Se e quando dichiarare la propria asessualità

Domande, dubbi e curiosità da parte di coloro che sono vicini agli asessuali.
Rispondi
_t4dd_
Junior
Messaggi: 13
Iscritto il: gio giu 03, 2021 10:32 pm
Orientamento: Gray-A Etero
Genere: Signorina

Se e quando dichiarare la propria asessualità

Messaggio da _t4dd_ »

Buongiorno,
volevo da voi un riscontro circa una situazione relazionale.
Ho iniziato a "frequentare" questo ragazzo, da pochissimo tempo, e non saprei nemmeno dire se possa interessarmi sul piano di una relazione sentimentale o se rimarrà solo un buon amico.
Certo è che da parte sua, invece, c'è un interesse.
La domanda quindi è: qual è il momento giusto per raccontarsi come persona asessuale? All'inizio della conoscenza, quando si è ancora entrambi abbastanza non coinvolti da non rimanerci male in caso di rifiuto (e senza far perdere tempo a nessuno dei due)? Con il rischio però di dare informazioni personali ad una persona che ancora si conosce poco e che potrebbe non rispettare la riservatezza della cosa. Oppure quando si giunge ad una certa intimità, quando potrebbe diventare più difficile una separazione?
Preciso: non mi vergogno della mia asessualità, anzi, ma spesso e volentieri tutto è buono per diventare scherno

Athos
Troppo Asexy per AVEN
Messaggi: 567
Iscritto il: ven dic 11, 2020 11:44 pm
Orientamento: Eterosessuale aromantico
Località: Un braccio verso Pughtown e l’altro verso New Cumberland, per la testa abbiamo qualche problema...

Re: Se e quando dichiarare la propria asessualità

Messaggio da Athos »

È una bella domanda! Personalmente credo che più tempo si aspetta e peggio é. Come dici tu, è brutto passare del tempo con una persona potenzialmente afobica e scoprirlo solo quando il legame é già consolidato. Tra l’altro, quando si fa coming out tardi c’è il rischio che l’altra persona ti accusi di averla ingannata per tutto il tempo (purtroppo c’è gente che ragiona così).
Il fatto che lui ti faccia outing, rivelando ad altre persone la tua asessualità, è una cosa che può succedere a prescindere, sia che tu faccia coming out ora, sia che tu lo faccia tra un anno. Chi fa outing mostra una mancanza di rispetto totale nei tuoi confronti e ciò dipende dalla sua educazione e dai suoi valori. Chi conosce l’importanza di non spifferare ai quattro venti un aspetto così intimo di una persona non ti farà mai outing, neanche se per il momento siete poco più di due sconosciuti.
Comunque preciso che non sei assolutamente obbligata a fare coming out e nessuno può fartene una colpa se decidi di non farlo o di farlo fra qualche tempo. La cosa più importante è che tu ti senta in un ambiente sicuro; potresti iniziare a parlargli dell’asessualità in generale e vedere come reagisce. Se reagisce bene potresti anche aspettare a fare coming out.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 28681
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Se e quando dichiarare la propria asessualità

Messaggio da Bianca »

Esiste un un momento preciso, ideale, per rivelare le proprie caratteristiche ed in particolare, una così importante come l’asessualità?

Intanto, è necessario capire quanto l’altro ritenga fondamentale il sesso e come voglia collocarlo all’interno di un rapporto.

Ci sono coppie che iniziano dal rapporto sessuale, rinviando la conoscenza reciproca a dopo e altre che preferiscono prima frequentarsi e conoscersi.

Tu che sei asessuale, chi hai incontrato?
La risposta a questa domanda già ti fornisce qualche criterio a come ti devi comportare, a quanto devi dire o tacere per il momento.

Aldilà dei cattivi comportamenti che l’altro può adottare in seguito ad una rivelazione, andarsene o restare, lanciare accuse, un aspetto così intimo e personale, deve trovare condivisione soltanto quando l’asessuale capisce che nell’altro esiste la capacità di comprendere, da cui deriva la riservatezza e il rispetto, senza i quali, nessuna relazione può andare oltre.

Qual è il momento giusto per parlarne?
Non è un momento, è un tempo, più o meno lungo, durante il quale la persona rivela se stessa.
Non deve diventare una bomba ad orologeria che esplode all’improvviso distruggendo tutto all'intorno.

Rispondi