Essere asessuale aromantico è un vantaggio?

Per tutto ciò che riguarda l'asessualità e gli asessuali.
Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26679
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Essere asessuale aromantico è un vantaggio?

Messaggio da Bianca » lun feb 09, 2015 8:18 am

Macciao ghiaccio!
Sempre solo?
Nessuno ti ha salutato, nessuno ti ha dato il benvenuto? :shock:
E pensare che qui tutti salutano tutti..,
Ma tu, non ti sei nemmeno presentato...Come hai scoperto Aven?
Vabbè, dai, non prendertela...
Se hai bisogno di parlare con qualcuno, ci sono qui io. :wink:
D'altra parte, se sei entrato proprio per manifestare il tuo pensiero a me, una qualche preferenza ce l'hai, e poi, è sempre un vantaggio interloquire con qualcuno che sappiamo già come la pensa...
Se ti senti solo e abbandonato, non esitare a contattarmi.
Ma sbrigati, perché, ancora qualche mese e per te, con il caldo, potrebbe esserci una brutta fine.... :lol:

animapura
Asexy
Messaggi: 367
Iscritto il: mar ago 14, 2012 2:25 pm
Orientamento: asex etero-queerplatonica
Genere: femmina

Re: Essere asessuale aromantico è un vantaggio?

Messaggio da animapura » dom feb 15, 2015 11:35 am

Tra gli asessuali aromantici ci sono persone che stanno bene da sole, quindi sono senza dubbio avvantaggiate ma ci sono anche persone, me inclusa, che vorrebbero vivere una relazione, che sfoci magari anche in una convivenza, con qualcuno.
questi ultimi sono i piu svantaggiati di tutti perche dovrebbero essere talmente fortunati da incontrare qualcuno che voglia vivere una relazione con lui/lei senza contatto fisico, ossia un altro asessuale aromantico .
ecco perche' secondo me sarebbe bene aggiungere la tendenza platonica al termine asessuale aromantico.
asessuale aromantico aplatonico=colui o colei che stanno bene da soli, massimo provano semplici amicizie e no hanno bisogno di nessuno.
asessuLe aromantico etero oppure omo platonico= colui colei che non solo non e'interessato al sesso ma nemmeno a tutte le "dolcezze" e smancerie tipiche da innamorati, ha comunque un forte bisogno di avere vicino una persona con cui essere in piena sintonia e confidenza con cui avere un legame esclusivo che potrebbe anche evolvere in una convivenza.
Asessuale etero o omo romantico= colui che non e' interessato al sesso, ma vorrebbe comunque una relazione di coppia fatta di baci coccole e romanticismo.(qui ce ne sono diversi).
purtroppo del secondo orientamento se ne parla ancora pochissimo perche' si da' per scontato che chi e' sia asessuale che aromantico sta bene da solo....non e' affatto cosi percio' ci tenevo a fare questa distinzione.

Avatar utente
Edward
AVENita di Classe A
Messaggi: 2738
Iscritto il: mar dic 09, 2014 10:49 pm
Orientamento:
Genere: f

Re: Essere asessuale aromantico è un vantaggio?

Messaggio da Edward » dom feb 15, 2015 12:10 pm

Anima, io credo che per asessuale-aromantico si intenda una persona che non prova nè attrazione sessuale nè romantica. Con "romanticismo" non si intende sdolcinatezza, carinerie, coccole, ma la capacità di innamorarsi di qualcuno e desiderare di avere con questa persona una relazione di coppia.

animapura
Asexy
Messaggi: 367
Iscritto il: mar ago 14, 2012 2:25 pm
Orientamento: asex etero-queerplatonica
Genere: femmina

Re: Essere asessuale aromantico è un vantaggio?

Messaggio da animapura » dom feb 15, 2015 2:18 pm

ok allora io non m'innamoro ma desidero lo stesso avere un uomo accanto, però non mi ritrovo affatto nelle descrizioni degli eteroromatici e della loro relazione di coppia ideale, nè in quelle che scrivono che gli basta la compagnia dei gatti.in che categora rientro allora ;)?

Avatar utente
Edward
AVENita di Classe A
Messaggi: 2738
Iscritto il: mar dic 09, 2014 10:49 pm
Orientamento:
Genere: f

Re: Essere asessuale aromantico è un vantaggio?

Messaggio da Edward » dom feb 15, 2015 2:44 pm

Animapura, innanzi tutto ti chiedo scusa perché ora mi sono resa conto che il mio post poteva essere interpretato un po' con una certa lapidarietà che non voleva assolutamente avere. Ovviamente io non posso dirti se sei o non sei in un modo o nell'altro.
Quando ho iniziato a frequentare Aven ero convinta di rientrare in determinate definizioni, con il tempo ho imparato che ne avevo fraintese alcune; per questo motivo ho pensato che forse anche a te stava succedendo di identificarti come aromantica, senza però rientrarvi effettivamente.
Però ora capisco che il mio pensiero era viziato dall'idea che una persona che desideri un rapporto esclusivo debba essere per forza romantica. In questa prospettiva ora riesco anche a capire meglio certi disagi che hai esternato in passato e che non avevo del tutto compreso.
Le definizioni aiutano, ma non arrivano ovunque e penso non combacino mai alla perfezione. Credo che non resti altro da fare se non spiegare, farsi conoscere e cercare in tutti i modi di non ragionare mai schematicamente (come ho fatti io prima!).

animapura
Asexy
Messaggi: 367
Iscritto il: mar ago 14, 2012 2:25 pm
Orientamento: asex etero-queerplatonica
Genere: femmina

Re: Essere asessuale aromantico è un vantaggio?

Messaggio da animapura » dom feb 15, 2015 2:47 pm

in questo forum si è parlato anche se poche volte di relazioni queerplatoniche che sono diverse dalle relazioni di coppia anche eteroromantica, infatti viene specificato che la relazione queerplatonica non è di natura romantica, io credo di avere spiccata la propensione per una relazione queerplatonica anzi etero-queerplatonica che vorrei poi si trasformasse anche in una futura convivenza. so che è quasi impossibile però continuoa desiderare questa cosa. dunque nel mio caso essere asessuale aromantica non è per nulla un vantaggio.

animapura
Asexy
Messaggi: 367
Iscritto il: mar ago 14, 2012 2:25 pm
Orientamento: asex etero-queerplatonica
Genere: femmina

Re: Essere asessuale aromantico è un vantaggio?

Messaggio da animapura » dom feb 15, 2015 2:47 pm

in questo forum si è parlato anche se poche volte di relazioni queerplatoniche che sono diverse dalle relazioni di coppia anche eteroromantica, infatti viene specificato che la relazione queerplatonica non è di natura romantica, io credo di avere spiccata la propensione per una relazione queerplatonica anzi etero-queerplatonica che vorrei poi si trasformasse anche in una futura convivenza. so che è quasi impossibile però continuoa desiderare questa cosa. dunque nel mio caso essere asessuale aromantica non è per nulla un vantaggio.

animapura
Asexy
Messaggi: 367
Iscritto il: mar ago 14, 2012 2:25 pm
Orientamento: asex etero-queerplatonica
Genere: femmina

Re: Essere asessuale aromantico è un vantaggio?

Messaggio da animapura » dom feb 15, 2015 2:47 pm

in questo forum si è parlato anche se poche volte di relazioni queerplatoniche che sono diverse dalle relazioni di coppia anche eteroromantica, infatti viene specificato che la relazione queerplatonica non è di natura romantica, io credo di avere spiccata la propensione per una relazione queerplatonica anzi etero-queerplatonica che vorrei poi si trasformasse anche in una futura convivenza. so che è quasi impossibile però continuoa desiderare questa cosa. dunque nel mio caso essere asessuale aromantica non è per nulla un vantaggio.

animapura
Asexy
Messaggi: 367
Iscritto il: mar ago 14, 2012 2:25 pm
Orientamento: asex etero-queerplatonica
Genere: femmina

Re: Essere asessuale aromantico è un vantaggio?

Messaggio da animapura » dom feb 15, 2015 2:48 pm

figurati, anzi sei gentilissima nel rispondermi, questo forum mi piace molto perchè ci si confronta in maniera molto intelligente

Avatar utente
Edward
AVENita di Classe A
Messaggi: 2738
Iscritto il: mar dic 09, 2014 10:49 pm
Orientamento:
Genere: f

Re: Essere asessuale aromantico è un vantaggio?

Messaggio da Edward » dom feb 15, 2015 3:26 pm

animapura ha scritto:in questo forum si è parlato anche se poche volte di relazioni queerplatoniche che sono diverse dalle relazioni di coppia anche eteroromantica, infatti viene specificato che la relazione queerplatonica non è di natura romantica, io credo di avere spiccata la propensione per una relazione queerplatonica anzi etero-queerplatonica che vorrei poi si trasformasse anche in una futura convivenza. so che è quasi impossibile però continuoa desiderare questa cosa. dunque nel mio caso essere asessuale aromantica non è per nulla un vantaggio.
Sai, mi hai fatto ragionare su una cosa.
Molti anni fa ho avuto una relazione queerplatonica. All'epoca non sapevo si definisse in questo modo, sapevo solo che tra me e questa ragazza c'era un'intesa magica e un legame intellettuale molto forte, che andava al di là dell'amicizia ma che non era romantico. Credo di avere ancora alcune sue lettere nelle quale mi confidava di aver pensato di essere lesbica perché mi amava, per poi arrivare alla conclusione che dovesse esistere un altro tipo di amore. Da parte mia, io ero effettivamente lesbica, ma non avevo mai provato per lei sensazioni romantiche (tantomeno sessuali!) che ti portano a pensare di voler fare coppia con una persona. Lei, oltretutto, è stata fidanzata varie volte durante gli anni del nostro rapporto, e non mi sono mai posta il problema.

Ecco, ora ho capito che quel tipo di rapporto speciale, che noi in qualche modo "svalutavamo" nel confronto con il blasonato rapporto di coppia classico, poteva tranquillamente essere vissuto come amore esclusivo e completo.
Di conseguenza ora non mi risulta più difficile capire cosa intendi, quando dici che ti andrebbe bene avere un rapporto fraterno con un uomo. Effettivamente, io e lei, non trovando termini più adatti, dicevamo di essere come sorelle - però delle sorelle che si erano scelte.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26679
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Essere asessuale aromantico è un vantaggio?

Messaggio da Bianca » dom feb 15, 2015 5:10 pm

Mi sembra che voi due vi capiate alla perfezione, o meglio, che Ed abbia capito esattamente ciò che desidera anima.

Personalmente, se devo concentrarmi sul concetto di "Asessuale Aromantico", mi sento veramente male, mi si lacera l'anima, mi sento morire e sarei felice di morire.

Avatar utente
Edward
AVENita di Classe A
Messaggi: 2738
Iscritto il: mar dic 09, 2014 10:49 pm
Orientamento:
Genere: f

Re: Essere asessuale aromantico è un vantaggio?

Messaggio da Edward » dom feb 15, 2015 5:15 pm

Bianca, è perché ti concentri su quelle A come se fossero quelle, a definire una persona. Ma una persona non viene mai definita dalle sue mancanze.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26679
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Essere asessuale aromantico è un vantaggio?

Messaggio da Bianca » dom feb 15, 2015 5:25 pm

So che la persona è un insieme di caratteristiche anche molto, molto positive.
Io non vorrei dover tener conto di quelle due A.
La prima riesco a gestirla, è la seconda che mi arriva come un colpo di fucile nella testa e mi devasta il cervello.

Avatar utente
Caos
A-frodite
Messaggi: 1028
Iscritto il: ven mar 15, 2013 10:50 pm
Orientamento: asessuale aromantica
Genere: femmina

Re: Essere asessuale aromantico è un vantaggio?

Messaggio da Caos » dom feb 15, 2015 5:53 pm

Ecco, penso di essere un po' come animapura anche io, a volte penso che un compagno/a non mi dispiacerebbe.
Trovare un compagno, per come lo intendiamo noi, potrebbe essere difficile...come lo è un po' per tutti infondo.

Dai Bianca, non perderla male...vedila come il precepire meglio diverse sfumature di una certa cosa, o almeno io la vedo così.
I'm not crazy, my reality is just different from yours

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26679
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Essere asessuale aromantico è un vantaggio?

Messaggio da Bianca » dom feb 15, 2015 6:05 pm

Lo so e ne sono convinta che vuol dire anche saper cogliere meglio quelle sfumature che non tutti colgono....

Aldilà di quanto possa piacere stare da soli, fare sempre ciò che si vuole, non dover mai dare spiegazioni a nessuno, io continuo a chiedermi a chi potrebbe non fare piacere un piccolo essere accanto che ti capisce, si preoccupa per te, ti può aiutare, ti pensa, ti manda pensieri affettuosi, non ti tradirebbe mai.....e non smette mai di amarti.

Rispondi