IMPORTANTE: Le persone (asessuali) e il sesso

Per tutto ciò che riguarda l'asessualità e gli asessuali.
Avatar utente
ithaca
A-frodite
Messaggi: 1147
Iscritto il: dom dic 11, 2011 11:20 pm
Genere: whatever

IMPORTANTE: Le persone (asessuali) e il sesso

Messaggio da ithaca » ven feb 08, 2013 10:25 pm

In questo post parleremo del rapporto tra persone asessuali e sesso, perché questa è AVEN e parliamo principalmente di asessuali, ma è importante capire che il seguente (o almeno buona parte di esso) può applicare a ogni persona di qualsiasi orientamento. E 'anche importante dire che questo breve saggio è solo frutto della mia opinione e della mia esperienza personale, e non è destinato ad essere un manuale di etichette o nulla del genere per nessun altro.


-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


In generale, quando penso alle persone (asessuali) e al loro modo di relazionarsi col sesso, vedo una differenza tra tre diversi livelli:
1. Un opinione generale sul sesso (sesso come concetto, nella società, ecc)
2. Un atteggiamento personale nei confronti del sesso
3. Il comportamento sessuale

Vediamoli uno per uno.

1 - Opinione generale sul sesso

Le persone asessuali, come chiunque altro, possono e spesso hanno un parere sul sesso e sulle attività sessuali. In generale, ho visto i seguenti atteggiamenti, anche se sono sicura che ce ne possono essere di più:
  • Sex-positive: opinione che riflette, in generale, quella del movimento sex positive, con l'affermazione dell'importanza della libertà di tutti di partecipare (o no) in qualsiasi attività sessuale, con particolare enfasi sull'aspetto del consenso e della sicurezza.
  • Indifferente: opinione che può sembrare simile al sex-positive, con un atteggiamento generale del tipo "Non mi interessa quello che fanno gli altri", ma meno focalizzata sull'affermazione dei diritti e della libertà delle persone in materia di sesso.
  • Sex-negative: opinione di quelle persone che hanno un'idea negativa del sesso, che potrebbe essere visto, per esempio, come cattivo, peccaminoso o sporco, o in generale troppo enfatizzato nella società di oggi, mentre (per queste persone) non dovrebbe esserlo.
  • Anti-sessuale: atteggiamento che può sembrare simile al sex-negative, ma che appartiene a quelle persone che non solo hanno un parere peggiore del sesso, ma che vedono le persone sessualmente attive (e/o sessualmente attratte) come inferiori a causa di esso . Le persone sessualmente attive potrebbero essere descritte come più simili agli animali, e di solito un alto valore è messo sul celibato e sulla castità.

2 - Atteggiamento personale nei confronti del sesso

Le persone asessuali, ancora una volta come chiunque altro, hanno anche a che fare con il sesso e attività sessuali nella loro vita personale, non solo riguardo il comportamento sessuale (di cui parleremo a breve), ma anche proprio come un atteggiamento personale nei riguardi di se stessi e del sesso. In generale, ho visto quanto segue, anche se ci può essere di più:
  • Repulsione: alcune persone provano repulsione per tutto ciò che riguarda il sesso, per alcune attività sessuali e/o per alcune cose relative al sesso. Alcuni esempi potrebbero essere i genitali, i fluidi corporei, gli odori o i rumori. Questo non è valido solo per le persone asessuali, ma anche per quelle sessuali. Molte persone sessuali provano repuslione per alcune cose specifiche o per alcune attività sessuali (orale, anale o altro), ed è possibile che alcuni sessuali possano anche essere provare repulsione per il sesso nel suo insieme, il che può creare un conflitto con le loro attrazioni.
  • Indifferenza: alcune persone asessuali sono indifferenti all'idea di se stessi in riguardo al fare sesso, e in genere descrivono il loro atteggiamento come "prendere o lasciare", nel senso che se il loro partner volesse fare sesso loro non avrebbero problemi di repulsione ad accettare, ma potrebbero anche facilmente vivere senza mai fare sesso se non ci dovessero essere 'richieste' perché non gli piace particolarmente.
  • Piacere (per mancanza di una parola migliore): ad alcune persone asessuali piace partecipare ad attività sessuali, per diverse ragioni. Alcune molto comuni sono che gli piace compiacere il proprio partner, o che a loro piace il piacere fisico o l'intimità emotiva con il partner che ricevono da esso. Questo gruppo di asessuali è probabilmente meno conosciuto e meno discusso, anche perché è molto più comune discutere di qualcosa di cui si sente il bisogno di parlare o che ci mette in difficoltà, piuttosto che di qualcosa con cui non abbiamo problemi per nulla.

3 - Comportamento sessuale

I due paragrafi precedenti non spiegano ancora come le persone (asessuali) si comportino nella loro vita sessuale. Per quanto ne so, le persone possono essere:
  • Sessualmente attive: attualmente attive con uno o più partner sessuali
  • Disponibili: attualmente non attive, ma d'accordo con la partecipazione ad attività sessuali se dovessero essere in una relazione
  • Celibi: vergini o attive in passato, sono persone che decidono di non avere rapporti sessuali ( mai o di nuovo), per un motivo o un altro.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


E 'importante capire che, mentre può essere facile disegnare delle linee tra alcuni atteggiamenti, opinioni e comportamenti, questi non sempre coincidono con la realtà.
Ad esempio, sarebbe facile immaginare una persona celibe sex-negative e che prova repulsione, o una persona sex-positive a cui piace il sesso e che sia sessualmente attiva o disponibile. Ma la realtà dimostra che le situazioni di cui sopra possono essere mischiate in qualsiasi tipo di combinazione possibile, quindi ci possono essere persone celibi sex-positive che provano repulsione personalmente, persone sex-negative a cui piace personalmente il sesso e che sono sessualmente disponibili, e magari perfino persone antisessuali che provano repulsione e che sono sessualmente attive, ecc

Ovviamente, alcune opinioni si scontrano con alcuni degli atteggiamenti e con alcuni dei comportamenti, ma ciò non significa che non co-esistano in alcune persone: significa solo che, a queste persone, causeranno probabilmente un po 'di disagio, dolore, disgusto di sé o problemi di autostima.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Come ho detto nell'introduzione, questo è solo il modo in cui io personalmente vedo la questione del sesso e del come la gente, asessuale e non, pensa a o si relaziona con esso. Questa spiegazione mi ha aiutato a parlare della questione delle persone asessuali e del sesso più volte, ed è generalmente accolta con la comprensione che le persone asessuali non sono poi così diverse dagli altri, che sì, potrebbe essere più facile incontrare una sorta di opinioni e/o atteggiamenti piuttosto che altri parlando con gli asex, ma che nessuna di queste è esclusiva degli asessuali né dovrebbe diventare uno stereotipo.

Avatar utente
Asuka
A-frodite
Messaggi: 1220
Iscritto il: dom giu 17, 2012 2:54 pm

Re: Le persone (asessuali) e il sesso

Messaggio da Asuka » ven feb 08, 2013 10:36 pm

beh interessantissimo post, mi sembra un ottimo riassunto
personalmente mi ritrovo nel demisessuale indifferente, che ondeggia dalla repulsione x alcune cose sessuali all'indifferenza completa nell'avere rapporti al piacere e il desideiro di averli a volte, e con ciò sono "formalmente" attiva ma in stallo da quasi 7 mesi x motivi nn legati a me

quindi c prendevi molto quando dicevi che pur essendo a volte in contraddizione fra loro, certi termini nn si annullano a vicenda nella realtà!
Everyday I'm Shuffling

Ancora una volta, grazie a Wikipedia, sono diventata una persona migliore.

Sceglierò sempre un pigro per fare un lavoro difficile, perché troverà sempre un modo facile per farlo ~ Bill Gates


“Lascio agli altri la convinzione di essere i migliori, per me tengo la certezza che nella vita si può sempre migliorare” (Marilyn Monroe)

"I miei amici che facevano sport sono morti da tempo" (G. Andreotti)

Avatar utente
Sidhe
A-frodite
Messaggi: 1149
Iscritto il: mer nov 16, 2011 4:24 pm
Orientamento: asex poly biromantic
Genere: donna cisgender

Re: Le persone (asessuali) e il sesso

Messaggio da Sidhe » ven feb 08, 2013 10:42 pm

Hai fatto bene a postare questo, chiarifica molte cose! (Per me sono cose assolutamente comprensibili ed e' un attestare l'evidente, ma chi non si trova nella nostra situazione potrebbe non capire).
Personalmente sono sex-positive come ideologia, quanto all'idea di farlo io stessa di base provo repulsione se fosse con uno/a qualsiasi ma, se fosse con la persona che amo, proverei indifferenza e non fastidio; il mio comportamento attuale e' "evviva sono single non ho bisogno di scendere a compromessi con nessuno".
Ultima modifica di Sidhe il gio lug 10, 2014 11:14 am, modificato 1 volta in totale.
Non ci sarò quando verrai a cercarmi nel sole... che la tua vita non è la mia, io sarò già andato via... [Angelo Branduardi, Lamento di un uomo di neve]

Avatar utente
SilverKitsune
z = z² + c
Messaggi: 9690
Iscritto il: ven apr 15, 2011 6:03 pm
Orientamento: Asessuale
Genere: Demiguy / Non-binario
Località: Monte Argento

Re: Le persone (asessuali) e il sesso

Messaggio da SilverKitsune » sab feb 09, 2013 11:11 am

So che è un thread molto personale ithaca, ma mi permetto lo stesso di stickarlo perché ritengo che sollevi una questione molto importante e che dovrebbe essere all'attenzione di tutti! Soprattutto perché è importante capire che non tutti gli asessuali sono sex-negative o antisessuali, e soprattutto che AVEN scoraggia fortemente di assumere atteggiamenti antisessuali all'interno del forum.
Credo ci sia qualcosa di incompleto nel punto 2), però: il punto 3) contempla la decisione di non fare sesso, ma una simile specifica dovrebbe esistere anche negli atteggiamenti personali nei confronti di esso. Per esempio a me non repelle assolutamente niente dell'idea del sesso (non l'ho mai fatto in maniera tradizionale ma ho provato altre interazioni più "leggere" e non mi infastidivano neanche quelle), ma neanche mi definisco indifferente perché non ho nessuna voglia di farlo, nonostante non mi risulti "disgustoso" o altre cose di questo genere. Forse potremmo distinguere due tipi di indifferenti, gli indifferenti disponibili e gli indifferenti non disponibili?
"I see now that the circumstances of one's birth are irrelevant; it is what we do with the gift of life that makes us who we are."

MBTI: INTJ

Avatar utente
ithaca
A-frodite
Messaggi: 1147
Iscritto il: dom dic 11, 2011 11:20 pm
Genere: whatever

Re: Le persone (asessuali) e il sesso

Messaggio da ithaca » sab feb 09, 2013 11:37 am

SilverKitsune ha scritto:Credo ci sia qualcosa di incompleto nel punto 2), però: il punto 3) contempla la decisione di non fare sesso, ma una simile specifica dovrebbe esistere anche negli atteggiamenti personali nei confronti di esso. Per esempio a me non repelle assolutamente niente dell'idea del sesso (non l'ho mai fatto in maniera tradizionale ma ho provato altre interazioni più "leggere" e non mi infastidivano neanche quelle), ma neanche mi definisco indifferente perché non ho nessuna voglia di farlo, nonostante non mi risulti "disgustoso" o altre cose di questo genere. Forse potremmo distinguere due tipi di indifferenti, gli indifferenti disponibili e gli indifferenti non disponibili?
Il punto 2 non tratta il comportamento sessuale (se fai o faresti sesso o no), tratta solo le sensazioni personali. Quello che tu vorresti specificare va a mischiarsi con una scelta consapevole, mentre la repulsione, l'indifferenza o il piacere non sono scelte, sono parte di come siamo fatti.

Avatar utente
SilverKitsune
z = z² + c
Messaggi: 9690
Iscritto il: ven apr 15, 2011 6:03 pm
Orientamento: Asessuale
Genere: Demiguy / Non-binario
Località: Monte Argento

Re: Le persone (asessuali) e il sesso

Messaggio da SilverKitsune » sab feb 09, 2013 11:44 am

ithaca ha scritto:Il punto 2 non tratta il comportamento sessuale (se fai o faresti sesso o no), tratta solo le sensazioni personali. Quello che tu vorresti specificare va a mischiarsi con una scelta consapevole, mentre la repulsione, l'indifferenza o il piacere non sono scelte, sono parte di come siamo fatti.
"Indifferente" è, secondo la definizione che hai dato attualmente, una persona che farebbe sesso se il partner glielo chiedesse, altrimenti starebbe benissimo anche senza. Questa componente fa parte delle scelte consapevoli. Se preferisci non distinguerle proprio, allora sarebbe opportuno lasciare "indifferente" come una non specificata attitudine che non è né la stessa di chi prova piacere né la stessa di chi prova repulsione, perché stando alla differenziazione attuale io non mi sento rappresentat* da nessuna delle tre categorie, almeno nel punto 2), e penso che per altre persone sia lo stesso.
"I see now that the circumstances of one's birth are irrelevant; it is what we do with the gift of life that makes us who we are."

MBTI: INTJ

Avatar utente
ithaca
A-frodite
Messaggi: 1147
Iscritto il: dom dic 11, 2011 11:20 pm
Genere: whatever

Re: Le persone (asessuali) e il sesso

Messaggio da ithaca » sab feb 09, 2013 1:38 pm

E infatti nell'OP ho detto che ci possono essere altre situazioni e altre specifiche, e che non ho mai avuto l'intenzione di creare una guida con questo post ;) Queste sono solo le esperienze che io ho incontrato più spesso, e come io di solito le raggruppo, ognuno può pensare quello che vuole e aggiungere quello che vuole.

Cmq ho cambiato un po' l'indifferente del punto 2 x specificare meglio quello che intendo, cioè che rappresenta le emozioni di chi non prova repulsione ma neanche piacere all'IDEA di fare sesso, più che la decisione di farlo o non farlo.

Avatar utente
Manhattan
Mega-Mitosi
Messaggi: 124
Iscritto il: gio ott 13, 2011 1:16 pm
Orientamento: asex-etero
Località: Bergamo-Milano

Re: Le persone (asessuali) e il sesso

Messaggio da Manhattan » dom feb 10, 2013 12:08 am

Ottimo thread.
Apprezzo sempre i tentaivi di delineare meglio il "quadro" di una particolare realtà.

Personalmente:
1. Opinione generale è "indiffirente", ma un po' tendente al sex-negative... perchè credo si dia troppa importanza al sesso. Ora, forse, è un qualcosa che non concepisco a causa della mia asessualita, che non mi consente di capire quanto "vitale" sia questo impulso per i sessuali.

2. Atteggiamento: qui non riesco ad identificarmi bene in una delle 3 casistiche citate.
Dunque, ci sono alcune attività particolari per le quali ho totale repulsione. Mentre la normale attività sessuale non mi dà particolarmente noia... a patto che sia fatta con una persona "speciale" e che non sia troppo frequente (penso che una volta alla settimana sarebbe già troppo :!: ).
Come ho già detto più volte, non mi darebbe affatto fastidio fare sesso al fine di procreare, anzi, è l'unico motivo per cui sarei veramente felice di farlo.

TGP
A-ssolutamente Fantastico
Messaggi: 82
Iscritto il: sab feb 09, 2013 3:35 am
Orientamento: verso il benessere e oltre!
Genere: queer
Località: Roma

Re: Le persone (asessuali) e il sesso

Messaggio da TGP » dom feb 10, 2013 2:29 pm

Uhm, questo post mi interessa molto. Mi interesserebbe soprattutto leggere altre risposte personali degli utenti, per capire meglio come è NELLA PRATICA l'approccio degli asessuali.
Intanto io dico la mia.
1. Un opinione generale sul sesso
Sex-positive. Ma non fraintendetemi, anche io odio l'eccessiva enfasi che si da al sesso nella nostra società. Penso che sarebbe bello che le persone prendessero il sesso con più tranquillità, rilassatezza, apertura mentale. Tutto il sesso e tutti gli orientamenti sessuali, compresa l'asessualità. Che insomma seguissero semplicemente i loro istinti senza altri problemi, senza sovraccaricare il sesso di oblighi sociali (in un senso o nell'altro), moralismi o paturnie di vario genere, ma fa cendo solo quello che si sente.
Questo per me vuol dire sex-positive: vivere la sessualità in serenità e in armonia con se stessi e gli altri, qualunque sessualità sia.
2. Un atteggiamento personale nei confronti del sesso
Credo che sia utile, per spiegarmi, dividere il sesso in "atti erotici" di vario genere e il "sesso tradizionale" per cui intendo il normale accoppiamento (principalmente eterosessuale, ma non solo). Provo una reale repulsione verso il secondo, mentre sono disponibile al primo.
Parlando del sesso tradizionale: non so esattamente perché mi ripugni, ma il fatto è che davvero lo trovo qualcosa di fastidioso, anche dal punto di vista visivo. Anche il mio essere genderqueer mi mette contro all’idea che una persona di genere maschile debba fare automaticamente certe cose mentre una femmina quelle altre e questo è tutto. Inoltre è un qualcosa che (in teoria, non avendo mai provato) trovo molto noioso, un meccanico ripetere e ripetere degli stessi gesti fino al raggiungimento del piacere fisico. E trovo insopportabile lo stesso accanimento alla ricerca del piacere fisico. Cioè, che noia e che ansia! A che pro? Per qualche secondo di…
Invece per altri atti erotici (anche particolari) ho una benevola accondiscendenza, se vengono spontaneamente e con naturalezza. I rapporti impostati invece, quelli carichi di aspettative e doveri, mi fanno sentire un forte fastidio dentro e mi annichiliscono. Non sopporto l’idea di "dover fare sesso". Penso che il contatto fisico sia una cosa bella e piacevole, ma se avviene liberamente, senza avere una specie di copione da rispettare o un fine da raggiungere oltre a quello di sentirsi bene vicini. Vorrei poter toccare qualcuno perché mi piace e dove mi piace (ovviamente se piace che lo faccia) e può succedere che come si carezza una guacia si arrivi a zone intime: e perché no, siamo noi anche quello, ma se capita, se viene spontaneo. Non perché "adesso si fa sesso", come una serie di esercizi ginnici.
Per finire direi che credo molto nell'integrazione tra mente e corpo: penso sia qualcosa di positivo se, in un momento di intimità emotiva, si instauri anche un'intimità fisica, ma non è qualcosa di cui io sento il bisogno a tutti i costi. Sento invece il bisogno di avere qualcuno di intimo, ma non dell'intimità fisica di per se. Questo perché intendo l'intimità fisica più come un mezzo che come un fine, un mezzo per stabilire un contatto umano profondo, per creare un comune fluire di energia. Ma ci sono anche altri mezzi validi, che mi andrebbero altrettanto bene, a seconda della situazione e dei desideri dell'altra persona. Se comunque il fine comue è quello, altrimenti niente.
3. Il comportamento sessuale
Attualmente sono "disponibile"... Ovviamente non di quanto al punto precedente ho detto che mi repelle, ma in generale disponibile. Poi in realtà ho vissuto una relazione che si è conclusa da poco, quindi il disponibile va presa più come una contingenza, mentre nella vita nel complesso penso di potermi definire una persona sessualmente attiva... A modo mio.

Avatar utente
SilverKitsune
z = z² + c
Messaggi: 9690
Iscritto il: ven apr 15, 2011 6:03 pm
Orientamento: Asessuale
Genere: Demiguy / Non-binario
Località: Monte Argento

Re: Le persone (asessuali) e il sesso

Messaggio da SilverKitsune » dom feb 10, 2013 7:53 pm

TGP ha scritto:Uhm, questo post mi interessa molto. Mi interesserebbe soprattutto leggere altre risposte personali degli utenti, per capire meglio come è NELLA PRATICA l'approccio degli asessuali.
Inserisco anche la mia, allora :mrgreen:
1) A metà tra l'indifferente e il sex-positive. Credo che la libertà sessuale sia stata una conquista molto importante, anche se all'atto pratico non mi spendo più di tanto per rivendicarla, al di fuori del riconoscimento dell'identità asessuale (al quale spero di contribuire positivamente ogni giorno). Un po' mi dispiace che il sesso sia così centrale nella società moderna, ma la cosa non mi infastidisce più di tanto.
2) Indifferente-non-disponibile nell'accezione sopra descritta. Del sesso non mi repelle niente, ma non mi va proprio di farlo. Penso che sarebbe come dover camminare a testa in giù per me: una cosa strampalata e innaturale :mrgreen:
3) Celibe da sempre per la ragione citata al punto precedente. Ho una certa apertura, a livello generale, verso il petting e forme più leggere di interazione fisica, ma allo stesso tempo non ho voglia di formare un rapporto romantico con una persona sessuale o comunque interessata al sesso, quindi è improbabile che mi si ponga il problema.

In termini di contatto fisico la mia posizione è all'incirca la stessa di TGP: mi piace se e quando coinvolge una persona con cui ho intimità intellettuale, emotiva e sentimentale. Non mi infastidisce neanche il contatto in zone sensibili del corpo perché non lo vedo come un qualcosa di sessuale (per me toccare "là in basso" sarebbe praticamente la stessa cosa che toccare un gomito, un ginocchio o una qualsiasi altra zona corporea).
"I see now that the circumstances of one's birth are irrelevant; it is what we do with the gift of life that makes us who we are."

MBTI: INTJ

Avatar utente
Chiara78
Residente permanente di AVEN
Messaggi: 5200
Iscritto il: ven ott 29, 2010 4:47 pm

Re: Le persone (asessuali) e il sesso

Messaggio da Chiara78 » mar feb 12, 2013 5:02 pm

1. Un opinione generale sul sesso
Sex-positive. Ma non fraintendetemi, anche io odio l'eccessiva enfasi che si da al sesso nella nostra società. Penso che sarebbe bello che le persone prendessero il sesso con più tranquillità, rilassatezza, apertura mentale. Tutto il sesso e tutti gli orientamenti sessuali, compresa l'asessualità. Che insomma seguissero semplicemente i loro istinti senza altri problemi, senza sovraccaricare il sesso di obblighi sociali (in un senso o nell'altro), moralismi o paturnie di vario genere, ma facendo solo quello che si sente.
Questo per me vuol dire sex-positive: vivere la sessualità in serenità e in armonia con se stessi e gli altri, qualunque sessualità sia.
2. Un atteggiamento personale nei confronti del sesso
Credo che sia utile, per spiegarmi, dividere il sesso in "atti erotici" di vario genere e il "sesso tradizionale" per cui intendo il normale accoppiamento (principalmente eterosessuale, ma non solo). Provo una reale repulsione verso il secondo, mentre sono disponibile al primo.
Parlando del sesso tradizionale: non so esattamente perché mi ripugni, ma il fatto è che davvero lo trovo qualcosa di fastidioso, anche dal punto di vista visivo. Anche il mio essere genderqueer mi mette contro all’idea che una persona di genere maschile debba fare automaticamente certe cose mentre una femmina quelle altre e questo è tutto. Inoltre è un qualcosa che (in teoria, non avendo mai provato) trovo molto noioso, un meccanico ripetere e ripetere degli stessi gesti fino al raggiungimento del piacere fisico. E trovo insopportabile lo stesso accanimento alla ricerca del piacere fisico. Cioè, che noia e che ansia! A che pro? Per qualche secondo di…
Invece per altri atti erotici (anche particolari) ho una benevola accondiscendenza, se vengono spontaneamente e con naturalezza. I rapporti impostati invece, quelli carichi di aspettative e doveri, mi fanno sentire un forte fastidio dentro e mi annichiliscono. Non sopporto l’idea di "dover fare sesso". Penso che il contatto fisico sia una cosa bella e piacevole, ma se avviene liberamente, senza avere una specie di copione da rispettare o un fine da raggiungere oltre a quello di sentirsi bene vicini. Vorrei poter toccare qualcuno perché mi piace e dove mi piace (ovviamente se piace che lo faccia) e può succedere che come si carezza una guancia si arrivi a zone intime: e perché no, siamo noi anche quello, ma se capita, se viene spontaneo. Non perché "adesso si fa sesso", come una serie di esercizi ginnici.
Per finire direi che credo molto nell'integrazione tra mente e corpo: penso sia qualcosa di positivo se, in un momento di intimità emotiva, si instauri anche un'intimità fisica, ma non è qualcosa di cui io sento il bisogno a tutti i costi. Sento invece il bisogno di avere qualcuno di intimo, ma non dell'intimità fisica di per se. Questo perché intendo l'intimità fisica più come un mezzo che come un fine, un mezzo per stabilire un contatto umano profondo, per creare un comune fluire di energia. Ma ci sono anche altri mezzi validi, che mi andrebbero altrettanto bene, a seconda della situazione e dei desideri dell'altra persona. Se comunque il fine comunque è quello, altrimenti niente.
Potrei averlo scritto io, la penso esattamente allo stesso modo sui punti uno e due, anche se non sono genderqueer ma demigirl.
3)Attualmente io e mio marito alterniamo "atti erotici" che ci piacciono (e che, soprattutto, ci danno la sicurezza che non resti incinta, cosa che nè io nè lui vogliamo nella maniera più assoluta) alla castità. Finchè ho potuto prendere la pillola facevamo anche "sesso tradizionale", ma lui metteva comunque il condom; ora non ci fidiamo solo di quest'ultimo e ottenere la sterilizzazione in Italia è praticamente impossibile (a meno di spendere capitali per farla "in nero") e farla all'estero significherebbe comunque spendere cifre ragguardevoli.
Per come siamo fatti noi, non ne vale la pena.
Certo continuiamo a cercare info, perchè mio marito ha un po' più desiderio di me di fare "sesso tradizionale", ma comunque non ha nessuna fretta, nè la possibilità e la voglia di spendere le cifre di cui sopra (figuratevi io!).
♥ La vita è come uno specchio: ti sorride se la guardi sorridendo! ♥

Immagine

Avatar utente
klizia
Maxi-Mitosi
Messaggi: 248
Iscritto il: lun gen 07, 2013 12:44 am
Orientamento: Asex Aromantica
Località: Roma

Re: Le persone (asessuali) e il sesso

Messaggio da klizia » gio feb 14, 2013 2:17 am

Anche a me sembra un buon quadro delle possibilità: chiaro e sintetico. Certo, sicuramente ce ne sono altre e le combinazioni tra tutti i fattori sono infinite ma io lo trovo esaustivo per quanto mi riguarda.
Personalmente la mia opinione generale è sex positive, soprattutto per quanto riguarda l'affermazione dei diritti e delle libertà altrui. Il mio atteggiamento personale è indifferente: non provo nessuna repulsione particolare (tipo "fa schifo" o "bleach!"... per intenderci) ma se mi fosse richiesto non lo farei comunque quindi, forse, sono a metà tra le due categorie. Per quanto riguarda il comportamento sono decisamente indisponibile (quindi "celibe", per dirla con le parole del tuo riassunto!).
Infine: è verissimo che anche i sessuali hanno varie posizioni riguardo a ognuna di queste dimensioni... Per esempio capita, tra amiche, di guardare una puntata di un telefilm o parlare di una certa cosa e alcune, pur essendo sessuali e praticando sesso regolarmente, fanno smorfie e si lamentano perchè alcune cose danno loro fastidio, io invece non mi impressiono facilmente quindi credo dipenda molto dalla persona e dalla sensibilità individuale.

Avatar utente
SilverKitsune
z = z² + c
Messaggi: 9690
Iscritto il: ven apr 15, 2011 6:03 pm
Orientamento: Asessuale
Genere: Demiguy / Non-binario
Località: Monte Argento

Re: Le persone (asessuali) e il sesso

Messaggio da SilverKitsune » gio feb 14, 2013 12:29 pm

klizia ha scritto:Infine: è verissimo che anche i sessuali hanno varie posizioni riguardo a ognuna di queste dimensioni... Per esempio capita, tra amiche, di guardare una puntata di un telefilm o parlare di una certa cosa e alcune, pur essendo sessuali e praticando sesso regolarmente, fanno smorfie e si lamentano perchè alcune cose danno loro fastidio, io invece non mi impressiono facilmente quindi credo dipenda molto dalla persona e dalla sensibilità individuale.
Anche io, da persona asessuale, riconosco che nella vita c'è sesso e sesso. Pur non essendo impressionabile per niente (mi disturba il sangue, ma col sesso non c'entra nulla) alcune scene sessuali in film o libri posso anche apprezzarle se sono ben contestualizzate e hanno una funzione nella trama, quelle gratuite od occasionali normalmente non mi danno fastidio, ma alcuni tipi di pornografia e di fetish... non riesco a immaginare che qualche mente umana li abbia concepiti, li trovo davvero eccessivi :roll:
"I see now that the circumstances of one's birth are irrelevant; it is what we do with the gift of life that makes us who we are."

MBTI: INTJ

Xerdaan
A-ssolutamente Fantastico
Messaggi: 83
Iscritto il: ven ott 28, 2011 11:57 pm

Messaggio da Xerdaan » mar feb 19, 2013 11:42 pm

.
Ultima modifica di Xerdaan il sab set 17, 2016 8:25 pm, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
klizia
Maxi-Mitosi
Messaggi: 248
Iscritto il: lun gen 07, 2013 12:44 am
Orientamento: Asex Aromantica
Località: Roma

Re: Le persone (asessuali) e il sesso

Messaggio da klizia » mer feb 20, 2013 1:25 am

SilverKitsune ha scritto:Anche io, da persona asessuale, riconosco che nella vita c'è sesso e sesso. Pur non essendo impressionabile per niente (mi disturba il sangue, ma col sesso non c'entra nulla) alcune scene sessuali in film o libri posso anche apprezzarle se sono ben contestualizzate e hanno una funzione nella trama, quelle gratuite od occasionali normalmente non mi danno fastidio, ma alcuni tipi di pornografia e di fetish... non riesco a immaginare che qualche mente umana li abbia concepiti, li trovo davvero eccessivi :roll:
La penso esattamente nello stesso, identico modo!

Rispondi