Nella vita ci vogliono i mezzi.

Per tutte le piccole e grandi cose che vi rendono tristi o felici: che cerchiate conforto o vogliate celebrare un successo, questo è il posto giusto!
Rispondi
Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26052
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Nella vita ci vogliono i mezzi.

Messaggio da Bianca » mer ago 08, 2018 6:51 pm

Eccomi entrata ne Il tè delle cinque, un po' per l'ora e un po' perchè ho bisogno di conforto, senza nessun successo da celebrare.

Mi sono venute in mente delle domande, alle quali, o non ho saputo dare risposte o sono riuscita a dare solo risposte negative.

Un giorno sentii questa affermazione: se una donna vuole un uomo, se lo prende.
Lo riferii a mio marito, il quale, confermò, dal suo punto di vista, la veridicità di questa affermazione.

Quindi, se una donna vuole conquistare un uomo, indipendentemente dal suo fascino femminile, dalla sua posizione sociale, cultura, bellezza, simpatia, ha un mezzo potente e velocissimo: il sesso.

Questa scorciatoia o via facilitata, pare che oggi l'abbiano anche gli uomini, se pure in modo numericamente inferiore.

Quando si vede una coppia in cui uno dei due appare esteriormente come una bella persona, mentre l'altra è uno scorfano, l'immediato commento della gente è: avrà delle doti nascoste.
Non ci vuole molto a capire a quali doti ci si riferisce.

Ma davvero è così?

Allora, agli asessuali, questa via facilitata è preclusa.

Dal momento che molti desiderano ugualmente una relazione, che, anche escludendo parzialmente o totalmente l'attività sessuale, sia basata su amore, intesa, confidenza, condivisione, complicità, tenerezza, (quella tenerezza che loro chiamano coccole) ovvero tutte quelle caratteristiche tipiche di una relazione esclusiva, quali sono le strade da percorrere per arrivarci.

Siccome ho sempre sostenuto che sia possibile realizzare una situazione soddisfacente per entrambi sul piano sentimentale, queste strade bisogna trovarle ed indicarle e metterle in atto.

Avatar utente
Bakeneko
AVENissimo
Messaggi: 3515
Iscritto il: mer mag 23, 2012 5:28 pm
Orientamento: Asessuale
Genere: Robot

Re: Nella vita ci vogliono i mezzi.

Messaggio da Bakeneko » mar dic 04, 2018 12:46 am

Sono portata a credere che il sentimento dell'amore sia spesso idealizzato. Si pensa che la forza dell'amore possa tutto, anche unire due persone teoricamente incompatibili. Nei miei quasi 30 anni di vita posso dire che pensando in questo modo ho ottenuto solo delusioni. Deve esserci un'affinità dal punto di vista sessuale per poter stare insieme (il che vuol dire che si deve avere sintonia nell'assenza o nella presenza di una certa pulsione). Se due stanno su due binari diversi non si incontreranno mai. Non dico che sessuale e asessuale non possano mai stare assieme, dipende dalle sfaccettature di una persona. Per esempio un sessuale che per motivi religiosi, ideologici ecc. non mette in primo piano il sesso potrebbe andare d'accordo con un asessuale. Allo stesso modo un asessuale che si sente a suo agio concedendosi ogni tanto al partner potrebbe andare d'accordo con un sessuale.
Esisteranno di sicuro casi in cui il sesso è il collante, ma penso esistano anche casi in cui ciò che lega è la personalità, il carisma, le affinità. Il problema arriva quando col passare del tempo il carattere delle persone cambia. È possibile che due caratteri cambino diventando incompatibili, allora ci si sopporta o ci si separa. Beati coloro che avranno la fortuna di cambiare carattere rimanendo in sintonia.
Ultima modifica di Bakeneko il mar dic 04, 2018 12:30 pm, modificato 1 volta in totale.
Immagine

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26052
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Nella vita ci vogliono i mezzi.

Messaggio da Bianca » mar dic 04, 2018 5:49 am

Che belle considerazioni fai Bak!
E come mi trovano d’accordo!
Un’aquila e un cigno possono amarsi, a volte a pelo d’acqua, a volte nell’alto dei cieli, perché anche le rette parallele si incontrano, sî, si incontrano, in un punto infinito dello spazio e quando l’ho scoperto, il cuore mi si è riempito di gioia.

È vero, i caratteri cambiano, come cambiano le esigenze, i modi di vedere ma la sintonia si può coltivare, ogni giorno, con costanza, credendoci, affinché non ci si scopra, all’improvviso, mancanti.

Avatar utente
axelay
(A)VENdicatore
Messaggi: 1529
Iscritto il: ven gen 30, 2015 10:50 am
Orientamento: della prua 15° a babordo
Genere: pirata romantico ma gladiatore

Re: Nella vita ci vogliono i mezzi.

Messaggio da axelay » mar gen 15, 2019 5:53 pm

Ciao Bianca!
È sempre un piacere leggerti!

Ciao Bak! Come è bello "rivederti" dopo tanto tempo!

Alcune volte la nostra isoletta sembra un po' spopolata, o troppo tranquilla...

Non aggiungo nulla alla discussione per evitare di ripetermi, e di annoiarvi su temi già ampiamente trattati.

Ho sentito, però, storie di persone con una vita sessuale di coppia iperattiva. Ebbene, il marito non ne poteva più del troppo sesso quotidiano e la moglie, dopo anni di grande intesa a letto, ha pensato di continuare le sue performance con un altro (altri?) uomo, per poi, tornare all'ovile.

Quindi, da persona che ha sempre visto con una sana invidia determinate coppie, posso certamente dire che una sessualità sfrenata porta sempre altrove, rispetto ad una asessualità altrettanto marcata.

Anche gli studi confermano: gli uomini/donne che hanno maggiori rapporti sessuali con il proprio partner sono quelli che tradiscono maggiormente rispetto a chi fa poco sesso.

Questo, secondo lo studio, perché il loro cervello desidera o è abituato molto di più ad un determinato tipo di ricompensa. E quindi ricerca ciò molto più facilmente nei rapporti fedigrafi. Insomma, non riesce a trattenersi...

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26052
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Nella vita ci vogliono i mezzi.

Messaggio da Bianca » mar gen 15, 2019 7:40 pm

Ciao axe!
Quando vedo il tuo vascello all’orizzonte, so che approderai su AVEN per respirare un po’ di aria più consapevole di quella che si respira tra onde e venti.
Gli studi di cui tu riferisci, possono avere un loro fondamento nel fatto che avere rapporti con il proprio riconosciuto partner, è più impegnativo che averli con incontri occasionali.
È diversa l’intesa, è diverso il coinvolgimento e nei rapporti consolidati, c’è sempre una maggior consapevolezza.
Riferendosi agli asessuali, non è la consapevolezza che viene sempre messa in gioco?
Se un rapporto avviene o non avviene, vuol dire che nulla è lasciato al caso e che è la responsabilità di entrambi che prende il sopravvento.
Nei rapporti non frequenti, tra partners, c’è molto di più della ricompensa finale.

Avatar utente
axelay
(A)VENdicatore
Messaggi: 1529
Iscritto il: ven gen 30, 2015 10:50 am
Orientamento: della prua 15° a babordo
Genere: pirata romantico ma gladiatore

Re: Nella vita ci vogliono i mezzi.

Messaggio da axelay » mer gen 16, 2019 3:49 pm

Sì Bianca, nei rapporti con il proprio partner c'è qualcosa in più, di molto forte, che non può esistere in un rapporto occasionale. Forse nel rapporto occasionale si vivono altre emozioni forti e nuove, ma descriverle non saprei, in quanto non ho esperienza in merito.

Ma certamente non si può paragonare il piacere dei sentimenti con quello delle trasgressioni.
(che poi lo step successivo è diventare amanti, e poi il sesso con i sentimenti, e poi la routine, la crisi della coppia e il ciclo si ripete all'infinito????).

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26052
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Nella vita ci vogliono i mezzi.

Messaggio da Bianca » mer gen 16, 2019 9:25 pm

Tu non hai esperienza in merito?
Figurati io! Rapporti occasionali? Cosa sono?
Io ho sempre preferito il “di più”
Il piacere della trasgressione te lo godi se:
a) non hai sensi di colpa
b) non vuoi bene alla persona con cui stai
c) sei di idee aperte
d) riesci a guardarti allo specchio
e) sei bravo a simulare
Ecc ecc ecc

Il piacere del coinvolgimento sentimentale, credo non sia paragonabile ad altri modi di intendere i rapporti sessuali.

Avatar utente
axelay
(A)VENdicatore
Messaggi: 1529
Iscritto il: ven gen 30, 2015 10:50 am
Orientamento: della prua 15° a babordo
Genere: pirata romantico ma gladiatore

Re: Nella vita ci vogliono i mezzi.

Messaggio da axelay » gio gen 17, 2019 12:04 pm

Magari sarò presuntuoso a pensare e scrivere certe cose, ma sono soltanto frutto di attenta osservazione e di tanto ascolto di persone che mi hanno raccontato le loro trasgressioni o tradimenti.

Se nei rapporti occasionali non si parte da un forte e sano sentimento come l'amore, di solito, a lungo andare, questi rapporti portano soltanto tanta amarezza e insoddisfazione.

Perché, ad esempio, chi frequenta assiduamente escort o ragazze facili, anche contemporaneamente, ha poi difficoltà a vedere la donna come un essere umano e non un oggetto sessuale.

Quindi poi, una donna comune, che non rispecchia un determinato standard o che non fa le "cose" che si presta a fare una prostituta, viene scartata a priori da questi determinati uomini ormai troppo abituati a determinate situazioni o comportamenti.

In questo modo loro evitano di stringere relazioni sentimentali potenzialmente positive, perché magari chi si trova difronte loro è una persona, normale, che non può avere il fisico da squillo ventenne.

Insomma, si precludono la strada alla felicità.

Possono dirmi mille volte: "Se poi trovo la brava ragazza seria e carina è normale che me la sposo e metto la testa a posto!".
Ormai è troppo tardi, non ce la faranno mai, per una vita intera.

Capisco che è un ragionamento terra terra, ma noi uomini, con le donne, purtroppo, siamo terra terra.
Possiamo pensare, dire, tutte le cose più amabili dell'universo, ma la nostra spinta evolutiva/procreativa ci porta a pensare sempre lì, al sesso.

Purtroppo un grosso danno che continua a far danni è la pornografia, che insegna a ragazzini ed adulti una sessualità che un tempo era solo intimità.

E l'intimità è sempre legata, secondo me, a qualcosa di mentale, di sentimentale. Cioè rientrava negli atteggiamenti del "fare l'amore", formula che adesso è diventata "scopare". E delle semplici parole senza la parola amore, ormai depennata, indicano una direzione diversa da seguire.

Le parole sono dei codici, ancora ricordo la mia professoressa di lettere quando disse ciò.

Ed io aggiungo che le parole possono cambiare il mondo in meglio, ma anche in peggio.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26052
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Nella vita ci vogliono i mezzi.

Messaggio da Bianca » gio gen 17, 2019 7:38 pm

Anche per quanto mi riguarda, l'esperienza circa i tradimenti o gli errori occasionali o il prendere lucciole per lanterne, si basa su quanto altri mi hanno raccontato.
A livello sentimentale, invece, c'è un'esperienza diretta.

I rapporti occasionali possono essere soddisfacenti o di accettabile soddisfazione, quando non si tradisce un'altra persona con la quale si è sentimentalmente coinvolti. Altrimenti, vivere nell'inganno, vivere sapendo di essere l'altra/o, dover ricorrere a falsità, costruirsi sempre nuovi alibi, credo logori qualsiasi rapporto.

Anch'io la penso come te circa l'abitudine di frequentare escort, sempre disponibili, sempre a puntino, pronte ad assecondare qualsiasi richiesta.
La brava ragazza, seria, carina e normale, è diversa; può darti anche l'anima ma non sarà un'anima da professionista.
Per cui, anche l'uomo che, alla fine, vorrebbe altro, si ritrova a continuare a cercare donne di un certo tipo; costano ma restano estranee, a loro non devi dimostrare niente e una volta che il denaro è passato di mano, il contratto è chiuso, non restano pendenze nè impegni.

Penso che non tutti gli uomini siano terra terra. Quando si costruisce sull'amore reciproco, anche, persino gli uomini più assatanati, si elevano, cambiano, maturano.
Sai, tra le stesse mie amiche, ho visto parecchi mariti ridimensionarsi ed ora che tutti hanno imparato quanto vale la donna che hanno accanto, le sono devotamente attaccati.

Per quanto riguarda la pornografia, come ho detto più volte, la ritengo un immondezzaio.
Asseconda le voglie più becere, dà da intendere che la donna sia soltanto un oggetto fine a se stesso, da utilizzare quando se ne ha voglia, senza rispetto, senza amore.

Credo che un iper utilizzo ammazzi anche la fantasia più fervida; diventi, più che dipendenza, schiavitù, renda incapaci di fare l'amore.

Rispondi