Stato del forum

Idee, proposte e bug report per il miglioramento di AVEN.
Avatar utente
Celeste
(A)VENdicatore
Messaggi: 1630
Iscritto il: mer mar 19, 2014 1:11 pm
Orientamento: Asex Eteroplatonica
Genere: F cisgender

Re: Stato del forum

Messaggio da Celeste » dom ago 17, 2014 10:47 pm

Questa secondo me è una bellissima idea!
Magari qualcuno che si è occupato più spesso di visibilità / attivismo / pubbliche relazioni ecc ha qualche contatto con psicoterapeuti "asexual friendly" ?
Immagine
Nè più mi occorrono le coincidenze, le prenotazioni, le trappole, gli scorni di chi crede che la realtà sia quella che si vede.

Avatar utente
Caos
A-frodite
Messaggi: 1028
Iscritto il: ven mar 15, 2013 10:50 pm
Orientamento: asessuale aromantica
Genere: femmina

Re: Stato del forum

Messaggio da Caos » dom ago 17, 2014 10:51 pm

ZilRaag ha scritto:
`Silver ha scritto:Riguardo ai tuoi paragoni con l'essere single o i matrimoni bianchi, non so se ho capito a cosa ti riferisci: intendi dire che, a tuo parere, la definizione attuale di "asessuale" complica il lavoro di visibilità?
Quello sui matrimoni bianchi era un esempio: sarebbe inutile parlarne se non esistessero da noi. E' un paradosso, appunto, per fare un esempio.
Intendo: nella nostra realtà, il fenomeno avviene come altrove? PErché l'età media, da quello che dici, delle persone che si definiscono asessuali è parecchio più alta che altrove? Perché è così più alto il numero di ragazze sui maschi?
Questo è un dato interessante, bisognerebbe fare una statistica e confrontarci con le altre comunità per vedere le differenze, giusto per avere una base di partenza.
ZilRaag ha scritto:
Starseed ha scritto:
Celeste ha scritto:Vero, infatti a mio avviso sarebbe una cosa carina se, anzichè parlare "in astratto" di cosa significa questo o quel termine, ad esempio, gli utenti usassero il forum anche per chiedere opinioni / pareri / consigli sulle loro situazioni reali.

... Non so, potremmo provare a inserire una sezione tipo "Racconti e consigli"? Tipo "La posta del cuore" degli asex?
Questo è un punto importante e sono perfettamente d'accordo sulla tua proposta. Magari c'è il ragazzino che subisce le pressioni dei compagni ma si sente diverso e, anche se non trova il coraggio di iscriversi e parlare apertamente con noi, potrebbe trovare un consiglio o sentirsi ricuorato se potesse leggere situazioni simili alle sue. Anche per questo trovo importanti le discussioni che parlano dei nostri rapporti con le persone "normali", come ci si sente in determinate situazioni, come si è arrivati alla realizzazione, come ci si comporta in caso di coming out, ecc... partecipo sempre molto volentieri non solo per la mia mania di protagonismo (uhm, forse questo non dovevo scriverlo XD), ma soprattutto perché siccome io non ho problemi a vivere la mia condizione, è bene che chi invece si sente insicuro sappia che non ha niente da temere, e questo cerco sempre di spiegarlo perché ci tengo veramente a far capire a chiunque legga che non solo non siamo soli contro il mondo, ma che non dobbiamo vergognarci di nulla e anzi, dobbiamo esser fieri di essere come siamo, perché per ottenere questa nostra consapevolezza abbiamo affrontato dei percorsi che le persone normali non possono sapere e non si immaginano neanche. ... ... ... È una mia impressione, o ho un po' divagato? XD Vabbe', il succo è che secondo me i racconti di vita vissuta potrebbero essere molto utili per le persone che non si sentono a proprio agio nella propria condizione per paura di essere emarginati.
E se fosse (anche) uno psicologo professionista a rispondere alle lettere? La butto lì...
Perché, dato che i genitori mandano il figlio a "riparare" dallo psicologo, una voce altrettanto autorevole, potrebbe aiutare, e non poco...
Un'iniziativa del genere potrebbe anche finire su qualche media...
Questa cosa potrebbe avere risvolti enormi se si mettesse in atto, l'avere come consulente un professionista qualificato renderebbe tutto molto più "serio", soprattutto per lo zoccolo duro di "scettici"per i quali non esistiamo.....problema, dove lo si trova qualcuno così? Le uniche pubblicazioni che ho letto di sessuologi che trattano di asessualità sono sempre di quei 3-4 studiosi, ovviamente stranieri...se li saranno mai filati qui in Italia?
I'm not crazy, my reality is just different from yours

Avatar utente
SilverKitsune
z = z² + c
Messaggi: 9690
Iscritto il: ven apr 15, 2011 6:03 pm
Orientamento: Asessuale
Genere: Demiguy / Non-binario
Località: Monte Argento

Re: Stato del forum

Messaggio da SilverKitsune » lun ago 18, 2014 11:01 am

@ZilRaag

Non mi stupisce che a New York la gente si comporti così, sinceramente, ma il problema è sempre lì: perché per le strade italiane i gay non possono tenersi per mano? Perché hanno paura che qualcuno li chiami "froci" e li bulleggi (se sono giovani, o a volte pure se sono adulti e da soli). Perché ne hanno paura? Perché è una cosa talmente diffusa e "socialmente accettata" che non c'è chi si fa premure di far sì che succeda diversamente.

La questione femmine > maschi (in quantità) è onnipresente anche sul forum internazionale. Circa il 70% dell'utenza è femminile. E' sempre stato così. Le ragioni non si conoscono - vuoi che per gli uomini è più difficile ammettere a se stessi o agli altri di essere asessuali, vuoi che gli uomini visitino meno i forum, vuoi che esitino a registrarsi su un forum come AVEN... ultima ma non ultima l'ipotesi che ci siano più uomini asessuali che donne asessuali, che però sembrerebbe contraddetta dai sondaggi svolti nella vita reale prima che AVEN prendesse piede (che, se non erro, registrano all'incirca lo stesso quantitativo di uomini e donne asessuali).

E pure l'età, sul forum internazionale, è partita con una media di 20+. Successivamente sono arrivati i giovani. Il motivo per cui non arrivino su AVEN italiano non lo so. Sarà che hanno già troppi social network "fighi" a cui pensare per registrarsi su un forum.
D'altro canto, però, nemmeno saprei come attirarceli, se non capillarizzando l'attività di visibilità.

E qui sorge la domanda, come?

Lea (ithaca) gestisce e "smista" i contatti con i media da diverso tempo, li passa alle persone che a suo parere potrebbero essere interessate a partecipare alle determinate iniziative e via dicendo. Nel privato, tempo fa partecipava anche ad alcune talks su "piccola scala" ai club LGBT locali. Penso che lo faccia ancora adesso, anche se non gliel'ho chiesto, quindi non posso metterci la mano sul fuoco.
Più di così che possiamo fare? Andare a cercare persone che ci intervistino?
Potremmo, ma chi ci mandiamo?
Siamo i soliti quattro gatti a qualsiasi iniziativa. Le apparizioni televisive e radiofoniche parlano per sé - due persone in totale. Starseed si era proposta tempo fa per un'altra intervista televisiva, ma non ha potuto partecipare perché si doveva imbarcare. Non abbiamo altri volontari. Che figura ci faremmo ad andare a chiedere a CHIUNQUE "Ehi, ci dai uno spazio per parlare di asessualità?" se poi nessuno ci va?
"I see now that the circumstances of one's birth are irrelevant; it is what we do with the gift of life that makes us who we are."

MBTI: INTJ

Avatar utente
ZilRaag
Troppo Asexy per AVEN
Messaggi: 542
Iscritto il: dom giu 26, 2005 3:23 am
Orientamento: Asessuale.
Genere: Maschio
Località: Ad ovest di Paperino

Re: Stato del forum

Messaggio da ZilRaag » lun ago 18, 2014 7:07 pm

`Silver ha scritto:@ZilRaag
E pure l'età, sul forum internazionale, è partita con una media di 20+. Successivamente sono arrivati i giovani. Il motivo per cui non arrivino su AVEN italiano non lo so. Sarà che hanno già troppi social network "fighi" a cui pensare per registrarsi su un forum.
Silver, scusa, ma questo approccio è sbagliato, secondo me.
E' nostro dovere rendere la cosa più attraente, non dovere degli altri venirci a cercare.
Non saprei come, ma, a titolo di esempio, potremmo inventarci degli slogan, immagini o qualcosa, una specie di "campagna" da poter fare (anche) sui social media, praticamente a costo zero.
`Silver ha scritto:D'altro canto, però, nemmeno saprei come attirarceli, se non capillarizzando l'attività di visibilità.
E qui sorge la domanda, come?

Lea (ithaca) gestisce e "smista" i contatti con i media da diverso tempo, li passa alle persone che a suo parere potrebbero essere interessate a partecipare alle determinate iniziative e via dicendo. Nel privato, tempo fa partecipava anche ad alcune talks su "piccola scala" ai club LGBT locali. Penso che lo faccia ancora adesso, anche se non gliel'ho chiesto, quindi non posso metterci la mano sul fuoco.
Più di così che possiamo fare? Andare a cercare persone che ci intervistino?
Potremmo, ma chi ci mandiamo?
Siamo i soliti quattro gatti a qualsiasi iniziativa. Le apparizioni televisive e radiofoniche parlano per sé - due persone in totale. Starseed si era proposta tempo fa per un'altra intervista televisiva, ma non ha potuto partecipare perché si doveva imbarcare. Non abbiamo altri volontari. Che figura ci faremmo ad andare a chiedere a CHIUNQUE "Ehi, ci dai uno spazio per parlare di asessualità?" se poi nessuno ci va?
A livello "teorico" sarebbe meglio andassero sempre le stesse persone, riconoscibii e ben preparate. Poi, certo, uno può anche avere altro da fare in vita sua :D
Il rischio ad avere troppe voci, senza che possano essere ben controllate e coordinate, è che vengano sparate delle cazzate tremende. Per il resto, per fare un comunicato stampa serve mezz'ora, con i mezzi tecnologici che ci sono oggi.
E anche per questo, non servono più i "milioni di baionette" a disposizione. Né servono le sedi fisse. Oggi una sede di un movimento è composta da un numero di cellulare, un indirizzo gmail, un forum per parlarsi e poco più. Se proprio vuoi strafare, un account Paypal per i contributi. La cartella stampa, se già non esiste, possiamo farla senza problemi da soli, una parte uno, una un altro. Che ci vuole?
Per questo tipo di cose hai, come ti ho già detto, la mia disponibilità.

Ma per "attirare i giovani", non saprei proprio come fare. Vivo in provincia in cima ad una collina (onestamente, mi è anche difficile spostarmi), viaggio sempre per lavoro, e sono, come dici tu un po' "esperto" :D . Un po' troppo per capire come comunicare con i ragazzi della "generazione digitale". Anche se avevo Internet a casa già nel 1995, io sono nato "analogico", e comunicare con un ventenne di oggi, per me, è difficile, molto più di quanto fosse difficile per un quarantenne dell'epoca, parlare con me 20 anni fa.
Inoltre (a parte essere una frana in TV e alla radio, ci ho provato e sono nati disastri) sarei proprio l'esempio sbagliato. Il giovane che vuole "uscire" allo scoperto, lo fa se vede un coetaneo o poco più che l'ha già fatto. Se vede un tizio con i capelli quasi tutti grigi e venti anni di più, fa l'effetto di quando fa coming out il cantante o l'attore: lui lo può fare, io ancora, no. Chi ti vede, deve potersi riconoscere. Altrimenti sei "di un altro pianeta".

eirikur
A-frodite
Messaggi: 1000
Iscritto il: gio ott 03, 2013 1:50 pm

Re: Stato del forum

Messaggio da eirikur » mar ago 19, 2014 12:14 pm

In merito alla bassa affluenza, secondo me c'è da considerare che forse l'asessualità non è una condizione così "caratterizzante" come tendiamo a credere.
Mi spiego, se fra tizio e caio l'unica caratteristica in comune è il "non aver voglia/intenzione di fare sesso con qualcuno", allora è molto probabile che tizio e caio non si frequentino, realmente o virtualmente.
La stessa cosa varrà probabilmente per gli omosessuali, ma probabilmente in quel caso c'è più unione a causa del fatto che si deve lottare insieme per un riconoscimento e per combattere soprusi e discriminazioni.
Onestamente, al netto di bullismo scolastico (che è sempre esistito e andrebbe combattuto tout-court) e battute fra amici, quanti casi di discriminazione, violenza ai danni di asessuali conoscete?
A me, personalmente, nessuno mi chiede se e quante volte faccio sesso. Se un amico/collega mi chiede "Te la tromberesti quella eh?" la cosa non mi da fastidio e la gestisco tranquillamente. Il potermi presentare come "asessuale" non è una cosa che mi interessa, appunto perché non avrebbe nessun vantaggio.
Temo che la stessa cosa valga per tanti che si scoprono asessuali ma poi all'atto pratico questa scoperta non gli porta nessun vantaggio/svantaggio. Quindi non trovano motivi per collegarsi al forum.

Inoltre, e questa è una mia impressione personale, credo che l'asessualità in molti casi di nuovi iscritti che ho visto in questi mesi sia solo un fattore all'interno di una situazione di disagio che la persona sta vivendo. Probabilmente un fattore derivato da altri, quindi nemmeno primario.
Molti arrivano qui descrivendosi come aromantici, asociali, problematici etc. etc. e anche asessuali. Ecco io credo che questi arrivino qui convinti che la scoperta dell'asessualità sia la panacea per i loro mali, ma loro malgrado dopo poco si accorgono che scoprire l'asessualità non li ha "guariti" e che tutto il loro disagio e sempre presente.
Anche questi ultimi credo che abbandonino il forum molto presto.

@silver
all'inizio hai detto che il forum internazionale è più vivo anche perché l'età media è inferiore. Credo di poter dire per esperienza che l'età non conta affatto sulla vitalità di un forum. Frequento da anni forum di montagna molto più vivi e agitati dove l'età media è intorno ai 40 e l'utente ventenne è una mosca bianca. Non si parla di scuola e TV, ma si parla di musica cinema e politica, ad esempio... cambiano gli argomenti ma se c'è voglia di discutere si discute anche fra utenti più "attempati"

Avatar utente
ZilRaag
Troppo Asexy per AVEN
Messaggi: 542
Iscritto il: dom giu 26, 2005 3:23 am
Orientamento: Asessuale.
Genere: Maschio
Località: Ad ovest di Paperino

Re: Stato del forum

Messaggio da ZilRaag » mar ago 19, 2014 12:27 pm

eirikur ha scritto:Onestamente, al netto di bullismo scolastico (che è sempre esistito e andrebbe combattuto tout-court) e battute fra amici, quanti casi di discriminazione, violenza ai danni di asessuali conoscete?
Non possiamo saperlo. A me non è mai capitato, ma essendo "uscito" quasi a 40 anni, vivo in un altro mondo. Speriamo che non ce ne siano... ma se ci sono?
Su un sito americano si parlava di casi di "strupro correttivo" ai danni di ragazze asessuali. E' ovvio che se "esisti", i casi vengano contati. (Ci dovrebbe essere il link nel forum, da qualche parte)
Dato che in Italia "non esistiamo", gli eventuali casi non vengono catalogati. D'altronde, quanto è che sentiamo parlare di "casi di omofobia"? Dieci anni, forse? Anche meno! Prima "picchiare il frocio" veniva catalogato come "bullismo comune", e ufficialmente non avevi casi di discriminazione.

eirikur
A-frodite
Messaggi: 1000
Iscritto il: gio ott 03, 2013 1:50 pm

Re: Stato del forum

Messaggio da eirikur » mar ago 19, 2014 1:00 pm

ZilRaag ha scritto:
eirikur ha scritto:Onestamente, al netto di bullismo scolastico (che è sempre esistito e andrebbe combattuto tout-court) e battute fra amici, quanti casi di discriminazione, violenza ai danni di asessuali conoscete?
Non possiamo saperlo. A me non è mai capitato, ma essendo "uscito" quasi a 40 anni, vivo in un altro mondo. Speriamo che non ce ne siano... ma se ci sono?
Su un sito americano si parlava di casi di "strupro correttivo" ai danni di ragazze asessuali. E' ovvio che se "esisti", i casi vengano contati. (Ci dovrebbe essere il link nel forum, da qualche parte)
Dato che in Italia "non esistiamo", gli eventuali casi non vengono catalogati. D'altronde, quanto è che sentiamo parlare di "casi di omofobia"? Dieci anni, forse? Anche meno! Prima "picchiare il frocio" veniva catalogato come "bullismo comune", e ufficialmente non avevi casi di discriminazione.
beh se parli del termine "omofobia" non so da quanto esista, ma se parliamo di discriminazioni su base dell'orientamento sessuale parliamo di molto più di 10 anni, altro che! ne parlavamo a scuola, e sono più di 20 anni che ho finito le scuole...

Se è vero come è vero che l'asessualità è invisibile, è altrettanto vero che ormai viviamo nell'epoca dell'informazione quindi le storie girano.
In merito agli "stupri correttivi", avevo già chiesto informazioni o link per casi reali eppure io non ho ancora visto niente... ho trovato resoconti di minacce su FB (che valgono quello che valgono), ho trovato il racconto di una attivista che ha detto che una volta un ragazzo ha tentato di baciarla (non sarà una bella cosa, ma parlare di "violenza sessuale" mi pare un po' troppo).

Avatar utente
Starseed
Mega-Mitosi
Messaggi: 175
Iscritto il: lun nov 25, 2013 2:39 pm
Orientamento: Asessuale Eteromantica
Genere: Femmina
Località: In mezzo al mare...

Re: Stato del forum

Messaggio da Starseed » mar ago 19, 2014 2:43 pm

eirikur ha scritto: In merito agli "stupri correttivi", avevo già chiesto informazioni o link per casi reali eppure io non ho ancora visto niente... ho trovato resoconti di minacce su FB (che valgono quello che valgono), ho trovato il racconto di una attivista che ha detto che una volta un ragazzo ha tentato di baciarla (non sarà una bella cosa, ma parlare di "violenza sessuale" mi pare un po' troppo).
Sí, ho letto anche io di questa ragazza e mi è dispiaciuto molto. Poi ho ripensato che a me è successo 4 volte (senza contare gli assalti in ascensore da parte di un certo tizio), quindi... In realtà questi approcci non erano di intento "correttivo", ma comunque quando ho messo in chiaro che sono asessuale mi sono sentita dire "Ma no, è solo che ti devi sbloccare!", per arrivare dove volevano loro.
"Ci sono due razze di sciocchi: quelli che non dubitano di niente e quelli che dubitano di tutto" - Charles-Joseph de Ligne

"Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile." - Woody Allen

"L'ultimo passo della ragione, è il riconoscere che ci sono un'infinità di cose che la sorpassano" - Blaise Pascal

Trucis
Membro
Messaggi: 43
Iscritto il: lun ago 18, 2014 6:09 pm
Orientamento: demisessuale eteroromantico
Genere: M
Località: Torino e provincia di Cuneo

Re: Stato del forum

Messaggio da Trucis » mer ago 20, 2014 10:56 pm

Starseed ha scritto:Sí, ho letto anche io di questa ragazza e mi è dispiaciuto molto. Poi ho ripensato che a me è successo 4 volte (senza contare gli assalti in ascensore da parte di un certo tizio), quindi... In realtà questi approcci non erano di intento "correttivo", ma comunque quando ho messo in chiaro che sono asessuale mi sono sentita dire "Ma no, è solo che ti devi sbloccare!", per arrivare dove volevano loro.
Hahah fantastica! ^^
Scusate qualcono può illuminarmi su cosa siano gli stupri correttivi? (perchè cercare su google è troppo semplice) :lol:

Cmq per nn andare fuori tema... secondo me bisogna chiedersi piuttosto come mai la gente abbandona il forum piuttosto che il motivo per cui scarseggiano gli arrivi! (io sono nuovo! 8) )

I motivi possono essere differenti:
  • Sicuramente di base se una persona riesce ad entrare in buoni rapporti con la comunity e i moderatori risulterà più invogliata a seguire il forum a lungo termine. Per quel poco che ho potuto notare i moderatori sono attivi, cordiali e maturi; quindi ottimo lavoro! ^^
  • Qual è l'obbiettivo principale del forum? Informazione, condivisione delle proprie esperienze, confronto con altri individui che vivono o hanno vissuto la stessa condizione. E' chiaro che sembri soddisfare i bisogni di un "neo-asex" nel breve periodo. Quando avrà saziato il suo interesse si dimenticherà di noi. :(
  • Seguire un forum non è semplice caspita, richiede del tempo libero che magari non si ha sempre a disposizione. Per questo sono sorpreso della predominanza di persone adulte (chiamiamole così) che di solito sono più impegnate.
  • Magari la scarsa frequentazione del forum può essere sin dall'inizio un motivo di perdita dell'utenza.
Secondo me per mantenere utenza bisogna rendere il forum più social. Per esempio con una chat, per esempio con una gestione profili più decente.
Capita solo a me di non riuscire a visualizzare le informazioni degli altri iscritti? Mi compare "Ooops Do not open tabs using right click" ma io faccio click col sinistro!
Che diamine... è colpa dei social network! ahah

Avatar utente
ZilRaag
Troppo Asexy per AVEN
Messaggi: 542
Iscritto il: dom giu 26, 2005 3:23 am
Orientamento: Asessuale.
Genere: Maschio
Località: Ad ovest di Paperino

Re: Stato del forum

Messaggio da ZilRaag » mer ago 20, 2014 11:10 pm

Trucis ha scritto: Scusate qualcono può illuminarmi su cosa siano gli stupri correttivi? (perchè cercare su google è troppo semplice) :lol:
Molto semplice: storicamente sono gli stupri fatti ai danni delle lesbiche per "correggerle" e "fare sentire loro cos'è l'uomo". Ci sono alcuni uomini (va da sé, delle moderate teste di cazzo) che si sentono "rifiutati" dalle donne che rifiutano di aver rapporti sessuali con tutto il genere. E ciò "ovviamente" non deve essere possibile.
Inoltre, più recentemente, in posti un po' omofobi come le Russia, da parte di alcuni gruppi servono a "tenere zitte" lesbiche e femministe. In questi posti vengono visti come "dovere civile" per mantenere la "tradizione" e "l'onore".
Capito che razza di coglioni ci sono al mondo?

Trucis
Membro
Messaggi: 43
Iscritto il: lun ago 18, 2014 6:09 pm
Orientamento: demisessuale eteroromantico
Genere: M
Località: Torino e provincia di Cuneo

Re: Stato del forum

Messaggio da Trucis » mer ago 20, 2014 11:42 pm

Ah mamma mia, rivoltante. Non ne sapevo nulla di queste pratiche, addirittura viste come una tradizione...
Grazie per la spiegazione ZilRaag.

Rispondi