La mia partner crede di essere asessuale

Domande, dubbi e curiosità da parte di coloro che sono vicini agli asessuali.
Rispondi
Gabriel T
Newbie
Messaggi: 1
Iscritto il: sab lug 24, 2021 8:51 am
Orientamento: etero
Genere: maschio

La mia partner crede di essere asessuale

Messaggio da Gabriel T »

Salve, sono nuovo! Ho dato un'occhiata nel forum e scopro che non sono assolutamente l'unico in questa situazione.
Forse però la mia storia ha dei tasselli in più che non avete mai sentito (o forse no).

Sono un ragazzo di 17 anni e questa è la mia prima relazione.
Non solo è la mia prima relazione, ma è anche a distanza.
Ho sempre aspettato di trovare la ragazza giusta senza forzarmi in relazioni effimere, ed effettivamente credevo di averla trovata.
Stiamo insieme da 4 mesi, ma non faccio altro che pensare a lei, in più abbiamo più o meno gli stessi interessi e questo per me conta molto.
Ieri mi ha parlato di questo dubbio che ha da un po' di tempo sulla sua sessualità e io ne sono rimasto spiazzato!

Premetto che tengo veramente a lei, anche se può sembrare strano a chi non è mai stato in una relazione a distanza.
Lei ha avuto diverse relazioncine e in una ha anche avuto un rapporto sessuale (non completo, quindi l'atto in sé non c'è stato) ma per me è diverso...
Io non solo sono in preda agli ormoni, ma ho anche diversi desideri sessuali che ho sempre pensato di "esaudire" con la mia ragazza e credevo fosse lo stesso per lei, perché in questi mesi passati, non sono mancati doppi sensi ed esternazioni di particolari desideri.

Come ho già detto, il suo è un dubbio, lei mi trova molto attraente (confermato da terzi se può servire), ma non ha mai sentito il bisogno di masturbarsi e non ha desideri nel farlo.
Mi sento travolto da una situazione che è più grande di me, io potrei accettare una situazione del genere se avessi mai avuto esperienze sessuali significative per dire, ma nella situazione attuale non ho davvero idea di come comportarmi.

Secondo una nostra amica potrebbe anche essere semplicemente dovuto al fatto che non ha mai trovato la persona giusta e che vedendoci potrebbe essere totalmente il contrario. Ma se così non dovesse essere?
Io non solo sono preoccupato in quanto partner sessuale della coppia, ma anche perché, chi mi dice che non inizierà a fingere di volerlo fare nel lungo andare, solo per non perderci? Io non me lo perdonerei mai...
Soddisfare i miei desideri all'esterno della coppia è fuori discussione, non potrei perdonarmi neanche questo.

Scusate la confusione generale, ripeto che non mi sento all'altezza della situazione, però spero che il quadro generale sia chiaro e che possiate darmi dei consigli oppure rassicurarmi in qualche modo, non lo so..

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29091
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: La mia partner crede di essere asessuale

Messaggio da Bianca »

Buongiorno Gabriel e benarrivato.

Tranquillo, non sei solo, perché molti asessuali possono desiderare una relazione, una vita a due, una famiglia.

Relazione a distanza quanti km vuol dire?

Se la tua fanciulla ne ha parlato con te, è perché deve essere abbastanza sicura di possedere questo aspetto, altrimenti, avrebbe temporeggiato, soprattutto se non vi vedete in continuazione.

In effetti, l’asessualità rende un po’ più complicato un legame, soprattutto quando si è molto giovani e si pensa e si desidera che la propria sessualità possa servire a completare il rapporto.

Spesso essa viene messa al centro della relazione e diventa la cosa più importante.
Non è un vantaggio, perché fa trascurare altre cose che poi, nel tempo, sono nodi che vengono al pettine.

Ci sono molte coppie che, ad un certo punto, si accorgono di star bene solo a letto ma sappiamo che la vita presenta altre necessità.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 29091
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: La mia partner crede di essere asessuale

Messaggio da Bianca »

Tu devi avere ben chiare alcune cose importantissime.

Se lei è veramente asessuale, manca di attrazione, quindi non sentirà mai il desiderio di fare l’amore, non solo con il primo che passa per la strada ma anche con colui di cui può essere molto innamorata, in questo caso, tu.

Quindi sarai portato a mettere in dubbio il suo amore per te; ti potrà venire l’idea fissa di non piacerle fisicamente, di non saperci fare o anche che potrebbe essere interessata a qualcun altro.

Non sarà niente di tutto questo ma la situazione ti farà comunque soffrire, perché sotrarrà qualcosa a te, qualcosa a cui tu hai diritto.

E non deve neanche venirti in mente che forzandola potrebbe cambiare: non cambierà.
Se tu la costringessi a mangiarsi tutti i giorni una saponetta, pensando che man mano, nè diventerebbe golosa, sai fin dall’inizio che non sarebbe così.
Lo stesso vale per il sesso: non le interessa, non è un modo di comunicare che le è congeniale, non è attirata dal piacere sessuale a due, anche se potrebbe, saltuariamente, avere necessità di autoerotismo.

In genere amore e sesso convivono; nel vostro caso sono due entità distinte e separate che, in presenza di uno dei due asessuale, non si incontreranno mai.

Se vi amate, il tradimento non può essere contemplato nè da una parte, nè dall’altra.
Non sarebbe un gesto magnanimo se lei lo tollerasse; ti sentiresti un poveretto se pensassi di utilizzarlo tu.

Che cosa puoi fare? Niente.

Potete continuare a volervi bene e ad incontrarvi tutte le volte che sia possibile, evitando accuratamente che l’argomento sesso diventi logorante e vada a rovinare quei tempi insieme che, invece, dovete godervi profondamente.

Nel tempo, tu capirai meglio quanto l’asessualitá incida e condizioni i comportamenti di lei, quanto sia più o meno sopportabile da te e se ti sembra possa esserci un modo per gestirla.

L’asessualità presenta tante intensità diverse; puo andare dall’assolutamente no, mai, a qualche volta, in certi contesti, con certe modalità, escludendo la penetrazione, senza mai che lei prenda l’iniziativa.
Potrebbe escludere i figli o desiderarli ma soltanto con la fecondazione artificiale.

Per il momento mi fermo qui, perché sono già oltre ma ci sono ancora molte cose su cui ragionare.

Rispondi