la mia storia senza etichette...

Per tutto ciò che riguarda coloro che si sentono "a metà" tra sessuali e asessuali: grey-A e demisessuali.
Rispondi
Lilith_rb
Membro
Messaggi: 27
Iscritto il: sab dic 26, 2015 11:18 pm
Orientamento: Biromantica
Genere: Genderfluid
Località: Milano

la mia storia senza etichette...

Messaggio da Lilith_rb » sab gen 02, 2016 3:36 pm

Mi sono ritrovata qui, una settimana circa fa mentre stavo lasciando la mia fidanzata...
Per me il rapporto con lei mi ha permesso di capirmi un po' di piu'...non so se sono grey, white, demi, a...e forse mettermi un' altra etichetta oltre lesbica " da partime lungo" (BI con netta preferenza per le donne), femminista, streghetta cristiana e altre parole che definiscono parzialmente le infinite sfumature di cio' che e' roberta...sono qui per confrontarmi.
Lasciarla mi fa ancora soffrire (poiche' siamo ancora entrambe legate) ma per la prima volta dopo 20 anni che faccio sesso inframezzati da periodi di singletudine grazie a lei ho capito che il sesso non e' cio' che fonda una coppia e spesso non me ne puo' frega' de meno di farlo...per me essere innamorata, un bacio, tenerezza e coccole, parlare della nostra interiorita' con molte chiavi di lettura (da quella spirituale a quella psicologica, a quella culturale e sociale) e' Sesso nell'accezione piu' Alta di cio' che e' l'Eros ovvero il primordiale impulso Creativo (che in me si traduce anche in un percorso artistico).
Con cio' io ho pulsioni sessuali e mi piace fare sesso, ma per la prima volta mi sono resa conto che spesso ho fatto sesso senza ascoltarmi, senza ascoltare quella vocina che non ne aveva spesso voglia, ma nel mondo si fa cosi...se no sei una sfigata, non sei allineata al mondo e alle tue amicizie...
Spesso ho fatto sesso facendo solo col corpo, come se il mio corpo non mi appartenesse ma lo usassi perche' "si fa cosi"....quando il mio cuore e la mia anima piangevano...volevano solo amore...usare il sesso per essere amata e desiderata.
Con cio' non dico che non mi piace, ma spesso ripeto per me l'Amore e' completamente altro...provo vero piacere fisico quando inanzitutto il mio cuore e' accolto, ama ed e' amato e soprattutto quando in un'approcio dove la base e' l'amore, non c'e' finalita' di arrivare all'atto concreto.
Tutto cio' l'ho sperimentato per la prima volta con la mia ultima lei , appunto, ma purtroppo essendo lei molto sessuale le mie richieste generavano in lei un non sentirsi desiderata, creando senso di colpa nel confronti del sesso... e tutto cio' non e' sano.
Io proprio perche' la amo ho preferito lasciarla poiche' lei non riusciva a capire la nostra differenza.
Lei non riusciva a appunto a capire che c'e' una differenza e non che e' "cattiva" o sbagliata, anche perche' per una persona sessuale essere sessuale e' sano...
Non e' sano cercare di essere diversi da cio' che si e' o mettere in atto qualcosa che va contro la nostra Natura, identitaria, di orientamento, di modalita' affettiva/sessuale.
Ecco..cio' volevo condividere con voi...ripeto non so' quanto mi interessa un'ennesima etichetta...questo e' cio' che vivo.
Grazie per le eventuali risposte
un abbraccio circolare
roby

Avatar utente
Edward
AVENita di Classe A
Messaggi: 2738
Iscritto il: mar dic 09, 2014 10:49 pm
Orientamento:
Genere: f

Re: la mia storia senza etichette...

Messaggio da Edward » sab gen 02, 2016 6:17 pm

Ciao Roby, non ho capito una cosa: ma dunque non ti sentivi abbastanza amata dalla tua ex? Oppure lei aveva delle richieste sessuali che a te davano fastidio?

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26510
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: la mia storia senza etichette...

Messaggio da Bianca » sab gen 02, 2016 6:38 pm

Ciao Lili! Il tuo racconto è la conferma più chiara che l'amore, contrariamente a quello che la società vuol farci credere, interessa molto più l'anima che il corpo.

Abbiamo continue conferme che quando l'amore coinvolge solo il corpo, è inganno destinato a finire.
Soltanto l'amore che prende il cuore, avvolge l'anima, in un'intesa che può oppure no, utilizzare il sesso, sa dare intensità e durata.

Come dici tu, spesso si usa il sesso nel desiderio di essere amati, ma è inganno, inganno, inganno.............

Soltanto quando il cuore è accolto, ama ed è amato, si raggiunge la perfetta armonia.


Quando si usano espedienti per arrivare a questa armonia, è inganno, inganno, inganno..............................

Avatar utente
Valkyrie
A-ccademico viola
Messaggi: 7755
Iscritto il: sab mag 02, 2015 9:32 pm

Re: la mia storia senza etichette...

Messaggio da Valkyrie » sab gen 02, 2016 6:53 pm

ora come stai??? sei, in un certo senso, un po' più sollevata???:3

Avatar utente
Ipazia
Maxi-Mitosi
Messaggi: 260
Iscritto il: lun nov 30, 2015 2:12 pm
Genere: femmina

Re: la mia storia senza etichette...

Messaggio da Ipazia » sab gen 02, 2016 7:07 pm

Carissima, qui ti capiamo bene!Io sono stata molto e a lungo in coppia e ho capito che su certi aspetti, oltre a un certo punto, il compromesso non tiene!Se pensi di avere fatto la cosa giusta per te e per lei sentiti a posto con te stessa, è naturale subito sentirsi un pò spaesati quando si è stati tanto legati!Brava, fai bene a non definirti se pensi che in questo momento non ti sia utile ma prendi tutto il bello e il buono delle esperienze che fai, anche dei cammini spirituali che sceglierai come adatti a te!Baciotti

Lilith_rb
Membro
Messaggi: 27
Iscritto il: sab dic 26, 2015 11:18 pm
Orientamento: Biromantica
Genere: Genderfluid
Località: Milano

Re: la mia storia senza etichette...

Messaggio da Lilith_rb » mer gen 13, 2016 12:00 am

Ciao ragazzi! Grazie delle risposte.. :)""
Rispondendo ad edward: io mi sentivo amata, ma non sentivo di poter corrispondere in pieno a tutte quelle attenzioni sessuali che per lei e per qualsiasi altra persona con una sessualita' spiccata che si straduce anche in una conferma per lei dell'amore che provo e del fatto che cio' ci unisce a me creava disagio e a lei un senso di colpa per essere troppo sessuale che nasce non da un'analisi di una diversita' oggettiva ma solo.dal sentire che questa diversita' ci divideva e quindi ridpondendo a Valkyrie ora sto meglio perche' sono piu' consapevole della mia diversita' e che a volte per essere se stessi e' sano rinunciare ad un bene piu' piccolo ma certo per un bene piu' grande incerto ma con orizzonti piu' ampi.
Rispondendo a bianca: condivido che per me e per anche le persone con una sessualita' piu' spiccata della mia un rapporto e' pieno quando parte dal cuore e si estende in tutte le sue "periferie" e la parola che lo conduce e' progetto di crescita comune inanzitutto come persone, ma questo deriva dal mio essere cristiana o comunque credente ma la cosa che sento in piu' in me che per me l'espressione fisica di tutto cio' e' il bacio...per me il bacio e' sesso sacro, esperienza quasi mistica a volte...cio' che per altri cio' e' rappresentato dal sesso...poi ripeto io ho i miei bei istinti erotici ma che in un rapporto di coppia (con i presupposti di Amore e progetto di cui dicevo prima) sono nel modo piu' pieno, inanzitutto non sempre e poi quando in un approcio fisico non c'e' lo scopo detto brutalmente di concludere..ma solo viverseli per quello che sono..poi se a volte si arriva a concludere bene ma non sempre ne ho voglia.
e ripeto per me il il bacio e' il mio "fare sesso".... e come diceva bianca ingannarsi e "ingannare" facendo qualcosa che non fa parte della nostra natura e' contro natura!! spesso ci ingannismo e inganniamo poiche' questa cultura patrircale e' ipersessualuzzata...pensavo proprio oggi ad uno slogan femminists degli anni 70.."ne puttane ne madonne ma soltanto donne"... ed e' vero la sessualita' delle donne (per troppi secoli in.funzione del maschio-e uso apposta questa parola poiche' essere uomini pienamente e' altro) e' stata in funzione dell'uomo virile e dominante ed eterosessuale, dove le donne o erano puttane appunto in sua funzione (con doppio legame "brave" perche' puttane o cattive perche' puttane) o madonnine represse per cui la sessualita' era peccaminosa e macchine produci figli, angeli del focolare e se gli uomini non erano maschi dominanti assetati di figa sono degli emarginati, sfigari o froci (indipendendentemente dall'essere o meno omosessuali).
Essere "soltanto Donne" (o Uomini) e' far parte proprio di quella via che va oltre le dinamiche di dominio/dominsti , ipersessualizzazione obbligatoria o repressione del sesso che carsterizza la societa' patriarcale.
ESSERE SE STESSI LIBERI DI SEGUIRE LA PROPRIA NATURA PROFONDA QUALSIASI ESSA SIA NEL RISPETTO DEI CONIVOLTI DELLE RELAZIONI.
anche questo e' essere Persone!!

Lilith_rb
Membro
Messaggi: 27
Iscritto il: sab dic 26, 2015 11:18 pm
Orientamento: Biromantica
Genere: Genderfluid
Località: Milano

Re: la mia storia senza etichette...

Messaggio da Lilith_rb » mer gen 13, 2016 12:09 am

Rispondendo a ipazia: Grazie della bella empatia.
:)

Avatar utente
Edward
AVENita di Classe A
Messaggi: 2738
Iscritto il: mar dic 09, 2014 10:49 pm
Orientamento:
Genere: f

Re: la mia storia senza etichette...

Messaggio da Edward » mer gen 13, 2016 12:29 am

Grazie per la risposta, ora mi è chiaro: malgrado tu fossi legata a lei, hai capito che le vostre visioni e aspettative del rapporto erano tanto divese da potervi potenzialmente nuocere.
È stata una scelta coraggiosa e molto sensata.

Avatar utente
Rebel
Membro
Messaggi: 26
Iscritto il: lun gen 04, 2016 10:52 pm
Genere: F

Re: la mia storia senza etichette...

Messaggio da Rebel » lun gen 18, 2016 11:34 pm

Anche a me i temi femministi stanno molto a cuore perciò ti capisco e ti quoto un sacco.
Quel dividere le donne in sante o puttane è solo il frutto della cultura patriarcale e sono delle idee che purtroppo sono ancora parecchio radicate nella società e vanno combattute e superate.
Poi anche per me il bacio è molto importante.

Rispondi