Gelosia sessuale da parte di asessuali?

Per tutto ciò che riguarda l'asessualità e gli asessuali.
puntodidomanda
Junior
Messaggi: 15
Iscritto il: dom mar 26, 2017 12:18 am
Orientamento: etero
Genere: femmina

Gelosia sessuale da parte di asessuali?

Messaggio da puntodidomanda » dom apr 09, 2017 12:39 am

Ho una domanda per chi ha avuto esperienze romantiche da una posizione di asessualita, o di orientamento A-gray (sempre con l'obiettivo di capire meglio): tendenzialmente sviluppate una forma di gelosia sessuale nei confronti dei partner oppure non essendo interessati a questa componente della relazione non vi interessa particolarmente la vita sessuale del partner e quindi non vi infastidiscono eventuali contatti sessuali con altre persone pregressi, contemporanei o successivi alla vostra relazione?

Grazie anticipatamente della condivisione.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26833
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Gelosia sessuale da parte di asessuali?

Messaggio da Bianca » dom apr 09, 2017 5:20 am

A mio modesto parere, non credo che all'asessuale vada bene che il partner abbia rapporti sessuali con altri; come tutti, penso desideri la fedeltà.
Poi, ci può sempre essere quello a cui non importa niente che l'altro si faccia gli affari suoi, magari mettendo come condizione, il non coinvolgimento sentimentale.

Avatar utente
dolciximagirl84
Asexy
Messaggi: 336
Iscritto il: dom dic 27, 2015 7:49 pm

Re: Gelosia sessuale da parte di asessuali?

Messaggio da dolciximagirl84 » sab apr 22, 2017 11:38 am

a mio avviso essere asessuali non significa non essere gelosi solo xè il sesso non rientra nei nostri interessi.. quindi la fedeltà resta comunque una componente importante nel rapporto.. poi c'è caso e caso come anche fra i sessuali.. c'è chi è geloso morboso possessivo, chi indifferente e chi geloso nel giusto.. non so se mi son spiegata..

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26833
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Gelosia sessuale da parte di asessuali?

Messaggio da Bianca » sab apr 22, 2017 12:17 pm

Certo che ti sei spiegata...
Personalmente, diffido sempre delle persone che affermano di non essere gelose.
Non è questione di fiducia nell'altro, la fiducia deve esserci per forza, se no, che rapporto è?
Ma quella sofferenza che si affaccia nell'anima quando pensi che la persona che ti interessa, possa intrecciare e curare altre relazioni, quando hai sentore di qualche bugia, quando cogli sguardi di intesa, quando ascolti telefonate, be, credo sia assolutamente normale e umana.
Per un asessuale che può nutrire un senso di inferiorità nel non saper dare al partner l'aspetto sessuale, credo che la fedelta sia un elemento assolutamente indispensabile.

Avatar utente
Truele
Maxi-Mitosi
Messaggi: 224
Iscritto il: mer ott 12, 2016 9:42 am
Orientamento: etero - asex
Genere: femmina
Località: Provincia di Verona

Re: Gelosia sessuale da parte di asessuali?

Messaggio da Truele » dom apr 23, 2017 10:51 am

Io credo che ognuno gestisca la gelosia a proprio modo.
C'è chi è geloso, chi lo è meno, chi la gelosia la vive in modo... più intimo.
Parlo di esperienze a metà, ovviamente, perché credo che sia diverso vivere la gelosia da coppia rispetto a vivere la gelosia da... single. Per gli asessuali, spesso purtroppo, la vita di coppia è più un'utopia che un traguardo e si vive spesso innamorati di qualcuno che non ricambia o magari che non si vuole ricambi, in realtà. In questo caso... la gelosia diventa soltanto una sorta di malessere che non si può neppure esternare, più simile forse alla consapevolezza di un rifiuto che ad un atteggiamento di "conflitto" con il partner. Credo sia difficile, per un asessuale, dimostrare la stessa foga e la stessa capacità combattiva di una persona sessuale perché, nel profondo, sentiamo sempre che il partner cerca nell'altro/a qualcosa che noi non possiamo dare e ciò genera sofferenza, più che "reazione". E la cosa peggiore è che la sofferenza che si vive viene poi vista dal partner come indifferenza e ciò rischia di minare il rapporto.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26833
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Gelosia sessuale da parte di asessuali?

Messaggio da Bianca » dom apr 23, 2017 12:00 pm

Hai esternato spunti completamente nuovi e interessanti, ma c'è qualcosa che non capisco.

Tu dici che un asessuale può passare la vita innamorato di qualcuno che non ricambia o addirittura, da cui non vuole essere ricambiato.
Già questo mi è difficile capirlo, perché mi sembra estremamente naturale che una persona innamorata, desideri essere ricambiata.

Capisco di più quello che tu dici a proposito di come si può vivere la gelosia da single; un amore non ricambiato, porta a soffrire di questa gelosia anomala.

Che l'asessuale provi questo malessere che nasce da una sorta di gelosia, che nasce dal senso di inadeguatezza, è comprensibile, ma dipende anche da come si comporta il partner, ovvero, se dà segni di insofferenza o peggio, di stanchezza nel rapporto.

Tuttavia, la gelosia è un sentimento talmente irrazionale, che si autoalimenta, anche quando non c'è nulla di veramente valido per scatenarla.

L'asessuale, da parte sua, ha una difficoltà in più: si sente talmente in difetto nei confronti del partner, che la gelosia non riesce neppure ad esternarla.
Siamo sempre alle solite considerazioni: credete nell'amore?

Avatar utente
Truele
Maxi-Mitosi
Messaggi: 224
Iscritto il: mer ott 12, 2016 9:42 am
Orientamento: etero - asex
Genere: femmina
Località: Provincia di Verona

Re: Gelosia sessuale da parte di asessuali?

Messaggio da Truele » lun apr 24, 2017 10:25 am

Credere nell'amore e credere che possa essere un'opzione valida per te... sono cose diverse.

Per quanto riguarda il desiderio di essere ricambiati... beh... quello c'è sempre, è innegabile. Ma... se ami qualcuno vuoi il meglio per questa persona e come puoi essere il meglio per questa persona se già in partenza gli neghi una di quelle che, per la maggior parte delle persone, è ritenuta una parte fondamentale del rapporto di coppia se non IL NUCLEO CENTRALE di un rapporto di coppia? Soprattutto se sai che per lui/lei è importante.
Sinceramente... se lo/la amo... lo/la lascio libero di essere felice a scapito della mia felicità.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26833
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Gelosia sessuale da parte di asessuali?

Messaggio da Bianca » lun apr 24, 2017 2:12 pm

Posso dirti?
1) non credo a questa generosità ad oltranza.
2) non mi sembra giusto decidere al posto dell'altro.
3) l'asessuale non è in grado di valutare quanto per il sessuale possa essere importante il sesso, nel loro caso specifico.
( nucleo centrale, mia nonna!)
4) negare qualcosa, vuol dire negare qualcosa che si può dare; nel vostro caso, NON è negare, è non forzare la propria
natura.
5) non arrogatevi il diritto di decidere per l'altro: non siete il Padreterno!
6) interrogatevi piuttosto sulle VOSTRE CAPACITÀ di portare avanti un rapporto, di essere fedeli, equilibrati, responsabili.

Avatar utente
Scissorhands
Mega-Mitosi
Messaggi: 181
Iscritto il: gio ago 07, 2014 7:02 pm
Orientamento: eteroromantico
Genere: maschio atipico

Re: Gelosia sessuale da parte di asessuali?

Messaggio da Scissorhands » lun apr 24, 2017 3:07 pm

Ciao,provo a risponderti. Per quanto mi riguarda a prescindere dalla componente sessuale sono abbastanza possessivo se mi lego a qualcuno ma proprio perchè ce ne vuole prima che mi fidi ma poi mi prendo cura e soprattutto sono fedele (in questi momenti mi viene in mente una mia amica che si interessa di astrologia..e che mi dice che sono ricalco pienamente il mio segno).
La possessività però non la intendo nel senso che senza di me non devi fare nulla ma di reciprocità, se io ti ritengo la persona più importante per me io dovrei esserlo per te, a prescindere da qualsiasi contesto o situazione.
Probabilmente è un po complicato ma se io tengo davvero a livello sentimentale a qualcuno rimango ferito se non nel frattempo fa sesso con qualche altro in caso contrario che faccia pure.Anche perchè, a meno che non si tratti di una ninfomane da maratona del sesso, con una visione del rapporto da film porno posso anche sacrificarmi a darle questo benedetto piacere meccanico.

Solitamente in campo sentimentale uso come spartiacque la storia avuta con la mia ex, ecco con lei mi sarebbero girate pesantemente se avesse fatto una cosa del genere.
Per altre storie più brevi e alcune anche intense..dipende sempre da cosa mi ha colpito in quella persona. In genere sono protettivo quindi,appena una mi piace e vedo che si affida c'è la probabilità che rimanga un po assuefatto.
Ho frequentato una che diceva che io ero il suo ragazzo ideale ma poi la sera andava trombando qui e là.
Alla fine ho capito che probabilmente faceva la comprensiva con me sperando di arrivare in altro modo all'obiettivo, visto che il metodo tradizionale non funzionava. Ecco per lei mi sono penato poco, anche perchè sapevo che una storia con lei
non solo non sarebbe durata ma sarei stato cornificato un giorno sì e l'altro pure.

Un'altra invece che mi aveva preso mentalmente, ragazza un po contorta, era più grande di me e quando ho capito che era una specie di mantide nei momenti in cui aveva o credeva di avere probleami con il suo fidanzato(fittizio più che altro..tipo mai presente,fanno vite separate e di base si vedono una tantum)..e giocava sul dialogo ma in fondo, selezionava il tipo del momento che l'attraeva fisicamente, si faceva qualche fantasia e puntava ad andarci a letto e sentirsi desiderata.
Naturalmente un tipo molto mentale e romantico come me facilmente si lascia prendere e dopo qualche mese di lei ero geloso.
Poi alla fine mi sono reso conto che si trattava di una persona ambigua sia con i sentimenti che nel modo di gestire le relazioni e quindi di essere stato usato, anche in quel caso mi è diventato indifferente ma in questo caso ho chiuso ogni rapporto, a parte quelli inerenti alla mera educazione quando la incontro.

Morale della favola: non penso centri troppo l'asessualità(anche perchè io tutt'ora non so se definirmi asessuale o demi e sinceramente mi sembra inutile, so che il sesso non mi attira e non mi ha mai annebbia il cervello come alla maggioranza di gente che conosco) ma piuttosto con il concetto di amore e di fedeltà che nasce dal rispetto che si ha per sè prima di tutto. Se una persona mi interessa dal punto di vista romantico e penso c'è una relazione a qualsiasi stadio che presuppone un'intesa mentale,emozionale è ovvio diventare gelosi penso anche reciprocamente.
Il sesso per me è una questione esterna all'amore, più legato al piacere fine a se stesso e non rappresentativa dell'amore o almeno di quello che intendo io...se poi per uno dei due è manifestazione d'amore può non essere un problema ma proprio perchè ci si viene incontro. Ovvio che se la concezione di rapporto sessuale è quella canonica e attuale, in cui si fa sesso più per sentirsi parte di qualcosa piuttosto che per motivi inerenti alla coppia..allora è inutile anche fare troppi discorsi.

Se una persona mi piace ma mi accorgo che valuta le persone come pezzi di carne utili allo scopo e non come individualità dotate di qualcosa che va oltre e che può creare sodalizio..in quel caso frequento anche, flirto ma rimane lì, dopo un po la lascio nel suo brodo anche perchè mi piace parlare con persone poco banali e in genere chi ha il tarlo del sesso dopo un po diventa banale perchè gira che ti rigira vede tutto nell'ottica sesso.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26833
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Gelosia sessuale da parte di asessuali?

Messaggio da Bianca » lun apr 24, 2017 9:21 pm

Be, non è così difficile capire il tuo pensiero; sono le cose più umane e scontate che si provano quando si è interessati a qualcuno.
Per un asessuale o anche soltanto per uno poco interessato al sesso, incontrare una persona che ne fa, invece, il fulcro della sua esistenza, non è la cosa ideale ed è meglio lasciar perdere.

Avatar utente
gio74
(A)VENdicatore
Messaggi: 1606
Iscritto il: dom ott 30, 2016 9:02 pm
Orientamento: etero
Genere: maschile

Re: Gelosia sessuale da parte di asessuali?

Messaggio da gio74 » mar apr 25, 2017 4:46 pm

"lascio libero di essere felice a scapito della mia felicità" in questa frase è racchiusa la vera essenza dell'amore

Avatar utente
Truele
Maxi-Mitosi
Messaggi: 224
Iscritto il: mer ott 12, 2016 9:42 am
Orientamento: etero - asex
Genere: femmina
Località: Provincia di Verona

Re: Gelosia sessuale da parte di asessuali?

Messaggio da Truele » mar apr 25, 2017 4:57 pm

Bianca ha scritto:Posso dirti?
1) non credo a questa generosità ad oltranza.
2) non mi sembra giusto decidere al posto dell'altro.
3) l'asessuale non è in grado di valutare quanto per il sessuale possa essere importante il sesso, nel loro caso specifico.
( nucleo centrale, mia nonna!)
4) negare qualcosa, vuol dire negare qualcosa che si può dare; nel vostro caso, NON è negare, è non forzare la propria
natura.
5) non arrogatevi il diritto di decidere per l'altro: non siete il Padreterno!
6) interrogatevi piuttosto sulle VOSTRE CAPACITÀ di portare avanti un rapporto, di essere fedeli, equilibrati, responsabili.
Indubbiamente la pensiamo in modo diverso. Io parlo per me, non per tutti. Se ho capito una cosa, da quando sono qui, è che ci sono tante teste, tante esperienze, tante diversità. Sono una di quelle, solamente una di quelle.

Per quanto riguarda l'uso di NEGARE... hai perfettamente ragione.

Per quanto riguarda il diritto di decidere per l'altro... posso decidere per me stessa nel momento in cui la situazione si presenta? Perché decisioni di questo tipo coinvolgono due persone e una delle due... sono io. Se ponderando ritenessi che è meglio per me e per lui non proseguire un rapporto... non vedo perché non dovrei prendere una simile decisione, il Padreterno lasciamo si occupi di altro. E la capacità di portare avanti un rapporto non c'entra. Così come non c'entra la fedeltà, l'equilibrio, la responsabilità.

Se domani tu incontrassi un uomo e questi mostrasse una forte simpatia per te ma, nel profondo, sentissi che non è la persona che fa per te, che non potresti mai farlo felice... tu... proseguiresti nel rapporto anche sapendo che non potrebbe avere un futuro soltanto perché non puoi decidere per lui? Ne dubito!

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26833
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Gelosia sessuale da parte di asessuali?

Messaggio da Bianca » mar apr 25, 2017 5:30 pm

Sï, tu puoi decidere per te, nel senso che se una persona non ti interessa, puoi giustamente allontanarti, ma non puoi farlo dicendo, a priori, "siccome sono asessuale e lui no, io non potrò mai farlo felice.
Questo È LUI che deve deciderlo.
La capacità di portare avanti un rapporto, c'entra eccome!
Assumersi la responsabilità di dire: io posso far felice questa persona che tiene a me, anche senza sesso, richiede molto più coraggio che ripiegare su una decisione codarda: tu puoi essere felice con un'altra, per questo io ti allontano.
E no, bella mia, non funziona così.
L'amore non è questo.
L'amore è un sentimento caparbio, testone come un mulo, fragile e forte, sa lottare per imporsi, non si arrende.(vedi la poesia di J. Prévert)
Provate a vivere un amore così e diventerete i migliori amanti, pur restando asessuali.

puntodidomanda
Junior
Messaggi: 15
Iscritto il: dom mar 26, 2017 12:18 am
Orientamento: etero
Genere: femmina

Re: Gelosia sessuale da parte di asessuali?

Messaggio da puntodidomanda » mer apr 26, 2017 11:59 pm

Provo a tirare le somme delle vostre risposte. Se ho ben capito sostenete che l'asessualità è un fattore irrilevante rispetto alla gelosia sessuale. Esattamente come per i sessuali alcuni danno molta importanza al concetto di fedeltà ed altri meno. In altre parole il fatto di non essere interessati all'aspetto sessuale della relazione non significa essere indifferenti rispetto al fatto che l'altro abbia rapporti con terzi.

Se ben capisco ne fate una questione di connessione emotiva e di rispetto, comunque. Io posso darvi la mia esperienza da sessuale che ha a lungo avuto una relazione con una persona che non ho ancora capito se sia asessuale, A-gray o altro. Non credo di avere il tarlo del sesso ma per me è pesante non sentirmi desiderata. Per questo in periodi di relazione "non impegnativa" con questa persona o nelle fasi di tira-molla, mi è capitato ripetutamente di avere rapporti sessuali con altri nonostante io amassi tantissimo il mio partner. Non credo che queste esperienze abbiano tolto nulla al mio rapporto con lui, ma azi che abbiano alleviato la tensione consentendo di ridurre la confliuttualità. Tuttavia è sempre stato molto triste: mi capitava di pensare a lui anche mentre avevo rapporti con altri e mi rendeva difficile anche prendermi quel piacere che avrei potuto avere. Spesso tornavo a casa con un grande senso di vuoto nel cuore.
Quando è accaduto, non l'ho nemmeno fatto per una necessità di "scarico di energia sessuale", ma proprio per il bisogno di sentirmi una donna desiderabile...di sentirmi una donna. Lo so che potrebbe sembrarvi assurdo far dipendere il mio sentirmi donna dal sentirmi desiderata fisicamente ma in realtà per me è stato così. Era doloroso sentirsi ignorata sul frotne fisico.

Io credo però come dice Bianca che non si dovrebbe autocensurare un sentimento di amore verso un sessuale solo per paura di non poterlo soddisfare: io credo che parlandone insieme magari si potrebbe trovare qualche forma di punto di incontro che potrebbe rendere "fattibile" un rapporto. Io, ad esempio, avrei molto apprezzato un discorso chiaro da parte del mio partner ed una ricerca di un percorso condiviso verso un equilibrio accettabile per entrambi.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26833
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: Gelosia sessuale da parte di asessuali?

Messaggio da Bianca » gio apr 27, 2017 9:22 am

A me sembra che l'asessualità sia un elemento che può accentuare la gelosia sessuale, perchè la persona che ne è caratterizzata, può sentirsi mancante nei confronti del partner.
C'è chi può chiedere: perchè cerchi altrove ciò che anch'io ti do? e chi può chiedersi: non sarà che trova altrove ciò che io non gli do?
Le domande sono entrambi gravi e possono far soffrire. La risposta è una sola: fedeltà e rispetto.

Forse, tu confondi il tuo bisogno di far sesso, con la necessità di sentirti desiderata.
Sono due cose diverse. Tu non riesci a capire che l'asessuale, non fa sesso con te, ma ti desidera, almeno e più di un sessuale.
E' un desiderio che non ha concretizzazione, ma se tu ami, puoi sentirlo.

Far sesso con altri che non rivestono un'importanza sentimentale, per "alleviare la tensione", è un'offesa che tu fai alla persona che ami ed un qualcosa che mina il sentimento.
Tu sentivi un vuoto nel cuore? Io mi sarei sentita tanto, tanto brutta.
Noi non siamo in funzione del sesso, è il sesso che è in funzione nostra.

Se il tuo partner non ha saputo avere con te il discorso chiaro che tu avresti apprezzato, è perchè neppure lui ha capito esattamente di cosa si trattava e parlarne con te, semplicemente, lo terrorizzava.

Rispondi