il: gio dic 11, 2014 9:07 am
Orientamento: Bi

Re: Partner asessuale? Che fare?

Messaggio da -Becks- »

Allora, intanto visto che non credo di averlo già fatto ti dò il mio benvenuto su Aven :D

Ma andiamo subito alle cose serie: premetto che io non sono asessuale, ma proprio per questo penso di potermi calare bene nei tuoi panni (anche perché ho vissuto un'esperienza simile alla tua, sebbene per altri motivi).
Sinceramente penso che, se fosse un blocco od un trauma, avrebbe reazioni molto più negative, non riuscirebbe neanche a pensare di accontentarti di tanto in tanto. Nel suo caso, pare proprio una mancanza di libido (o pulsioni sessuali).

Ci sono alcune coppie "miste" sessuali/asessuali che come compromesso permettono alla parte sessuale di sfogare le proprie pulsioni all'esterno della coppia... io non sono molto d'accordo con questo, ma è un'opinione personale, e se ai partner va bene be', perché no?

Tuttavia, se non te la senti di "tradirla", allora penso che dovresti riflettere bene. Per un asessuale il sesso non conta nulla, ma per un sessuale sì. Non vergognarti né sentirti in colpa per questo: prima di tutto devi rispettare la tua natura. Sii del tutto onesto con te stesso e se pensi che la mancanza di condivisione sessuale sia un fardello troppo pesante da sopportare, specie nel caso di un futuro assieme, allora parlane con lei molto chiaramente e cercate una soluzione che però, come saprai, potrebbe portare anche alla fine del rapporto.

Nel caso in cui, invece, decidessi di stare con lei allora fa' in modo di non "colpevolizzarla", dentro di te, per questa situazione. Ognuno è fatto a modo suo, e non è colpa vostra se la vostra natura vi porta verso due direzioni molto differenti tra loro.

In bocca al lupo e spero tanto che riuscirete a risolvere questo problema nel migliore dei modi!
Immagine

Avatar utente
Edward
AVENita di Classe A
Messaggi: 2738
Iscritto il: mar dic 09, 2014 10:49 pm
Orientamento:
Genere: f

Re: Partner asessuale? Che fare?

Messaggio da Edward »

Gedao ha scritto:
Ho letto spesso in questo forum che bisogna trovare un compromesso con chi ha un/una partner asessuale, tuttavia mi permetto di dire che il compromesso è sempre sbilanciato a favore della persona asessuale. Se dovessi trovare un compromesso con la mia ragazza, in pratica dovremmo farlo una volta ogni due settimane (per fare un esempio), questo andrebbe benissimo a lei, ma a me no. Quindi la persona sessuale deve in qualche modo "accettare" la situazione.
Ma prendiamo per buono il fatto che si possa accettare il compromesso. Bene, faccio sesso una volta ogni tot giorni, ma quella volta che lo faccio vorrei farlo come Dio comanda. Neanche questo è possibile. Niente baci con la lingua, niente iniziativa, niente carezze. Non solo devo fare sesso raramente ma quell'unica volta che lo faccio sembra come timbrare il carellino in ufficio. A me pare un pò troppo, a voi no?
Pensa che a me, ogni due settimane, sembra tantissimo!!

Comunque: benvenuto, spero che tu riesca a trovare un po' di confronto e risposte, qui in Aven.
Molto probabilmente la tua ragazza è asex, ma la certezza può averla solo lei. Gliene hai mai parlato? Lei potrebbe anche non averlo realizzato, non sapere che esiste questo orientamento sessuale.
La vostra situazione è dolorosa, sicuramente per entrambi. E non vi capite. Lei non capisce probabilmente cosa significhi provare desiderio sessuale, dunque sminuisce la cosa dicendo che il sesso non è importante. Forse pensa addirittura che tu sia esagerato. D'altra parte tu non capisci che per un asex fare sesso con il partner può essere insopportabile e che pretendere da lei un coinvolgimento maggiore è impossibile. Pensi che lei sia così fredda perchè non si impegna? No, è che probabilmente per lei è già tanto quello che sta facendo.

Non so bene cosa consigliarti, se non di cercare di capirvi maggiormente a vicenda.

Per esempio potrebbe essere utile per te cercare di cambiare prospettiva e vederla con gli occhi della tua fidanzata.
Se questo post fosse stato scritto da lei, probabilmente suonerebbe cosí:
"Sto con un uomo che amo, stiamo bene insieme, gli ho detto subito che non mi interessa il sesso ma lui ha pensato di potermi cambiare. Sono scesa al compromesso di farlo con lui ogni tot giorni, ma non è contento, vorrebbe che io mi comportassi come una sessuale".

Per te è evidente che il sesso è molto importante e non è giusto che te ne privi, ma dubito che lei possa essere quello che non è.

Gedao
Junior
Messaggi: 9
Iscritto il: mar gen 20, 2015 8:42 am

Re: Partner asessuale? Che fare?

Messaggio da Gedao »

Intanto grazie per le risposte, molto gentili.

Dici bene Edward
"Lei non capisce probabilmente cosa significhi provare desiderio sessuale, dunque sminuisce la cosa dicendo che il sesso non è importante. Forse pensa addirittura che tu sia esagerato."

Non solo, lei mi dice spesso che sono "malato", lo dice in modo scherzoso certo, però è indicativo.

Sono molto scettico sul cambiamento, anche perché non c'è stato in due anni, figuriamoci in futuro. Il maggiore ostacolo è proprio lei in quanto mi ha detto chiaramente che lei è così, che non reputa il sesso importante e quindi me ne devo fare una ragione. Insomma di devo prendere il "contentino" e arrivederci.

A me non dispiacerebbe nemmeno fare questo (ennesimo) passo verso di lei ma, mi chiedo, che senso avrebbe stare insieme ad una persona che, quella rara volta in cui ti concede di fare sesso, la fa in maniera apatica, senza energia, meccanicamente?

-Becks-
Maxi-Mitosi
Messaggi: 259
Iscritto il: gio dic 11, 2014 9:07 am
Orientamento: Bi

Re: Partner asessuale? Che fare?

Messaggio da -Becks- »

Gedao ha scritto:Il maggiore ostacolo è proprio lei in quanto mi ha detto chiaramente che lei è così, che non reputa il sesso importante e quindi me ne devo fare una ragione. Insomma di devo prendere il "contentino" e arrivederci.
Mi sembra un pensiero un po' egoista da parte sua, sinceramente. Tu stai facendo di tutto pur di entrare nella sua ottica e di comprendere la sua natura, sforzo che da parte sua, francamente, non sembra esserci. Se è una cui piacciono molto le coccole (baci, abbracci, eccetera), vorrei vedere come reagirebbe se tu le dicessi "guarda, a me delle coccole non importa. Se proprio ci tieni posso fartele una volta ogni tot, ma io sono fatto così, quindi accontentati". Per come te l'ha posta, ci aggiungerei anche un "e ringraziami pure". Poi magari non le piacciono neanche quelle e allora ho sbagliato esempio, ma tant'è :lol:

Non so, l'impressione che mi dà è probabilmente la stessa che ha avuto Edward, ovvero che non dando lei importanza al sesso, creda di conseguenza che anche il resto del mondo possa farne tranquillamente a meno, senza problemi. Forse mi sbaglio, anzi, spero sia così.
Gedao ha scritto: A me non dispiacerebbe nemmeno fare questo (ennesimo) passo verso di lei ma, mi chiedo, che senso avrebbe stare insieme ad una persona che, quella rara volta in cui ti concede di fare sesso, la fa in maniera apatica, senza energia, meccanicamente?
Ripeto, devi valutare i pro ed i contro: vale la pena di stare con lei? Se sì, il futuro come ti si prospetta? Sarai felice? Non lo sarai? Sei disposto a sacrificare parte della tua felicità per un'altra persona?

Perché mettiti in testa che lei non può cambiare, esattamente come non puoi cambiare tu. Non sarebbe neanche giusto chiederlo, perché quando si sceglie di stare con qualcuno (ed è una scelta, non credo tu abbia una pistola puntata alla testa) si ottiene il pacchetto completo e si ama quella persona per quello che è. Ma deve essere una situazione alla pari, altrimenti non si va da nessuna parte...
Immagine

bingobongo
Ameba
Messaggi: 57
Iscritto il: dom mag 18, 2014 6:20 pm

Re: Partner asessuale? Che fare?

Messaggio da bingobongo »

Da come la descrivi non sembra avere problemi sessuali, ma semplicemente non avere libido e desiderio. Sarà così di natura. ognuno di noi ha un diverso bisogno di sesso, e gli dà una diversa importanza.
Credo che per una asessuale già farlo due volte al mese sia difficile. Se lei non prova piacere nel fare quella cosa perché dovrebbe farla? Solo per...appunto..il contentino, visto che ti ama.
Farne di più, probabilmente, è per lei quasi una violenza psicofisica.
Andando avanti può solo peggiorare, con la convivenza e tutto...peggiora anche nelle coppie sessuali, figurati nelle altre.
Detto questo vedi tu che fare. Se hai avuto diverse storie e tutte sessualmente appaganti, eppure ti sei sempre lasciato, significa che ci sono cose molto più importanti del sesso in un rapporto, e quelle non andavano bene.
metti sul piatto della bilancia il sesso e tutto il resto e vedi un po' se ti conviene portare avanti il rapporto.

Avatar utente
The Wayward Fox
AVENissimo
Messaggi: 3626
Iscritto il: sab feb 16, 2013 2:35 am
Orientamento: Demisessuale panromantic*
Genere: Genderqueer/Non-binari@ (l*i)

Re: Partner asessuale? Che fare?

Messaggio da The Wayward Fox »

Il primo intervento di Becks rispecchia anche il mio pensiero :wink:
Una sola domanda: hai mai parlato alla tua ragazza dell'asessualità? È probabile che, non sapendo dell'esistenza di questo orientamento, lei non abbia nemmeno realizzato che la sua mancanza di interesse non rientri nella media. Magari potresti introdurre l'argomento con un “Sai, l'altro giorno ho letto un articolo sull'esistenza di persone asessuali, ovvero che non sperimentano attrazione sessuale e dunque disinteressate alla sessualità di coppia...” e osservare la sua reazione.
« Ci sono crimini peggiori del bruciare libri. Uno di questi è non leggerli. »

Immagine

Diario di un asso grigio scuro, blog a tematica asessuale e affini.

-Becks-
Maxi-Mitosi
Messaggi: 259
Iscritto il: gio dic 11, 2014 9:07 am
Orientamento: Bi

Re: Partner asessuale? Che fare?

Messaggio da -Becks- »

Penso che se lui considerasse il sesso come unico fondamento della coppia, l'avrebbe già lasciata da tempo. Detto ciò, magari per lei fare sesso più spesso sarebbe quasi una violenza psicofisica ed è giusto, quindi, che si protegga; d'altra parte non mi sembra che lui stia tanto meglio :roll:
A questo punto forse sarebbe sul serio da valutare l'idea della "coppia aperta", ma la decisione spetta a loro.

Riguardo al pensiero di Fox, mi sembra un po' improbabile che non si sia accorta che per la maggioranza della gente è normale, comunque tutto può essere, e provare non costa nulla ;)
Immagine

Gedao
Junior
Messaggi: 9
Iscritto il: mar gen 20, 2015 8:42 am

Re: Partner asessuale? Che fare?

Messaggio da Gedao »

-Becks- ha scritto:Penso che se lui considerasse il sesso come unico fondamento della coppia, l'avrebbe già lasciata da tempo.
Esatto. Infatti di occasioni per lasciarla ne ho avute e pure per tradirla potenzialmente. Quello che mi fa stare male e proprio questo: mi piace, provo sentimenti per lei, mi eccita sessualmente. Non so, per me è come buttare nella spazzatura un cibo che ti piace. Mi fa rabbia e tristezza.

Un giorno mi ha detto che potremmo andare dal sessuologo. Ripeto, non sono un esperto ma in ambito asessualità credo che il sessuologo possa fare poco. Credo che sia cosciente del fatto che il sesso non le interessa, ha 27 anni, quindi non è una ragazzina.

Vorrei chiedere a chi vive una coppia sessuale/asessuale, come fate? In pratica intendo. Perché qui non si tratta di cibi, ok non mi piace la pasta, mangio la zuppa. Qui si tratta di escludere dalla propria vita la sfera sessuale con annessi e connessi. Oltre all'atto sessuale in sé è proprio la mancanza di una donna "attiva" accanto che mi deprime...un gesto, una carezza, un bacio appassionato.

Avatar utente
Celeste
(A)VENdicatore
Messaggi: 1630
Iscritto il: mer mar 19, 2014 1:11 pm
Orientamento: Asex Eteroplatonica
Genere: F cisgender

Re: Partner asessuale? Che fare?

Messaggio da Celeste »

Ciao Gedao e benvenuto anche da parte mia!
Fermo restando che non possiamo sapere se la tua ragazza sia davvero asessuale (purtroppo può sapere lei se non prova attrazione sessuale!), una premessa: anche nel caso lo fosse, al tuo posto non darei per scontato che ne sia consapevole, che abbia realmente capito di essere asessuale e cosa significhi davvero: io di anni ne ho quasi 10 di più, e me ne sono resa conto da meno di un anno. Sapevo che il sesso non mi interessava, questo è ovvio, ma non capivo quanto interessasse agli altri. Un asex inconsapevole non necessariamente si percepisce "diverso", può anche essere convinto di essere nel giusto e che siano gli altri a essere esagerati.
Devo dire sinceramente che, a me, scoprire Aven è servito a capire gli altri, forse più che a capire me stessa. E con capire gli altri, intendo proprio le loro esigenze.
Quindi il mio consiglio è sì parlarne, ma andare dritti al punto, non fermarsi a "a me il sesso non interessa" / "a me invece sì". Quello è il punto di partenza, ma per attuare un dialogo costruttivo e consapevole forse non è sufficiente.
Visto che chiedi di altre coppie miste, io al momento sono single ma ho avuto relazioni sessuali e ti confermo che il mio comportamento era molto simile a quello della tua ragazza, soprattutto negli ultimi tempi in cui anche il coinvolgimento emotivo si era spento. Io all'epoca come detto non ne ero consapevole, ma la pressione di un'esigenza diversa e superiore alla mia la sentivo di certo.
Col senno di poi potrei anche pensare che tra le cause che hanno fatto morire il coinvolgimento emotivo ci fosse anche questa pressione che il mio ignaro ragazzo esercitava involontariamente su di me, ma ormai è passato. Sicuramente però se all'epoca avessi avuto le informazioni che ho oggi le cose sarebbero andate diversamente: non quanto a disponibilità (concordo con Edward, una volta ogni due settimane mi sembra tantissimo!), ma quanto a capacità di comprendere il punto di vista dell'altro. Forse sarebbe finita in ogni caso o forse sarebbe finita addirittura prima, ma ci saremmo risparmiati entrambi tante frustrazioni e incomprensioni.
Immagine
Nè più mi occorrono le coincidenze, le prenotazioni, le trappole, gli scorni di chi crede che la realtà sia quella che si vede.

Gedao
Junior
Messaggi: 9
Iscritto il: mar gen 20, 2015 8:42 am

Re: Partner asessuale? Che fare?

Messaggio da Gedao »

Celeste ha scritto:Col senno di poi potrei anche pensare che tra le cause che hanno fatto morire il coinvolgimento emotivo ci fosse anche questa pressione che il mio ignaro ragazzo esercitava involontariamente su di me, ma ormai è passato. Sicuramente però se all'epoca avessi avuto le informazioni che ho oggi le cose sarebbero andate diversamente: non quanto a disponibilità (concordo con Edward, una volta ogni due settimane mi sembra tantissimo!), ma quanto a capacità di comprendere il punto di vista dell'altro. Forse sarebbe finita in ogni caso o forse sarebbe finita addirittura prima, ma ci saremmo risparmiati entrambi tante frustrazioni e incomprensioni.
Sarebbe bello parlarne. Io in fondo sono disponibile da due anni a capire e scendere a compromessi. Purtroppo credo sia difficile con una persona che mi reputa "malato" di sesso e per cui il sesso non è essenziale, anche solo per parlarne.

-Becks-
Maxi-Mitosi
Messaggi: 259
Iscritto il: gio dic 11, 2014 9:07 am
Orientamento: Bi

Re: Partner asessuale? Che fare?

Messaggio da -Becks- »

Lei ti vuole bene, quindi sarà disposta a fare qualche passo verso di te, anche solo per cercare di comprendere il tuo punto di vista. Cerca di farle capire che non sei "malato", ma che semplicemente è una parte della vita di coppia che tu apprezzi e lei no, e che in questo non c'è nulla di male, però vorresti parlargliene.
Immagine

eirikur
A-frodite
Messaggi: 1000
Iscritto il: gio ott 03, 2013 1:50 pm

Re: Partner asessuale? Che fare?

Messaggio da eirikur »

Qui secondo me il problema è duplice, su due livelli.

Primo.
Alla tua compagna non interessa il sesso e potrebbe vivere mesi senza farlo.
Io mi ritrovo nella situazione opposta, cioè sono io quello a cui non interessa. Tempi addietro era difficile, sia quando eravamo più giovani, sia quando provavamo a restare incinta. Poi con gli anni la mia compagnia si è adeguata a ciò. Ovviamente anche la vita e l'età "aiutano": sono tanti anni che stiamo assieme e c'è sicuramente un po' di "abitudine", c'è la pigrizia, c'è una casa da mandare avanti, c'è lo stress del lavoro, ci sono altre passioni/interessi/impegni da seguire, c'è un bambino da crescere... insomma ci sono tante cose che riempiono la vita e con gli anni il sesso è sicuramente sceso nelle priorità.
Ogni tanto (e parlo di mesi) capita. Lei si è adeguata a questo, io mi adeguo quando capita.

Secondo.
A te piace fare sesso, farlo spesso, e mettere in pratica tutte le fantasie (anche quelle più spinte).
Questo è un secondo problema, che secondo me sarà ancora più difficile risolvere. Questo è un problema di gusti.
Io sono sicuro che se proponessi alla mia compagna di fare sesso più spesso, sarebbe ben felice. Ma se le proponessi "certe cose" (hai citato anche sesso anale) mi manderebbe a fanculo diretto e senza passare dal Via [cit.].
Questo secondo livello è un problema molto più comune dell'asessualità.

Io non lo so, non vedo grosse vie d'uscita. Onestamente, se lei non vuole, cose vuoi che ti diciamo? Se scoprisse l'asessualità, cosa cambierebbe? anzi forse si sentirebbe ancora più forte nel suo rifiuto.
Dubito che certe pratiche le piaceranno mai.

Secondo me parlarne con uno specialista non può che essere utile. Magari non risolve del tutto, ma può certamente aiutare, almeno a capire se c'è qualche problema da parte sua.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29087
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Partner asessuale? Che fare?

Messaggio da Bianca »

Secondo me, non hai tante scelte.
O tu capisci che, tenendo tanto a questa ragazza, sei in grado di adeguarti alle sue esigenze più di quanto lei possa adeguarsi alle tue.....oppure.......
Mi sembra che lei non escluda totalmente i rapporti sessuali, ma che sia piuttosto una questione di frequenza.
Mi sembra che le vostre rispettive frequenze, siano parecchio lontane l'una dall'altra.
Quindi, o le due frequenze, per disponibilità di entrambi, (più tua) si avvicinano, o il futuro della vostra relazione io non lo vedo proprio.
Lo so che è doloroso, ma perchè creare due infelici?

Gedao
Junior
Messaggi: 9
Iscritto il: mar gen 20, 2015 8:42 am

Re: Partner asessuale? Che fare?

Messaggio da Gedao »

Grazie per le risposte. Ascolto con piacere i vostri interventi che mi aiutano anche a capire come relazionarmi con la mia ragazza.

Ora, ricapitolando:

1. A lei non interessa il sesso, a me molto.
2. Lei lo farebbe raramente, io spesso.
3. A lei non interessa/non piace il contatto fisico (baci, carezze, abbracci), a me molto.

Sul punto 1 e 2 potrei anche venirle incontro, anche perché è quello che faccio da due anni a questa parte, stravolgendo la mia natura.
Sul punto 4 sono molto meno accomodante. Dico, capisco che il sesso non interessa, che lo si fa con il contagoccie ma pure eliminare tutto il "contorno"?
Come ho già detto prima, accetterei di farlo anche una volta al mese, ma che lo si faccia come si deve.
Naturalmente so che non sarà mai così perché, correggetemi se sbaglio, un asessuale se non ha interesse per il sesso non è che quell'unica volta che lo fa esplode come una bomba. Giusto?

Rispondi