Asex - liberi di non farlo / martedì 27 giugno h. 23,40

Per tutto il materiale divulgativo mediatico riguardante l'asessualità, nonché le iniziative e i progetti rivolti alla diffusione della visibilità.
Avatar utente
gio74
(A)VENdicatore
Messaggi: 1589
Iscritto il: dom ott 30, 2016 9:02 pm
Orientamento: etero
Genere: maschile

Re: Asex - liberi di non farlo / martedì 27 giugno h. 23,40

Messaggio da gio74 » mer giu 28, 2017 4:36 pm

Non sono riuscito a vederlo... ADW daiiiiii so che l'hai registrato, postaloooo

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26017
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Asex - liberi di non farlo / martedì 27 giugno h. 23,40

Messaggio da Bianca » mer giu 28, 2017 5:18 pm

Dagli un attimo di tempo.......
E' tutta la notte che è al lavoro...
Gli ho dovuto portare da mangiare.

Avatar utente
Edward
AVENita di Classe A
Messaggi: 2738
Iscritto il: mar dic 09, 2014 10:49 pm
Orientamento:
Genere: f

Re: Asex - liberi di non farlo / martedì 27 giugno h. 23,40

Messaggio da Edward » mer giu 28, 2017 9:55 pm

Gli asex, per me, non hanno necessità di essere riconosciuti, ma conosciuti. Rispetto a gay, lesbiche, trans*, intersex, non hanno dei diritti per cui lottare, però quel che possono fare è diffondere conoscenza. E a me sembra che sia proprio quello che stanno facendo Alice, Daniele e gli altri attivisti. Il documentario serve a questo. E come ha ben spiegato Alice, Arcigay ha avuto una sua parte positiva nel chiedere informazioni e dare spazio. I gruppi LGBT sono ricettivi e propositivi, sono gli unici che si occupino di orientamenti sessuali. Se si cerca una sede per incontrarsi, o per parlare di questo tema, è estremamente difficile trovare uno spazio, perché non esistono spazi per parlare di questo se non all'interno di associazioni che già si occupano dei temi che riguardano la sessualità e l'affettività.

Avevo vent'anni quando sono andata la prima volta alla sede di Arcigay. Se qualcuno, lì, mi avesse parlato dell'asessualità, chissà: forse non mi sarei ridotta a scoprirmi asessuale alla soglia dei 40. Faccio davvero fatica a capire questa distanza che ogni tot sento da queste parti, verso gli LGBT.

Avatar utente
CountYourLuckyStars
Membro
Messaggi: 42
Iscritto il: sab giu 24, 2017 8:26 pm
Orientamento: lithromantic
Genere: maschio

Re: Asex - liberi di non farlo / martedì 27 giugno h. 23,40

Messaggio da CountYourLuckyStars » mer giu 28, 2017 11:04 pm

Bello questo documentario, mi ha fatto piacere constatare che i giovani d' oggi conoscano l' orientamento asex. Merito di internet ma anche di questi attivisti sperò continuino a partecipare ai pride anche magari aumentando di numero perché erano proprio quattro gatti nel 2014.

Avatar utente
ZilRaag
Troppo Asexy per AVEN
Messaggi: 542
Iscritto il: dom giu 26, 2005 3:23 am
Orientamento: Asessuale.
Genere: Maschio
Località: Ad ovest di Paperino

Re: Asex - liberi di non farlo / martedì 27 giugno h. 23,40

Messaggio da ZilRaag » gio giu 29, 2017 11:47 am

CountYourLuckyStars ha scritto:Bello questo documentario, mi ha fatto piacere constatare che i giovani d' oggi conoscano l' orientamento asex. Merito di internet ma anche di questi attivisti sperò continuino a partecipare ai pride anche magari aumentando di numero perché erano proprio quattro gatti nel 2014.
Erano quattro gatti in più rispetto al 2013, guardala così :D

Abbiamo portato lo striscione, dopo Milano 2015 (che è quello che si vede alla fine del documentario) anche a Milano 2016 e 2017, quando siamo stati presenti per la prima volta anche al Toscana Pride.
Debbo dire che mi ha fatto molto piacere che quest'anno, sia a Milano che ad Arezzo abbiamo conosciuto degli asex che si erano presentati in forma autonoma o sotto altre sigle, segno che la consapevolezza sta aumentando.
"Presenze" di attivisti asex ci dovrebbero essere anche a Bologna e a Genova, per quanto non si vada con lo striscione, ma come "autonomi".

Insomma, per fortuna, e grazie al lavoro di tutti, strada dagli anni "eroici" del primo raduno, ne è stata fatta.

Per l'anno prossimo, speriamo di aumentare le presenze "ufficiali".

Tutti coloro che volessero dare una mano, sarebbero i benvenuti (quasi tutti, diciamo).
=============
Collettivo Asessuale Carrodibuoi

blog Facebook Twitter
=============
Il Grande Colibrì - Essere LGBT+ nel mondo

Avatar utente
ZilRaag
Troppo Asexy per AVEN
Messaggi: 542
Iscritto il: dom giu 26, 2005 3:23 am
Orientamento: Asessuale.
Genere: Maschio
Località: Ad ovest di Paperino

Re: Asex - liberi di non farlo / martedì 27 giugno h. 23,40

Messaggio da ZilRaag » gio giu 29, 2017 12:02 pm

Edward ha scritto:Faccio davvero fatica a capire questa distanza che ogni tot sento da queste parti, verso gli LGBT.
Io ci ho rinunciato. E' tempo perso :D
=============
Collettivo Asessuale Carrodibuoi

blog Facebook Twitter
=============
Il Grande Colibrì - Essere LGBT+ nel mondo

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26017
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Asex - liberi di non farlo / martedì 27 giugno h. 23,40

Messaggio da Bianca » gio giu 29, 2017 2:53 pm

Cara Ed, cerco di spiegarmi meglio.
L'ambiente LGBT, non è un ambiente che tutti gradiscono.
Conosco degli omosessuali che non ci metterebbero mai piede, pur magari riconoscendone alcuni meriti.
Motivi loro e liberi di escluderlo.
Gli asessuali sono una categoria, secondo me, molto diversa e che possono anche non avere proprio niente da condividere con coloro che fanno parte di quella organizzazione.
Se Alice e Daniele e tu e Zil e chissà quanti altri, ritenete che aggregarsi possa essere utile, fosse anche soltanto alla visibilità, avete sicuramente motivi validissimi ed una esperienza che vi sollecita in quel senso.
A me sembra, da quello che si legge qui, che gli asessuali, siano così riservati, così timorosi di riconoscere essi stessi questa loro caratteristica, che l'idea di mettersi in mostra, di esibirsi, non li sfiora neppure.

Tu saresti stata contenta che qualcuno capisse e ti svelasse a vent'anni il tuo aspetto asessuale.
Io penso che anche altri, sarebbero contenti di questo, ma forse, preferirebbero avvenisse in un contesto meno minestrone, meno così evidentemente esplicito.

Sono certa che tu capisci il mio pensiero.

Avatar utente
Edward
AVENita di Classe A
Messaggi: 2738
Iscritto il: mar dic 09, 2014 10:49 pm
Orientamento:
Genere: f

Re: Asex - liberi di non farlo / martedì 27 giugno h. 23,40

Messaggio da Edward » gio giu 29, 2017 3:30 pm

Posso capirlo, ma allora queste persone devono decidere cosa vogliono fare: stare nascoste, stare sui forum, stare su whatapp (ad alcuni può bastare, immagino), se gli va bene che il mondo continui a ignorarle, oppure fare qualcosa. Se degli asex riescono a farsi dare una sede dal comune, o farsi dare una stanza da un'associazione non lgbt (a questo punto non saprei però a chi rivolgersi: agli amici della bicicletta, agli animalisti, alla parrocchia?), e ad avere partecipazione, pubblicità, interventi ai convegni, contatti con la stampa, ben venga. Però che facciano, non stiano a criticare chi fa e come lo fa, senza avviare alternative.
Non dimentichiamo poi che una buona parte di asex non è cisgender o etero, e queste soggettività hanno tutto il diritto di partecipare come omo/trans*/bi/intersex e ANCHE come Asex. Così come altri, pur essendo cis/etero possono scegliere di dare supporto a LGBT aggiungendo anche la propria identità Asex.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26017
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Asex - liberi di non farlo / martedì 27 giugno h. 23,40

Messaggio da Bianca » gio giu 29, 2017 3:48 pm

Gli asessuali che non si espongono, non criticano neppure, mi pare.
Semplicemente non partecipano; se ne stanno in disparte e cercano di diradare la nebbia, anche soltanto leggendo su Aven.

Sarebbe interessante sapere, in quale percentuale gli asessuali non sono etero.
Siccome, quando non ci si spiega l'asessualità, molti dicono di aver pensato di essere omosessuali, qualcuno, facendo una verifica, può essersi trovato meglio di prima, pur non essendo gay o lesbica.

Tu accenni anche al possibile desiderio di incontrarsi, riunirsi, avere scambi di idee.
E' vero, un luogo a disposizione può essere importante, ma questo desiderio non è sufficiente a passar sopra a dei rifiuti motivati proprio dall'ambiente che si dovrebbe frequentare.

Avatar utente
ZilRaag
Troppo Asexy per AVEN
Messaggi: 542
Iscritto il: dom giu 26, 2005 3:23 am
Orientamento: Asessuale.
Genere: Maschio
Località: Ad ovest di Paperino

Re: Asex - liberi di non farlo / martedì 27 giugno h. 23,40

Messaggio da ZilRaag » gio giu 29, 2017 4:34 pm

Bianca ha scritto:L'ambiente LGBT, non è un ambiente che tutti gradiscono.
Conosco degli omosessuali che non ci metterebbero mai piede, pur magari riconoscendone alcuni meriti.
Motivi loro e liberi di escluderlo.
Gli asessuali sono una categoria, secondo me, molto diversa e che possono anche non avere proprio niente da condividere con coloro che fanno parte di quella organizzazione.
Qui c'è l'errore: quello di considerare l'ambiente LGBTQIA una cosa sola, come scrivi tu, un'organizzazione.
In realtà si tratta di centinaia di sigle diverse.

Nella nostra piccola esperienza toscana, in alcuni casi, abbiamo trovato porte aperte (LuccAut, GGG), in altre (e mi viene da pensare IREOS di Firenze), la porta l'ho ricevuta in faccia.
E contatti con le varie associazioni, li stanno prendendo altri asex in tutta Italia.

Così come non deve esistere una sola sigla che racchiuda tutti gli asex.
Bianca ha scritto:A me sembra, da quello che si legge qui, che gli asessuali, siano così riservati, così timorosi di riconoscere essi stessi questa loro caratteristica, che l'idea di mettersi in mostra, di esibirsi, non li sfiora neppure.
E invece ti assicuro che la maggior parte delle persone che abbiamo conosciuto ai Pride, ci sono venute senza neanche passarci da qui, ma passando direttamente dai vari gruppi LGBT.
Soprattutto i più giovani hanno voglia di mettersi in mostra.

Edward ha scritto:Posso capirlo, ma allora queste persone devono decidere cosa vogliono fare: stare nascoste, stare sui forum, stare su whatapp (ad alcuni può bastare, immagino), se gli va bene che il mondo continui a ignorarle, oppure fare qualcosa. Se degli asex riescono a farsi dare una sede dal comune, o farsi dare una stanza da un'associazione non lgbt [...], e ad avere partecipazione, pubblicità, interventi ai convegni, contatti con la stampa, ben venga.
Però che facciano, non stiano a criticare chi fa e come lo fa, senza avviare alternative.
Edward: quoto ogni parola. Ma anche a dire questo, ci ho rinunciato. :D

Sembra quasi che ci sia, per qualcuno, un timore a far crescere la consapevolezza negli altri. Perché servono, una volta fatto un salto di qualità, delle conoscenze in materia per rispondere agli altri.
Vengo giusto ora da un ban sul gruppo Fb di un tipo che si era inventato su due piedi notizie sull'orientamento (tipo che i demisessuali non esistono). Roba neanche da non aver mai letto non dico un trattato in materia, ma neanche le FAQ di Aven.
Capisci la gravità della cosa: qualcuno può leggere queste informazioni. Mettiti nei panni di una persona in dubbio.

Edward ha scritto:Non dimentichiamo poi che una buona parte di asex non è cisgender o etero, e queste soggettività hanno tutto il diritto di partecipare come omo/trans*/bi/intersex e ANCHE come Asex. Così come altri, pur essendo cis/etero possono scegliere di dare supporto a LGBT aggiungendo anche la propria identità Asex.
=============
Collettivo Asessuale Carrodibuoi

blog Facebook Twitter
=============
Il Grande Colibrì - Essere LGBT+ nel mondo

Avatar utente
ZilRaag
Troppo Asexy per AVEN
Messaggi: 542
Iscritto il: dom giu 26, 2005 3:23 am
Orientamento: Asessuale.
Genere: Maschio
Località: Ad ovest di Paperino

Re: Asex - liberi di non farlo / martedì 27 giugno h. 23,40

Messaggio da ZilRaag » gio giu 29, 2017 4:54 pm

Bianca ha scritto:Gli asessuali che non si espongono, non criticano neppure, mi pare.
Prego?
Stai scherzando vero?
:D :D :D :D :D :D :D :D

Ci sono alcuni personaggi che non sono venuti a cercarmi sotto casa solo perché non sanno l'indirizzo :D
=============
Collettivo Asessuale Carrodibuoi

blog Facebook Twitter
=============
Il Grande Colibrì - Essere LGBT+ nel mondo

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26017
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Asex - liberi di non farlo / martedì 27 giugno h. 23,40

Messaggio da Bianca » gio giu 29, 2017 5:40 pm

Grazie delle spiegazioni.
Avevo messo in conto che la mia esperienza fosse così piccola, così limitata, così relativa, da non potermi schierare a favore di una scelta, piuttosto che di un'altra.

Ho soltanto spiegato come la vedo io che ho affrontato, a suo tempo, problematiche relative, in altri ambiti.

Alla fine, quello che interessa me, è che non nascano contrasti tra persone che lavorano per gli stessi obiettivi, a cui interessano le stesse cose.
E' sempre remando nello stesso senso che si raggiungono risultati e lo si deve fare, superando contrasti e posizioni di principio, che non fan gioco alla causa, perchè danno vita a diatribe infinite e creano ostacoli.

Avatar utente
DafneZ
Junior
Messaggi: 19
Iscritto il: mer mar 01, 2017 1:59 am
Genere: Femmina

Re: Asex - liberi di non farlo / martedì 27 giugno h. 23,40

Messaggio da DafneZ » gio giu 29, 2017 5:53 pm

Tornando al documentario:
Edward ha scritto:L'inizio con la psicologa serve a far capire come la gente recepisce l'asessualità, fa da introduzione: è forte (in negativo) per poi mostrarti con i fatti che quello che pensano è sciocco. Un sacco di persone avranno iniziato a guardare il documentario proprio con quell'idea lì, e la visione li invita man mano a cambiare idea.
Sì, è vero, a me hanno colpito molto anche quelle reazioni negative delle persone intervistate al Pride all'inizio, ma hai ragione tu, è utile che il documentario mostri questo atteggiamento. Lo spiega bene la regista nell'intervista (postata nell'altro topic viewtopic.php?f=81&t=10840): "Gli asessuali non sono discriminati solo dagli eterosessuali, ma anche dalle persone Lgbt [...]. C'è poi una motivazione psicologica: non è automatico che chi prova sulla propria pelle discriminazione possa riconoscere la discriminazione negli altri. [...] La comunità Lgbt lotta da decenni per il diritto alla sessualità libera ed è spiazzata di fronte a chi professa di non provare desiderio sessuale".
Resto comunque dell'opinione che se un qualsiasi presentatore/trice introducesse un documentario sull'omosessualità o la transessualità con quell'atteggiamento di sufficienza, dicendo "io non capisco", verrebbe quantomeno linciato, su questo spero Eva Robin's possa un giorno riflettere.
(Così come quelli che si professano fermamente ed esclusivamente etero vengono sospettati spesso di sottile omosessualità repressa, potete immaginare cosa sospetto io di solito di quelli che professano di scopare tanto e bene :lol: )

Le interviste erano bellissime, è stato bello vedere persone tranquille e gioiose, o timide e riservate, insomma con mille sfumature, ma tutte splendide, scusate per la supponenza ma hanno dato proprio una bella immagine. Alice e Daniele sono splendidi anche loro.

Scusate ma a me questo documentario un altro scossone l'ha dato. Questo "metterci la faccia" mi ha fatto fare un passo avanti. Ho ancora molto che mi frena a fare questo passo anch'io, di metterci la faccia. Lo facevo dichiaratamente in adolescenza e a vent'anni, di definirmi asessuale con chiunque, ma sono stata scottata tanto da imparare la lezione della riservatezza. Vi stimo tanto, dopo aver letto tanto mi avete fatto anche "vedere" delle cose belle, e vorrei abbracciarvi tutti al prossimo Pride.

Avatar utente
ZilRaag
Troppo Asexy per AVEN
Messaggi: 542
Iscritto il: dom giu 26, 2005 3:23 am
Orientamento: Asessuale.
Genere: Maschio
Località: Ad ovest di Paperino

Re: Asex - liberi di non farlo / martedì 27 giugno h. 23,40

Messaggio da ZilRaag » gio giu 29, 2017 6:00 pm

Bianca ha scritto:Avevo messo in conto che la mia esperienza fosse così piccola, così limitata, così relativa, da non potermi schierare a favore di una scelta, piuttosto che di un'altra.
Questo è il problema: non ci sono due scelte ce ne sono un milione. :wink:
Non è un'alternativa tagliata con l'accetta: si può far parte dello stesso orientamento anche se uno va al pride, uno no, uno ci va poco convinto eccetera.

Bianca ha scritto:Alla fine, quello che interessa me, è che non nascano contrasti tra persone che lavorano per gli stessi obiettivi, a cui interessano le stesse cose.
E' sempre remando nello stesso senso che si raggiungono risultati e lo si deve fare, superando contrasti e posizioni di principio, che non fan gioco alla causa, perchè danno vita a diatribe infinite e creano ostacoli.
Questo dipende dalle persone.
Quando militavo, ho conosciuto ottimi ciellini e pessimi compagni. :D


Tu, Bianca, per quello che leggo, sei un'ottima persona.
Purtroppo non posso dire così di tutti.
=============
Collettivo Asessuale Carrodibuoi

blog Facebook Twitter
=============
Il Grande Colibrì - Essere LGBT+ nel mondo

Avatar utente
ZilRaag
Troppo Asexy per AVEN
Messaggi: 542
Iscritto il: dom giu 26, 2005 3:23 am
Orientamento: Asessuale.
Genere: Maschio
Località: Ad ovest di Paperino

Re: Asex - liberi di non farlo / martedì 27 giugno h. 23,40

Messaggio da ZilRaag » gio giu 29, 2017 6:04 pm

DafneZ ha scritto:Scusate ma a me questo documentario un altro scossone l'ha dato. Questo "metterci la faccia" mi ha fatto fare un passo avanti. Ho ancora molto che mi frena a fare questo passo anch'io, di metterci la faccia. Lo facevo dichiaratamente in adolescenza e a vent'anni, di definirmi asessuale con chiunque, ma sono stata scottata tanto da imparare la lezione della riservatezza. Vi stimo tanto, dopo aver letto tanto mi avete fatto anche "vedere" delle cose belle, e vorrei abbracciarvi tutti al prossimo Pride.
Non devi mica aspettare il prossimo Pride :D
Ogni tanto organizziamo degli incontri. Dipende dove vivi. :wink:
=============
Collettivo Asessuale Carrodibuoi

blog Facebook Twitter
=============
Il Grande Colibrì - Essere LGBT+ nel mondo

Rispondi