Mulino Bianco o Mulino andato a fuoco?

Domande, dubbi e curiosità da parte di coloro che sono vicini agli asessuali.
Avatar utente
Esmeralda
Mega-Mitosi
Messaggi: 149
Iscritto il: dom mag 18, 2014 2:28 am
Orientamento: Eteroromantica
Genere: F

Re: Mulino Bianco o Mulino andato a fuoco?

Messaggio da Esmeralda »

Capisco Silver, io invece la vivo diversamente...

Mi piacerebbe una famiglia in cui a tavola ci si racconta degli aneddoti di ciò che è accaduto durante la giornata, tanto dialogo, confidenza, battute, scherzi...
Come se fossimo amici oltre che membri della stessa famiglia.
Forse perché per me la famiglia (d' origine) è la cosa più importante: se dovessi organizzare un viaggio preferirei farlo in famiglia che con gli amici per farti capire eheheh... diciamo che è perché sono le persone in compagnia delle quali cui mi sento più a mio agio e più felice in assoluto...

Avatar utente
Chiara78
Residente permanente di AVEN
Messaggi: 5200
Iscritto il: ven ott 29, 2010 4:47 pm

Re: Mulino Bianco o Mulino andato a fuoco?

Messaggio da Chiara78 »

A me piacerebbe avere una famiglia così ma come scrivevo più su siamo molto diversi ed è impossibile stare troppo tempo assieme senza mettersi a discutere, quindi bisogna sempre fare attenzione a virare verso argomenti "neutri".
Mi sono rassegnata al fatto che le cose stano così e non si possono cambiare, anche perchè già sono cambiate un po' ed è un bene, ma alla fine se una persona è fatta in un modo più di tanto non la si può cambiare.
Per me è molto più importante la famiglia che ci si crea, perchè il partner si può scegliere, mentre genitori/fratelli/parenti vari no, e se non mi ci trovo bene non posso e non voglio far finta che sia così.
Sono felicissima della mia vita con mio marito ♥
♥ La vita è come uno specchio: ti sorride se la guardi sorridendo! ♥

Immagine

Avatar utente
Caos
A-frodite
Messaggi: 1028
Iscritto il: ven mar 15, 2013 10:50 pm
Orientamento: asessuale aromantica
Genere: femmina

Re: Mulino Bianco o Mulino andato a fuoco?

Messaggio da Caos »

La mia famiglia è una combo di orsi polari che considerano le feste di compleanno a sorpresa una punizione(mia nonna, mio zio, mia sorella, me :lol: ) e gente espansiva che ha bisogno di mostrare affetto in modo "fisico"(l'altra nonna, le zie, alcuni miei cugini), ovviamente abbiamo anche tutte le vie di mezzo(tipo mia mamma e mio papà, che è bravissimo a non far notare quanto sia socialmente impedito :lol: )
In generale andiamo tutti abbastanza d'accordo, gli espansivi sanno che gli orsi vanno lasciati per i fatti loro, mentre noi ci impegnamo a partecipare alle riunioni di famiglia organizzate di quanto in quanto...ovviamente non sempre funziona, ho degli zii che si stanno caldamente antipatici, una zia che a turno odia ogni membro della famiglia e delle cugine di n-grado praticamente sconosciute che piombano a caso ogni tot-anni( e conoscono tutta la mia vita mentre io a stento so i loro nomi, roba un po' inquietante :shock: ).
Viviamo quasi tutti nella stessa città e cooperare è un po' un obbligo, visto che le nonne stanno diventando seriamente anziane e bisogna prendersi cura di loro, ultimamente le discussioni sono quasi tutte su questo punto e su come suddividerci le responsabilità e non potendo permetterci un'assistenza esterna a volte la situazione si diventa stressante.
Con i miei vado d'accordo, a mia madre racconto quasi tutto, ed il mio gruppo di uscite principale, prima ancora dei compagni di corso e degli amici del liceo, è formato da mia sorella e dai miei cugini più grandi, possiamo anche non sentirci per mesi ma, alla fine continuiamo a funzionare! :D
I'm not crazy, my reality is just different from yours

Avatar utente
ZilRaag
Troppo Asexy per AVEN
Messaggi: 551
Iscritto il: dom giu 26, 2005 3:23 am
Orientamento: Asessuale.
Genere: Maschio
Località: Ad ovest di Paperino

Re: Mulino Bianco o Mulino andato a fuoco?

Messaggio da ZilRaag »

Deo Gratias, vivo da solo da una vita. La famiglia non mi manca, ho alcuni amici più stretti e la mia famiglia sono loro.
Quello che rimane della mia famiglia biologica, lo vedo una volta al secolo. E non è mai una bella occasione (funerali, matrimoni, natale, pasqua, lavoro ecc.). Rimane fuori giusto mio padre e uno zio a turno, tanto per dire che sono ancora vivo. Dopotutto quando non fai niente di male e ti considerano la pecora nera (pardon, nel mio caso, rossa) della famiglia, non è che i rapporti possano durare una vita.
Il mio Mulino non è andato a fuoco, è andato affanculo! (sempre c. risp. parl., giusto per mantenere il garbo ed il bon ton necessari ad una civile conversazione, cazzo)

Avatar utente
Chiara78
Residente permanente di AVEN
Messaggi: 5200
Iscritto il: ven ott 29, 2010 4:47 pm

Re: Mulino Bianco o Mulino andato a fuoco?

Messaggio da Chiara78 »

Dopotutto quando non fai niente di male e ti considerano la pecora nera (pardon, nel mio caso, rossa) della famiglia, non è che i rapporti possano durare una vita.
Dire che quoto ogni parola è ancora poco!!!!!
♥ La vita è come uno specchio: ti sorride se la guardi sorridendo! ♥

Immagine

Raffinato
Maxi-Mitosi
Messaggi: 228
Iscritto il: dom mag 24, 2015 12:04 am
Orientamento: Asessuale Romantico
Genere: maschio

Re: Mulino Bianco o Mulino andato a fuoco?

Messaggio da Raffinato »

Le famiglie da Mulino Bianco esistono solo nel mondo dei sogni; ogni famiglia e' fatta di relazioni imperfette ed onestamente quei tipi di famiglia che sembrano perfette mi hanno suscitato sempre una sorta di antipatia.
Io imperfetto vengo da famiglia imperfetta che a volte ha la pecca di voler apparire perfetta da fuori,sarà l'applicazione del noto detto che i panni sporchi si lavano a casa propria.
Meglio essere imperfetti significa essere se stessi e veri che perfetti ma pieni di scheletri negli armadi.
I miei genitori sono sempre stati un po' come cane e gatto ma per pudore non hanno mai divorziato anche di fronte ad evidenti incompatibilità di vedute. Questo sistema di cose ricade sopra i figli sia se i genitori stanno insieme sia se si separano.
Essere genitori e' cosa assai difficile ed è sbagliato giudicare i propri genitori ma al contempo e' anche importante non far finta di niente od ingoiare rospi amari.
In ogni caso le nostre famiglie hanno una influenza su di noi sia che ci abitiamo o che stiamo fuori.
Onestamente in questo periodo i miei rapporti con i miei famigliari non sono idilliaci ma rifiuto categoricamente ogni senso di colpa perché si commettono errori sia come figli che come genitori e non credo che gli errori dei figli siano peggiori o migliori degli errori dei genitori.
Io abito non più in casa da tempo speriamo che questo brutto periodo passi.
Raf

Avatar utente
Chlipper
Maxi-Mitosi
Messaggi: 202
Iscritto il: ven ott 02, 2015 9:30 pm
Orientamento: Amo tutto e tutti.
Genere: Essere Umano(Donna)
Località: Winterfell (Trieste)

Re: Mulino Bianco o Mulino andato a fuoco?

Messaggio da Chlipper »

Io ho la famiglia del Mulino Bianco vacillante, si piega ma non si spezza. Siamo sempre sul punto di spezzarci ma dopo stranamente torniamo nel posto giusto.
Non ho idea di che rapporto ho con la mia famiglia. Non ho mai stretto forti legami con la mia famiglia. Forse solo con mio fratello e il mio cane. Non sto scherzando, davvero.
Io mi sento più vicina al mio cane che ai miei genitori. Sarà perché non ho mai avuto nessun supporto riguardante la scuola o lo sport....se vincevo a nessuno interessava, se perdevo a nessuno interessava. Se prendevo il massimo dei voti nessuno diceva niente se andavo malissimo uguale.
Ho un fratello di 40 anni tossicodipendente che ha tipo distrutto mia madre e mi ha resa praticamente insensibile dinanzi a tutto che ogni volta che lo intravedo per strada svoltavo strada manco avessi visto chissà chi.
La mia famiglia del Mulino Bianco è bellissima da fuori ma dentro cade a pezzi :'D

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29090
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Mulino Bianco o Mulino andato a fuoco?

Messaggio da Bianca »

Non voglio parlare di colpe, per carità, ma mi viene da parlare di responsabilità.
Per cominciare una famiglia, si parte da due adulti che si amano e lo diamo per scontato, visto che i matrimoni combinati, almeno da noi, sono finiti da un pezzo.
Si suppone che, queste due persone, mettano il loro massimo impegno per costruire e mantenere qualcosa che funziona e nel quale chi già c'è e chi arriva, si senta amato, protetto e trovi quella serenità che all'esterno, spesso, non c'è.
Da ciò che si legge qui, si direbbe che, gran parte di queste aspettative, ( o progetti) venga disattesa.
Non bisogna dimenticare che la vita riserva esperienze molto dure, rappresentate da malattie, lutti, perdita di lavoro, mancanza di risorse economiche, incomprensioni che mettono a dura prova affetti, unioni, coraggio, capacità di lottare.
I più fragili, fanno scelte sbagliate, pericolose, anche dì morte.
Quindi, io mi chiedo: da chi deve partire l'impegno e la forza di non mollare mai?
A quali risorse si deve attingere per non venir meno a questo impegno, non mancare l'obiettivo?

Saurus97
Ameba
Messaggi: 57
Iscritto il: mar ago 09, 2016 8:09 am
Orientamento: asessuale aromantico
Genere: maschio

Re: Mulino Bianco o Mulino andato a fuoco?

Messaggio da Saurus97 »

Mulino andato a fuoco? Io direi più mulino ormai ridotto in cenere, in attesa solo che il vento se lo porti via...
I miei genitori sono divorziati e insieme a loro anche le famiglie si sono inevitabilmente divise. Poi, le famiglie di mia madre e di mio padre, all'interno, si sono a loro volta divise in seguito a liti e altre robe personali..
A livello di rapporti direi che la situazione è ancora peggiore, mia madre e mia nonna litigano continuamente, per i miei zii esisto solo quando servo, come d'altronde anche per i miei ex compagni di elementari, medie e liceo, i miei cugini, man mano che facevano diciotto anni, hanno totalmente smesso di parlare con me e mia madre, invece, mi ha detto più volte di vedere la mia nascita come un errore, dato il marito che si è ritrovata e perché per lei sono un'eterna delusione, già a partire dalla mia passione per i dinosauri che lei ha sempre vissuto come se avesse avuto un figlio malato, cosa testimoniata anche dal fatto che, molto spesso, chiede alle persone come far smettere questa passione... inutile dire che lei non sa niente né della mia asessualità né del mio feticismo. Oltretutto, dopo il divorzio, mi sono ritrovato, d'un tratto con due fratelli, tutti figli esclusivamente di mio padre, uno più grande e uno più piccolo, e con cui non ho e non voglio nemmeno avere rapporti, cosa che ha anche scatenato l'odio per mia padre, che invece voleva i Cesaroni nella vita reale...
Insomma, per quanto mi riguarda, l'unica persona che riesco davvero a vedere come un parente, per la precisione come un fratello, è il mio migliore amico che davvero mi ha accettato e mi è stato accanto in tutto e per tutto durante il periodo trascorso insieme e per cui davvero darei la vita...

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29090
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Mulino Bianco o Mulino andato a fuoco?

Messaggio da Bianca »

Fai un quadro così tragico della situazione che diventa persino comico..........
Pensare che dicono che nel meridione, il senso della famiglia sia maggiore........
E tu, povero cucciolo, come ti barcameni in questo allargamento, ormai incontrollabile, di rapporti?

Quello che non ho capito, è come sia successo che, dopo il divorzio dei tuoi genitori, tu ti sia ritrovato con due fratelli, uno più grande e uno più piccolo........Per carità, nulla è impossibile, ma...........

Quello che ti dice la mamma, non è bello, ma tu sii comprensivo: è dettato, in gran parte, da rabbia e delusione nei confronti della vita, non nei tuoi.

In questo contesto, direi sia meglio che tu non manifesti alla mamma le tue caratteristiche...........già ha i dinosauri che popolano i suoi incubi.........

La presenza di questo amico, invece, diventa ogni giorno più positiva.

Saurus97
Ameba
Messaggi: 57
Iscritto il: mar ago 09, 2016 8:09 am
Orientamento: asessuale aromantico
Genere: maschio

Re: Mulino Bianco o Mulino andato a fuoco?

Messaggio da Saurus97 »

Beh, riguardo ai fratelli è semplice: mio padre prima è stato sposato con una donna, dalla quale ha avuto un figlio, il mio fratello maggiore, poi l'ha lasciata e si è sposato con mia madre, da cui ha avuto me, ovviamente, e infine ha lasciato anche lei per un'altra donna, da cui ha avuto un altro figlio. La cosa comica è che tutti i figli, meno il più piccolo ovviamente che ha solo sei anni, lo hanno mandato a quel paese per lo stesso motivo!
Beh, se la cosa ti fa già ridere così, pensa anche che i miei cugini a malapena parlano con i genitori e persino tra gli zii il dialogo è ridotto al minimo!
Come ne sono uscito io, solo e senza amici e, praticamente, senza familiari? Con una bella depressione accompagnata da pensieri sul suicidio, che in realtà non avrei mai potuto fare perché ho paura di farmi male... come hai detto tu, sì, l'amicizia con quel ragazzo mi ha salvato letteralmente la vita e sento che è stato il destino a farci incontrare, dato che è successo in seguito a tutta una serie di reazioni a catena praticamente assurda!
P.S. Non voglio fare il sospettoso, ma quel "Povero cucciolo" non è inteso in senso sarcastico, vero?

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29090
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Mulino Bianco o Mulino andato a fuoco?

Messaggio da Bianca »

No gioia, nessun sarcasmo.
E' un "povero cucciolo" inteso come una coccola, una carezza che ti faccio on line e che è innanzi tutto, condivisione.
So quanto sia determinante la famiglia nella vita di ciascuno, so che ogni bambino che nasce, desidera una cosa sola: avere papà e mamma insieme, con lui.
Ho visto ragazze con i genitori separati da decenni, che ancora speravano tornassero insieme.

Succede che nella vita si incontrino persone che non riesci a spiegarti come sia successo; un vasto numero di concatenamenti, un insieme incredibile di coincidenze, di casualità, di cose andate in un modo, mentre avrebbero potuto andare tutto in un altro.
Sei costretto a definire assurdo quello che è successo, ma non è così.

Pensandoci, avevo intuito come poteva essere andata la storia dei figli, ma non volevo credere che tuo papà fosse recidivo fino a quel punto.

Non è bello che un papà venga mandato a quel paese.....
Forse è soltanto un poveretto.

Xerostomia
Newbie
Messaggi: 2
Iscritto il: ven mag 12, 2017 7:36 pm
Orientamento: Sapio/Gray
Genere: Neutrale

Re: Mulino Bianco o Mulino andato a fuoco?

Messaggio da Xerostomia »

La mia famiglia? Mulino scialbo, con tanto di trademark.
Veramente come guardare acqua passare dal colino. Fortunatamente ho avuto risorse mentali per costruirmi da me...

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29090
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Mulino Bianco o Mulino andato a fuoco?

Messaggio da Bianca »

Ma che bella esperienza!................
Purtroppo, non sempre ciò che appare all'esterno, rappresenta la realtà familiare.
Ci sono situazioni difficili che vengono tenute nascoste, per dare all'esterno, sempre un'impressione positiva.

Esistono anche belle famiglie, in cui ci si vuole molto bene e ci si dedica l'uno all'altro.

Non si possono ignorare, comunque, le differenze di carattere, le convinzioni politiche, l'interesse per il denaro, le ingiustizie perpetrate dai genitori.
Sono il motivo di grossi contrasti, rivendicazioni, invidie, litigi tra fratelli.
La famiglia è il luogo per antonomasia, in cui devono convivere i modi più diversi di comportarsi, ma l'essere consanguinei, non obbligatoriamente, aiuta.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29090
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Mulino Bianco o Mulino andato a fuoco?

Messaggio da Bianca »

Proprio recentemente, sono venuta a conoscenza di una realtà sulla quale ora sto riflettendo e che mi conferma quanto siano difficili i rapporti tra le persone e come richiedano sempre, l'impegno alla comprensione, alla tolleranza a non dare per scontato un amore che si considera implicito, nei forti legami di parentela.

Due coniugi, due figli: una famiglia.
Persone intelligenti, molto per bene, grande impegno nel sociale, buon livello economico.
I figli piccoli, poi crescono, si laureano, si sposano, hanno dei figli che crescono e La Famiglia continua a dare di sè, un'impressione meravigliosa: è la famiglia del Mulino Bianco.
All'improvviso, la mamma muore e viene alla luce un mondo sconosciuto: litigi, vendette, scontenti, sfruttamento, sacrifici mai riconosciuti.
Cosa rimane adesso?
Due figli che rivendicano il diritto di farsi gli affari loro, soprattutto di occuparsi delle loro rispettive famiglie.
Un padre egoista e prepotente, che dà per scontato che i figli siano al suo servizio.
Dove sono finiti i sentimenti?
Dov'è sparita l'ostentata dedizione agli altri?
Io mi rifiuto di accettare questo percorso perverso e voglio fare diverso.

Rispondi