SERIA RICHIESTA DI AIUTO

Le matricole qui dentro. Presentatevi!
Avatar utente
axelay
(A)VENdicatore
Messaggi: 1532
Iscritto il: ven gen 30, 2015 10:50 am
Orientamento: della prua 15° a babordo
Genere: pirata romantico ma gladiatore

SERIA RICHIESTA DI AIUTO

Messaggio da axelay » dom feb 01, 2015 11:17 pm

Salve a tutti, per puro caso ho scoperto l'esistenza del mondo degli asessuali e devo farvi i miei complimenti, fatti da un "sessuale" forse in certi momenti anche ipersessuale.

Ho 36 anni e sono sposato. Credo che mia moglie sia asessuale o un tipo misto. Per me è molto importante capirlo.
Questi gli indizi, ma anche una premessa.

Sono una persona sensibile ed ho sposato mia moglie solo per amore e la ritengo la mia anima gemella. Per me l'amore nella vita, il sentimento, è al primo posto.
Ho sempre rispettato, quando eravamo fidanzati, il fatto che non voleva avere rapporti completi con me.
Poi, dopo tanti anni di fidanzamento ci siamo sposati. Sono stato a lei sempre fedele da tutti i punti di vista, sia sessuale che asessuale.
Con il matrimonio pensavo che le cose cambiassero, ma già con il viaggio di nozze le cose procedevano in maniera per me strana.
Tornati a casa e grazie alle mie gentili insistenze finalmente c'è stato quello che per me pensavo fosse la normalità.
Ma poi, nei mesi successivi, che si sono trasformati in anni successivi, da parte sua c'è sempre stato un rifiuto a prendere l'iniziativa.
Non cacciava scuse banali, semplicemente mi faceva capire di no. A letto, quando capitava dopo mesi e mesi di piccolissime insistenze (in questo mi reputo un gentlemen mooooolto paziente) lei comunque provava piacere, anche perchè sono una persona che a letto mette molta passione ed altruismo, condita alla fine da tante coccole. Però è come se ogni volta lo facesse per farmi contento.
In un lasso di tempo, quindi, totale, di circa 16 anni, tra matrimonio e fidanzamento lo abbiamo fatto pochissime volte.
Unica volta in cui lei prendeva l'iniziativa è stato quando abbiamo deciso di fare un figlio. Però, siccome ci abbiamo messo un mese, (evidentemente siamo dotati di una buona fertilità!) l'episodio di voglia da parte di mia moglie è terminato subito.

L'amore non è mai mancato nella mia vita, ma il sesso purtroppo sì.

Una volta mi ha anche detto, scherzosamente ma mi sembrava seria, di andare con qualche "signorina" a sfogarmi, come se a lei non facesse nè caldo nè freddo.

Spesso è gelosa di me, anche senza motivi concreti, gelosa delle mie amiche.

Io penso che sia asessuale o qualcosa di simile. Prima credevo che lei fosse egoista, ma adesso credo che lei sia così di natura.
Entrambi abbiamo un animo romantico e andiamo daccordo su tutto, mai litigate furibonde. Ma dal punto di vista letto siamo incompatibili.
Ora la guardo con occhi diversi, e sono più sereno. Lei non sa che io ho questo dubbio. Però verso di lei sento un sentimento diverso, un amore forse più grande e più puro. Il problema adesso sono io.

Secondo voi mia moglie è asessuale?

Grazie in anticipo a tutti e siete delle persone meravigliose!
Ultima modifica di axelay il lun mag 04, 2015 4:38 pm, modificato 2 volte in totale.

bingobongo
Ameba
Messaggi: 57
Iscritto il: dom mag 18, 2014 6:20 pm

Re: SERIA RICHIESTA DI AIUTO

Messaggio da bingobongo » lun feb 02, 2015 12:30 am

Beh, a me pare proprio di si. L'unica alternativa potrebbe essere un suo pessimo rapporto col sesso, un tabù o qualcosa del genere, ma non credo sia il caso.
Da come dici sembra proprio una persona che, serenamente, non ne ha bisogno.
Consigli da darti...mah, o te lo fai andare bene così, come hai fatto finora, oppure segui il suo "consiglio" e trovi qualche signorina.

Avatar utente
Celeste
(A)VENdicatore
Messaggi: 1630
Iscritto il: mer mar 19, 2014 1:11 pm
Orientamento: Asex Eteroplatonica
Genere: F cisgender

Re: SERIA RICHIESTA DI AIUTO

Messaggio da Celeste » lun feb 02, 2015 12:53 am

Ciao axelay e benvenuto!
Grazie per i complimenti :)
Devo farti una premessa in tutta sincerità... Il titolo della tua presentazione mi ha fatto prendere un coccolone :lol: !
Temevo di trovare la storia di qualcuno (asex) confuso, stanco, disperato perchè non riusciva a trovare una propria collocazione nel mondo... Credimi, ne capitano molto spesso.
E invece alla fine la tua storia mi ha lasciato quasi un senso di sollievo: quando parli del rapporto tra te e tua moglie, della vostra compatibilità mentale, di come vi consideriate anime gemelle, dell'amore che vi lega che ora senti ancora più grande e più puro, mi hai dato davvero un senso di sollievo.
Capisco però che, se dal punto di vista di un'asex come me, avete "tutto ciò che vi serve", dal tuo punto di vista di non asex non sia proprio così.

Ma veniamo alla tua domanda.
Seconda premessa (necessaria): difficilmente troverai qui una risposta definitiva se tua moglie sia o meno asex, o comunque all'interno dello spettro dell'asessualità. È una cosa abbastanza difficile da definire anche per chi ci è dentro, figurati poterlo valutare su un'altra persona! La discriminante è che lei provi o meno attrazione sessuale, e capirai bene che solo lei può saperlo... E la difficoltà è aumentata dal dover distinguere l'attrazione sessuale dall'attrazione romantica, estetica, sensuale (il desiderio di abbracci e coccole). Tipi di attrazione che mi pare di capire lei provi per te, come tu per lei. Per questo a volte è difficile scinderle, e capire che anche in presenza di tutte queste si può non provare attrazione sessuale; è in qualche modo il mio caso, e infatti ci ho messo una vita a capire che per quanto fossi romanticamente - in parte -, esteticamente e sensualmente attratta da uomini, non lo sono affatto sessualmente.
Se vuoi andare a fondo della questione, l'unica è parlarne con lei; magari mostrarle questo forum, farle leggere qualche definizione e qualche discussione, e chiederle se in parte si riconosce. E in ogni caso, qualunque sarà la risposta che ne trarrete, potrebbe fornirvi uno spunto per venirvi incontro più di quanto abbiate mai fatto.

Quello che non capisco è perchè alla fine dici che ora il problema sei tu.
No ok, capisco che vuoi dire che ora questo "inizio di consapevolezza" (o dubbio) che lei potrebbe non cambiare mai ti "getta nel panico", perchè non volendo rinunciare al sesso forse forse era meglio pensare che il suo disinteresse fosse motivato da qualcos'altro di non così lapidario e definitivo come un orientamento sessuale. Perchè se la risposta è questa non si scappa.
Ma al di là di questo, cos'è cambiato da quando non conoscevi l'esistenza dell'asessualità? Amavi tua moglie, stavi benissimo con lei ed eravate felici, benchè sapessi che a lei il sesso interessava molto meno che a te. Se in questi 16 anni il vostro legame è riuscito a sovrastare e superare questa incompatibilità, perchè pensi che da adesso in poi potrebbe essere diverso?
Immagine
Nè più mi occorrono le coincidenze, le prenotazioni, le trappole, gli scorni di chi crede che la realtà sia quella che si vede.

Avatar utente
axelay
(A)VENdicatore
Messaggi: 1532
Iscritto il: ven gen 30, 2015 10:50 am
Orientamento: della prua 15° a babordo
Genere: pirata romantico ma gladiatore

Re: SERIA RICHIESTA DI AIUTO

Messaggio da axelay » lun feb 02, 2015 9:42 am

Vi ringrazio per l'attenzione!
Vedo che i miei dubbi erano reali....

Celeste ti spiego la questione sul "problema sono io"
È molto semplice...prima di scoprire questo mondo ero arrabbiato interiormente con mia moglie, perchè la consideravo egoista, per la serie ti sei sposata, hai avuto un figlio
ed ora io non servo più (scusatemi per il ragionamento rozzo, ma quando si soffre si pensano anche simili cose). Però avevo la SPERANZA che le cose un giorno potessero cambiare,
che era una questione di tempo ed io con amore potevo aspettare. Ora credo che la speranza sia morta e che devo fare i conti con le mie pulsioni e su come soddisfarle. E questo potrebbe significare di andare
contro i miei principi. In tutti questi anni ovviamente mi sono "arrangiato" da solo, con grande sofferenza ed umiliazione. Ora ho paura di imboccare una strada che potrebbe portarmi
ad allontanare da lei, inconsapevolmente. Come se già sapessi che non riuscirei a limitarmi, come se una parte di me che è stata sempre incatenata adesso si stia per liberare, senza freni.

-Becks-
Maxi-Mitosi
Messaggi: 259
Iscritto il: gio dic 11, 2014 9:07 am
Orientamento: Bi

Re: SERIA RICHIESTA DI AIUTO

Messaggio da -Becks- » lun feb 02, 2015 9:58 am

axelay ha scritto:Ora ho paura di imboccare una strada che potrebbe portarmi
ad allontanare da lei, inconsapevolmente. Come se già sapessi che non riuscirei a limitarmi, come se una parte di me che è stata sempre incatenata adesso si sta per liberare, senza freni.
Da quanto ho letto nel tuo post di apertura, non credo si presenterà questo problema. Se davvero il tuo amore per lei è addirittura aumentato non appena hai preso atto del suo orientamento, non penso che un po' di sfogo fisico rischi di rovinare i tuoi sentimenti nei suoi confronti.

Il problema è, semmai, la gelosia di lei: dici che lo è anche delle tue amiche.

Ora, io sono sessuale come te, quindi non so se un asessuale possa essere geloso "sessualmente" del proprio partner (del tipo "non voglio che abbia rapporti con altre donne sebbene io non possa soddisfare questo bisogno"), in quanto non concepisce il sesso come qualcosa di importante.
Se stai prendendo in considerazione l'idea di andare "con altre signorine", tieni molto conto di questo aspetto. E soprattutto, se anche lei dovesse dirti che non è gelosa, che va bene, che non devi preoccuparti, assicurati che sia davvero così prima di procedere. Ma del resto, dopo 16 anni insieme, la conoscerai bene ;)

In bocca al lupo e grazie per tenere alto l'onore dei sessuali :D
Immagine

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26679
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: SERIA RICHIESTA DI AIUTO

Messaggio da Bianca » lun feb 02, 2015 3:08 pm

Ciao axelay!
Ho letto la tua presentazione appena l'hai inserita...ma ho voluto aspettare.
Lo scoprire nel coniuge, dopo un matrimonio e tanti anni insieme, una caratteristica così importante, mi sembra una cosa inconcepibile.
Se mio marito avesse detto a me di trovarmi qualcuno con cui soddisfare le mie voglie, avrei chiamato la neurodeliri.
Tua moglie te lo ha detto, ma è gelosa e questa è un'altra cosa che non capisco.
L'unica considerazione che mi viene da fare è che tua moglie ignori totalmente qual è il suo modo di porsi nei riguardi del sesso.
Probabilmente ha in testa tante domande a cui non ha mai dato risposta, aiutata in questo dalla tua pazienza e dal tuo amore.
Tu praticamente, le hai consentito di vivere serenamente 16 anni di vita insieme, senza farsi tanti problemi e senza costringerla a darsi delle risposte.
Capisco il tuo risentimento nei suoi confronti, è lucido e umano, ma devi tener conto che sei TU che le hai consentito di cullarsi sugli allori.
A questo punto tu sai che il suo modo di fare è un orientamento ed ha un nome e sei quasi certo che si tratti proprio di asessualità.
Devi chiederti però, se il metterla ora con le spalle al muro potrebbe migliorare anche solo minimamente, la situazione.
Io non credo.
Il costringere lei a prendere coscienza di qualcosa che non ha mai voluto analizzare, penso che, oltre a turbarla profondamente, la sconcerterebbe in un modo che tu non puoi prevedere, facendole anche sorgere un'infinità di sensi di colpa nei tuoi confronti che (ripeto), il tuo amore e la tua sopportazione le hanno finora evitato, consentendole di non prendersi mai delle responsabilità.
E' questo che vuoi? Non credo.
Io capisco anche, che a te manchi qualcosa, ma l'amore vero sa fare tante cose......

Avatar utente
axelay
(A)VENdicatore
Messaggi: 1532
Iscritto il: ven gen 30, 2015 10:50 am
Orientamento: della prua 15° a babordo
Genere: pirata romantico ma gladiatore

Re: SERIA RICHIESTA DI AIUTO

Messaggio da axelay » lun feb 02, 2015 3:19 pm

È vero, sono stato io ad assecondarla e come una volta mi disse una persona molto saggia: Tu l'hai scelta.
Non so se voglio affrontare l'argomento con lei proprio perchè potrebbe innescare una reazione a catena.
Ho sempre cercato di parlarne, ma quando capisci che dall'altra parte c'è un muro di gomma impenetrabile (scusatemi il termine!) bisogna anche capire
che è inutile trovare risposte ad ogni costo, perchè tanto non le avrai mai.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26679
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: SERIA RICHIESTA DI AIUTO

Messaggio da Bianca » lun feb 02, 2015 3:37 pm

Vedo che hai capito benissimo la situazione, anche se chiedi aiuto qui.
Lei non vuole che tu le sbatti in faccia la realtà, perchè la realtà lei la conosce, ma non l'ammetterà mai e non la chiamerà mai con un nome preciso. Ci brancola dentro fin da quando si è resa conto di non avere le reazioni delle amiche, di non cercare quello che cercavano loro, di non essere interessata ai loro discorsi.
Fin da quando ha capito che il ragazzo che poteva piacerle, le dava fastidio se ci provava e non provocava in lei alcuna reazione piacevole.

Lei vuole e sa che lo può fare, continuare a vivere protetta dal tuo amore, dal rispetto, dalla comprensione e dalla pazienza che ha trovato in te.
La risposta alla domanda che tu poni qui, la puoi trovare soltanto nel tuo cuore.

-Becks-
Maxi-Mitosi
Messaggi: 259
Iscritto il: gio dic 11, 2014 9:07 am
Orientamento: Bi

Re: SERIA RICHIESTA DI AIUTO

Messaggio da -Becks- » lun feb 02, 2015 4:42 pm

axelay ha scritto:È vero, sono stato io ad assecondarla e come una volta mi disse una persona molto saggia: Tu l'hai scelta.
Non so se voglio affrontare l'argomento con lei proprio perchè potrebbe innescare una reazione a catena.
Ho sempre cercato di parlarne, ma quando capisci che dall'altra parte c'è un muro di gomma impenetrabile (scusatemi il termine!) bisogna anche capire
che è inutile trovare risposte ad ogni costo, perchè tanto non le avrai mai.
Penso che comunicare sia sempre la miglior cosa.
C'è modo e modo di farlo, ovviamente: non iniziare necessariamente con un "donna, tu sei asessuale", la spaventeresti e la costringeresti a mettersi sulla difensiva. Procedi con calma, pensa bene a quel che devi dirle ma soprattutto, in primo luogo, accertati del fatto che i tuoi sentimenti possano sopravvivere anche con questa "condizione", che comunque c'è sempre stata. E' necessario che tu faccia un lavoro su te stesso prima di tutto, non perché sei sbagliato, anzi, ma perché così non correresti il rischio di farle promesse che in realtà non puoi mantenere. Se decidi di rimanere al suo fianco, lo fai accettando il pacchetto completo: se speri di cambiarla hai già perso in partenza.
Immagine

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26679
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: SERIA RICHIESTA DI AIUTO

Messaggio da Bianca » lun feb 02, 2015 4:50 pm

Penso non ti passi assolutamente per la testa l'idea di cambiarla, ma se per caso ti passasse, dai retta a Becks.
Per quanto riguarda il parlargliene, io non lo farei.
Non è questione di comunicare o meno.
Se tu qualche volta ci hai provato e non hai sortito alcun effetto, perchè forzare la mano?
Io sono convinta che voi comunichiate comunque molto, in tanti modi diversi, che non offendono, non fanno male, non mettono in crisi.

Avatar utente
axelay
(A)VENdicatore
Messaggi: 1532
Iscritto il: ven gen 30, 2015 10:50 am
Orientamento: della prua 15° a babordo
Genere: pirata romantico ma gladiatore

Re: SERIA RICHIESTA DI AIUTO

Messaggio da axelay » lun feb 02, 2015 5:11 pm

Grazie Bianca

Quando mi hai detto che la risposta la devo trovare nel mio cuore per poco non mi mettevo a piangere.
Per me è una seria richiesta di aiuto proprio perchè è in gioco il nostro matrimonio, ma soprattutto il nostro amore.
Mi chiedo, se avessi saputo questa cosa quando l'ho conosciuta, come avrei reagito?
Poi penso che sono stato fortunato a trovare lei, perchè in lei vedevo solo l'amore, forse grazie al suo modo di essere.
Non ti nascondo che ci sono dei periodi in cui anche il sentimento sembra essere scomparso, ma questo per colpa della routine matrimoniale...

La verità è che adesso sento come se ci fosse una parte di me libera di trasgredire, mi sento come una specie di fenice. Mi sento quasi costretto/autorizzato a tradirla, sessualmente parlando. E questa cosa mi spaventa perchè non ero così.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26679
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: SERIA RICHIESTA DI AIUTO

Messaggio da Bianca » lun feb 02, 2015 5:32 pm

Guarda che tutti, proprio tutti, le risposte importanti dobbiamo trovarle nel cuore.
Anche quando hai conosciuto tua moglie, se lo avessi saputo allora, la risposta avresti dovuto trovarla lì.
Non pensare che lei possa averti imbrogliato tacendoti qualcosa.
Neppure lei, secondo me, aveva ben chiara la sua situazione, quindi, non avrebbe avuto proprio nulla da rivelarti o da spiegarti.

La routine quotidiana prende tutte le coppie, ma voi avete un figlio in crescita, che ha bisogno di entrambi e che darà il suo contributo affinchè la vostra famiglia non sia toccata dalla noia.

Per quanto riguarda il tuo sentirti libero, ti sbagli.
Tu non sei assolutamente libero.
Puoi andartene se vuoi, ma se resti, non credo ti vada bene ridurre il vostro matrimonio ad una pattumiera.

Avatar utente
axelay
(A)VENdicatore
Messaggi: 1532
Iscritto il: ven gen 30, 2015 10:50 am
Orientamento: della prua 15° a babordo
Genere: pirata romantico ma gladiatore

Re: SERIA RICHIESTA DI AIUTO

Messaggio da axelay » lun feb 02, 2015 6:14 pm

Io non voglio scappare.
Io non voglio lasciare mia moglie.
Io non voglio rovinare il rapporto con mia moglie.
Io voglio continuare ad amarla.
Però voglio vivere anche la mia sessualità. Fisicamente. Insieme ad un altro corpo.
Secondo ciò che è la mia natura.

Avatar utente
Edward
AVENita di Classe A
Messaggi: 2738
Iscritto il: mar dic 09, 2014 10:49 pm
Orientamento:
Genere: f

Re: SERIA RICHIESTA DI AIUTO

Messaggio da Edward » lun feb 02, 2015 6:26 pm

Axelay, il tuo desiderio è del tutto legittimo, ma a questo punto secondo me non puoi fare a meno di parlarne con tua moglie. Se credi che la soluzione migliore per tutti sia avere delle relazioni sessuali fuori dal vostro matrimonio, devi dirglielo. E questo includerà una spiegazione da parte tua. Penso sia proprio inevitabile finire per parlare della sua sessualità. Se invece vuoi vivere la sessualità con lei, di sicuro non cambierà tanto da diventare l'amante che tu vorresti, al limite potrebbe scendere a qualche altro compromesso come fanno diverse persone che si ritrovano nello spettro asex, ma è una cosa estremamente soggettiva.

Avatar utente
Bianca
AVEN Mastermind
Messaggi: 26679
Iscritto il: lun mar 10, 2014 7:11 pm
Orientamento: Eterosessuale Sessuale Romanti
Genere: Signora

Re: SERIA RICHIESTA DI AIUTO

Messaggio da Bianca » lun feb 02, 2015 6:39 pm

Tu puoi vivere la tua sessualità come l'hai vissuta finora, accontentandoti di quello che ti dà e facendo di necessità virtù di quello che non ti dà.
Come ti dice Edward, lei non sarà mai l'amante che tu puoi desiderare, d'altra parte, non te la sei trovata così all'improvviso, svegliandoti un mattino; è da un po' che sai com'è.
Quanti uomini, dopo il matrimonio, si trovano accanto una donna diversa da quella che supponevano?
Si scoprono traditi, imbrogliati, derubati, in situazioni molto più gravi della tua.

Pensa di dover vendere tua moglie. Che cosa diresti, senza mentire, all'eventuale acquirente, per convincerlo all'acquisto?

Rispondi