Signore e Signori, Andrea Mantegna.

Band, concerti, film, serie televisive, libri, fumetti, opere d'arte e molto altro.
Rispondi
Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26904
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Signore e Signori, Andrea Mantegna.

Messaggio da Bianca » mer feb 26, 2020 11:54 am

Solo un piccolo assaggio, per farvi venir voglia di mangiare tutta la torta, sul posto.

Personalmente l'ho trovato un po' difficile, anche a causa della mia ignoranza, credo.

Ho fatto la visita accompagnata, con una signorina che, mi sembra, ci abbia detto l'essenziale.

Probabilmente, ci tornerò altre due volte, per accompagnare due amiche, convinte, erroneamente, che io sappia molto.
Spero che queste due visite non causino la fine di due belle amicizie... :roll: :roll: :lol: :lol: :lol:

Prima della visita, si può assistere ad un filmato di 12 minuti che dà alcune informazioni sull'autore e illustra quelle opere del Mantena che non possono essere trasportate, non solo per dimensioni ma perchè sono molto danneggiate dal tempo, come quella del Cristo sdraiato, in una prospettiva che forse, si può definire "esagerata".
Quest'opera ha una base in gesso ricoperta di pigmenti che formano la figura e che si stanno polverizzando. Si può vedere a Brera(MI)


Il piccolo Andrea, con papà falegname ed un certo numero di fratelli, ritenuto portato per l'arte, viene messo a bottega a dieci anni, presso un certo Squarcione con laboratorio a Padova.

Questo maestro aveva presso di sè 130 allievi, con un contratto che non era di formazione lavoro ma di adozione, in quanto, si impegnava a crescere questi bimbi, educarli, ospitarli, dar loro da mangiare e tirar fuori da loro il meglio che potessero dare.

Non credo che la sua casa fosse un collegio svizzero....


Questo Squarcione amava la scultura e avendo disponibilità economiche, si recava spesso in Grecia ad acquistare busti.

Quando il nostro artista arriva, per tastarne le competenze, lo mette davanti ad una fila di statue e lo invita a copiarle su fogli.
Pare se la sia cavata bene, perchè viene subito inserito tra coloro che possono contribuire alla realizzazione delle opere di cui lo Squarcione riceve commissione e che poi firma regolarmente come opere interamente eseguite da lui.

Giunto all'età di 15 anni, Andrea accusa il maestro di truffarlo guadagnando con il suo lavoro. Per questo gli fa causa, il giudice gli dà ragione, impone allo Squarcione di risarcirlo e consente al ragazzo di rompere il contratto di adozione.

Con la somma ricevuta, Andrea lascia il maestro e apre una sua bottega a Padova, dove scopre che molti lo conoscono.

Inizia così la sua vera vita di artista.

La capacità dimostrata in questa occasione di farsi i suoi interessi, probabilmente verrà meno, perchè vivrà sempre inseguito dai creditori, avrà difficoltà a mantenere la sua famiglia ( moglie e 6 figli) lascerà solo debiti e qualche opera che i figli faranno molta fatica a vendere.

Chi lo accoglierà in casa sua, lo farà lavorare molto, senza pagarlo mai.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26904
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Signore e Signori, Andrea Mantegna.

Messaggio da Bianca » mer feb 26, 2020 4:19 pm

Immagine


Qui abbiamo San Bernardino da Siena...
Il primo, opera dello Squarcione, il secondo dipinto da Andrea Mantegna che doveva avere, all'epoca, 12 anni.

Ve li vendo come sono stati venduti a me.....

Il dipinto dello Squarcione è piatto; il Santo non esce dallo sfondo, pur avendo l'aureola in prospettiva, in quanto il pittore era gia venuto in contatto con artisti fiorentini che stavano introducendo le regole della prospettiva nelle loro opere.

Andrea invece, non conosce la prospettiva, per cui, la sua bella aureola piatta, stacca la figura dallo sfondo e la rende viva.







Immagine


Immagine

Avatar utente
Antares
(A)VENdicatore
Messaggi: 1823
Iscritto il: mer set 07, 2016 6:53 pm
Genere: maschio
Località: Milano

Re: Signore e Signori, Andrea Mantegna.

Messaggio da Antares » mer feb 26, 2020 5:40 pm

Ti amo col sole e con la pioggia
Immagine

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26904
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Signore e Signori, Andrea Mantegna.

Messaggio da Bianca » mer feb 26, 2020 6:28 pm

Quest'opera rappresenta Santa Eufemia e proviene dal Museo di Capodimonte.

Immagine


Madonna smunta e Bambino in carne.....farà di meglio.

Immagine


Attimo di distrazione sulla sala che ospita le opere...

Immagine

La mostra raccoglie 130 opere, non tutte del Mantegna ma affiancate alle sue per dimostrare una differenza, un'analogia, un concetto, stimolare una riflessione, allargare lo sguardo sul momento storico rappresentato.


Immagine




Questa enorme testa di cavallo, ci racconta la tecnica utilizzata per realizzare le grandi
statue con l'utilizzo del cotto, di cui anche Mantegna fece uso.
Si realizzava la forma in cotto su cui veniva colata la cera fino a ricoprirla.
Questa veniva ricoperta da una lega di bronzo, costituita solitamente da rame e stagno, essendo quest'ultimo molto malleabile.
La cera poi veniva eliminata facendola colare attraverso fori lasciati nel metallo, consentendo così di togliere la forma in cotto.
La statua risultava quindi vuota all'interno e perciò molto più facile da maneggiare e trasportare.


Immagine


Ed ecco un bel San Giorgio, realizzato da Mantegna a 35 anni, essendo nato nel 1431.

Immagine


Immagine


Nel 1460, Mantegna si era trasferito con tutta la famiglia a Mantova, presso la corte dei Gonzaga, dopo che Ludovico Gonzaga con un gran numero di missive, aveva insistito per questo trasferimento, promettendogli mari e monti che, in pratica, non gli diede mai.
Il Mantegna infatti non ricevette la casa che gli era stata assicurata e neppure il compenso che era stato pattuito.
Ma ufficialmente era il pittore di corte.

Qui, su incarico del Gonzaga, il Mantegna inizia a decorare la cappella del castello e poi realizza un gran numero di opere a carattere religioso e diversi ritratti per i notabili del tempo.
Alcuni anni dopo dipinge, sempre nel castello di San Giorgio, la Camera degli Sposi.
Rimarrà presso i Gonzaga fino alla morte.(1506)

Un po' di gossip....

Nel ritratto qui sotto, è rappresentato Carlo de' Medici, di cui si può notare l'abbronzatura.
Suo padre, Cosimo de' Medici, lo ebbe da una schiava circassa, di origine africana, che si era comprato: Maddalena.
Questo imbarazzante figlio fu subito avviato alla carriera ecclesiastica e tenuto sempre un po' in secondo piano, tanto che di lui si sa ben poco.


Immagineforensic anthropology training


Immagine


Ecco uno dei tanti scritti che Mantegna e Ludovico Gonzaga si scambiano nel corso di due anni.

Immagine


Immagine

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26904
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Signore e Signori, Andrea Mantegna.

Messaggio da Bianca » ven feb 28, 2020 8:11 pm

Immagine

Cardinale serissimo e pensieroso.


Immagine


Questa tavola è stata messa in forma.
Certo, per risparmiare è andato ad usare il pioppo..........

Immaginemac keyboard tester


Immagineanonymous pictures website


Immaginetiny image hosting


Immaginefind gas stations on google maps


Ai tempi del Mantegna avvengono molti cambiamenti nella realizzazione delle opere d'arte, per quanto riguarda le basi, la natura dei colori, l'intelaiatura, la cornice, sfondi, prospettiva.

Tra i tanti, l'uso di altri ingredienti nella materia prima.
I pigmenti venivano solitamente sciolti nel rosso d'uovo ma succedeva che dopo un po', l'opera realizzata presentasse delle muffe.
Si pensò quindi di sciogliere i pigmenti nell'olio.
Andò meglio, anche se il dipinto impiegava molto tempo ad asciugare e nel maneggiarlo, poteva riportare dei danni.


Immaginespit food

Immagine


Immagine

Come sono belli questi cherubini!
Probabilmente il pittore usava come modelli i bimbi che gli giravano attorno, magari, anche i suoi.

Immagineanonymous photo sharing


Immaginebf vs gf jesse


Immagine


Immagine








Ed ecco il quadro usato come presentazione alla mostra.
Il Cristo sofferente ma composto e i due personaggi rappresentati con smorfie di rabbia e di disgusto, "visi stravolti da bruttezza e cattivi sentimenti".

Potrebbe esserci in quest'opera una qualche influenza di Leonardo da Vinci che soggiornò a Mantova in quell'anno, facendo ricerche sull'uso della fisiognomica.


Immagine

Immagine
abstract rose wallpaper




Ed infine una pala di importanti dimensioni, raffigurante la Vergine in trono.


Immagine


Immaginebaby boy names starting with m in english


Se potete, visitate questa mostra....
Vi riempirete di bellezza.

Rispondi