Partner asessuale? Che fare?

Domande, dubbi e curiosità da parte di coloro che sono vicini agli asessuali.
Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 28816
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Partner asessuale? Che fare?

Messaggio da Bianca »

Amici? Ma vogliamo scherzare?
Km e km di distanza...

Gedao
Junior
Messaggi: 9
Iscritto il: mar gen 20, 2015 8:42 am

Re: Partner asessuale? Che fare?

Messaggio da Gedao »

Bianca ha scritto:Avere un coinvolgimento sentimentale, come dice Caos, può essere importante. A te va bene? Ti può bastare?
Può sostituire una passione, un coinvolgimento sessuale che non c'è e non ci sarà mai?
Per quanto una persona possa essere sentimentalmente legata a te, il coinvolgimento sentimentale non si potrà mai sostituire alla passione, al contatto fisico, alla voglia di "sentire" l'altro/a fisicamente. Semmai il coinvolgimento sentimentale viaggia insieme a quello fisico, non si sostituiscono a vicenda.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 28816
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Partner asessuale? Che fare?

Messaggio da Bianca »

E' vero che il coinvolgimento sentimentale e quello fisico viaggiano insieme, ma qui abbiamo visto casi di coppie in cui non c'è il coinvolgimento fisico, almeno, non quello che si dà per scontato, ma vi è comunque un legame importante che rende molto piacevole la vita insieme.
E, da quello che hanno detto, si vogliono anche molto bene.
Le persone che si sono espresse qui, hanno parlato di relazioni in cui entrambi sono poco interessati al sesso.
Quindi, caro Gedao, trovandoti in una situazione diversa, devi, da solo, stabilire quanto in futuro, l'atteggiamento della tua fanciulla, potrà crearti dei seri problemi.
Penso che, oltre a leggere le considerazioni che ciascuno fa, alla fine, soltanto tu puoi stabilire quanto la situazione possa essere difficile e soltanto tu, puoi prendere una decisione in merito.
La ragazza, purtroppo, dovrà subirla.

Avatar utente
The Wayward Fox
AVENissimo
Messaggi: 3626
Iscritto il: sab feb 16, 2013 2:35 am
Orientamento: Demisessuale panromantic*
Genere: Genderqueer/Non-binari@ (l*i)

Re: Partner asessuale? Che fare?

Messaggio da The Wayward Fox »

il coinvolgimento sentimentale non si potrà mai sostituire alla passione, al contatto fisico, alla voglia di "sentire" l'altro/a fisicamente. Semmai il coinvolgimento sentimentale viaggia insieme a quello fisico, non si sostituiscono a vicenda.
Per una persona che sperimenta attrazione è indubbiamente così. Per un persona asessuale, invece, il coinvolgimento emotivo è del tutto distaccato da quello fisico per ovvie ragioni.
Detto ciò, mi accodo a quanto afferma Bianca.
« Ci sono crimini peggiori del bruciare libri. Uno di questi è non leggerli. »

Immagine

Diario di un asso grigio scuro, blog a tematica asessuale e affini.

Avatar utente
QuirkyRobot
Mega-Mitosi
Messaggi: 102
Iscritto il: mar nov 18, 2014 5:55 pm
Orientamento: Asessuale Gattoromantica
Genere: XX
Località: The Matrix

Re: Partner asessuale? Che fare?

Messaggio da QuirkyRobot »

Io mi trovo d'accordo con Bianca e Natasha, nemmeno io vedo vie di sbocco in questa relazione...
Capisco che è difficile e doloroso lasciare una persona, soprattutto se la si ama, ma a volte le amare decisioni sono quelle che ci faranno stare meglio un domani. Mi pare che tu abbia già messo in conto la possibilità di vivere così per tutta la vita, ed è davvero quello che vuoi? Devi considerare anche quello che TU desideri, non solo quello che vuole lei, perchè la felicità della coppia si fa in due.
Lei non cambierà col tempo e nemmeno tu (probabilmente), e date le premesse non credo che questa sia una situazione volta al miglioramento in futuro.
Le differenze tra le persone coinvolte in una relazione possono rendere il tutto più armonioso, ma ci sono anche quelle che rendono due persone incompatibili, ed accettarle non è più possibile.
Da quello che ho capito, voi due avete due modi di dimostrare amore completamente differenti, con il tuo che è più "fisico" (e non mi riferisco solo al sesso). Sebbene per altre due persone questo potrebbe non costituire un problema, mi pare che per te lo sia, e devi metterlo in conto.
Quando si parla di relazioni umane, non esiste un "universale", ogni caso è particolare e necessita di un' analisi "personalizzata"; l'abbinamento sessuale-asessuale può avere un futuro (o addirittura essere l'ideale) per qualcuno, ma essere impossibile da sostenere per qualcun altro.

Quello che ti posso consigliare è di valutare molto bene la situazione, mettendo in conto anche la tua felicità e, se a "calcoli" conclusi il quadro non è dei più accattivanti, vedi se vale davvero la pena di continuare a sopprimere un aspetto della tua vita che per te è così importante, e che potresti condividere con un' altra persona che ameresti ugualmente.

Dopo aver scritto cose che per la maggior parte troverai, forse, inutili, ti saluto.

Buona fortuna ;)
Ultima modifica di QuirkyRobot il lun gen 26, 2015 12:04 pm, modificato 1 volta in totale.
πάντα ρει

Gedao
Junior
Messaggi: 9
Iscritto il: mar gen 20, 2015 8:42 am

Re: Partner asessuale? Che fare?

Messaggio da Gedao »

QuirkyRobot ha scritto:Dopo aver scritto cose che per la maggior parte troverai, forse, inutili, ti saluto.
Ciao...e invece no, non solo ha detto parole molto belle, ma hai centrato anche il punto. Il mio modo di amare si esprime (anche) nella fisicità: baci, carezze, toccarsi, non importa quando e dove. L'ostacolo più grande che trovo nell'affrontare l'asessualità non è tanto e solo la mancata voglia di sesso, ma sopratutto l'azzeramento quasi totale di una sfera del rapporto a due che io ritengo di vitale importanza.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 28816
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Partner asessuale? Che fare?

Messaggio da Bianca »

Ma tu capisci che l'asessualità ti preclude, inevitabilmente, una parte, sicuramente importante (quella che tu chiami sfera) del rapporto a due?
Tu lo capisci e ne soffri.
Il fatto che tu escluda quasi soltanto la penetrazione, credo ti sia di vantaggio, rispetto a chi non vuole assolutamente niente.
Io penso che tu possa amare ed essere amata da chi capisce le tue caratteristiche ed è in grado di rispettarle.

Avatar utente
axelay
(A)VENdicatore
Messaggi: 1586
Iscritto il: ven gen 30, 2015 10:50 am
Orientamento: della prua 15° a babordo
Genere: pirata romantico ma gladiatore

Re: Partner asessuale? Che fare?

Messaggio da axelay »

Mi dispiace per la tua situazione, ti posso comprendere....
io farei sesso anche due volte al giorno, ma tu ritieniti lo stesso fortunato se lo fai ogni due settimane.
A me capita nella norma di farlo anche ogni 5-6 mesi.
Se sono particolarmente fortunato 2-3 mesi ma solo dopo molte mie insistenze.

Però lo stesso capisco la tua sofferenza.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 28816
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Partner asessuale? Che fare?

Messaggio da Bianca »

Penso che più tu fai la crocetta sul calendario quelle rare volte che succede e piu vedi il problema aggravarsi, più ti piangi addosso. :(
Cerca di vivere un pochino più staccato, ricordandoti le cose che hai scritto di tua moglie e di voi nell'altro post....
Io capisco che, là sotto qualcuno si ribella e innalza cartelli di protesta, ma tu.....glissa! :lol:

Avatar utente
whitefawn
Junior
Messaggi: 8
Iscritto il: mar ago 26, 2014 11:25 am
Genere: femmina

Re: Partner asessuale? Che fare?

Messaggio da whitefawn »

Premettendo che posso immaginare come ti senti (la mia situazione è analoga) e che anche io non ho ancora trovato una "soluzione", la cosa che mi sento ti consigliarti è di parlare e comunicare molto con lei. E di cercare di far luce nel tuo cuore, capire quali sono le priorità nella tua vita, cosa davvero cerchi e cosa davvero vuoi, non solo nel presente, ma nel futuro. A cosa nella vita non potresti mai rinunciare? Perché è umano desiderare tutto, ma più cresciamo più si capisce che in realtà "tutto" non possiamo averlo e quindi dobbiamo avere chiaro dentro di noi cosa sono le prime cose a cui non siamo disposti a rinunciare. Lo so che è difficile, io ci sto provando da anni a capirlo!
Ho quasi chiuso un paio di volte la relazione col mio partner e ogni giorno la rimetto in discussione, perché appunto il "problema" che ci divide non è un dettaglio. Per un sessuale, vivere con un asessuale, è una scelta complessa, molto. E' una mediazione con noi stessi e una frustrazione della nostra natura, è un impegno e un sacrificio, ma anche una costruzione continua e quotidiana di un amore grande e potente che si basa su elementi alternativi, spesso introvabili altrove.
Io non so se con il mio compagno la storia andrà avanti e per quanto (ma in fondo chi lo sa?) so solo che ci sto mettendo tanto impegno - ormai da anni - e lo sto facendo non perché sono una masochista, ma perché mi sono innamorata di lui, nonostante sia così profondamente "diverso" da me. Siamo come due alieni, di due mondi diversi che parlano una lingua diversa, ma che per qualche ragione, si amano e stanno bene insieme la maggior parte del tempo. Ma sia chiaro, resto consapevole che una parte di me è spezzata e lo resterà sempre.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 28816
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Partner asessuale? Che fare?

Messaggio da Bianca »

Hai scritto delle cose molto vere,sulle quali ho spesso riflettuto anch'io.
Capire quali sono le priorità della propria vita, è fondamentale per fare delle scelte.
Porsi onestamente di fronte ad una rinuncia e stabilire quanto in futuro si sia in grado di sostenerla, è altrettanto importante.
La rinuncia non deve dividere, non deve creare sofferenza a chi la compie e non deve essere motivo di rancore nei confronti dell'altro.
Per me, non deve mai essere motivo di ripensamento o addirittura tentazione per chiudere.
La scelta deve essere esattamente quello che dici tu: costruzione continua e quotidiana di un amore grande che si fonda su elementi alternativi e completamente nuovi.
Io voglio parlare la stessa lingua, capirla ed accettarla, usandola per ragionare e per sognare, senza distinzione.

Alton.davis
Newbie
Messaggi: 1
Iscritto il: ven nov 19, 2021 1:17 am
Orientamento: Gay
Genere: Maschio

Re: Partner asessuale? Che fare?

Messaggio da Alton.davis »

Ciao Gedao,

io ho una relazione con un ragazzo asessuale da 10 anni. Siamo due uomini, quindi qualcuno potrebbe dire "super sesso!essendo che l'uomo ne ha sempre voglia";

in realtà era così i primi due anni, dopo ha iniziato a cambiare con una scusa.. un'altra scusa.. ed una terza scusa.. il sesso è sparito da parte sua. Le ho pensate tutte colpevolizzandomi, che ero grasso.. brutto.. antipatico.. l'unica risposta che ricevevo alle mie domande era "sei pesante, che noia parli sempre della stessa cosa: il sesso".

Dopo qualche anno buio, di pianti soffocati, di solitudine perchè avevo vergogna parlarne con amici (non farlo, perchè non ti capiranno), ho rischiato di tradirlo. Mi sono fermato in tempo e subito dopo ho capito tutto.

Lui è attratto da me, mi cerca, mi guarda, ma non ha così tanti ormoni da andare oltre. Prima l'ho aiutato a fargli digerire quasi a forza la parola "asessuale" (ovviamente anche loro hanno paura di questa etichetta tanto discriminata) e dopo l'ho messo davanti al nostro bivio: tradimento o compromesso.

Ora lo facciamo una settimana Si, e una No. Certo, è l'ontano dall'amore passionale che sogno ma so che è tanto per lui farlo e tanto per me avere così poco. Eccolo il compromesso che fa funzionare la coppia. Un compromesso pari.

Solo una cosa: ora sei in astinenza da sesso, attento a non ragionare di soli ormoni. Ogni relazione dopo qualche hanno si placa. Non lasciare questa per un fuoco in un pagliaio. Chiedi agli amici con almeno 5 anni di relazione quanto sesso fanno e ti renderai conto che tutto sfoca. Paradossalmente non sfocherà mai per te perchè il desiderio rimarrà sempre in cerca di soddisfazione e quindi vivo in te.

Io credo che l'amore valga il compromesso (se è paritario!) L'amore è parità, rispetto, parlarsi.

Ciao!

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 28816
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Partner asessuale? Che fare?

Messaggio da Bianca »

Ti sei adattato ad una situazione che non hai scelto, che, probabilmente, neppure sapevi esistesse ma sei riuscito a gestirla.
Hai aiutato lui a capire una sua caratteristica e quello che tu ora chiami compromesso, potrebbe chiamarsi “scegliere l’amore”.

Succede molte volte nella vita, succede a molte coppie di cui neppure supponiamo l’esistenza e molto raramente si tratta di asessualità.

Mantenere in funzione una coppia come la vostra, significa avere fondamenta molto solide e i compromessi sono soltanto piccoli escamotages.

Rispondi