Come un/una asessuale può iniziare una relazione?

Per tutto ciò che riguarda l'asessualità e gli asessuali.
Avatar utente
dolciximagirl84
Asexy
Messaggi: 336
Iscritto il: dom dic 27, 2015 7:49 pm

Re: Come un/una asessuale può iniziare una relazione?

Messaggio da dolciximagirl84 » ven giu 09, 2017 7:50 pm

Ijonze ha scritto: Per me l'amicizia fra uomo-donna esiste, come quella fra uomini gay e donne lesbiche... ne ho pure le prove viventi
esiste solo se da entrambe le parti non ci sarà mai interesse sessuale.. detto in parole semplici i due si reputano fuori dai loro canoni estetici (si reputano soggettivamente brutti a vicenda, lei reputa lui brutto e lui reputa lei brutta).. in caso contrario non può esistere xè prima o poi uno dei due farà un passo falso e le cose si complicheranno compromettendo definitivamente il rapporto che c'era.. anche se da esperienza ho dei dubbi pure sulla prima parte (quella dei brutti) xè capita che ci si innamori della persona interiore.. almeno io per esperienza mi son sempre innamorata della persona interiore più che quella esteriore poi se c'è pure quella esteriore ben venga ma non è necessaria.. quindi a questo punto posso dire che NON ESISTE L'AMICIZIA FRA UOMO E DONNA o quantomeno è rara e si fonda sul primo principio (bruttezza reciproca)
scusate il mio discorso contorto :lol: :lol: :lol: :lol:

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26833
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Come un/una asessuale può iniziare una relazione?

Messaggio da Bianca » ven giu 09, 2017 8:11 pm

Capisco che questo argomento e la mia posizione drastica, possa irritare chi, da una vita, sperimenta una meravigliosa amicizia uomo/donna, ma io devo ribadire che, se davvero esistono queste felici esperienze, sono eccezioni che confermano la regola e inoltre, continuo ad avere tante riserve, perchè dovrei vedere personalmente come queste amicizie vengono condotte nel quotidiano, per avere la conferma che si tratta di amicizie come io posso aver avuto e avere, con una donna.

Se un uomo e una donna instaurano un rapporto di pura amicizia e poi si ritrovano d'accordo su tanti argomenti e poi si accorgono di avere interessi analoghi e poi scoprono di aver avuto un'infanzia in un particolare ambiente, di aver ricevuto gli stessi insegnamenti, di aver amato gli stessi divertimenti, di avere un livello culturale reciprocamente arricchente, di sorprendersi di fronte ad una confidenza profonda, ad una facilità a raccontarsi, anche nelle cose molto personali, a riferirsi idee, pensieri, sentimenti, anche verso terzi, ad essere sempre disponibili l'uno verso l'altro, a capirsi profondamente, a leggersi nella mente, a parlare all'altro anche quando è assente....................................Allora, perchè rimanere amici?

Avatar utente
Ijonze
Junior
Messaggi: 23
Iscritto il: dom giu 04, 2017 10:46 pm
Orientamento: Asessuale queer
Genere: Femmina

Re: Come un/una asessuale può iniziare una relazione?

Messaggio da Ijonze » ven giu 09, 2017 9:22 pm

Sono un'ingegnere, sarà per questo, ma mi rimane difficile da capire :D
Un'asessuale a cui piace un po' tutto (tipo me) e un pansessuale per voi in linea di massima non possono avere amici?
Due bambini non possono crescere come fratello e sorella?
Bianca ha scritto: Se un uomo e una donna instaurano un rapporto di pura amicizia e poi si ritrovano d'accordo su tanti argomenti e poi si accorgono di avere interessi analoghi e poi scoprono di aver avuto un'infanzia in un particolare ambiente, di aver ricevuto gli stessi insegnamenti, di aver amato gli stessi divertimenti, di avere un livello culturale reciprocamente arricchente, di sorprendersi di fronte ad una confidenza profonda, ad una facilità a raccontarsi, anche nelle cose molto personali, a riferirsi idee, pensieri, sentimenti, anche verso terzi, ad essere sempre disponibili l'uno verso l'altro, a capirsi profondamente, a leggersi nella mente, a parlare all'altro anche quando è assente....................................Allora, perchè rimanere amici?
per me questo è un po' diverso dall'amore, non che non ci debba essere in amore una cosa del genere, ma se manca quel quid in più...
io ho più di un rapporto che rispecchia quello che hai detto, ma mai con nessuna (o quasi visto i post precedenti :P) di quelle persone mi sognerei di metter su una relazione.
Perdonate se sembro "ottusa" ma è una cosa che mi è nuova :D
Magari avete ragione, faccio parte dell'eccezione

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26833
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Come un/una asessuale può iniziare una relazione?

Messaggio da Bianca » sab giu 10, 2017 2:44 am

L'innamoramento, non è fatto proprio di tutte le caratteristiche che ho elencato sopra?
Allora, se tutti questi elementi sono presenti, posso continuare a chiamarla soltanto amicizia?
A me sembra di no.
Proprio essendo ingegnere, tu dovresti essere particolarmente pragmatica, quindi escludere quelle situazioni in cui esiste, palesemente, un equivoco di fondo.
I livelli di amicizia sono tanti ed hanno caratteristiche diverse.
Come ho già detto, tutti i mariti delle mie amiche sono miei amici.
Quando ci incontriamo, si chiacchiera, si ride e si scherza; se rispondono al telefono, ci scambiamo due parole, ma non costruisco con loro lo stesso rapporto di amicizia che ho con le rispettive mogli.
È sempre stato così ed è così tuttora.

Sì, due bambini possono crescere insieme come fratello e sorella pur non essendolo ed ho degli esempi in questo senso che riguardano adozioni.
Saranno, a tutti gli effetti, fratello e sorella, non amici.
Il pansessuale che tu citi, certo che puó avere degli amici, ma proprio per questa sua caratteristica, potrebbe avere qualche problema a gestire i vari legami.

Nei tuoi rapporti caratterizzati da molti degli elementi che io ho elencato, tu non ci vedi nessun altro sviluppo ma non è da escludere che ce lo vedano gli altri coinvolti.
Tutti noi, a volte siamo ottusi, a volte siamo illusi ma non possiamo dimenticare che i sentimenti nascono anche senza chiederci il permesso.

Avatar utente
gio74
(A)VENdicatore
Messaggi: 1606
Iscritto il: dom ott 30, 2016 9:02 pm
Orientamento: etero
Genere: maschile

Re: Come un/una asessuale può iniziare una relazione?

Messaggio da gio74 » sab giu 10, 2017 8:19 am

Quello che tu descrivi, Bianca, è il rapporto tra 2 persone molto simili, che hanno gli stessi interessi, le stesse esperienze, le stesse vedute... Eppure, spesso e volentieri, l'innamoramento scatta tra persone che sono agli antipodi... Come mai ?

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26833
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Come un/una asessuale può iniziare una relazione?

Messaggio da Bianca » sab giu 10, 2017 8:51 am

È vero, a volte, l'innamoramento scatta tra persone che sono agli antipodi.
Questo, inizialmente, può non essere un problema e può anche continuare a non esserlo, se uno dei due è molto malleabile, particolarmente cedevole, ma le diversità, prima o poi, presentano il conto.
Sará nella pratica quotidiana, sará nei vari pensieri che i due formuleranno, ma la grande differenza si farà sentire sempre di più, nelle piccole cose e in quelle importanti.
Forse questo è uno dei pochi casi in cui, l'innamoramento va dissolvendosi, senza grandi sofferenze da ambo le parti.

Avatar utente
Linus
Maxi-Mitosi
Messaggi: 224
Iscritto il: dom gen 22, 2017 12:18 pm
Orientamento: Asessuale, Omoromantico
Genere: Femmina

Re: Come un/una asessuale può iniziare una relazione?

Messaggio da Linus » dom giu 11, 2017 11:29 am

AEEE, perché in ogni topic finiamo a parlare di questo? Se non sbaglio c'è già un argomento a proposito...
Che in gamba sono. Dovrei essere Moderatrice.

Avatar utente
gio74
(A)VENdicatore
Messaggi: 1606
Iscritto il: dom ott 30, 2016 9:02 pm
Orientamento: etero
Genere: maschile

Re: Come un/una asessuale può iniziare una relazione?

Messaggio da gio74 » dom giu 11, 2017 12:42 pm

Giusto !!!... propongo ufficialmente di nominare Lin moderatrice

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26833
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Come un/una asessuale può iniziare una relazione?

Messaggio da Bianca » dom giu 11, 2017 12:57 pm

LINMOD LINMOD LINMOD LINMOD!!!!!!!!!!

Avatar utente
dolciximagirl84
Asexy
Messaggi: 336
Iscritto il: dom dic 27, 2015 7:49 pm

Re: Come un/una asessuale può iniziare una relazione?

Messaggio da dolciximagirl84 » dom giu 11, 2017 4:14 pm

Bianca ha scritto:Capisco che questo argomento e la mia posizione drastica, possa irritare chi, da una vita, sperimenta una meravigliosa amicizia uomo/donna, ma io devo ribadire che, se davvero esistono queste felici esperienze, sono eccezioni che confermano la regola e inoltre, continuo ad avere tante riserve, perchè dovrei vedere personalmente come queste amicizie vengono condotte nel quotidiano, per avere la conferma che si tratta di amicizie come io posso aver avuto e avere, con una donna.

Se un uomo e una donna instaurano un rapporto di pura amicizia e poi si ritrovano d'accordo su tanti argomenti e poi si accorgono di avere interessi analoghi e poi scoprono di aver avuto un'infanzia in un particolare ambiente, di aver ricevuto gli stessi insegnamenti, di aver amato gli stessi divertimenti, di avere un livello culturale reciprocamente arricchente, di sorprendersi di fronte ad una confidenza profonda, ad una facilità a raccontarsi, anche nelle cose molto personali, a riferirsi idee, pensieri, sentimenti, anche verso terzi, ad essere sempre disponibili l'uno verso l'altro, a capirsi profondamente, a leggersi nella mente, a parlare all'altro anche quando è assente....................................Allora, perchè rimanere amici?
io son sempre d'accordo con te.. hai espresso il concetto meglio di me ma il succo era questo :lol: :lol: :lol:

Avatar utente
dolciximagirl84
Asexy
Messaggi: 336
Iscritto il: dom dic 27, 2015 7:49 pm

Re: Come un/una asessuale può iniziare una relazione?

Messaggio da dolciximagirl84 » dom giu 11, 2017 4:15 pm

gio74 ha scritto:Quello che tu descrivi, Bianca, è il rapporto tra 2 persone molto simili, che hanno gli stessi interessi, le stesse esperienze, le stesse vedute... Eppure, spesso e volentieri, l'innamoramento scatta tra persone che sono agli antipodi... Come mai ?
capita ma non è la regola essere antipodi.. tant'è vero che gli antipodi si attraggono ma nel tempo non so quanto durano.. se non hai cose in comune, interessi da condividere alla fine nel lungo andare il rapporto va scemando..

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26833
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Come un/una asessuale può iniziare una relazione?

Messaggio da Bianca » dom giu 11, 2017 4:53 pm

In effetti, è difficile che durino, perchè all'inizio le diversità possono incuriosire, ma poi dividono, a meno che, come ho visto succedere, uno dei due non sia particolarmente arrendevole e lasci all'altro, ogni iniziativa in merito.
Sempre senza ribellarsi, ovviamente.

Avatar utente
gio74
(A)VENdicatore
Messaggi: 1606
Iscritto il: dom ott 30, 2016 9:02 pm
Orientamento: etero
Genere: maschile

Re: Come un/una asessuale può iniziare una relazione?

Messaggio da gio74 » lun giu 12, 2017 4:31 pm

dolciximagirl84 ha scritto:
gio74 ha scritto:Quello che tu descrivi, Bianca, è il rapporto tra 2 persone molto simili, che hanno gli stessi interessi, le stesse esperienze, le stesse vedute... Eppure, spesso e volentieri, l'innamoramento scatta tra persone che sono agli antipodi... Come mai ?
capita ma non è la regola essere antipodi.. tant'è vero che gli antipodi si attraggono ma nel tempo non so quanto durano.. se non hai cose in comune, interessi da condividere alla fine nel lungo andare il rapporto va scemando..
Si è vero questo, ma mi chiedevo, come mai, e quale meccanismo scatta nel nostro cervello, per farci innamorare di qualcuno/a, con cui non abbiamo nulla in comune

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26833
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Come un/una asessuale può iniziare una relazione?

Messaggio da Bianca » lun giu 12, 2017 4:38 pm

Credo che siamo spinti dalla curiosità.
Una persona molto diversa da noi, può esercitare su di noi, un certo fascino.
Ci stimola a capire le sue caratteristiche, ad essere indagatori.
Forse non capita tante volte.
Io sono attirata da persone che hanno cose in comune con me, potranno essere convinzioni, principi, interessi, analogia nei commenti, facilità a capirsi.
Le persone molto diverse da me, mi spaventano un po' o mi rendono diffidente.

Avatar utente
dolciximagirl84
Asexy
Messaggi: 336
Iscritto il: dom dic 27, 2015 7:49 pm

Re: Come un/una asessuale può iniziare una relazione?

Messaggio da dolciximagirl84 » mer giu 21, 2017 10:09 pm

Bianca ha scritto:In effetti, è difficile che durino, perchè all'inizio le diversità possono incuriosire, ma poi dividono, a meno che, come ho visto succedere, uno dei due non sia particolarmente arrendevole e lasci all'altro, ogni iniziativa in merito.
Sempre senza ribellarsi, ovviamente.
ma che rapporto triste sarebbe? :shock:

Rispondi