Rapporto di coppia

Per tutto ciò che riguarda l'asessualità e gli asessuali.
Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26833
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Rapporto di coppia

Messaggio da Bianca » dom dic 10, 2017 6:56 pm

Sicuramente manipolazione e opportunismo possono essere presenti sempre nelle relazioni, che siano d'amicizia, d'amore, di parentela, di conoscenza, tra colleghi, ecc.
Che ci sia sesso oppure no, non cambia niente.
Come dice Volpe, è la personalità che fa le persone e le rende capaci di sfruttare la situazione a loro favore oppure no.

Avatar utente
Delirio
Asexy
Messaggi: 375
Iscritto il: lun gen 02, 2017 2:46 pm
Orientamento: Asessuale, Etero
Genere: Femmina
Località: Toscana e Piemonte

Re: Rapporto di coppia

Messaggio da Delirio » dom dic 10, 2017 11:50 pm

Io, a differenza di Marco, non sarei disposta nemmeno a fronte di un grande innamoramento a far sesso, né compromessi o vie di mezzo; tantomeno sarei disposta a stare con un uomo e permettergli di far sesso con altre.

Da questo punto di vista, io mi pongo come un caso all’estremo: un uomo sessuale, scegliendo di stare con una come me, sceglie di non far mai più sesso in vita sua.

Non credo che ci siano ragazzi sessuali capaci di essere soddisfatti da un rapporto così (e se ci sono, non ne ho conosciuto nemmeno uno, quindi, per quel che mi riguarda, non esistono): da quello che ho potuto constatare, anche quelli più inclini all’accettare una relazione simile, restano sempre con la speranza che un giorno si smuova qualcosa, restano con l’illusione di essere “quelli giusti” per far attuare al asex un cambiamento, una reinterpretazione del sesso.

Ed è questo il male: la speranza.
Essa è figlia di un illusione, di un bisogno, di un desiderio che, se continuamente deluso, porta in ultima analisi alla disillusione: la speranza muore e dal suo tumulo sorgono la frustrazione, la mancanza, il peso della rinuncia che solo a quel punto appare definitiva e concreta.

La disillusione non è un male, perché fa vedere le cose per quelle che veramente sono, mentre prima tutte le speranze e le illusioni che si costruiscono nella mente, portano all’autoinganno.

Il male, come dicevo, è la speranza: un sex che decide di state con un asex, deve non avere alcuna speranza che il rapporto fra i due cambi, deve essere pienamente soddisfatto della relazione così com’è, senza aspettative di cambiamento, senza desiderio di cambiamento.
Solo in quel caso l’impossibile diventa possibile, ma quante probabilità ci sono che si verifichino queste condizioni?


Per quanto riguarda i sex che vengono usati per sesso e sostituiti all’arrivo di un partner migliore, sì, ne so qualcosa: è capitato ad un mio amico.
La tipa in questione l’ha usato come sex toy, poi, quando ha trovato uno che le piaceva, l’ha spedito a pascoli.

Questa ragazza voleva qualcosa di ben preciso dalla sua relazione con il mio amico, l’ha ottenuta e quando non era più utile l’ha cestinato.

Non è tanto diverso da un uomo che vuole un qualcosa di ben preciso da una donna, e se non l’ottiene, se quindi la donna non gli è utile nei termini che intendeva lui, l’abbandona.

Concetto applicabilissimo anche per tante relazioni, soprattutto sex-asex, così come per le amicizie.

Carino applicarlo alla bella storiella raccontata prima da Volpe:
- Lui e lei molto molto amici;
- Lei vuole qualcosa di ben preciso da lui: amore;
- Lei gli confessa il suo desiderio/volere;
- Lui dice di non ricambiare il desiderio e di amare un’altra;
- Lei non può considerarlo amico, non lo vuole come amico;
- Ricatto psicologico: o il rapporto diventa amoroso, o la relazione d’amicizia si concluderà;
- Lui accetta di concludere;
- Col tempo, lui sente la mancanza dell’amica;
- L’unico modo che ha per tenere con se l’amica è trasformarla in una fidanzata;
- Per non perdere un’amica, decide di scendere al compromesso e accontentare il suo desiderio.

Questa è un’altra interpretazione, meno poetica, di quel che potrebbe essere successo.

Siccome abbiamo solo la campana di lei, non possiamo sapere se lui stia davvero bene e se è davvero soddisfatto, o se quel che ha fatto è stato solo un compromesso.

Che stiano assieme da 3 anni e che lei sia felice come una Pasqua, non ci dice come l’ha vissuta e la vive lui.

Mi domando che sarebbe successo se lui avesse detto no e avesse mantenuto fede al suo volere, senza lasciarsi soffocare dal senso d’abbandono: probabilmente la loro bellissima amicizia sarebbe finita lì, perché, per lei, lui prima di essere una splendida persona con cui mantenere un legame, era un oggetto di utilità e desiderio che se non assolveva al compito da lei attribuitogli, non valeva nulla ed era abbandonabile.

Vista così, mi sembra che lei fosse proprio una bell’amica del cavolo.
Gruppo Arcadia - Asessuali e Asessualità:
https://www.facebook.com/groups/2059068674322030/

Avatar utente
Infinito
Ameba
Messaggi: 58
Iscritto il: ven ott 27, 2017 3:05 am
Orientamento: Asex Romantico
Genere: Maschio

Re: Rapporto di coppia

Messaggio da Infinito » lun dic 11, 2017 5:05 am

Delirio ha scritto:Io, a differenza di Marco, non sarei disposta nemmeno a fronte di un grande innamoramento a far sesso, né compromessi o vie di mezzo; tantomeno sarei disposta a stare con un uomo e permettergli di far sesso con altre.
Delirio, è difficile in una relazione di coppia con un(a) sex non fare sesso per il semplice motivo che questa "non" scelta definirebbe una situazione in cui lei/lui, potrebbe "sospettare" che ci sia un terzo/terza e quindi, si prospetterebbe una situazione di litigio continuo.

Sfortunatamente non è come riporta Bianca, che basti parlare al partner che si sia Asex per risolvere il rapporto in rosa e fiori con un colpo di bacchetta magica, per cui ogni "non" scelta si tramuta in qualcosa di diametralmente opposto al nostro modo di essere e di intendere il rapporto di coppia.

Il pensiero di Marco11 credo si riferisca al rapporto di coppia Sex/Asex e quindi il tuo dire rispecchia in toto il mio pensiero a riguardo.

Tra Asex, non credo che possa esserci il tradimento, proprio perché ci si conosce così approfonditamente a livello di essenza, che un passo del genere sarebbe come rinnegare quello che le proprie anime si sussurrano nella quotidianità... Detto questo, non l'accetterei minimamente! :evil: :evil: :evil:
Immagine

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26833
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Rapporto di coppia

Messaggio da Bianca » lun dic 11, 2017 6:07 am

La situazione che presenta Del, mi è chiarissima fin dall'inizio ed è il caso più tipicamente AVEN che si possa immaginare.
In caso di relazione con un sex, o capisce che è così, immutabile nel tempo e nello spazio, o nutre speranze senza senso.
Un sex che non conosce bene l'altra persona, nel caso di Del AVEN al cubo, rischia davvero di coltivare un'illusione fonte di continue frustrazioni.

Non penso ci siano tanti asex disposti, come Marco, a tollerare un tradimento anche soltanto sul piano sessuale.
L'amore è, per sua natura, un sentimento esclusivo e il tradimento fisico, può comportare un coinvolgimento emotivo che mette in pericolo anche l'esclusività sentimentale.

Avatar utente
Volpe
Mega-Mitosi
Messaggi: 145
Iscritto il: dom lug 16, 2017 7:17 pm
Genere: Vulpes vulpes
Località: Torino

Re: Rapporto di coppia

Messaggio da Volpe » lun dic 11, 2017 1:54 pm

Infinito, eh ma sarebbe troppo bello se bastasse essere entrambi asex per comprendersi e rispettarsi... questa è sempre una visione idealizzata. Avere molto in comune migliora la sintonia, ma non la garantisce.

Del, esco fuori tema un'altra volta. A parte la solita confutazione della parte in fucsia (che proprio non riesci ad integrare, eppure se ti impegnassi...), la storia che ha raccontato la ragazza potrebbe esser letta anche nel modo che hai detto, ma lui comunque ha scelto di stare con lei piuttosto che perderla di vista, era, anche nella peggiore delle ipotesi, il male minore.
Facciamo un'ipotesi realistica: lei lo ha scelto come amico perché lui aveva le risorse che le servivano (economiche, emotive, sociali bla bla bla...). La loro amicizia dura diversi anni, ma ad un tratto lei si scopre innamorata di lui (diciamo che ci rimane fregata). Lui, che adesso ha il coltello dalla parte del manico, può scegliere lei o l'altra ragazza che gli piace. Nel caso peggiore, l'altra ragazza gli ha dato picche e lui, patendo la solitudine da una parte e la mancanza della sua amica dall'altra, ha cambiato idea adattandosi a stare con lei.
Eppure stanno assieme da 3 anni! Qualcosa di interessante ce lo deve avere 'sta ragazza! Vuoi che questo povero disgraziato non abbia trovato di meglio in questo tempo? Non se lo fila proprio nessuno... Non è impossibile, sia chiaro! E l'unico che può risolvere i nostri dubbi è lui, solo che mi sembra meno probabile.

E quindi, tornando in tema di relazioni, è il tempo trascorso con una persona a rendere questa persona speciale! Non se è bello, ricco, famoso ecc... O per dirla in modo più corretto: è la misura in cui una persona è entrata nella tua vita, la misura in cui è diventata indispensabile per te, a sorreggere una relazione

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26833
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Rapporto di coppia

Messaggio da Bianca » lun dic 11, 2017 2:27 pm

Il tornando in tema, mi trova particolarmente d'accordo.
Certo, è il posto che questa persona occupa nella tua vita a renderla indispensabile ed è quanto è importante per te che ti induce a proteggere la relazione, affinché non termini .

Avatar utente
SeBax
A-ssolutamente Fantastico
Messaggi: 70
Iscritto il: ven lug 14, 2017 5:50 pm
Genere: maschio

Re: Rapporto di coppia

Messaggio da SeBax » mer dic 13, 2017 12:02 am

Dalla mia esperienza so per certo che un asex non può stare con un sex, opposti che non vanno bene, poi se uno dei due è grigio e l'altro non è uno di quelli che ha bisogno di "soddisfare i bisogni" tutti i giorni magari i compromessi sono più facili da accettare.
Ma i compromessi non sono mai belli anche se comunque indispensabili.
Con una persona sex non mi troverei bene, e non mi sono trovato bene, anzi, sotto certi versi considero alcuni atteggiamenti mossi dall'istinto molto stupidi. Stupidi perché è una levetta nella mente che scatta quando si accumula una certa tensione e tutta la mente, le idee e le emozioni si adattano per far si che la tensione si scarichi, la mente elabora quindi una complessa giustificazione a questi istinti investendoli anche di parole come amore... Lo considero ipocrita, come ha detto Delirio, illusioni.
Perché non chiamarlo, sopravvivenza della specie, istinto o omeostasi?
Bianca, forse tu sarai una eccezione, tutto è possibile
Se sei felice e non menti a te stessa allora hai la mia stima.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26833
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Rapporto di coppia

Messaggio da Bianca » mer dic 13, 2017 10:14 am

Non ho problemi a comprendere la tua esperienza e a capire come tu abbia ben radicate certe convinzioni che ti arrivano da prove sul campo, prove che io, ovviamente, non ho mai fatto.
Verificare che una persona a cui tu terresti, non intende stare con te, perché c'è qualcosa che tu non puoi darle, deve essere parecchio doloroso.
È umanamente comprensibile che, ad un certo punto, si getti la spugna, ci si arrenda, ci si rassegni.
È un modo di difendersi dalla sofferenza.
Per come sono fatta io, abituata a non arrendermi mai, forse, avrei continuato a sperare che arrivasse la persona capace di amarmi per quello che sono, capace di vedere in me qualcosa di splendido che la inducesse a non volermi lasciare.

Da parte mia, io, so, non penso, che un sessuale possa amare un asessuale, senza problemi, senza frustrazioni.
Sará perché ho saputo mettere qualcosa di più bello al posto del sesso, sará perché io penso che la persona deve saper controllare, indirizzare i propri istinti.

Se io pensassi che, come dici tu, c'è una levetta nel cervello che si attiva da sola, affinché la tensione si scarichi, sulla quale io non posso avere nessun controllo, dovrei ritenere di essere in balia degli istinti e, grazie a questa convinzione, qualsiasi mio comportamento, sarebbe giustificato.
Ma io, sono una persona, sono intelligente, ragiono, decido, ho un'educazione, una cultura, un equilibrio; se tutto questo non mi consentisse di essere "libera" di fare scelte e non schiava di un corpo, dovrei abbandonare anche la convinzione che io non sono soltanto un corpo, ma anche un'anima, una mente.
Io non abdico alla mia convinzione di essere una donna capace di scelte.

Sî, Sebax, io sono felice e la mia felicità non deriva dalle cose che tutti considerano fonti di felicità, ma proprio dal l'impegno, anche faticoso, che ogni giorno metto nel vivere in modo consapevole.

Avatar utente
Infinito
Ameba
Messaggi: 58
Iscritto il: ven ott 27, 2017 3:05 am
Orientamento: Asex Romantico
Genere: Maschio

Re: Rapporto di coppia

Messaggio da Infinito » mer dic 13, 2017 11:19 am

Come pensate che sia il rapporto sex/asex e asex/asex? In cosa si va a differenziare la quotidianità?
Immagine

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26833
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Rapporto di coppia

Messaggio da Bianca » mer dic 13, 2017 12:58 pm

Posso rispondere alla prima parte della domanda.
Ho vissuto una vita coniugale con un sessuale, per cui penso che, a grandi linee, con un asex non sia molto diversa, se non per il fatto che non si hanno rapporti sessuali.
Che cosa facevamo mio marito ed io?
Vivevamo la quotidianità, ci dividevano i compiti, ci aiutavamo, ci raccontavamo le cose successe, commentavamo, discutevamo, eravamo grati l'uno all'altro per quello che ricevevamo, discutevamo, mangiavamo assieme, andavamo al cinema, a spasso, a fare acquisti, in viaggio, ridevamo come matti.
C'erano carezze e sorrisi e ci sono state lacrime e preoccupazioni e spaventi ed emozioni; ma in due, si costituisce sempre una forza.
Avevamo dei rapporti sessuali o ci addormentavamo semplicemente abbracciati.

Ovviamente, la situazione può variare in base all'età, al vivere o no assieme, alle abitudini, agli orari, a cosa si vuole dalla vita.
Ma sono dettagli se c'è l'intesa.

Avatar utente
Volpe
Mega-Mitosi
Messaggi: 145
Iscritto il: dom lug 16, 2017 7:17 pm
Genere: Vulpes vulpes
Località: Torino

Re: Rapporto di coppia

Messaggio da Volpe » mer dic 13, 2017 6:07 pm

Infinito ha scritto:Come pensate che sia il rapporto sex/asex e asex/asex? In cosa si va a differenziare la quotidianità?
Dipende da persona a persona! In ogni caso dovranno trovare una quadra alla faccenda sesso

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26833
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Rapporto di coppia

Messaggio da Bianca » mer dic 13, 2017 6:53 pm

La quadra però, la devono trovare prima prima, non quando hanno consolidato il rapporto.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26833
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Rapporto di coppia

Messaggio da Bianca » gio dic 14, 2017 11:58 pm

Ora, io mi chiedo: perché nessun asessuale risponde alla domanda di Infinito?
Sarebbe interessante sapere come voi pensate di vivere la quotidianità in due; che cosa volete dal partner sex o asex che sia?
Contemplate delle affettuosità o bandite anche quelle?
Vi viene il desiderio di dare una carezza alla persona che amate?
Come gli manifestereste i vostri sentimenti?

IoRo
Mega-Mitosi
Messaggi: 180
Iscritto il: gio ago 31, 2017 11:08 pm
Orientamento: Indaco
Genere: Femmina

Re: Rapporto di coppia

Messaggio da IoRo » ven dic 15, 2017 1:01 am

Bianca ha scritto:Ora, io mi chiedo: perché nessun asessuale risponde alla domanda di Infinito?
Sarebbe interessante sapere come voi pensate di vivere la quotidianità in due; che cosa volete dal partner sex o asex che sia?
Contemplate delle affettuosità o bandite anche quelle?
Vi viene il desiderio di dare una carezza alla persona che amate?
Come gli manifestereste i vostri sentimenti?
Infinito ti risponderò in MP.

Bianca non hai detto che sono quattro anni che sei iscritta a questo forum?
La risposta la sai già!
Anzi le risposte le hai date tu e Volpe per noi!
E visto che ci giudicate senza comprendere niente...

Aveniti non vi esponente!!!

Volpe visto che sei così spettacolarmente bravissimo... esponi agli asex cosa sono i Narcisisti,
Così potrai essere utile su questo forum!
Grazie!

Marco11
Ameba
Messaggi: 61
Iscritto il: ven giu 30, 2017 2:20 pm
Genere: maschio

Re: Rapporto di coppia

Messaggio da Marco11 » ven dic 15, 2017 12:35 pm

Lol, l'atmosfera si surriscalda.

Io proverò a dare una breve risposta qui. In una relazione sentimentale, che sia con un asex o con un sex, io cercherei una connessione empatica, un'unità d'intenti molto forte, quasi totale (interamente totale credo sia impossibile). Ecco: la consapevolezza di possedere idee, sfumature, gusti e preferenze uguali o molto simili. Specchiarsi nell'altro sicuri di trovare anche sé stessi, e specchiarsi in sé stessi certi di ritrovare anche l'altro.
Da un punto di vista fisico, io in generale evito i contatti (soprattutto con i familiari, lol) ma con questa persona credo mi verrebbe naturale esprimere il mio sentimento anche con una certa fisicità: un tocco, una carezza o forse altro.

Rispondi