Ma se ve la intendete fra noi???

Domande, dubbi e curiosità da parte di coloro che sono vicini agli asessuali.
loscimmione
Junior
Messaggi: 21
Iscritto il: ven lug 31, 2015 5:45 pm
Orientamento: sessuale
Genere: maschio

Re: Ma se ve la intendete fra noi???

Messaggio da loscimmione »

Wow, mi sono accorto solo ora che ne hai parlato di quanto vecchio sia questo tuo.. intervento? Post? Non ho idea come chiamarlo... Comunque è anche bello credo vedere poi nell arco di un anno come si cresca rileggendo poi i propri interventi, specie se si tratta di argomenti interessanti o interventi estremamente intelligenti come sono di norma i tuoi.
Per il merito riguardo che donna sia oggi mia moglie, beh, non credo proprio sia mio. Io ho solo cercato di starle vicino, di indicarle le strade più giuste e di credere in lei di modo che lei stessa incominciasse a farlo. Senza di me magari ci avrebbe messo di più, ma avrebbe capito lo stesso, spero, la magnifica persona che è. Però qui vado off topic, quindi smetto di scrivere a vanvera :)

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29090
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Ma se ve la intendete fra noi???

Messaggio da Bianca »

Quando io, per la prima volta ho saputo che esisteva qualcosa chiamato asessualità, siccome quando mi interesso ad un argomento "condivido", nel senso che mi immedesimo in chi questo argomento lo vive sulla propria pelle, la prima soluzione semplice ed ingenua che mi è venuta in mente, è stata quella che queste persone potessero intendersi tra loro, nel senso di incontrarsi, capirsi anche amarsi, senza crearsi a vicenda, ulteriori problemi.

Qualche coppia di questo genere è comparsa su Aven, dichiarando positiva convivenza, comprensione e intesa.
Poi, stando qui, ho pensato che tali incontri, data la bassa percentuale esistente di questo orientamento, sono molto improbabile e quindi ho cambiato idea.

Ma il motivo non è stato solo questo.

Leggendo i vari interventi, ho sentito una specie di resa da parte degli asessuali, una specie di rassegnazione, il sottointendere una domanda a risposta scontata: chi può amare una persona a cui non interessa il sesso?
E sono arrivata ad una conclusione: si può amare una persona a cui il sesso non interessa, se questa persona è molto bella, ovvero, se ha saputo sviluppare tante altre qualità che fanno passare il sesso in secondo piano.

Questa possibilità, può costituire per l'asessuale, una spinta importante a sviluppare altre qualità, a non diventare cinico, rassegnato, a non lasciare che qualcosa gli muoia dentro, a non scegliere una vita di solitudine.

Con la descrizione di tua moglie, tu confermi questa mia teoria.

Quando io dico che l'asessuale è un raffinato, è perché capisco quante possibilità di "vedere" egli abbia, escludendo il sesso, una visione più ampia e completa che i sessuali non possiedono.
Per chi apprezza e utilizza il sesso, amare un asessuale, vuol dire scoprire un mondo fatto di tante altre cose diverse, un mondo raffinato, appunto.
Può vivere dei momenti in cui il sesso gli manca ma capendo quale intesa si è realizzata con il partner, ha l'ennesima conferma che i suoi sentimenti hanno preso la strada giusta.
Ecco, per queste considerazioni, io penso che la proposta che io feci oltre un anno fa, non ha più senso.

Tu hai fatto per tua moglie una cosa importantissima: l'hai amata.
Sai quali miracoli fa l'amore vero, sincero, profondo su una persona?
E poi, c'è un'altra cosa importantissima da sottolineare: tu sai che tua moglie è così, e il suo scarso interesse per il sesso, non mette minimamente in dubbio in te, che lei ti ami nello stesso modo e con la stessa intensità con cui tu ami lei e di cui provi desiderio.

Rispondi