Stato del forum

Idee, proposte e bug report per il miglioramento di AVEN.
Avatar utente
ZilRaag
Troppo Asexy per AVEN
Messaggi: 542
Iscritto il: dom giu 26, 2005 3:23 am
Orientamento: Asessuale.
Genere: Maschio
Località: Ad ovest di Paperino

Stato del forum

Messaggio da ZilRaag » sab ago 09, 2014 2:12 am

Signori, ho paura che questo forum stia morendo. Da mesi. Non è una questione di ferie.
Penso che dobbiamo inventarci qualcosa per tenerlo vivo.

E' un peccato, perché c'è una nuova presentazione al giorno, e l'argomento interessa (articoli di giornale discutibili a parte).
Soprattutto la frase "ho scoperto di non essere solo/a" che quasi tutti abbiamo scritto nel primo messaggio, dovrebbe far riflettere su quanto questo spazio sia stato utile per tutti, e di quanto lo possa essere per altri.

Asphyxia
A-utorità Asexy!
Messaggi: 4100
Iscritto il: dom apr 07, 2013 2:18 am

Re: Stato del forum

Messaggio da Asphyxia » sab ago 09, 2014 9:16 am

.
Ultima modifica di Asphyxia il sab dic 20, 2014 8:24 pm, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Bakeneko
AVENissimo
Messaggi: 3515
Iscritto il: mer mag 23, 2012 5:28 pm
Orientamento: Asessuale
Genere: Robot

Re: Stato del forum

Messaggio da Bakeneko » sab ago 09, 2014 11:04 am

Secondo me è colpa dei social network e della pigrizia della gente. Nella nuova pagina facebook che è stata creata per rendere il forum più visibile c'è più movimento che sul forum stesso. Alcuni si presentano direttamente lì senza nemmeno passare a dare letta di qua.

Io propongo una cosa di cui si era già parlato in passato: una chat incorporata al forum.
Immagine

Avatar utente
The Wayward Fox
AVENissimo
Messaggi: 3626
Iscritto il: sab feb 16, 2013 2:35 am
Orientamento: Demisessuale panromantic*
Genere: Genderqueer/Non-binari@ (l*i)

Re: Stato del forum

Messaggio da The Wayward Fox » sab ago 09, 2014 12:36 pm

Topic spostato in Suggerimenti e problemi tecnici.

Sinceramente non saprei dire se il forum stia morendo o meno: ho notato certamente che in questi ultimi giorni i topic attivi sono pochissimi, ma confesso che l'avevo attribuito alle ferie.
Come dice Bakaneko, l'avanzare incombente di Facebook ha fatto scomparire molte comunità: gran parte delle piattaforme sono morte in favore di pagine fan che è possibile controllare nella stessa schermata in cui si sta chattando con un amico. Se qualcuno ha suggerimenti per incentivare la presenza degli utenti sul forum, sono tutt'orecchi. Un primo passo potrebbe essere coinvolgere gli utenti più attivi e invogliarli ad aprire discussioni e condividere esperienze: ho notato che si aprono molti meno topic di quando giunsi la prima volta sul forum.
« Ci sono crimini peggiori del bruciare libri. Uno di questi è non leggerli. »

Immagine

Diario di un asso grigio scuro, blog a tematica asessuale e affini.

Avatar utente
Caos
A-frodite
Messaggi: 1028
Iscritto il: ven mar 15, 2013 10:50 pm
Orientamento: asessuale aromantica
Genere: femmina

Re: Stato del forum

Messaggio da Caos » sab ago 09, 2014 12:42 pm

Davvero su fb c'è più gente?
Personalmente davo la colpa all'estate ed alla vitavera.
La chat avevo provato a visitarla qualche tempo fa ma, l'ho trovata sempre vuota....
I'm not crazy, my reality is just different from yours

Avatar utente
SilverKitsune
z = z² + c
Messaggi: 9690
Iscritto il: ven apr 15, 2011 6:03 pm
Orientamento: Asessuale
Genere: Demiguy / Non-binario
Località: Monte Argento

Re: Stato del forum

Messaggio da SilverKitsune » sab ago 09, 2014 1:24 pm

Su Facebook non ci vado molto, ma sto sul forum da tre anni e ho sempre visto un calo di interesse verso il periodo delle vacanze. Normalmente vengono un po' più utenti a partire da settembre/ottobre, quindi a me sembra una cosa normale. Se poi mi sbaglio ed è veramente un po' morto, boh, non giudico :lol: Però per il momento la situazione non mi preoccupa.

Riguardo alla chat: provate voi a contattare per email Coleslaw migliaia di volte (solo lei può installarla, io non ho i necessari permessi per installare o disinstallare cose sul forum, perché richiede accesso FTP e nessuno degli admin ce l'ha se non gli admin internazionali), richiedendole la stessa cosa, e ricevere sì e no una risposta ogni 2-3 mail. Le ho fatto installare PhpBB per miracolo e non riesco a farlo funzionare per ragioni che probabilmente sono legate alla skin del forum, che non ho tempo di ricodificare da capo (penso che PhpBB non sia compatibile con Elegance, e per confermarlo dovrei rimettere a posto la skin di prima, che non è più sul database... si può fare, ma richiede tempo).

Insomma, ci vuole molto poco a sentirsi dei rompicoglioni solo per avere a cuore una comunità, quando si amministra da tanto tempo un forum come questo nelle condizioni in cui ho dovuto amministrarlo io, e praticamente SOLO IO, finché non è subentrat* Fox (manna del cielo!). Ho tirato avanti il carretto per anni, adesso voglio solo andare in pensione. Se c'è chi ha idee ed energia a sufficienza per fare cose, ben venga, gli cederò volentieri il posto.
"I see now that the circumstances of one's birth are irrelevant; it is what we do with the gift of life that makes us who we are."

MBTI: INTJ

Avatar utente
Celeste
(A)VENdicatore
Messaggi: 1630
Iscritto il: mer mar 19, 2014 1:11 pm
Orientamento: Asex Eteroplatonica
Genere: F cisgender

Re: Stato del forum

Messaggio da Celeste » sab ago 09, 2014 6:22 pm

Io sono qui relativamente da poco, saranno un po' più di 3-4 mesi, quindi non saprei fare confronti con periodi precedenti per cui dire con certezza: "sì, il movimento è calato"; non so se negli anni passati questo forum fosse molto più vivo.
Ora certo, anche io noto che questo in particolare è un periodo "tranquillo", ma come gli altri ho pensato che fosse perchè nell'ultimo mese molti erano o sono in vacanza / hanno esami (una larga fetta di utenti è nella fascia d'età degli impegni universitari / scolastici).
Che il gruppo su facebook sarebbe apparso presto più attivo del forum era prevedibile, chi ha un account su un social network lo frequenta spesso e ne ha obiettivamente più motivi e occasioni (vedere cosa fanno gli amici, seguire le pagine dei propri interessi, comunicare cosa sta facendo ecc... Non per niente i social network hanno avuto e hanno tanta fortuna). Su un forum si entra per un unico motivo specifico (di base), su un social per mille e più motivi, è normale che sia più facile intervenire in un post di là piuttosto che qua.
In realtà anche nel gruppo fb non è che vengano aperte e argomentate tante nuove discussioni, semplicementi gli utenti nuovi si presentano scrivendo qualcosa su di sè e gli altri danno il benvenuto commentando quanto è stato scritto. È solo perchè un social è più immediato e ha più occasioni di fruizione, secondo me le due cose semplicemente non sono paragonabili.
Più che altro si potrebbe provare a invogliare / invitare chi su fb si dimostra desideroso di comunicare e confrontarsi a fare capolino anche qui. Magari condividere più spesso link al forum potrebbe aiutare?
Non dovrebbe neanche essere un problema di "imbarazzo" a esporsi, se vogliamo qui siamo molto più anonimi che sui nostri profili social...
Per quanto riguarda l'assenza della chat non sono convintissima che il problema sia quello, il problema è che davvero sul forum entrano poche persone già in partenza...
Immagine
Nè più mi occorrono le coincidenze, le prenotazioni, le trappole, gli scorni di chi crede che la realtà sia quella che si vede.

Avatar utente
danyfantasy
A-frodite
Messaggi: 1066
Iscritto il: lun lug 15, 2013 1:48 pm

Re: Stato del forum

Messaggio da danyfantasy » sab ago 09, 2014 9:58 pm

Personalmente attribuisco un calo di presenze nel forum alle vacanze e non mi preoccuperei affatto. Io mi sono iscritto a luglio 2013 e mi ricordo che la situazione era la stessa (in quanto visitavo il forum da parecchi mesi prima). In ogni caso, questo forum e il gruppo fb hanno lo scopo primario di fare informazione e spiegare l'asessualità, ed entrambi assolvono al meglio questo compito. Sono sicuro inoltre che molti utenti si iscrivono, entrano e leggono i post per informarsi senza scrivere nulla o aprirne di nuovi, per me è stato così per oltre 6 mesi (prima che mi presentassi) ed il periodo che ho passato ad informarmi senza scrivere è stato fondamentale. Sono contrario alla chat in questo forum e credo che sia una buona idea incentivare nel gruppo fb l'iscrizione ad aven o il rimandare a links contenuti nel forum, cosa che stiamo già facendo su facebook.

eirikur
A-frodite
Messaggi: 1000
Iscritto il: gio ott 03, 2013 1:50 pm

Re: Stato del forum

Messaggio da eirikur » lun ago 11, 2014 2:21 pm

Bisogna anche dire che, dopo aver scoperto di essere asessuali, e dopo aver capito che non si è soli al mondo, non credo ci sia tanto altro da dirsi.
A parte i (pochissimi nella nostra società) che hanno velleità di attivismo, un nuovo utente o trova argomenti di discussione che lo interessano oppure non saprebbe proprio cosa scrivere.

Avatar utente
Celeste
(A)VENdicatore
Messaggi: 1630
Iscritto il: mer mar 19, 2014 1:11 pm
Orientamento: Asex Eteroplatonica
Genere: F cisgender

Re: Stato del forum

Messaggio da Celeste » lun ago 11, 2014 3:58 pm

Vero, infatti a mio avviso sarebbe una cosa carina se, anzichè parlare "in astratto" di cosa significa questo o quel termine, ad esempio, gli utenti usassero il forum anche per chiedere opinioni / pareri / consigli sulle loro situazioni reali.
Ovviamente non dico di venire qua a raccontare esattamente i fatti propri (va beh che siamo anonimi, ma capisco che non a tutti vada di esporsi così apertamente).
Si creerebbero occasioni di confronto "concrete" e di condivisione di vissuti reali, che secondo me sono la cosa più importante. Le uniche discussioni di questo tipo sono quelle aperte da partner di asex che vengono qui in cerca di spunti concreti su "come capire" e "cosa fare". Mi sembra che invece gli utenti asex siano un po' più restii a fare qualcosa del genere.
(P.S.: io sono single e probabilmente votata a restarlo, ma dopo questo intervento prometto che se mai troverò un santo condividerò qui ogni cosa per filo e per segno :mrgreen: )

... Non so, potremmo provare a inserire una sezione tipo "Racconti e consigli"? Tipo "La posta del cuore" degli asex?
Immagine
Nè più mi occorrono le coincidenze, le prenotazioni, le trappole, gli scorni di chi crede che la realtà sia quella che si vede.

Avatar utente
SilverKitsune
z = z² + c
Messaggi: 9690
Iscritto il: ven apr 15, 2011 6:03 pm
Orientamento: Asessuale
Genere: Demiguy / Non-binario
Località: Monte Argento

Re: Stato del forum

Messaggio da SilverKitsune » mar ago 12, 2014 2:10 pm

eirikur ha scritto:Bisogna anche dire che, dopo aver scoperto di essere asessuali, e dopo aver capito che non si è soli al mondo, non credo ci sia tanto altro da dirsi.
A parte i (pochissimi nella nostra società) che hanno velleità di attivismo, un nuovo utente o trova argomenti di discussione che lo interessano oppure non saprebbe proprio cosa scrivere.
Anche questo è vero, ed è principalmente vero per la nostra demografica - la maggior parte degli utenti è sopra i 20 anni, alcuni ne hanno anche molti di più di 20...
Sul forum internazionale ci sono tantissimi teenager, quindi c'è più discussione su cose come la scuola, la musica, le serie TV e quant'altro. Anche per quello è più attivo.
Teoricamente, anche il forum italiano dovrebbe cominciare ad attirare utenza più giovane a un certo punto, ma è più difficile perché (a) gli italiani sono molti meno delle persone che parlano inglese, e (b) la crescita del forum è molto più lenta rispetto a quello internazionale.
"I see now that the circumstances of one's birth are irrelevant; it is what we do with the gift of life that makes us who we are."

MBTI: INTJ

Avatar utente
ZilRaag
Troppo Asexy per AVEN
Messaggi: 542
Iscritto il: dom giu 26, 2005 3:23 am
Orientamento: Asessuale.
Genere: Maschio
Località: Ad ovest di Paperino

Re: Stato del forum

Messaggio da ZilRaag » mar ago 12, 2014 5:23 pm

`Silver ha scritto:alcuni ne hanno anche molti di più di 20...

Qualcuno passa anche il doppio :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil:
C'è modo e modo di far capire alla gente che è anziana :D :D
`Silver ha scritto:Sul forum internazionale ci sono tantissimi teenager, quindi c'è più discussione su cose come la scuola, la musica, le serie TV e quant'altro. Anche per quello è più attivo.
Teoricamente, anche il forum italiano dovrebbe cominciare ad attirare utenza più giovane a un certo punto, ma è più difficile perché (a) gli italiani sono molti meno delle persone che parlano inglese, e (b) la crescita del forum è molto più lenta rispetto a quello internazionale.
Non è detto che le dinamiche sociali che si sono verificate in alcune grandi aree urbane degli USA (che sono quelle alle quali fa riferimento il "forum internazionale") e a poche aree europee (delle quali non fa parte nessuna area italiana) siano le stesse che si dovranno per forza, prima o poi, verificare nel nostro Paese.
Dal punto di vista dei diritti civili, e sopratutto negli ultimi 10-15 anni, non siamo "indietro", stiamo, purtroppo, prendendo un'altra direzione, molto più vicina alla Russia di Putin. Gli stili di vita alternativi sono al massimo sopportati. Dalla maggioranza della popolazione, dai media, dalla politica. Dietro un paravento di "politically correct", si nasconde l'insofferenza per il diverso "in sé", pronta a scoppiare quando si è stufi di "sopportare" le diversità, le scelte e i modi di vita degli altri, facendo coincidere gli stili di vita e le aspirazioni della maggioranza, con quelle "giuste" e "normali".
In Italia, non si parla di "diritti" in quanto cittadini (es. "sono gay e vivo apertamente con il mio compagno perché è un mio diritto") ma di "concessioni sociali" ("posso dire di essere gay e mi viene concesso, nella maggior parte dei casi, di vivere con il mio compagno, senza problemi"). Il ddl sulle unioni civili (se mai vedrà la luce) è una concessione ad una minoranza rumorosa, uno specchietto delle allodole per dire di fare ancora parte dell'Occidente democratico, non il riconoscimento di un diritto. Le unioni civili previste sono un matrimonio di serie B, riservato ai soli omosessuali, non l'equiparazione degli stili di vita diversi che hanno ottenuto altrove. E questa miseria, che pure arriva da parte di quelle che dovrebbero essere, nominalmente, le forze politiche più progressiste, avrà, in Parlamento, e nel Paese, una quantità tale di opposizioni da stroncarla quasi sicuramente sul nascere. Matteino potrà dire "ci ho provato".

Detto questo, tornando a noi (perché non è, appunto, sicuro che il nostro percorso e le nostre istanze debbano per forza coincidere, in tutto o in parte, con quello del movimento LGBT), pongo una domanda: e se, dato come è composta la nostra società, la scoperta di essere asex arrivasse "strutturalmente" dopo rispetto agli USA? Giusto per fare un esempio. Altro scenario ipotetico: e se da noi i "matrimoni bianchi" non fossero così comuni, e si potesse equiparare asex=single? O se, al contrario, tutti gli asex fossero accoppiati tra di loro? Sono giusto scenari ipotetici, ma sul fatto dell'età, ci farei un pensierino. Avrebbe ancora senso rifarsi (al 100%, copiando e incollando uno schema) al modello americano? Citando il Migliore, sarebbe proprio così scabroso cercare una "via italiana" al riconoscimento degli stili di vita alternativi, in generale?
Provocazione: non potrebbe essere più proficuo, barriere linguistiche a parte, sapere come sono messi i nostri "fratelli" in paesi come la Polonia, la Romania o la Turchia, che, al momento, ci somigliano di più, rispetto a quelli comunità avanzate come quelle del nord Europa o organizzate come quella USA, che vanno comunque presi come esempio?

Avatar utente
SilverKitsune
z = z² + c
Messaggi: 9690
Iscritto il: ven apr 15, 2011 6:03 pm
Orientamento: Asessuale
Genere: Demiguy / Non-binario
Località: Monte Argento

Re: Stato del forum

Messaggio da SilverKitsune » gio ago 14, 2014 4:06 pm

Non sei "più vecchio", sei "più esperto"! :D

A esseri sinceri, io dubito che ci sia un "boom" stile americano su questo forum - per questo ho detto "teoricamente". Sono qui da diversi anni, e prima che arrivassi il forum era attivo... poco meno di adesso, credo. Sicuramente è più vivace rispetto a un tempo, ma ormai è stato aperto nel 2005 e dubito che dopo quasi dieci anni non si siano ancora visti i cambiamenti radicali. Vabbè che AVEN internazionale è AVEN internazionale, ma lì la crescita esponenziale è cominciata tipo dal terzo o quarto anno dall'apertura, e si continua a vederne gli effetti anche oggi. E poi, per quanto detesti in tantissime maniere la casta politica italiana, non posso negare in nessun modo che se i POLITICI si comportano in quel modo è anche e soprattutto (se non DEL TUTTO) perché gli italiani glielo lasciano fare, e spesso asseconderebbero pure volentieri simili decisioni.

In termini di comunità di per sé... non ho visto *tutte* le comunità in lingua diversa dalla nostra, ma tempo fa ho passato qualche mese su quella spagnola e quella francese. Quella francese era un po' più attiva di quella italiana, ma non molto. Quella spagnola era meno attiva di quella italiana pure allora. La tedesca non so, magari in Germania sono messi meglio, ma non so il tedesco e non posso avere un'impressione di prima mano. Su quelle nordeuropee (finlandese, norvegese ecc.) ho una breve impressione data solo dai numeretti che ho visto nei forum (post, utenti ecc.) e pare siano ancor più morte. Quella cinese è appena nata, e l'ha fondata un membro di AVEN internazionale originario del Taiwan.

Riguardo ai tuoi paragoni con l'essere single o i matrimoni bianchi, non so se ho capito a cosa ti riferisci: intendi dire che, a tuo parere, la definizione attuale di "asessuale" complica il lavoro di visibilità?
"I see now that the circumstances of one's birth are irrelevant; it is what we do with the gift of life that makes us who we are."

MBTI: INTJ

Avatar utente
Starseed
Mega-Mitosi
Messaggi: 175
Iscritto il: lun nov 25, 2013 2:39 pm
Orientamento: Asessuale Eteromantica
Genere: Femmina
Località: In mezzo al mare...

Re: Stato del forum

Messaggio da Starseed » ven ago 15, 2014 3:05 pm

Celeste ha scritto:Vero, infatti a mio avviso sarebbe una cosa carina se, anzichè parlare "in astratto" di cosa significa questo o quel termine, ad esempio, gli utenti usassero il forum anche per chiedere opinioni / pareri / consigli sulle loro situazioni reali.

... Non so, potremmo provare a inserire una sezione tipo "Racconti e consigli"? Tipo "La posta del cuore" degli asex?
Questo è un punto importante e sono perfettamente d'accordo sulla tua proposta. Magari c'è il ragazzino che subisce le pressioni dei compagni ma si sente diverso e, anche se non trova il coraggio di iscriversi e parlare apertamente con noi, potrebbe trovare un consiglio o sentirsi ricuorato se potesse leggere situazioni simili alle sue. Anche per questo trovo importanti le discussioni che parlano dei nostri rapporti con le persone "normali", come ci si sente in determinate situazioni, come si è arrivati alla realizzazione, come ci si comporta in caso di coming out, ecc... partecipo sempre molto volentieri non solo per la mia mania di protagonismo (uhm, forse questo non dovevo scriverlo XD), ma soprattutto perché siccome io non ho problemi a vivere la mia condizione, è bene che chi invece si sente insicuro sappia che non ha niente da temere, e questo cerco sempre di spiegarlo perché ci tengo veramente a far capire a chiunque legga che non solo non siamo soli contro il mondo, ma che non dobbiamo vergognarci di nulla e anzi, dobbiamo esser fieri di essere come siamo, perché per ottenere questa nostra consapevolezza abbiamo affrontato dei percorsi che le persone normali non possono sapere e non si immaginano neanche. ... ... ... È una mia impressione, o ho un po' divagato? XD Vabbe', il succo è che secondo me i racconti di vita vissuta potrebbero essere molto utili per le persone che non si sentono a proprio agio nella propria condizione per paura di essere emarginati.

Quanto alla comunità, io credo che il problema piú grande è che il bacino che siamo riusciti a raggiungere con le apparizioni in TV o sui giornali è comunque di un numero abbastanza esiguo di utenza. Inoltre bisogna anche pensare all'età dei soggetti raggiunti. Magari la vecchiettina asessuale che guarda Forum al massimo potrà dire "Ah, ma non sarà che sono cosí anch'io?", ma di certo non verra ad iscriversi su AVEN (oddio, sarebbe una figata assurda, ma non ci conto XD). L'apparizione in Lucignolo senz'altro sarà stata piú utile in questo senso perché è per un pubblico ggiovane. Ci vorrebbe qualcosa che possa coinvolgere un'utenza maggiore e magari che possa avere un risalto per piú giorni di fila... qualcosa di "clamoroso", per cosí dire. Potrei andare a fare una lezione di educazione sessuale alla Sapienza di Roma, per esempio (chiedo scusa, battuta stupida). Oppure boh, potremmo telefonare a Piero Angela e sentire se ci prende per una puntata di Super Quark. Insomma, io penso che in qualche modo dobbiamo farci sentire, non possiamo solo star qui ad aspettare che escano articoli ad mentula su "Il Giornale" per farci conoscere di piú. Dico questo.
"Ci sono due razze di sciocchi: quelli che non dubitano di niente e quelli che dubitano di tutto" - Charles-Joseph de Ligne

"Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile." - Woody Allen

"L'ultimo passo della ragione, è il riconoscere che ci sono un'infinità di cose che la sorpassano" - Blaise Pascal

Avatar utente
ZilRaag
Troppo Asexy per AVEN
Messaggi: 542
Iscritto il: dom giu 26, 2005 3:23 am
Orientamento: Asessuale.
Genere: Maschio
Località: Ad ovest di Paperino

Re: Stato del forum

Messaggio da ZilRaag » dom ago 17, 2014 10:30 pm

`Silver ha scritto:Non sei "più vecchio", sei "più esperto"! :D

A esseri sinceri, io dubito che ci sia un "boom" stile americano su questo forum - per questo ho detto "teoricamente". Sono qui da diversi anni, e prima che arrivassi il forum era attivo... poco meno di adesso, credo. Sicuramente è più vivace rispetto a un tempo, ma ormai è stato aperto nel 2005 e dubito che dopo quasi dieci anni non si siano ancora visti i cambiamenti radicali. Vabbè che AVEN internazionale è AVEN internazionale, ma lì la crescita esponenziale è cominciata tipo dal terzo o quarto anno dall'apertura, e si continua a vederne gli effetti anche oggi.
Appunto. Quindi, come dicevo io, non è "solo" una questione di tempo, per cui basta aspettare ed "arriveranno i nostri". Forse in una società che è allo stesso tempo "machista" e cattolico-conformista, serve una strategia diversa da quella che ha funzionato, bene, negli USA. Quale sia, non lo so, e parlo di stili di vita alternativi in generale, non di Aven e basta.
`Silver ha scritto:E poi, per quanto detesti in tantissime maniere la casta politica italiana, non posso negare in nessun modo che se i POLITICI si comportano in quel modo è anche e soprattutto (se non DEL TUTTO) perché gli italiani glielo lasciano fare, e spesso asseconderebbero pure volentieri simili decisioni.
Scusami, Silver, ma quando sento parlare di "politici" e di "casta", mi viene da mettere la mano alla fondina, come diceva lo Zio Goebbels riferendosi alla cultura.
Militando anni per un partito ho conosciuto persone squisite che sono andate in Parlamento e simili e si sono rivelati ottimi legislatori. Ho conosciuto delle gigantesche test* di cazz* che tali sono rimaste, consiglieri copia-incolla del Grande Capo supremo che non hanno mai messo in discussione. La classe politica, amio avviso, è per un 10% migliore, e per un 10% peggiore, del popolo che la elegge. il restante 80% è uguale.
Dato che in Parlamento, le cime di minchia non mancano, per rispetto verso gli altri, bisognerebbe sempre dire nome, cognome e partito di chi lo è.

Il mio discorso verteva sul fatto che i pochi diritti civili che ci sono in Italia vengono visti come una "concessione" e non come un "diritto". La differenza non è da poco.
Mesi fa ero a New York. Per strada camminavano due uomini che si tenevano per mano. Gli altri, come nulla fosse. Lì (a NY e in poche altre aree, d'accordo) esiste una legislazione ed un'educazione all'accettazione delle minoranze che lo permette. Non solo andare a dirgli "nascondetevi froci" sei maleducato, ma sei anche visto male dagli altri e forse violi qualche legge. Oltre ad essere un coglione, perché questi due erano veramente grossi...

`Silver ha scritto:Riguardo ai tuoi paragoni con l'essere single o i matrimoni bianchi, non so se ho capito a cosa ti riferisci: intendi dire che, a tuo parere, la definizione attuale di "asessuale" complica il lavoro di visibilità?
Quello sui matrimoni bianchi era un esempio: sarebbe inutile parlarne se non esistessero da noi. E' un paradosso, appunto, per fare un esempio.
Intendo: nella nostra realtà, il fenomeno avviene come altrove? PErché l'età media, da quello che dici, delle persone che si definiscono asessuali è parecchio più alta che altrove? Perché è così più alto il numero di ragazze sui maschi?

Starseed ha scritto:
Celeste ha scritto:Vero, infatti a mio avviso sarebbe una cosa carina se, anzichè parlare "in astratto" di cosa significa questo o quel termine, ad esempio, gli utenti usassero il forum anche per chiedere opinioni / pareri / consigli sulle loro situazioni reali.

... Non so, potremmo provare a inserire una sezione tipo "Racconti e consigli"? Tipo "La posta del cuore" degli asex?
Questo è un punto importante e sono perfettamente d'accordo sulla tua proposta. Magari c'è il ragazzino che subisce le pressioni dei compagni ma si sente diverso e, anche se non trova il coraggio di iscriversi e parlare apertamente con noi, potrebbe trovare un consiglio o sentirsi ricuorato se potesse leggere situazioni simili alle sue. Anche per questo trovo importanti le discussioni che parlano dei nostri rapporti con le persone "normali", come ci si sente in determinate situazioni, come si è arrivati alla realizzazione, come ci si comporta in caso di coming out, ecc... partecipo sempre molto volentieri non solo per la mia mania di protagonismo (uhm, forse questo non dovevo scriverlo XD), ma soprattutto perché siccome io non ho problemi a vivere la mia condizione, è bene che chi invece si sente insicuro sappia che non ha niente da temere, e questo cerco sempre di spiegarlo perché ci tengo veramente a far capire a chiunque legga che non solo non siamo soli contro il mondo, ma che non dobbiamo vergognarci di nulla e anzi, dobbiamo esser fieri di essere come siamo, perché per ottenere questa nostra consapevolezza abbiamo affrontato dei percorsi che le persone normali non possono sapere e non si immaginano neanche. ... ... ... È una mia impressione, o ho un po' divagato? XD Vabbe', il succo è che secondo me i racconti di vita vissuta potrebbero essere molto utili per le persone che non si sentono a proprio agio nella propria condizione per paura di essere emarginati.
E se fosse (anche) uno psicologo professionista a rispondere alle lettere? La butto lì...
Perché, dato che i genitori mandano il figlio a "riparare" dallo psicologo, una voce altrettanto autorevole, potrebbe aiutare, e non poco...
Un'iniziativa del genere potrebbe anche finire su qualche media...

Rispondi