Asessualità nascosta o condivisa?

Per tutto ciò che riguarda l'asessualità e gli asessuali.
Marco11
Ameba
Messaggi: 61
Iscritto il: ven giu 30, 2017 2:20 pm
Genere: maschio

Re: Asessualità nascosta o condivisa?

Messaggio da Marco11 » mer lug 19, 2017 6:17 pm

Personalmente, non sento molto questo problema. I miei amici sanno, in forma diretta o indiretta, che non ho un particolare interesse per i rapporti di tipo fisico con altre persone; raramente c'è stato il bisogno di parlarne, perché in fondo caratteri, attributi, idee e interessi delle persone per cui proviamo dell'affetto sono auto-evidenti, non hanno bisogno di esplicitarsi.
Con i miei genitori, di stampo molto tradizionalista (a tratti hanno alcune opinioni che ritengo stupide, ma non sono affatto persone stupide) l'argomento non è mai uscito, ma io ad esempio ho messo ben in evidenza e più volte che non mi vedo affatto ad avere un matrimonio, figurarsi una famiglia. Il mio atteggiamento mi sembra molto naturale, nel senso: i miei genitori conoscono molte cose di me e i miei migliori amici conoscono diverse altre cose (spesso le stesse, ma non necessariamente), io non sono la stessa identica persona, cambio e mi modifico anche in base all'altro con cui mi relaziono. Per questo, ripeto, non lo vedo come un problema: i miei genitori hanno un'immagine di me, i miei amici hanno un'immagine di me, chiunque mi conosca ha un'immagine di me e io stesso ho una mia immagine (questo vale per tutti, credo). Ognuna di queste è diversa e non per questo meno veritiera; imporre un'immagine unica di me mi sembra una forzatura, e francamente anche impossibile.

Avatar utente
AnDieWelt
A-frodite
Messaggi: 1110
Iscritto il: mer mag 30, 2012 1:13 am
Orientamento: Dinosauroafricanonotturnocon6
Genere: occhitrapiantatovicinoabrescia

Re: Asessualità nascosta o condivisa?

Messaggio da AnDieWelt » mer lug 19, 2017 7:06 pm

Marco11 ha scritto:Personalmente, non sento molto questo problema. I miei amici sanno, in forma diretta o indiretta, che non ho un particolare interesse per i rapporti di tipo fisico con altre persone; raramente c'è stato il bisogno di parlarne, perché in fondo caratteri, attributi, idee e interessi delle persone per cui proviamo dell'affetto sono auto-evidenti, non hanno bisogno di esplicitarsi.
Esattamente così anche per me, mai avuta la necessità di dover spiegare a parole come sono fatto, perché per chi mi conosce è evidente, penso che andando a tirar fuori parole rischierei soltanto di generare confusione nell'altro.
Mai sentita la necessità neppure di falsificare o recitare, se così dovesse essere mi farei due domande su "che ambiente frequento"..
"Che cos'è la castità? Non è la castità una follia? Ma questa follia venne a noi e noi ad essa. Noi abbiamo offerto a questa ospite albergo e cuore: ora essa dimora in noi - e ci resti finche vuole!"

-Così parlò Zarathustra-

WarDogKinzoku
Troppo Asexy per AVEN
Messaggi: 532
Iscritto il: dom lug 09, 2017 4:53 pm

Re: Asessualità nascosta o condivisa?

Messaggio da WarDogKinzoku » mer lug 19, 2017 7:08 pm

Sai SeBax ho notato che spesso noi "ultimi arrivati" siamo abbastanza simili e devo dire che questa cosa un po' mi fa sorridere (e pensare che siamo pure coetanei), è bello in un certo senso.
Marco nel mio caso tendo a rimanere me stesso, cambio solo quanto mi apro con le persone.
Diciamo che tendo ad aprirmi di più o di meno in base alla persona che ho davanti

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26833
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Asessualità nascosta o condivisa?

Messaggio da Bianca » mer lug 19, 2017 9:28 pm

War, hai reso l'idea perfettamente.
I tuoi pensano che tu sia, fondamentalmente, un bastian contrario.
E' un peccato................
Non vi capite e nessuno fa lo sforzo per chiarire l'equivoco che si è creato.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26833
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Asessualità nascosta o condivisa?

Messaggio da Bianca » mer lug 19, 2017 10:24 pm

Ciascuno vive a suo modo, prima in famiglia e poi nella società, con gli amici, nel posto di lavoro, le sue caratteristiche, gestendole come meglio può, ma spesso con difficoltà, soprattutto quando sono in contrasto con il sentire comune.

Con i familiari e i parenti, che dovrebbero essere quelli in grado di mettere più a proprio agio, si creano i primi contrasti e insorgono gli ostacoli più difficili da superare.
Poi, l'azione dannosa viene ampliata da chi sta all'esterno.
Più si finge, più si tace, più viene difficile spiegare, charire, aprirsi.

Si cerca allora di costruirsi una propria vita, rendendosi indipendenti e impedendo ogni ulteriore intrusione nei propri spazi.

A questo punto, il cerchio si chiude, l'isolamento è completo e non si è più tenuti a nessuna spiegazione.

Marco11
Ameba
Messaggi: 61
Iscritto il: ven giu 30, 2017 2:20 pm
Genere: maschio

Re: Asessualità nascosta o condivisa?

Messaggio da Marco11 » mer lug 19, 2017 10:29 pm

Certo War, avevo capito il tuo discorso (o credo di averlo capito) :))
Quello che volevo dire io è che non esiste un unico "War", con determinati attributi, qualità, difetti e atteggiamenti immutabili: i tuoi hanno un'immagine di te che è molto diversa da quella che hai tu (di te stesso), ma credo che sia un'immagine in qualche modo legittima, no? Io credo che a volte gli altri (le persone più vicine) ci conoscano meglio di quanto noi non ci conosciamo, o più precisamente: che conoscano dei lati che noi non esplicitiamo a noi stessi. Casomai l'errore dei tuoi genitori è quello di credere che l'immagine che hanno di te sia fissa e immutabile. Il mio punto più che altro era questo: non credo che ognuno possieda la propria immagine di sé "corretta", né che quella degli altri sia necessariamente una falsificazione. E allo stesso tempo non c'è quindi un'immagine "vera" da nascondere gelosamente e da accordare solo a chi si vuole. :) (spero di essere stato più o meno chiaro)

Avatar utente
Nubes
A-ssolutamente Fantastico
Messaggi: 73
Iscritto il: sab apr 29, 2017 2:39 pm
Orientamento: Eteroromantico
Genere: Maschio
Località: Su tra le montagne

Re: Asessualità nascosta o condivisa?

Messaggio da Nubes » mer lug 19, 2017 11:55 pm

Allora, vediamo...

Al di fuori di internet non ho mai detto a nessuno "sono asessuale", ma c'entra anche il fatto che ho acquisito confidenza con il mondo dell'asessualità relativamente da poco tempo e quindi non ho avuto vere e proprie occasioni di farlo.
Però in compenso nel corso degli anni, quando credevo che fosse una cosa tutto sommato normale, ho detto a diversi amici che in una relazione d'amore do un'importanza veramente minima al sesso.
Le reazioni sono state molto variegate. Principalmente indifferenza, qualcuno mi ha definito romantico, qualcuno un moralista, alcuni ipersessuali me ne hanno fatto quasi una colpa...insomma, nessuno ha capito davvero cosa volevo dire e ognuno ha cercato di associarmi al preconcetto che gli era più familiare.

Ecco, nonostante tutti i fraintendimenti, se dovessi parlarne di nuovo a qualcuno credo che farei comunque così.
O meglio, se dovesse trattarsi di una ragazza con cui voglio costruire un rapporto allora no, glielo spiegherei nel modo più chiaro e completo possibile. Magari eviterò qualche termine o definizione particolarmente divisivi, ma sul concetto alla base voglio essere cristallino. Mi sembra solo giusto nei suoi confronti.
Ma invece amici, colleghi, parenti, estranei si beccheranno la spiegazione più vaga. Che fraintendano pure, non mi importa. Anzi, sarei curioso di vedere cosa capiranno, perché è anche dai pregiudizi di una persona che si capisce il suo valore umano, la sua apertura mentale. Sarà un modo per sondare a chi vale la pena di spiegare qualcosa di più.

Ma alla fine, insomma, in molti casi non capisco nemmeno perché dovrei parlarne di mia volontà.
Se il discorso ci capita sopra o ricevo qualche domanda diretta potrei anche spiegarlo, a seconda della situazione. Ma in caso contrario...saranno fatti miei come vivo l'amore, no? =P
Le cose più importanti sono le più difficili da dire, perché le parole le rimpiccioliscono.

WarDogKinzoku
Troppo Asexy per AVEN
Messaggi: 532
Iscritto il: dom lug 09, 2017 4:53 pm

Re: Asessualità nascosta o condivisa?

Messaggio da WarDogKinzoku » gio lug 20, 2017 12:41 am

Si Si Marco ho capito cosa intendi, forse loro in un certo senso sono attaccati al vecchio me e "non accettano" il fatto che sono cresciuto.
Concordo anche sul fatto dell'immagine che ognuno di noi ha di se stesso.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26833
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Asessualità nascosta o condivisa?

Messaggio da Bianca » gio lug 20, 2017 10:48 am

A proposito di eventuale prole, ricordo che, ad un certo punto, è arrivato qui un asessuale, il quale ha raccontato di essere sposato con una donna, anche lei asessuale, e che avevano tre bambini, nati in seguito alla fecondazione assistita.

WarDogKinzoku
Troppo Asexy per AVEN
Messaggi: 532
Iscritto il: dom lug 09, 2017 4:53 pm

Re: Asessualità nascosta o condivisa?

Messaggio da WarDogKinzoku » gio lug 20, 2017 11:37 am

Bianca ha scritto:A proposito di eventuale prole, ricordo che, ad un certo punto, è arrivato qui un asessuale, il quale ha raccontato di essere sposato con una donna, anche lei asessuale, e che avevano tre bambini, nati in seguito alla fecondazione assistita.
Beh da un lato li capisco... Se sono nel mio periodo "no" ho difficoltà a terminare il rapporto in maniera "normale" (mettiamola così, lei lo termina con piacere, io non lo termino xD).
Ognuno fa le scelte che ritiene migliori per se e sono sicuro che sono 2 genitori meravigliosi.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26833
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Asessualità nascosta o condivisa?

Messaggio da Bianca » gio lug 20, 2017 1:20 pm

Da come si è raccontato, direi proprio di sì, magari con le difficoltà di tutte le famiglie ma senza che nulla manchi in quanto a serenità e amore.

Avatar utente
Volpe
Mega-Mitosi
Messaggi: 145
Iscritto il: dom lug 16, 2017 7:17 pm
Genere: Vulpes vulpes
Località: Torino

Re: Asessualità nascosta o condivisa?

Messaggio da Volpe » gio lug 20, 2017 1:39 pm

Leggendovi mi sembrate sempre piuttosto sulla difensiva riguardo alle persone alla quali raccontate della vostra asessualità.
Le persone però non sono intrinsecamente cattive, solo stiamo parlando di una condizione che non è troppo comune e quando ne parlate gli altri rimangono spiazzati! Cercano di capire come possono in base alle informazioni che hanno di che cosa si tratta, ed è più facile pensare che sia un problema piuttosto che una condizione non patologica. Anche le loro soluzioni proposte al "problema" non ve le danno mica per cattiveria (voglio sperare) ma per cercare di darvi una mano, questo è apprezzabile! Meno apprezzabile magari è l'insistenza o le modalità che usano per aiutarvi... Alla fine è questione di aver pazienza e lasciare alle persone interessate il tempo di capire

WarDogKinzoku
Troppo Asexy per AVEN
Messaggi: 532
Iscritto il: dom lug 09, 2017 4:53 pm

Re: Asessualità nascosta o condivisa?

Messaggio da WarDogKinzoku » gio lug 20, 2017 2:18 pm

Volpe ha scritto:Leggendovi mi sembrate sempre piuttosto sulla difensiva riguardo alle persone alla quali raccontate della vostra asessualità.
Sono sempre stato più attaccato che compreso, questo col passare degli anni mi ha portato a valutare bene la persona che ho davanti prima di aprirmi (AVENit è stato un caso a parte per me, ma è palese che non aveva senso qui) e a farmi una stima di cosa posso o non posso dire (e devo dire che difficilmente è sbagliata). In un certo senso sono a strati.

Avatar utente
Volpe
Mega-Mitosi
Messaggi: 145
Iscritto il: dom lug 16, 2017 7:17 pm
Genere: Vulpes vulpes
Località: Torino

Re: Asessualità nascosta o condivisa?

Messaggio da Volpe » gio lug 20, 2017 2:42 pm

A strati come tutti =) Anche le mie faccende non le vado a raccontare in giro al primo che passa, a meno che non si instauri una relazione stretta, e più si stringe più mi apro. Poi accadono brutte cose lo stesso... :roll:

WarDogKinzoku
Troppo Asexy per AVEN
Messaggi: 532
Iscritto il: dom lug 09, 2017 4:53 pm

Re: Asessualità nascosta o condivisa?

Messaggio da WarDogKinzoku » gio lug 20, 2017 2:51 pm

Volpe ha scritto:A strati come tutti =)
Guarda lo pensavo pure io, ma ho scoperto che non tutti sono così (o forse sono solo MOLTO più aperti della media)

Rispondi