Un problema?

Tutto quel che vi passa per la testa, senza restrizioni!
Rispondi
Avatar utente
emi
Junior
Messaggi: 12
Iscritto il: sab lug 18, 2015 7:14 pm
Orientamento: aromantico/gray-a
Genere: M
Contatta:

Un problema?

Messaggio da emi » mer set 06, 2017 10:42 pm

Salve a tutti, scusate casomai dovessi postare questo post nel forum sbagliato (se è così fatemelo notare), ma sono praticamente nuovo nel forum e purtroppo non sono ancora abituato alla sua struttura e tutto.

Premetto dicendo che è un problema che dovrò presentare alla mia psicologa il prima possibile, ma mentre aspetto ho pensato di scrivere qui perché sospetto che abbia a che fare con il mio orientamento e con la mia identità di genere. Potrebbe non essere così, ma in ogni caso ci provo...
Nella mia vita ho baciato in modo serio tre persone (di diverso genere), anche non provando attrazione romantica per nessuno di loro (mi considero infatti, per ora, aromantico). Per uno di questi provavo effettivamente attrazione sessuale, ma a quello ci arrivo dopo. La cosa che tutte e tre le esperienze hanno avuto in comune è stato il senso di disgusto e sporco che ne è seguito, ed i flashback durati per giorni che mi facevano stare parecchio male. Provavo rabbia per quelle persone, anche se effettivamente non avevano fatto assolutamente nulla di male, visto che anche in due dei tre casi avevo preso io l'iniziativa.
Dopo quelle esperienze perdevo istantaneamente un qualsiasi tipo di attrazione per le persone in questione, e non volevo più avvicinarmi a loro.

Sono un ragazzo trans e spero di iniziare la terapia ormonale tra pochi mesi. Naturalmente essendo trans ho quella stupenda condizione chiamata disforia che mi fa naturalmente stare abbastanza male con il mio corpo. Ma conosco altre persone trans, e anche se nessuna di loro è aromantica, non mi è mai capitato di sentire nella mia vita un'esperienza simile alla mia, a meno che collegata ad un trauma (che io, da quello che ho sempre saputo, non ho vissuto).
Riconosco che per quelle persone potrei effettivamente aver provato attrazione sensuale e non sessuale, ma comunque ciò non spiega ancora la mia reazione.

Mi sento abbastanza strano a raccontare questo perché per ora ancora nessuna delle persone con le quali ho parlato dice di aver conosciuto una situazione simile.
Grazie a chiunque si prenda la briga anche solo di leggere.
"There is nothing either good or bad, but thinking makes it so." Hamlet, Act 2, Scene 2.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26863
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Un problema?

Messaggio da Bianca » mer set 06, 2017 11:10 pm

Ciao EMI!
Presa la briga...letto tutto.
AVEN a parte, dove puoi stare quanto vuoi e chiedere cosa ti pare, è importante che tu sia seguito e aiutato dal punto di vista psicologico.
Hai un percorso da fare che, immagino, tu conosca, che porterà cambiamenti in te e fuori di te e spero ti conduca ad essere, esattamente, la persona che tu desideri.

Tu ora stai ragionando su un elemento nuovo: la probabile asessualità che potrebbe caratterizzarti, unita all'aromanticismo di cui già sei consapevole.
Parli di bacio, che può essere significativo per quella sensazione di sporco che ti ha lasciato....
Hai avuto rapporti sessuali completi?

Molti asessuali affermano di non sopportare la penetrazione, ma di gradire tutto ciò che viene prima, come baci, petting, preliminari vari.

Su AVEN puoi trovare molte informazioni a questo proposito, al fine di capir meglio la tua situazione personale e puoi, se lo desideri, raccontare qualcosa in più circa le tue esperienze, in modo da renderci maggiormente capaci di esserti di aiuto.
In ogni caso, bentornato e a rileggerci.

Avatar utente
Linus
Maxi-Mitosi
Messaggi: 224
Iscritto il: dom gen 22, 2017 12:18 pm
Orientamento: Asessuale, Omoromantico
Genere: Femmina

Re: Un problema?

Messaggio da Linus » mer set 06, 2017 11:17 pm

Ciao emi! Non ho potuto fare a meno di notare che ti eri già presentato tempo fa, ma se vuoi puoi ripresentarti di nuovo, visto che è passato davvero un bel po', così che possiamo conoscere meglio il nuovo emi!

Non dovresti considerare il tuo orientamento e la tua identità come un "problema", che è quello che gli altri ci fanno credere che sia. È semplicemente ciò che sei e ciò che senti verso gli altri e non c'è niente di più naturale! Ovviamente parlarne con uno psicologo aiuta tanto a far chiarezza (sicuramente più di quanta ne farai stando a sentire una povera marmocchia come me!), anzi in quanto trans è praticamente la prassi e a tal proposito ti auguro di cuore di incontrare dalla tua psicologa tanta comprensione e una buona apertura mentale (per intenderci, non come la mia che cercava di convincermi che era statisticamente improbabile che mi piacessero le ragazze o.O)

Riguardo al tuo sentirti male dopo le esperienze con i baci non me la sento di avanzare di più che semplici supposizioni. Intanto, tu come ti poni nei confronti del sesso? Ne sei disgustato o semplicemente indifferente? A un certo punto hai detto di aver provato attrazione per una di quelle persone. Come si traduceva questa attrazione? Avevi effettivamente voglia di avere un rapporto con quella persona?
Potremmo cominciare da questo, che ne dici? :)

Se hai dei dubbi, fermati pure, qui abbiamo tanta voglia di ascoltare e di dare una mano u.u
(Sembra un invito a una setta!)
Ultima modifica di Linus il mer set 06, 2017 11:51 pm, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
emi
Junior
Messaggi: 12
Iscritto il: sab lug 18, 2015 7:14 pm
Orientamento: aromantico/gray-a
Genere: M
Contatta:

Re: Un problema?

Messaggio da emi » mer set 06, 2017 11:25 pm

Bianca ha scritto: Tu ora stai ragionando su un elemento nuovo: la probabile asessualità che potrebbe caratterizzarti, unita all'aromanticismo di cui già sei consapevole.
Parli di bacio, che può essere significativo per quella sensazione di sporco che ti ha lasciato....
Hai avuto rapporti sessuali completi?

Molti asessuali affermano di non sopportare la penetrazione, ma di gradire tutto ciò che viene prima, come baci, petting, preliminari vari.

Su AVEN puoi trovare molte informazioni a questo proposito, al fine di capir meglio la tua situazione personale e puoi, se lo desideri, raccontare qualcosa in più circa le tue esperienze, in modo da renderci maggiormente capaci di esserti di aiuto.
In ogni caso, bentornato e a rileggerci.
Ehi Bianca!!
È strano da dire ma è un piacere leggere di nuovo i tuoi consigli come la prima volta che ho postato la presentazione e tutto. E grazie tante, continuerò di sicuro sul percorso che sto percorrendo.

Detto questo, no, non ho mai avuto il bisogno di avere rapporti sessuali con le persone in questione o in generale, quindi sono vergine. Con l'ultimo ragazzo forse il bisogno l'ho sentito, ma era davvero un'attrazione molto lieve che aveva a che fare più con fantasie nella mia testa che con l'agire vero e proprio.
Ho diciamo "gradito" la parte che era venuta prima, cioè gli abbracci, le carezze e tutto, ma quando si è arrivati al bacio è come se mi fosse scattato un trigger interno di qualche tipo.

Questo principalmente non sarebbe un problema se non mi frustrasse così tanto.
Ho il desiderio di rimanere vicino a certe persone, ma quando si tratta di momenti intimi è come se avessi paura che possa sfociare in cose più intime. Mi spiego, con quelli che so che possono solo essere miei amici posso perfettamente coccolarli e rimanerci in intimità. Quando si tratta però di ambienti troppo "romantici" o appunto intimi, provo una certa ansia e disagio, se è con persone che potrebbero provare un interesse di qualche tipo (romantico o sessuale si intende) verso di me.
Ci sto pensando solo ora, ma non credo di aver mai effettivamente desiderato una certa intimità con nessuno. Mi accontento di baciare i miei amici sulle guancie e di coccolarli quando mi va, niente di più.

Potrebbe avere a che fare con questo, magari mi sento troppo pressato oltre i miei limiti ed i miei desideri che magari non riconosco ancora completamente. Non so davvero.
Grazie ancora per la pazienza.
"There is nothing either good or bad, but thinking makes it so." Hamlet, Act 2, Scene 2.

Avatar utente
emi
Junior
Messaggi: 12
Iscritto il: sab lug 18, 2015 7:14 pm
Orientamento: aromantico/gray-a
Genere: M
Contatta:

Re: Un problema?

Messaggio da emi » mer set 06, 2017 11:34 pm

Linus ha scritto:Ciao emi! Non ho potuto fare a meno di notare che ti eri già presentato tempo fa, ma se vuoi puoi ripresentarti di nuovo, visto che è passato davvero un bel po', così che possiamo conoscere meglio il nuovo emi!
Ci avevo pensato, infatti ho postato le nuove presentazioni poco fa! Ciao anche a te comunque, piacere :D .
Linus ha scritto:Ovviamente parlarne con uno psicologo aiuta tanto, anzi, in quanto trans è praticamente la prassi (sicuramente più di quanta ne farai stando a sentire una povera marmocchia come me!) e a tal proposito ti auguro di cuore di incontrare dalla tua psicologa tanta comprensione e una buona apertura mentale (per intenderci, non come la mia che cercava di convincermi che era statisticamente improbabile che mi piacessero le ragazze o.O)
Capisco la situazione... La mia mi considera ancora un ragazzino, ma tutto sommato è decente. Anche se ha detto cose che ancora non mi vanno giù per quanto riguarda la mia salute mentale e tutto, ma nessuno è perfetto.
E se tu sei una povera marmocchia figurati come posso definirmi io AHAHAH

Linus ha scritto:Se hai dei dubbi, fermati pure, qui abbiamo tanta voglia di ascoltare e di dare una mano u.u
(Sembra un invito a una setta!)
E vi ringrazio tantissimo per questo, davvero. Ci vuole comunque pazienza e mi stupisco di come la maggior parte delle persone qui siano disposte ad aiutare. Tutto quello che mi sento di dire per ora l'ho scritto sopra, e non so, spero venga in mente qualcosa a qualcuno magari. Grazie mille ancora.

(Mi sono completamente dimenticato di precisare che il sesso non mi disgusta, anzi. Sono molto interessato alle pratiche BDSM onestamente, e da anni ormai ricerco certi video online per pura soddisfazione personale, anche se provo un certo senso di schifo anche solo al pensiero della masturbazione [mai fatto quindi]. Ma in generale, il sesso è un argomento molto interessante dal mio punto di vista, e le mie fantasie sono frequenti se così si può dire.)
"There is nothing either good or bad, but thinking makes it so." Hamlet, Act 2, Scene 2.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26863
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Un problema?

Messaggio da Bianca » gio set 07, 2017 11:26 am

Emi, in due anni, hai preso coscienza che, la tua vera identità è maschile, quindi, intraprenderai un lavoro di conferma in questo senso.

Per quanto riguarda il sesso, ci sono cose che gradisci e altre no ma il rapporto completo non ti interessa.
Però, ti interessa il sesso e hai fantasie in questo senso.

Sono perplessa, perchè ti contraddici e mi viene difficile capire.
Forse è anche la condizione della tua psicologa che ritiene le contraddizioni, frutto dell'età.

I tuoi genitori, come si pongono con te?
Chi stava con te, che cosa cercava? un uomo o una donna?

Nella tua trasformazione, fin dove vuoi arrivare?

Stai molto attento a chi incontri e resta, possibilmente nel campo dei coetanei.

Se rispondi, ci possiamo aiutare reciprocamente.

Avatar utente
emi
Junior
Messaggi: 12
Iscritto il: sab lug 18, 2015 7:14 pm
Orientamento: aromantico/gray-a
Genere: M
Contatta:

Re: Un problema?

Messaggio da emi » gio set 07, 2017 1:10 pm

Bianca ha scritto:Per quanto riguarda il sesso, ci sono cose che gradisci e altre no ma il rapporto completo non ti interessa.
Però, ti interessa il sesso e hai fantasie in questo senso.

Sono perplessa, perchè ti contraddici e mi viene difficile capire.
Forse è anche la condizione della tua psicologa che ritiene le contraddizioni, frutto dell'età.

I tuoi genitori, come si pongono con te?
Chi stava con te, che cosa cercava? un uomo o una donna?

Nella tua trasformazione, fin dove vuoi arrivare?
Purtroppo sono ben consapevole di essere contraddittorio, e mi sento parecchio frustrato quando ne parlo. Essenzialmente io ho le idee chiare, ma quando provo a spiegarmi esce fuori una specie di insalata russa.

L'attrazione sessuale la provo, ma quasi esclusivamente quando non ho un legame emotivo e/o già precedentemente fisico con il ragazzo in questione (per questo mi definivo fraysessuale e tutto prima di mandare a cagare le etichette).
Sul momento, quando incontro o vedo qualcuno che mi piace e se la mia disforia me lo permette, ho effettivamente l'impulso di averci un rapporto, anche se puramente appunto fisico.
Nulla di mentale.
Per questo dico che ho le mie fantasie, anche se essenzialmente non posso agire. Quando conosco meglio una persona, quell'attrazione svanisce o si trasforma velocemente in quella che posso chiamare sensuale.
Per rispondere al "chi stava con te cosa cercava?" posso farti un bell'elenchino che spero non renda il messaggio chilometrico più di quanto non sia già.
La prima persona mi vedeva come una ragazza, e lui è tutt'ora un ragazzo etero. Infatti non ero esattamente attratto da lui, ma ho accettato comunque i baci per sperimentare. La seconda persona era quello che ora è il mio migliore amico, ma anche lui è trans (quindi all'epoca del bacio si considerava una ragazza, come me). Non ha mai provato sentimenti romantici per me, anche perché anche a lui piacciono i ragazzi, ma lo abbiamo fatto anche quello per sperimentare.
L'ultima persona è stata un ragazzo bisessuale che sapeva del fatto che io mi considero un ragazzo. Solo che, non sono sicuro che cosa veda quando mi guarda. Mi ha confessato che gli piaccio, e per messaggio mi dà del maschile (dal vivo non può perché non sono out con certa gente), ma insomma...

Per quando riguarda i miei, è stato un po' un colpo per loro. Nessuno dei due sa che tecnicamente dovrei essere aromantico e/o il mio rapporto con il sesso, ma da anni sanno del mio cambiamento di genere. Non mi appoggiano perché dicono che sono troppo giovane, ma comunque mi hanno detto che non mi ostacoleranno se tra pochi mesi (a 18 anni) vorrò iniziare la cura.
Dopo di quella, sono abbastanza certo che mi opererò al seno,
ma non credo di agire per quanto riguarda la falloplastica (anche se operazioni lì sotto credo le dovrò fare, visto che le ovaie dopo un po' si atrofizzano).

Spero di aver spiegato in maniera più decente.
Scusa tanto il poema e grazie ancora.
"There is nothing either good or bad, but thinking makes it so." Hamlet, Act 2, Scene 2.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26863
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Un problema?

Messaggio da Bianca » gio set 07, 2017 3:01 pm

Sì, ti sei spiegato, per quanto ti è consentito di farlo, visto che è soprattutto a te che devi spiegare ancora molte cose.

Che sappia io, le ovaie atrofizzate, possono restare dove sono, visto che, in seguito alle cure ormonali, smetteranno di produrre.

Quindi, diventerai sempre più maschio nell'aspetto, conservando l'organo sessuale femminile.

Forse l'asessualità e l'aromanticismo, possono esserti di aiuto in questo contesto.

I tuoi genitori ti amano anche se, il processo di accettazione, è sempre un po' lento e doloroso.
Aiutali con la tua vicinanza e il tuo affetto....sanno quanto hai bisogno del loro supporto.

Ti ripeto di stare molto attento con chi ti confidi e a chi racconti la tua realtà.

Grazie a te di stare con noi.

Avatar utente
emi
Junior
Messaggi: 12
Iscritto il: sab lug 18, 2015 7:14 pm
Orientamento: aromantico/gray-a
Genere: M
Contatta:

Re: Un problema?

Messaggio da emi » ven set 08, 2017 5:59 pm

Quando mi ero informato e tutto mi era sembrato di capire che è meglio togliere le ovaie quanso sono ormai inutili, ma sarebbe un sollievo non dover spendere anche per un'altra operazione oltre quella al seno. Quindi spero che tu abbia ragione.

Starò attento come mi hai detto, sicuramente. So bene che i miei mi vogliono bene, lo si fortunatamente da sempre.

Grazie ancora davvero.
"There is nothing either good or bad, but thinking makes it so." Hamlet, Act 2, Scene 2.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26863
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Un problema?

Messaggio da Bianca » ven set 08, 2017 7:13 pm

Mi pare che il processo di cambiamento, sia a carico del servizio sanitario nazionale.
In alcuni ospedale c'è un'équipe, formata dai vari specialisti, compreso lo psicologo, che seguono i vari passaggi.
Non so in che città abiti, ma prova ad informarti.

Rispondi