Pagina 2 di 2

Re: e per la buonanotte di oggi......

Inviato: lun set 07, 2015 6:04 pm
da Bianca
Lo so, perché lì vi riferite a come fanno le cose gli abitanti della Repubblica ceca....

Re: e per la buonanotte di oggi......

Inviato: lun set 07, 2015 6:10 pm
da Truman
aaaaahahahah sisi è proprio vero XD

Re: e per la buonanotte di oggi......

Inviato: lun set 07, 2015 6:58 pm
da Bianca
Basta sapere le lingue!

Re: e per la buonanotte di oggi......

Inviato: lun set 07, 2015 9:47 pm
da Truman
dai questa la dedichiamo a Bianca

a sorpresa non dico nè nome nè niente ma solo... https://www.youtube.com/watch?v=AGROQ96200Q

BuonaNotte!

Re: e per la buonanotte di oggi......

Inviato: lun set 07, 2015 10:00 pm
da Bianca
Grazie Pier!
Che bel madrigale!
Tra un po' dormo...

Re: e per la buonanotte di oggi......

Inviato: lun set 07, 2015 10:05 pm
da Valkyrie
Nuuuuuuuuuuuuuuuuuuuu nun ci abbandonare:(

Re: e per la buonanotte di oggi......

Inviato: lun set 07, 2015 10:26 pm
da Bianca
Resto con voi!
Finché non mi dai la buonanotte tu con un biscottino, non dormo..

Re: e per la buonanotte di oggi......

Inviato: ven giu 23, 2017 9:49 pm
da Antares
Per non creare un nuovo argomento utilizzo questa vecchia discussione.

[video]http://www.youtube.com/watch?v=ixtXE4qqfxE[/video]

Re: e per la buonanotte di oggi......

Inviato: ven giu 23, 2017 10:16 pm
da Bianca
Vedi Ant, se la morte è la precisa sensazione di essere finalmente arrivati a casa, se abbiamo la conferma che siamo stati sempre infinitamente amati, senza giudizi, senza interruzioni, di cosa dobbiamo preoccuparci?

Anni fa, lessi il libro di Erika Jung, Paura di volare.
Era un tipo di lettura completamente nuovo per me, ma mi colpì un'affermazione che non ho mai più dimenticato:
La prima volta che ho dormito tra le tue braccia, sapevo di essere arrivata a casa;
il tuo corpo era una nave che mi cullava, completamente sicura nei frangenti, completamente sicura di questo amore.

La morte dovrebbe essere una cosa, più o meno, cosi.

È bello questo argomento e tu hai fatto proprio bene a riscoprirlo.
Grazie per questa buonanotte.
Anche quella di ieri sera mi è piaciuta molto.

Re: e per la buonanotte di oggi......

Inviato: sab giu 24, 2017 4:48 pm
da Antares
Anni fa ho letto un libro che mi è piaciuto parecchio.

Era un piccolo libro tascabile, non ricordo nè il titolo, nè l'autore e neanche la casa editrice.
Lo aveva scritto un medico inglese, il quale spinto da qualche racconto di pazienti o amici, aveva pubblicato su un giornale, per parecchio tempo, un annuncio nel quale invitava chiunque avesse avuto esperienze fuori dall'ordinario e desiderasse farne partecipe gli altri ad inviargliele affinchè potessero essere pubblicate.

Il tentativo era quello di redigere e pubblicare una raccolta delle esperienze estatiche ed affini.
All'epoca internet era agli esordi e inutilizzabile allo scopo.

I vari racconti pervenuti furono solo catalogati in base alla tipologia dell'esperienza: viaggi fuori dal corpo fisico, esperienze di premorte, incontri e aiuti da parte di persone defunte, incontri e aiuti da entità angeliche, stati di estasi ecc.

Non c'era alcun giudizio sull'esperienza, che veniva semplicemente riportatata tale e quale era stata riferita dall'autore.

Fra le tante ne ricordo una che si intitolava "La musica delle stelle" la quale raccontava di come l'aurtice, da bambina, insieme ad una cugina, passava alcune delle serate durante le vacanze estive, a guardare dalla finestra della soffitta della loro casa di campagna la volta stellata.

Riferiva che riuscivano a sentire una bellissima musica provenire dalle stelle e di come, col passare degli anni, crescendo, avessero gradualmente perso questa capacità.

Mi è ritornata in mente osservando l'ambientazione del filmato precedente, a mio parere ben riuscita.

Re: e per la buonanotte di oggi......

Inviato: sab giu 24, 2017 4:59 pm
da Bianca
Credo ci siano parecchie persone che potrebbero raccontare esperienze analoghe, ma le conservano nel loro cuore e tacciono, nel timore di essere prese per alterate, credulone, visionarie, fissate, invasate.
Ne ho vissuta anch'io qualcuna, ma le ho riferite a una, due persone al massimo.
Però, ho la certezza di non essermele inventate, nè di aver sognato.