IMPORTANTE: Lessico dell'Attrazione Romantica

Per tutto ciò che riguarda l'asessualità e gli asessuali.
Avatar utente
blueberyl
A-frodite
Messaggi: 1086
Iscritto il: mer lug 27, 2005 4:52 pm
Orientamento: Etero-Asessuale
Località: dagli abissi della mia anima

Re: Lessico dell'Attrazione Romantica

Messaggio da blueberyl » sab gen 05, 2013 6:29 pm

Ehm...no :oops:
Cioè, ho capito perfettamente ciò che vuoi dire, ma ho moltisime obiezioni su ciò che ha scritto.
Per esempio, tu dici che il concetto di attrazione romantica è chiaro, ma per me non lo è per nulla...
Prendila per questo verso: l'attrazione la si prova in modo molto istintivo, mentre l'innamoramento è un processo non razionale, ma motivato e consapevole. Quando si ama davvero una persona, una ragione dietro il sentimento c'è sempre. Può anche non essere una ragione razionale (esempio: è gentile, mi tratta bene, mi fa sentire speciale, ecc.), ma c'è. L'attrazione di per sé è un qualcosa che può essere o non essere motivata.

Non bisogna fare confusione tra sentimenti, sensazioni ed emozioni. Classificare l'interiorità è cosa assurda, tra l'altro, ma a parte questo discorso, vorrei far notare che "innamoramento" non è "amore" e , comunque, può anche non avere una "giustificazione".
L'attrazione attiene all'ambito delle sensazioni, l'innamoramento a quello delle emozioni e l'amore a quello dei sentimenti (anche se poi c'è una contaminazione e una sovrapposizione tra di loro). Paradossalmente, posso essere innamorata di una persona senza amarla ...anzi...potrei anche odiarla (l'Odi et Amo di catulliana memoria) :)

Ragazzi, chi capita su questo forum ci prende per dei pazzi cevellotici :mrgreen: quindi...semplifichiamo e ricorriamo il meno possibile a definizioni bislacche, specie quando le stesse possono essere spiegare in due parole e con termini consueti...Almeno, questa è la mia proposta... :P
"E' in noi un Regno che esiste ma non possediamo, ed è lo stesso che possediamo senza che esso esista"

Avatar utente
SilverKitsune
z = z² + c
Messaggi: 9690
Iscritto il: ven apr 15, 2011 6:03 pm
Orientamento: Asessuale
Genere: Demiguy / Non-binario
Località: Monte Argento

Re: Lessico dell'Attrazione Romantica

Messaggio da SilverKitsune » dom gen 06, 2013 12:53 pm

Vedi, io non avevo assolutamente intenzione di "classificare l'interiorità" se non per spiegarti la distinzione fatta tra innamoramento e attrazione romantica. Sostieni di voler semplificare le definizioni, ma penso tu sia cosciente di come sia complicato capire il discorso che stiamo facendo, vero? Specialmente perché nemmeno io capisco cosa tu voglia dire riguardo ad essere innamorati di una persona odiandola :mrgreen: Hai proposto di definire "aromantico" una persona che "non si innamora", ma alla luce delle tue osservazioni sull'innamoramento penso proprio che dire così complichi le cose, piuttosto che lasciare il semplice "persona che non prova attrazione romantica" che c'è adesso.
Peraltro, portando il nome di AVEN, sarebbe scorretto fornire definizioni diverse da quelle presenti sul network internazionale. E' una questione di continuità e coerenza.
"I see now that the circumstances of one's birth are irrelevant; it is what we do with the gift of life that makes us who we are."

MBTI: INTJ

Avatar utente
blueberyl
A-frodite
Messaggi: 1086
Iscritto il: mer lug 27, 2005 4:52 pm
Orientamento: Etero-Asessuale
Località: dagli abissi della mia anima

Re: Lessico dell'Attrazione Romantica

Messaggio da blueberyl » lun gen 07, 2013 1:19 pm

Peraltro, portando il nome di AVEN, sarebbe scorretto fornire definizioni diverse da quelle presenti sul network internazionale. E' una questione di continuità e coerenza.
Infatti la mia proposta era di cercare di chiarire questi termini- almeno tra noi italiani- per poi aprire un confronto con Aven En. Ma mi sa che devo tornare a volare basso, sigh...
"E' in noi un Regno che esiste ma non possediamo, ed è lo stesso che possediamo senza che esso esista"

Avatar utente
SilverKitsune
z = z² + c
Messaggi: 9690
Iscritto il: ven apr 15, 2011 6:03 pm
Orientamento: Asessuale
Genere: Demiguy / Non-binario
Località: Monte Argento

Re: Lessico dell'Attrazione Romantica

Messaggio da SilverKitsune » mar gen 08, 2013 11:33 am

blueberyl ha scritto:Infatti la mia proposta era di cercare di chiarire questi termini- almeno tra noi italiani- per poi aprire un confronto con Aven En. Ma mi sa che devo tornare a volare basso, sigh...
Mi dispiace per averti tarpato le ali, comunque se la ritieni una questione importante possiamo sempre discuterne via MP e valuterò se è il caso di coinvolgere anche lo staff italiano in questa considerazione ;)
"I see now that the circumstances of one's birth are irrelevant; it is what we do with the gift of life that makes us who we are."

MBTI: INTJ

Platonico
Newbie
Messaggi: 4
Iscritto il: dom mar 10, 2013 8:53 pm
Genere: maschio

Re: Lessico dell'Attrazione Romantica

Messaggio da Platonico » dom mar 10, 2013 9:03 pm

Ho scoperto di essere Panromantico Monoamoroso! è possibile? o è un controsenso?

Avatar utente
SilverKitsune
z = z² + c
Messaggi: 9690
Iscritto il: ven apr 15, 2011 6:03 pm
Orientamento: Asessuale
Genere: Demiguy / Non-binario
Località: Monte Argento

Re: Lessico dell'Attrazione Romantica

Messaggio da SilverKitsune » dom mar 10, 2013 11:07 pm

Platonico ha scritto:Ho scoperto di essere Panromantico Monoamoroso! è possibile? o è un controsenso?
Non è un controsenso. "Monoamoroso" (o, più comunemente, "monogamo") è la definizione che si dà a una persona che prova attrazione romantica solo per una persona alla volta o, in termini più semplici, ha un solo partner alla volta, come suggerisce il termine "monogamia". Il contrario è "poliamoroso", persona che può provare attrazione romantica per più persone allo stesso tempo e può anche voler avere più di un partner (ovviamente previo accordo con il/i partner su tutto questo, non "di nascosto").

"Panromantico", invece, significa "persona che può provare attrazione romantica per persone di qualsiasi genere o sesso", e non implica niente circa l'amare una persona alla volta o più di una ;)
"I see now that the circumstances of one's birth are irrelevant; it is what we do with the gift of life that makes us who we are."

MBTI: INTJ

Avatar utente
SilverKitsune
z = z² + c
Messaggi: 9690
Iscritto il: ven apr 15, 2011 6:03 pm
Orientamento: Asessuale
Genere: Demiguy / Non-binario
Località: Monte Argento

Re: Lessico dell'Attrazione Romantica

Messaggio da SilverKitsune » mar giu 18, 2013 9:59 am

  • Attrazione romantica primaria: Premessa: la distinzione tra attrazione (romantica o sessuale) primaria e secondaria fa parte del modello di Rabger, tuttora in discussione e spesso contestato. Termine che indica quel tipo di attrazione che porta a desiderare e/o cercare un rapporto romantico con uno o più partners basato su informazioni subito o presto accessibili (aspetto fisico, sguardo, ecc..). Differisce dal "desiderio romantico" in quanto l'attrazione romantica è rivolta a una o più persone specifiche, mentre il desiderio romantico è la volontà astratta (non diretta a persone in particolare) di formare una relazione romantica.
  • Attrazione romantica secondaria: Premessa: la distinzione tra attrazione (romantica o sessuale) primaria e secondaria fa parte del modello di Rabger, tuttora in discussione e spesso contestato. Termine che indica un tipo di attrazione romantica che si sviluppa solo dopo aver costruito un rapporto più profondo con qualcuno, come una solida amicizia. Differisce dal "desiderio romantico" in quanto l'attrazione romantica è rivolta a una o più persone specifiche, mentre il desiderio romantico è la volontà astratta (non diretta a persone in particolare) di formare una relazione romantica.
  • Desiderio romantico: Termine che indica un desiderio astratto di formare una relazione romantica con qualcuno, non rivolto a una persona specifica. Differisce dall'"attrazione romantica" in quanto l'attrazione romantica è rivolta a una o più persone specifiche.
Ho aggiunto le parti in corsivo e la definizione di "desiderio romantico", alla luce di un malinteso recente in un thread. Spero che servano :)
"I see now that the circumstances of one's birth are irrelevant; it is what we do with the gift of life that makes us who we are."

MBTI: INTJ

Avatar utente
astrid
A-ssolutamente Fantastico
Messaggi: 96
Iscritto il: lun dic 23, 2013 9:56 pm
Orientamento: eteroromantica, grigia scura
Genere: femmina

Re: Lessico dell'Attrazione Romantica

Messaggio da astrid » ven gen 24, 2014 9:20 pm

Leggere qui la differenza tra attrazione romantica primaria e secondaria mi ha aiutata a fare un po'di chiarezza su come mi sento...
Io provo attrazione romantica primaria per tante persone contemporaneamente, conosciute o meno (ho un po'il vizio di prendermi cotte per chiunque), e l'intensità di ciò che provo può variare molto... tuttavia non sento la vera spinta a costruire concretamente un rapporto con queste persone, perchè sono convinta che una relazione davvero soddisfacente possa crearsi solo con una persona con la quale ho già sviluppato una profonda amicizia.

Forse è un concetto un po'banale, però a volte ho proprio bisogno di leggere le cose spiegate in modo chiaro o di avere delle definizioni come punti di riferimento, altrimenti vado nella confusione più totale :mrgreen:
Questo forum mi sta aiutando molto!
"Atticus, forse tu ti sbagli..."
"Come sarebbe a dire?"
"Tutta la gente pensa di aver ragione e che tu abbia torto..."
"Hanno il diritto di pensarlo e hanno il diritto di far rispettare la loro opinione," disse Atticus, "ma prima di vivere con gli altri, bisogna che viva con me stesso: la coscienza è l'unica cosa che non debba conformarsi al volere della maggioranza."

[Il buio oltre la siepe]

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26008
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: IMPORTANTE: Lessico dell'Attrazione Romantica

Messaggio da Bianca » ven gen 09, 2015 10:55 am

Nella necessità e nel desiderio di dare definizioni semplici, posso dire che la libido risiede nei genitali, mentre l'attrazione sessuale si sviluppa nel cervello?

Avatar utente
SilverKitsune
z = z² + c
Messaggi: 9690
Iscritto il: ven apr 15, 2011 6:03 pm
Orientamento: Asessuale
Genere: Demiguy / Non-binario
Località: Monte Argento

Re: IMPORTANTE: Lessico dell'Attrazione Romantica

Messaggio da SilverKitsune » sab gen 10, 2015 10:24 am

Bianca ha scritto:Nella necessità e nel desiderio di dare definizioni semplici, posso dire che la libido risiede nei genitali, mentre l'attrazione sessuale si sviluppa nel cervello?
Puoi spiegarle come vuoi, e mi rendo conto che il "dizionario" offerto su AVEN abbia così tante sfumature da essere poco chiaro... però, se a me personalmente la spiegassi così, la seconda parte non mi sarebbe molto chiara :mrgreen:
"I see now that the circumstances of one's birth are irrelevant; it is what we do with the gift of life that makes us who we are."

MBTI: INTJ

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26008
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: IMPORTANTE: Lessico dell'Attrazione Romantica

Messaggio da Bianca » sab gen 10, 2015 11:26 am

Perché no?
Semplicemente, agli asessuali, nel cervello non si sviluppa.
E poi, io devo spiegarlo a me, mica a te! :lol:

Maya98
Membro
Messaggi: 44
Iscritto il: dom gen 04, 2015 12:24 pm
Orientamento: Asexual (self) aromantic
Genere: Femmina CIS-Gender

Re: IMPORTANTE: Lessico dell'Attrazione Romantica

Messaggio da Maya98 » mar feb 10, 2015 8:04 pm

Ok, sono sempre io la rompiscatole che è appassionata di definizioni. Volevo chiedere se esiste una qualche traduzione italiana del termine inglese 'aroflux'...so che è insolito, la mia è pura curiosità accademica...
Grazie

Avatar utente
emi
Junior
Messaggi: 12
Iscritto il: sab lug 18, 2015 7:14 pm
Orientamento: aromantico/gray-a
Genere: M
Contatta:

Re: IMPORTANTE: Lessico dell'Attrazione Romantica

Messaggio da emi » gio lug 23, 2015 1:19 am

Scusatemi, ho un po' di dubbi su certe cose...
Più che altro sono dubbi "egoistici" perché sto cercando di capire come posso definirmi (anche se in ogni caso, sembra strano, ma non mi piacciono le categorizzazioni, ma il definire me stess* mi potrebbe darmi dei punti saldi per conoscermi più a fondo e meglio, e stare in pace con il mio essere). Leggendo, mi sono accort* che, anche se non posso definirmi cert* su alcuni punti ovviamente, per mancanza d'esperienza, ma mi stavo chiedendo anche se il fatto di identificarmi molto di più con il genere maschile che con quello femminile (il mio sesso biologico) faccia di me un'omoromanico, oppure posso definirmi anch'io un androromantic*, essendo attratt* unicamente da persone di sesso e genere maschile (romanticamente parlando, ovviamente). Anche perché non credo di aver ben chiaro il concetto di androromantic*...

Scusate per la domanda un po' egoistica appunto, ma non riesco a levarmelo dalla testa...
"There is nothing either good or bad, but thinking makes it so." Hamlet, Act 2, Scene 2.

Avatar utente
Haderian
Asexy
Messaggi: 365
Iscritto il: ven set 16, 2005 7:13 am
Orientamento: omosessuale
Genere: maschio

Re: IMPORTANTE: Lessico dell'Attrazione Romantica

Messaggio da Haderian » gio lug 23, 2015 7:51 pm

androromantic* significa provare attrazione romantica per individui di sesso maschile.
su cosa sia esattamente l'attrazione romantica c'e' un dibattito aperto da tempo, perche' non e' cosi' facile da interpretare.

i termini androsessuale e androromantic* (come ginosessuale e ginoromantic*) nascono proprio per dare la possibilta a chi sente di non essere nettamente ne maschio ne femmina di specificare tramite una parola il sesso verso cui si e' attratti senza che il significato dipenda dal proprio sesso o genere.

personalmente non penso che trovare un termine che ci descrive possa aiutare a conoscersi piu' a fondo e a sentirsi in pace col proprio essere.
penso che dare un valore identificativo ad una parola sia fondamentalmente un'illusione.
nonostante questo penso che possa aiutare a comunicare in maniera più' rapida e più' efficace e a trovare gente simile a noi su determinati aspetti

Avatar utente
emi
Junior
Messaggi: 12
Iscritto il: sab lug 18, 2015 7:14 pm
Orientamento: aromantico/gray-a
Genere: M
Contatta:

Re: IMPORTANTE: Lessico dell'Attrazione Romantica

Messaggio da emi » dom lug 26, 2015 9:53 pm

okay, grazie mille per il chiarimento.
Con la cosa che ho detto, credo di aver sbagliato ad usare le parole... Quello che non sono riuscit* a dire era che, dandomi una definizione, sarebbe come avere un punto fisso od una certezza alla quale fare riferimento. Considerando che di certezze non ne ho, ma ovviamente sto ancora cercando di definire la mia personalità e tutto il resto, averne almeno una mi aiuterebbe a farmi capire che sto crescendo e che appartengo ad un qualcosa di preciso, e non che vago nel mezzo di qualcos'altro. Purtroppo per come sono fatt*, mi sento molto più in pace con me stess* avendo certezze, anche se dopo tutto può cambiare e ne sono consapevole.
Sono la prima persona a dire che le categorizzazioni non dovrebbero esistere perché sono utili solo all'uomo per sentirsi appartenere ad una categoria e a sentirsi accettato, ma ammetto che in situazioni del genere mi sento più stabile sapendo di potermi definire
"There is nothing either good or bad, but thinking makes it so." Hamlet, Act 2, Scene 2.

Rispondi